HyperHouse

NeXT Hyper Obscure

Archivio per agosto 7, 2011

Sacrifice


Lo sguardo è come un respiro e spazia lungo l’arco dell’entropia, qui, nello spazio profondo; assorbo ogni gradiente di buio, lo vivo, mi lascio ingoiare da entità di energia che mi ordinano azioni inenarrabili e truci, verso me stesso. Io sono quel nero.

Leggi il seguito di questo post »

Annunci

Inhuman code


La determinazione di uno stato mentale si riflette oltre le stesse parole: è una cadenza empatica, trasuda da ogni testo scritto, è comprensibile da chi percepisce il codice inumano.

La pesatura dell’anima, recensione


[Letto su KippleBlog]

Ancora una recensione alla Pesatura dell’anima, di Clelia Farris, vincitrice dell’ultimo Premio Kipple, che testimonia l’alto interessa che si è coagulato attorno a quest’opera; stavolta a recensire il romanzo è Giampietro Stocco sul suo blog, The ucronicles:

Clelia vince stavolta il premio Kipple con La pesatura dell’anima, opera che immagina un Egitto alternativo in un periodo imprecisato, in cui si da’ spazio all’ingegneria genetica e si pratica una giustizia molto avanzata, dove un gruppo ristretto di Giudici – i Sette – punisce si’ con la morte l’assassinio, ma riesce anche a far resuscitare la vittima proprio tramite questa morte. Una situazione del tutto insolita, e non e’ l’unica cosa insolita di questo romanzo, che oltre al presupposto tecnologico contiene una notevole sperimentazione linguistica, immaginando un gergo della città di Dendera che ovviamente e’ del tutto inventato. Non per questo risulta meno godibile, ricordando certi sfizi della coppia Monaldi/Sorti in Secretum, tanto per dirne uno, e altre variazioni sul tema di una narrazione, come l’avrebbe concepita Neal Stephenson.
Quello che disorienta un lettore come me e’ paradossalmente il pregio maggiore di questo romanzo, ciò che, guarda caso, lo allontana di più dalle saghe storiche di Monaldi e Sorti e dalla narrativa quasi psichedelica di Stephenson (anche se la narrativa di Clelia alle volte può risultare più che lisergica): l’assenza totale di infodump: scelta benedetta, ma non sempre. In questo caso l’ambientazione risulta vaga, non riesco a comprendere il perche’ delle nuove tecnologie, capisco solo dopo attenta rilettura cosa sia questo benedetto Serdab, non mi e’ chiarissimo alla fine, e questo è però un male non proprio da poco, il perche’ dell’intera vicenda. Ovvio, può essere anche colpa mia, mi posso essere distratto in qualche momento topico, magari proprio mentre cristavo contro l’avarizia narrativa dell’autrice. Ecco, Clelia, come al solito sei stata un po’ avara: qualche spiegazione in piu’, un glossario meno enigmatico ce lo avresti potuto concedere; uno stile un po’ meno chiuso su se stesso mi avrebbe personalmente aiutato, anche perche’, giuro, l’attacco lo avevo giudicato ottimo, mi ero quasi emozionato. Poi però l’emozione ha lasciato spazio al disappunto.
Alla prima lettura, insomma, ho capito molto poco sia della trama, sia soprattutto della sua collocazione storica. Il che per un’ucronia non e’ poco. L’ambientazione a tratti mi ha esaltato, non ho difficolta’ ad ammetterlo, la lingua scelta pure. Tuttavia mi sono trovato a rincorrere tutto il resto. La seconda lettura è andata un po’ meglio, ma nondimeno sono rimasto con l’amaro in bocca del lettore che prima si rallegra con tanta carne al fuoco e poi si rattrista quando scopre che troppo poche sono le pagine per cucinarla a dovere. Che sia stata una necessità di forza maggiore – oggi molti editori di sf spingono verso il romanzo breve – o una scelta dell’autrice poco importa. Mons peperit murem.

Olistico


Un senso olistico che non è di condivisione ma che potrei definire come intessuto. Essere parte della trama, la trama stessa che vive ed è senziente.

Difficoltà


La distesa onirica è un passaggio di pura trascendenza carnale. Mi sento di discendere da lì e poi, mi vedo proiettarmi verso la difficoltà disincarnata.

Pmespeak's Blog

Remember! Once warmth was without fire.

L'edera

e le altre poesie in ordine sparso by MerMer

My Mad Dreams

Sognatore è chi trova la sua via alla luce della luna... punito perché vede l'alba prima degli altri. [Oscar Wilde]

anche-ombre

percorsi ombreggiati, riflessioni esauste, alcooliche, liberatorie

There was a vision…

… of an outstanding and individual concept, which would last for many years hence.

Giacomo Ferraiuolo

Avevo un sogno e l'ho realizzato.

- GIORNALE POP -

Per informarsi su fumetti, film, serie tv, cartoni, musica e tutto ciò che è pop

Inchiostro e Sanguenero

È impossibile non comunicare. (Primo assioma della comunicazione. Scuola di Palo Alto)

Stregherie

“Quando siamo calmi e pieni di saggezza, ci accorgiamo che solo le cose nobili e grandi hanno un’esistenza assoluta e duratura, mentre le piccole paure e i piccoli pensieri sono solo l’ombra della realtà.” (H. D. Thoreau)

L'occhio del cineasta

La porta su un'altra dimensione

La Sindrome del Colibrì

The more you know, the less you fear (Chris Hadfield)

Terracqueo

MultaPaucis

Il maestro dei sogni

"Tutti siamo fatti della stessa sostanza dei sogni"

Il Bistrot dei Libri

"Un libro ben scelto ti salva da qualsiasi cosa, persino da te stesso" Daniel Pennac

Astro Orientamenti

Ri Orientarsi, alla ricerca del nostro baricentro interiore

Fantasy al Kilo

L'osteria del Fantasy e Sci-Fi

Medio Oriente e Dintorni

Storie, cultura e sport dal Medio Oriente e e Dintorni

Gli Archivi di Uruk

Database di genere in italiano

ˈGŌSTRAK

In Absentia Lucis Tenebrae Vincunt

PostScripts

Il Blog di Francesca Sabatini

Rosa Frullo

Rosa Frullo. Un poeta e un filosofo tra Spleen e Masochismo

BREAKFAST COMICS

Best Comics & Graphic Novels / I fumetti da leggere almeno una volta nella vita. Sponsored by CSBNO

La Via del Caos

Cambiare il modo di vedere il mondo per migliorare sé stessi

Aquilone di pensieri

And into the fields I go to lose my mind and find my soul

3... 2... 1... Clic!

E’ un’illusione che le foto si facciano con la macchina… si fanno con gli occhi, con il cuore, con la testa. (Henri Cartier-Bresson)

B-Movie Zone

recensioni di film horror, thriller, gialli, poliziotteschi, sci-fi, exploitation, erotika

I tesori di Amleta

Qualcosa appare e scompare tra tanto buio e luce

VOCI DAI BORGHI

Laudabunt alii claram Rhodon aut Mytilenem...

Duplex Ride

electronic music & video

di Ruderi e di Scrittura

Storie della trazione popolare italiana

ORME SVELATE

la condivisione del dolore è un dono di amore da parte di chi lo fa e di chi lo riceve

francesca del moro

La differenza tra prosa e poesia è che la prosa dice poco e ci mette molto tempo, la poesia dice molto in pochissimo tempo. C. Bukowski

Istanze & Fantasmi

poesie seminate, di Martina Campi

Astro-Sirio

Astra inclinant non necessitant

The Twittering Machine

Racconti di fantascienza (e altro) di Piero Schiavo Campo

Quel cinema invisibile...

Cinema was made to reunite the Visible and the Invisible

Il Calamaio Elettrico

Versi di Mauro De Candia e influenze varie

ON THE ROAD

Non bisogna lasciarsi sopraffare dalla paura, altrimenti diventa un ostacolo che impedisce di andare avanti

Evelyn 🇮🇹 28 y/o ♍

✏ Drawings are the window to the soul 📚 Book cover artist 📌 Edizioni Underground? 📌 Edizioni Open 📌 Panesi edizioni 💬 Cartoonist 📌 SkuolaNet 📌 SeiAlTuristico 👩🎨 Facebook / Twitter / Instagram: @EvelynArtworks

Sull'amaca blog

Un posto per stare, leggere, ascoltare, guardare, ricordare e forse sognare.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: