HyperHouse

NeXT Hyper Obscure

Archivio per gennaio, 2012

Autostima


Ecco la sensazione di disfacimento aprirsi la strada attraverso strami di logica a grappolo; mi guardo intorno, come se fossi a bordo di un auto velocissima e cercassi di carpire memi sfuggenti dal metavetro dei finestrini, e riesco a reperire soltanto brandelli di matematica accademica sparsa sull’asfalto, unità di significato non sufficiente e nemmeno buone da ingoiare, connessioni utili soltanto ad appesantire la mia già scarsa autostima.

Demiurghi


Disambiguando le definizioni escono il coro e gli attori, esce tutta la completa stirpe logica in un formato proprietario; nessuno può sviscerare (senza gli strumenti ben protetti dai guardiani) cosa viva dentro a quei formati logici, quali memi siano trasportati di generazione in generazione: siamo esistenze custodite gelosamente da un sistemista_demiurgo. Nulla più, al momento.

The Deleted City, archeologia del social web – Neural.it


[Letto su Neural.it]

Il progetto Deleted Citydi Richard Vijgen è una visualizzazione interattiva (interactive data visualization) della miriade di dati ospitati sul servizio gratuito di hosting web Geocities, molto popolare agli albori del web commerciale. La fortunata metafora che caratterizzava questo sito era quella della città: gli utenti potevano facilmente creare le proprie pagine web, scegliendo la “città” in cui abitare in base al contenuto offerto: per esempio “WallStreet” come area tematica di finanza e business, oppure “Vienna” per la comunità di appassionati di musica classica, etc. La traslazione digitale dell’immagine della città era un concetto intuitivo in un momento storico (parliamo del 1995) in cui Internet era ancora un terreno inesplorato e alquanto ostico per i non addetti. L’accessibilità simbolica della metafora “urbana” unita alla pratica di facile utilizzo del servizio ed ovviamente alla gratuità, sono state le cause della crescita esponenziale di Geocities: nel Giugno del 1997 era già diventato il quinto sito più popolare di tutto il Web di allora. L’acquisizione da parte di Yahoo nel 1999 coincise con svolta più sfacciatamente commerciale nella sua gestione, che con l’emergere incalzante dei primi social network, come MySpace. ha portato moltissimi utenti ad abbandonarlo via via. Questo lento declino si è concluso nel 2009 con la chiusura definitiva del sito da parte di Yahoo, lasciando tutto il suo archivio offline e trasformando l’affollata città digitale in una sorta di sito archeologico sepolto. L’opera interattiva Deleted City va ad effettuare metaforicamente gli opportuni scavi, risultando una sorta di “Pompei digitale” (così infatti la definisce l’autore), poichè al pari delle intatte rovine dell’antica città partenopea, cristallizza gli ultimi momenti del sito appena prima del suo abbandono. I dati necessari alla visualizzazione sotto forma di mappa di Geocities sono stati ricavati dal back up effettuato dall”Archive Team” appena prima del suo switch off. Il design dell’installazione software è chiaro e funzionale: su uno sfondo blu scuro una quantità di forme squadrate di un azzurro cinereo identificano le città e i quartieri, modificando la loro trasparenza in base alla densità dei corrispettivi abitanti, con un risultato che ricorda una classica radiografia ma anche una foto aerea di rilevazione di siti archeologici, in cui si rendono visibili le piante (squadrate) delle abitazioni antiche, attraverso l’assenza o la presenza di erba sul terreno (crop marks). Navigandola tramite touch screen la mappa permette un’affascinante immersione nelle “primitive” modalità di espressione sociale attraverso il web. Come osservatori privilegiati di questo enorme sito archeologico digitale, possiamo sbirciare frammenti e pixel di quello che Olia Lialina definisce come “digital folklore” (link alla recensione del libro), ma soprattutto abbiamo l’opportunità di osservare una visione d’insieme, impossibile da ottenere perdendosi nei meandri dei dati di uno sconfinato back up.

Herbst9 – The Gods are Small Birds, But I Am The Falcon


L’enorme potenza del nero che avvolge, lascia basiti per il considerevole senso di estrazione inumana che coinvolge. Un altro poco di dolore fisico, e poi tutto sarà finito e guarderò al mio delirio con l’occhio immateriale di un’altra energia.

Tersicore 1 febbraio


Domani sera 1 febbraio, Tersicore andrà in onda alle ore 22.00 su RadioNation1. Fantascienza, Connettivismo e oscurità varie saranno annegate in salse sonore elettroscure e acide, ‘til death. Ci sarete?

Matematizzato


Ho frattalizzato il tuo sguardo, reso partecipe il tuo ego delle infinite rifrazioni di riverberi di parzializzazioni quantiche del dominio dimensionale e ora, in un attimo eterno, riscuoto la complessa completezza del reticolo del reale: in quale sezione dell’olografia olistica sei?

Ogni istanza quantica


Le istanze di sesso quantico si reiterano attraverso portali non riconosciuti prima, non più tracciabili dopo. Sono sensazioni fugaci tirate all’indietro, come capelli in gel, ed è proprio in quel momento atomico che espandi la tua lussuria grafica nella carne di fronte, influenzando così il risultato della deflorazione.

Gwynto

Aspirante scrittrice, lettrice avida, amante delle parole

Chiara Prezzavento

editing, scrittura, lettura

the green path

… Dorothy si trova in un mondo colorato con delle piccole casette e una stradina dorata, in viaggio verso la città di smeraldo. Il mago di Oz (1939)

The Darkest Art

A journey through dark art.

Parole Loro

"L'attualità tra virgolette"

Ottobre

giornale dei lavoratori

Arte&Cultura

Arte, cultura, beni culturali, ... e non solo.

Diario Esoterico

Un diario non è altro che un registro di viaggio.

mayoor

“Non so niente della coscienza”, disse Suzuki. ” Io cerco solo d’insegnare ai miei studenti ad ascoltare il canto degli uccelli”.

kyleweatwenyen

Come un angelo da collezione.

Come mi va...

E si femò a raccontare le sue storie al mare e il vento

eliomarpa

Scrittore fantasma

Maelstrom

Un moto ondulatorio nel fluido e lineare scorrere dei miei pensieri

Dungeons&Dragons

La storia di Esma cirith

mondo dolce

Food Lover.

poesiaspontanea

improvvisazioni di poesia

di Ruderi e di Scrittura

Il blog di Gaetano Barreca

La Biblionauta

Chiacchiere sui libri e altre amenità

Archeocake

Torte del passato riviste in chiave moderna

VERDE RIVISTA

protolettere, interpunzioni grafiche e belle speranze

Il Canto delle Muse

Se ho provato momenti di entusiasmo, li devo all'arte; eppure, quanta vanità in essa! voler raffigurare l'uomo in un blocco di pietra o l'anima attraverso le parole, i sentimenti con dei suoni e la natura su una tela verniciata. Gustave Flaubert

ArcheoTime

il tempo dell'archeologia. il tempo di guardare, vedere, scoprire, conoscere, viaggiare nel tempo e nello spazio attraverso il tempo dell'archeologia

Laboratorio di poesia povera

Versi essenziali per cuori semplici

Somnium Hannibalis

L'ultimo dei Barca, la cenere e il sangue

Michele Valente |Blog

Blogger e studente di Comunicazione e ricerca sociale. Scrivo di politica ed economia, europea e internazionale, attraverso un'ottica globale dei fenomeni della società

Sonia Cenceschi

La musica è una pratica occulta dell'aritmetica, dove l'anima non sa di calcolare - Leibniz

Necrologika

Se muori te lo diciamo noi.

ITINERARI LAZIALI

borghi, castelli, ville, città perdute, monasteri ed abbazie, leggende e segreti, paesaggi fantastici e luoghi insoliti della regione di Roma e dei territori limitrofi.

CollettivoD

Il punto di vista delle donne

GamberoSolitario

A great WordPress.com site

Perversamente Tua

Come stelo mi piego e ti raggiungo, angelo nel tuo inferno, demone di un perverso paradiso.

PINK FLOYD ITALIA

Il primo blog italiano sui Pink Floyd, news e non solo. Fatto da un fan... per i fans!

lucangreenwaters

Lucania dalle Verdi Valli e dalle Acque Cristalline

L'AlTrO (lato)

" Per sentire e sognare in pace, bisogna spegner la luce della ragione... almeno per un po'. "

Simone Morana Cyla Official Blog

Blog ufficiale dell'artista digitale Simone Morana Cyla.

LA FLOTTA DI VEGAN

Cucina verde e ispirazioni nerd

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: