HyperHouse

NeXT Hyper Obscure

Archivio per aprile 9, 2012

Trees, the five


Ecco che il suono splitta, si rende ineffabile, e la percezione che è sua sorella intima ci mostra la via verso la comprensione che nulla è reale, nulla è ciò che crediamo, niente è l’urlo che crediamo di gridare.

Trees, the four


Quando poi la visione si ammanta d’infiorescenze e ogni pixel di ciò che vediamo sembra barocchismo floreale, allora capiamo di aver cambiato ancora una volta pagina.

Trees, the three


Poi le definizioni hanno cominciato l’estensione verso la ramificazione scarna, piccoli esempi di colonizzazione che non si susseguono ma si incarniscono.

Trees, the two


Bastava sentirne l’importanza trasmessa per empatia per comprendere quanto delle vibrazioni che avevi insite era di natura esogena.

Trees, the one


Alcuni istanti in immagini in cui il suono distorceva la claustrofobia, le definizioni, la luce stessa per sottrazione, per estromissione.

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 207 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: