HyperHouse

NeXT Hyper Obscure

Archivio per eBook

Kipple blog: Yezidi, un estratto da “L’ombra del dio alato” – Carmilla on line ®


[Letto su KippleBlog]

Su CarmillaOnLine il buon Danilo Arona, autore de L’ombra del dio alato, fa riferimento al suo testo tornato disponibile grazie a Kipple Officina Libraria e integra l’analisi fatta dall’editore e capo della Nazione Oscura Caotica, Lukha B. Kremo, analizzando altri aspetti degli Yezidi, adoratori del sincretismo rappresentato da Pazuzu, il dio alato sumero. Così facendo, Danilo sfiora gli aspetti sociali, antropologici, mistici ed economici con un compendio di pensieri di cui solo lui è capace.
Un estratto:
Scrivere, per quanto superficialmente, degli Yezidis, presunti “adoratori del Diavolo”, significa sfiorare il drammatico problema dei perseguitatissimi Curdi. Allora occorre, per quanto possibile, avere presente la geografia dei luoghi ai quali ci stiamo riferendo. Siccome non possiede confini naturali ben precisi, definiremo il Kurdistan solo quella regione dove i Curdi costituiscono la proporzione predominante della popolazione locale e che si trova divisa tra Turchia, Iran, Iraq, Siria e le repubbliche ex sovietiche di Georgia e Armenia. Per lo più montuoso, il Kurdistan è percorso dalla catena degli Zagros a est e da quella del Tauro a ovest; il monte Ararat segna approssimativamente il confine settentrionale e la Mesopotamia quello meridionale. Il territorio è ricco di acque fluviali non navigabili: il Tigri e l’Eufrate nascono nel Kurdistan turco, l’Arasse lungo i confini con l’Armenia, e altri fiumi come il Piccolo e il Grande Zab, il Sirwan (Diyala) e Khapur, rendono il terreno molto adatto all’agricoltura che con il petrolio, il ferro, l’oro, l’alluminio e soprattutto il cromo, costituisce una delle principali risorse della regione, insieme al potenziale idroelettrico. Della Siria i Curdi abitano la zona nord-orientale, cioè parte della fertilissima regione dello Djeziré, e il Kurd Dagh. Questa regione della Siria è stata sempre il rifugio naturale dei profughi, che riuscivano a sottrarsi alle persecuzioni turche e prima ancora a quelle ottomane. La parte settentrionale dello stato iracheno è quella che corrisponde grosso modo al Kurdistan meridionale: regione non particolarmente estesa rispetto alla totalità dell’intero territorio, comprende però zone di grande importante strategica per l’economia dell’Iraq, dal momento che ne fanno parte i due territori di Mosul e Kirkuk che, da soli, forniscono il 75% dell’esportazione petrolifera irachena. La zona è anche piuttosto fertile, data la presenza del Tigri e dei suoi affluenti.

Leggi il seguito di questo post »

Massacro di Yazidi da parte dell’ISIS | NAZIONE OSCURA CAOTICA


[Letto su Nazione Oscura Caotica's blog]

Gli Yazidi, i seguaci dell’”Angelo-Pavone”, stanno morendo. Un’intera popolazione sta per scomparire dal Medio Oriente sterminata dall’avanzata dei miliziani sunniti dell’Isis. I combattenti dello Stato islamico in Iraq (di cui abbiamo parlato qui) hanno già colpito migliaia e migliaia di sciiti e di cristiani, ma adesso nel mirino ci sono i membri di questa comunità millenaria, infatti, sono almeno 500 gli Yazidi giustiziati nei giorni scorsi dagli jihadisti dello Stato Islamico a Sinjar, nel nord dell’Iraq, incluse donne e bimbi, che potrebbero essere state sepolte vive, mentre quasi 300 donne sono state rapite per essere trasformate in schiave.
Ma chi sono gli Yazidi? Sono un gruppo religioso di origine curda (curdofoni), costituito da circa 500.000/800.000 individui che vivono in tutto il Caucaso e soprattutto a Sinjar, la città nel Kurdistan iracheno situata a 50 chilometri dalla frontiera con la Siria (ma sono presenti in tutto il mondo). Accusati dall’ortodossia islamica di praticare culti eretici, essi sono stati duramente perseguitati dagli Ottomani e poi dal governo turco, a causa della loro separatezza etnica, nel corso della storia.
Lo Yazidismo sarebbe presente nel Vicino Oriente addirittura da più di 4.000 anni (anche se hanno subito forti riforme nel XIII secolo). In esso sarebbero confluiti nel tempo, elementi di giudaismo cabalistico, di Cristianesimo mazdeo (conosciuto come Zoroastrismo) e di misticismo islamico Sufi. Alcuni studiosi definiscono lo Yazidismo “il museo dei culti orientali”, essendo in effetti un complesso processo di sincretismo.
Lo yazidismo crede nella metempsicosi (la trasmigrazione delle anime, come nell’induismo, mentre ai giusti è destinato il paradiso). I miti della creazione risentono delle dottrine dello gnosticismo mentre vari riti (battesimo, forme di comunione, ecc.) si richiamano al cristianesimo, specialmente quello nestoriano.

Leggi il seguito di questo post »

Kipple blog: 500 Fan giveaway


[Letto su KippleBlog]

Festeggiamo insieme a voi il raggiungimento dei 500 Fan della pagina FaceBook di Kipple con un fresco giveaway estivo dedicato a Dermathopia di Alberto Vertighel, vincitore del premio Short Kipple 2014.
Può un viaggio esotico trasformarsi in rivelazioni di fantastiche potenzialità della tecnologia chirurgica postumana? Relax e spensieratezza, evasione dalla vita quotidiana sono le necessarie premesse affinché la vacanza assolva alla funzione catartica della rigenerazione fisica e psichica, ma quanto di vero e profondo c’è nella parola rigenerazione? Uno splendido racconto d’esordio per Alberto Vertighel, già un classico del post-cyberpunk.
Come partecipare:
• diventa FAN, se non lo sei già, della pagina Kipple Officina Libraria;
• clicca “mi piace” e scrivi un commento sotto al post del giveaway per partecipare all’estrazione di una copia, in formato eBook.
Scelta del vincitore:
Mercoledì 13 agosto la redazione sceglierà il vincitore attraverso il sito www.random.org (verrà scelto un commento random) e lo comunicherà sulla pagina FB.
Cosa aspettate, quindi?? Festa grande in casa Kipple! Grazie a tutti voi.

Kipple blog: Esce 13 & 17, di Gianmarco Mecozzi


[Letto su KippleBlog]

È online su Kipple.it 13 & 17, romanzo di Gianmarco Mecozzi che esplora anche i confini cari a Douglas Adams e alla sua Guida galattica per autostoppisti.

Due alieni, 13 e 17, invadono la Terra. Il loro saltare da un corpo umano a un altro porta gli ospiti a parlare di sé; e cosa ne ricavano i due ET? Che l’uomo sta rovinando la propria casa prima ancora di averne costruita un’altra.

Ironia e sfarzo dello sforzo presenti nelle pagine perse in mezzo a viaggi stellari, un divertente e surreale viaggio nel mondo della psiche umana passando per le considerazioni sulla vita dell’attore teatrale e degli “stravaganti” costumi umani.

L’autore:

Ha lavorato a teatro nel progetto Sueňa Quijano di Carlo Quartucci, ed è stato nella direzione dello spazio scenico romano Teatr’Arteria. Ha lavorato con il progetto editoriale Derive Approdi. Ha collaborato con Roma-Dakar, con il progetto U-topia, e con il Bin Italia.

Ha scritto per le riviste Infoxoa, Mostro, Snova, U-topia e nel 2006 e nel 2007 è stato inserito nell’Almanacco di scritture antagoniste edito da Odradek.

La pubblicazione è scaricabile contestualmente in formato ePub e mobi al costo di 1.99€; come ogni eBook Kipple, l’opera è senza DRM.

Kipple blog: Beati Lotofagi recensisce Venus Intervention, di Corrine de Winter e Alessandro Manzetti


[Letto su KippleBlog]

Su BeatiLotofagi è uscita una bella recensione al lavoro in lingua inglese di Corrine de Winter e Alessandro Manzetti, Venus Intervention. Vi ricordiamo che l’opera è una raccolta di poesie a tinte dark uscita in eBook per la collana Versi Guasti; ecco uno stralcio della rece:
In questa raccolta Corrine De Winter ci regala lacrime stillate da un sogno oscuro. Un sogno in cui il buio e il mistero assumono le sembianze di una fiaba irlandese cantata con la cadenza tipica del blues. La sofferenza e il dolore vissuti come lacrime di sangue in un golgota di spine sognanti. Essi vengono rigenerati con una coazione a ripetere che appare come una glorificazione rituale della sofferenza, come unica forma di amplificazione esistenziale e manifestazione di vita.
Squallidi appartamenti, mura di bordelli intrise di odori acidi e natura sperduta. La pelle come porta d’ingresso del male che induce sofferenza ma anche reliquia di un amore ormai passato. La pelle riflessa da specchi che fungono da humus primordiale non solo dell’anima in essa racchiusa, ma dell’intero mondo che tale anima ha sfiorato. Lo specchio non come testimone del tempo. Lo specchio come spettatore della perdita progressiva dell’innocenza e non della sola giovinezza.
Le opere di Alessandro Manzetti sono caratterizzate da una prosa che spesso par tendere i confini e la linearità imposta dalla trama. La sua infatti è una creatività dirompente e lisergica. Nei suoi racconti e romanzi la poesia delle sue parole strazia il lettore come lampi di vibrazioni epilettiche, in una narcosi spesso estrema e ossessiva. Un’alienazione inquietante e disturbante.
I suoi lettori quindi non possono che immaginare la presenza, in questa raccolta, di raffiche oniriche che con violenza corrodono le coscienze in una serie di deflagrazioni psichiche. Nulla di più spiazzante. La sua lirica risuona accogliente come il sussurro di un necroforo giunto a comporre le nostre membra scomposte, descrivendoti nel frattempo ciò che lui ha visto nelle città maledette dell’intero universo.

Corrine De Winter e Alessandro Manzetti, Venus Intervention
copertina di Daniele Serra
Kipple Officina Libraria – Collana Versi Guasti – Pag. 51 – 1,49€
Formato ePub e Mobi

       ISBN 978-88-98953-05-9

Kipple blog: E ora sono 100 gli eBook realizzati da Kipple!


[Letto su KippleBlog]

Traguardo prestigioso e splendido quello raggiunto da Kipple Officina Libreria: la produzione del 100° eBook! Il risultato è stato ottenuto con l’ultima uscita, Venus Intervention, una raccolta poetica a tinte dark in lingua inglese, scritto da Corrine de Winter e Alessandro Manzetti.
Gli ebook della Kipple sono TUTTI senza DRM, leggibili quindi su tutti i dispositivi.
Siamo orgogliosi di condividere questa notizia con voi, che siete gli artefici del nostro successo; abbiamo la fiera e netta determinazione a festeggiare svariate altre decine di questi giorni, ma questo tanto per iniziare.
Grazie a tutti e non dimenticate di portarci in vacanza con voi! Le avventure Kipple non finiscono qui.

Kipple blog: Esce Venus Intervention, silloge in inglese di Corrine De Winter e Alessandro Manzetti


[Letto su KippleBlog]

Kipple Officina Libraria è lieta di presentare la versione digitale della collana VersiGuasti, interamente dedicata alla poesia e alla letteratura lirica. Inauguriamo questa prima uscita con un omaggio alla poesia anglofona, attraverso la silloge Venus Intervention di Corrine De Winter e Alessandro Manzetti.

Due voci, due oceani, due poetiche affini in questo volume a tinte dark, in grado di mostrarci l’ampio spettro della Poesia e la sua discesa oscura nell’immaginario di Venere, in cui per la prima volta, un autore italiano pubblica insieme al vincitore e plurifinalista del Bram Stoker Awards. Prefazione a cura di Benjamin Kane Ethridge.

La quarta

L’intervento di Venere attraversa i tempi dell’uomo per giungere a noi nell’inquietudine lirica di Venus Intervention, ridefinendo e ampliando quel richiamo di bellezza e oscurità che solo una dea può, con la sua potenza, attirare a sé. L’unione complice di energie e parole è il “sentire” a due voci, sul diurno e notturno alternarsi di una poetica carica di tensioni emozionali e suggestioni che vi cattureranno dal primo all’ultimo verso.

Leggi il seguito di questo post »

Kipple blog: VersiGuasti: una collana di poesia


[Letto su KippleBlog]

Una nuova collana è in arrivo nel mondo Kipple Officina Libraria, la seconda novità in pochi mesi dopo l’inaugurazione di eXoth.
Ritorna in formato digitale VersiGuasti, la collana cartacea inaugurata da Ettore Fobo, poeta e nome conosciuto da chi segue i Connettivisti e non solo. VersiGuasti debutterà con una silloge di poesie gotiche in lingua originale.

Stay Tuned!

Kipple blog: Recensione a Dermathopia, Premio ShortKipple 2014. Su BeatiLotofagi


[Letto su KippleBlog]

La prima recensione al vincitore del Premio ShortKipple 2014, Dermathopia di Alberto Vertighel, è già giunta. La possiamo trovare sul sempre più segnalato BeatiLotofagi, ed è una perfezione di emozioni che ci trova pienamente concordi. Un estratto:

Alberto Vertighel in Dermathopia,  il racconto vincitore del Premio ShortKipple 2014, viviseziona la pazzia dell’oggi in uno scenario futuro. La pazzia contemporanea è la convinzione di riempire quegli enormi e multipli vuoti della nostra vita con dei cunei esterni. Cunei che noi adattiamo mordendo a sangue o svuotandoli perché ciò che interessa è solo ciò che appare, la chitina che costituisce e mantiene la struttura riempitiva. Cunei che non possono far altro che esser rigettati come organi estranei trapiantati in maniera folle e compulsiva.

La pazzia moderna è il non capire che i vuoti della nostra anima devono essere riempiti attraverso l’espansione di essa. Emozioni. Passioni. Esperienze. Poiché a furia di riempire non facciamo altro che comprimere e ridurre il nostro stesso essere e la nostra stessa vita.

Alberto Vertighel, Dermathopia
cover di Ksenja Laginja
Kipple Officina Libraria
Collana Capsule (vol. 13) — Formato ePub e Mobi — Pag. 29 — 0.99€
ISBN 978-88-98953-04-2

Kipple blog: Esce per Kipple Dermathopia, di Alberto Vertighel, il racconto vincitore dello ShortKipple 2014


[Letto su KippleBlog]

Kipple Officina Librariaè lieta di presentare Dermathopia di Alberto Vertighel, il racconto vincitore del Premio ShortKipple 2014 che attraversa le mutazioni indotte dalla Medicina evolutiva e postumana; la pubblicazione esce in formato eBook per la collana Capsule, la cover è di Ksenja Laginja.

Sinossi

In un mondo traslato su un prossimo futuro adiacente al nostro presente, una vacanza completamente pagata dalla stravagante Zia può apparire un elegante stratagemma per allontanarsi dalle paranoie di un’esistenza vissuta in collegio. Moss, il nipote, non immagina però la vertigine che lo coglierà non appena gli eccentrici amici della Zia si riveleranno. L’imprevedibilità di un’atmosfera alla “Isola del Dr. Moreau” si rivela folgorante, segnando l’esordio letterario di Alberto Vertighel, coinvolgendo il lettore in un’avventurosa e imprevedibile spirale di pura iperbole tecnologica.

Leggi il seguito di questo post »

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 237 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: