HyperHouse

NeXT Hyper Obscure

Archivio per ottobre 14, 2011

Caleidoscopio


Immagini che si susseguono in continua estensione, uno stillicidio di memi incompleti dai colori saturi, i significati taglienti, che s’incarnano nelle mie protesi bioware vuote, ricettive, appena impiantate.

Annunci

∂| HorrorMagazine | Grotte Horror


Film horror proiettati nelle grotte, quelle con stalattiti e stalagmiti? A Castellana Grotte, località vicino Bari famosa per le sue, appunto, grotte (grazie ancora, Proserpina) dall’11 novembre verranno proiettate pellicole oscure. L’elenco completo del palinsesto è su HorrorMagazine.it.

Oggi al cinema: Cowboys & Aliens, fantascienza western ∂ Fantascienza.com


Questo è il trailer di Cowboy & Aliens. Fantascienza.com ce ne parla oggi perché stasera ci sarà la prima, anche se all’estero è in giro da mesi e, sembra, con non buoni risultati. Certo, incuriosisce…

Francesco, «scrittore fallito» – Corriere Fiorentino


Un articolo sulla sezione fiorentina del Corriere.it mette in evidenza Francesco “DeadToday” Cortonesi, cofondatore di FilmHorror.com e uno dei connettivisti della prima ora.

La sconfitta come manifesto generazionale, l’insegnamento come lavoro, la scrittura come scelta, in una vita stretta tra desideri e ambizioni sull’orlo della provocazione. «La nostra generazione è una delle più sconfitte del Novecento, tagliata fuori, ma non dico niente di nuovo, è sotto gli occhi di tutti, e forse a 45-50 anni si prenderà quello che avrebbe dovuto prendersi a 20» dice Francesco Cortonesi, aretino e «scrittore fallito», come si autodefinisce nel profilo Facebook.

È l’incipit dell’articolo che illustra il precariato all’ennesima potenza di chi vuole vivere di arte, scrittura, ma che in questi anni non riesce a far quadrare la vita personale con i bisogni primari, in cui i compromessi indicano sempre che bisogna lavorare prima per portare il pane a casa, poi per nutrire l’anima, per un totale di ore che rasenta le 24 totali del giorno.

www.posthuman.it – Il dark si rigenera in Italia


[Letto su PostHuman.it]

Ritornano i Danse Society con una cantante italiana e i Ripper con Steve Sylvester dei Death SS, debuttano i laziali-dark Floorshow. Nei nuovi dischi della Black Widow si fondono psichedelia e prog esoterici, dark wave degli anni ’80, doom e horror metal recente.

 Del prode lavoro della Black Widow ci eravamo già occupati quasi un anno fa (QUI e QUI). Ma le uscite recenti dell’etichetta genovese ci inducono a ritornare su un progetto musicale che probabilmente al momento attuale ha pochi eguali, non solo in Italia, ma anche sulla scena internazionale.

Spieghiamoci, ché se no sembra pure che facciamo marchette: che tanto della storia del rock si debba alle etichette indipendenti – tantissimo dal punk in avanti – non è una scoperta per cui serviva Posthuman. Anche il dark ha avuto le sue “ditte mitiche”: la Factory (Joy Division/New Order), Beggars Banquet (Bauhaus, Nico, Fields of the Nephilim) la 4 AD (Birthday Party, Dead Can Dance, Xmal Deutschland)… tutte etichette che promuovevano il sound del momento, evolvendosi nel proprio scaffale-artisti con il passare del tempo.

Sarà che oggi forse il tasso d’innovazione musicale s’è ridotto rispetto ai golden years del post-punk, ma a me sembra che il lavoro della Black Widow oggi vanti uno spettro più ampio: vengono ripubblicate o redistribuite chicche discografiche (sia in cd che nell’incredibilmente risorto formato del vinile, molto più succoso per il collezionista) recuperate dall’oblio del tempo, come i veronesi Black Hole o più recentemente i fiorentini Spettri, che registrarono il loro concept prog nel ’72 senza mai vederlo pubblicatofino ad ora.

Oppure gli orrori goth-prog di Jacula-Bartoccetti (sia quelli storici dei ’70 sia il recente Pre Viam, che sembra una colonna sonora dei Goblin migliori per un film del terrore immaginario); o anche il debutto dei Three Monks, un delirio d’organo da cattedrale posseduta (forse li avrete ascoltati nella puntata di Moshpit del 6 ottobre scorso), che all’ensemble di Claudio Simonetti dedica pure una notevole cover del classico tema di Profondo Rosso.

Leggi il seguito di questo post »

Pmespeak's Blog

Remember! Once warmth was without fire.

L'edera

e le altre poesie in ordine sparso by MerMer

My Mad Dreams

Sognatore è chi trova la sua via alla luce della luna... punito perché vede l'alba prima degli altri. [Oscar Wilde]

anche-ombre

percorsi ombreggiati, riflessioni esauste, alcooliche, liberatorie

There was a vision…

… of an outstanding and individual concept, which would last for many years hence.

Giacomo Ferraiuolo

Avevo un sogno e l'ho realizzato.

- GIORNALE POP -

Per informarsi su fumetti, film, serie tv, cartoni, musica e tutto ciò che è pop

Inchiostro e Sanguenero

È impossibile non comunicare. (Primo assioma della comunicazione. Scuola di Palo Alto)

Stregherie

“Quando siamo calmi e pieni di saggezza, ci accorgiamo che solo le cose nobili e grandi hanno un’esistenza assoluta e duratura, mentre le piccole paure e i piccoli pensieri sono solo l’ombra della realtà.” (H. D. Thoreau)

L'occhio del cineasta

La porta su un'altra dimensione

La Sindrome del Colibrì

The more you know, the less you fear (Chris Hadfield)

Terracqueo

MultaPaucis

Il maestro dei sogni

"Tutti siamo fatti della stessa sostanza dei sogni"

Il Bistrot dei Libri

"Un libro ben scelto ti salva da qualsiasi cosa, persino da te stesso" Daniel Pennac

Astro Orientamenti

Ri Orientarsi, alla ricerca del nostro baricentro interiore

Fantasy al Kilo

L'osteria del Fantasy e Sci-Fi

Medio Oriente e Dintorni

Storie, cultura e sport dal Medio Oriente e e Dintorni

Gli Archivi di Uruk

Database di genere in italiano

ˈGŌSTRAK

In Absentia Lucis Tenebrae Vincunt

PostScripts

Il Blog di Francesca Sabatini

Rosa Frullo

Rosa Frullo. Un poeta e un filosofo tra Spleen e Masochismo

BREAKFAST COMICS

Best Comics & Graphic Novels / I fumetti da leggere almeno una volta nella vita. Sponsored by CSBNO

La Via del Caos

Cambiare il modo di vedere il mondo per migliorare sé stessi

Aquilone di pensieri

And into the fields I go to lose my mind and find my soul

3... 2... 1... Clic!

E’ un’illusione che le foto si facciano con la macchina… si fanno con gli occhi, con il cuore, con la testa. (Henri Cartier-Bresson)

B-Movie Zone

recensioni di film horror, thriller, gialli, poliziotteschi, sci-fi, exploitation, erotika

I tesori di Amleta

Qualcosa appare e scompare tra tanto buio e luce

VOCI DAI BORGHI

Laudabunt alii claram Rhodon aut Mytilenem...

Duplex Ride

electronic music & video

di Ruderi e di Scrittura

Storie della trazione popolare italiana

ORME SVELATE

la condivisione del dolore è un dono di amore da parte di chi lo fa e di chi lo riceve

francesca del moro

La differenza tra prosa e poesia è che la prosa dice poco e ci mette molto tempo, la poesia dice molto in pochissimo tempo. C. Bukowski

Istanze & Fantasmi

poesie seminate, di Martina Campi

Astro-Sirio

Astra inclinant non necessitant

The Twittering Machine

Racconti di fantascienza (e altro) di Piero Schiavo Campo

Quel cinema invisibile...

Cinema was made to reunite the Visible and the Invisible

Il Calamaio Elettrico

Versi di Mauro De Candia e influenze varie

ON THE ROAD

Non bisogna lasciarsi sopraffare dalla paura, altrimenti diventa un ostacolo che impedisce di andare avanti

Evelyn 🇮🇹 28 y/o ♍

✏ Drawings are the window to the soul 📚 Book cover artist 📌 Edizioni Underground? 📌 Edizioni Open 📌 Panesi edizioni 💬Cartoonist 🌋Sicilian blood 👩🎨 Facebook / Twitter / Instagram: @EvelynArtworks

Sull'amaca blog

Un posto per stare, leggere, ascoltare, guardare, ricordare e forse sognare.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: