HyperHouse

NeXT Hyper Obscure

Archivio per febbraio 5, 2012

Peter Murphy – Surrendered


Ricordi antichi, persi un un aroma proprio dei Sufi. Esoterismo che mi raggiunge in ondate come flash; sono in ondateche vibrano, vicino alla rivelazione.

Leggi il seguito di questo post »

Annunci

HOARFROST & INNER VISION LABORATORY – Do You see them too


La definizione della distopia sonora si abbatte sulle sinapsi alterate da visioni di cosmo profondo. Il kernel siderale racconta le sue visioni oniriche disturbate.

Mass media, miraggi e classici ∂ Fantascienza.com


L’ultima segnalazione proveniente dal Delos uscito oggi, è su questo link di Fantascienza.com.

Paul Di Filippo ha curato, per la NonStop Press, una singolare antologia dal titolo Freaks in a Box: The Myths of Media, che ha come obiettivo quello di esplorare la teoria secondo la quale i media sono il vero oppio delle masse. Questa provocatoria raccolta di racconti riunisce alcuni dei più talentuosi scrittori di fantascienza, quali JG Ballard, Lisa Tuttle, Robert Silverberg, e William Gibson. L’antologia, in sostanza, getta uno sguardo sul futuro per darci conto di come saranno nel prossimo la televisione, la radio, internet. Con un focus sugli orrori possibili derivanti da dispositivi di intrattenimento presenti in ogni casa, questa antologia  è un’indagine unica sul tema della evoluzione o involuzione dei mass media.

Questo è l’incipit dell’articolo, che prosegue con notizie su opere su altri scrittori del Fantastico e SF, come Fritz Lieber, Robert Silverberg, Matt Ruff.

Cory Doctorow: L’impegno, la distopia, i giovani ∂ Fantascienza.com


Deutsch: Cory Doctorow

Image via Wikipedia

Un altro articolo interessante, apparso oggi sul numero di Delos, su Fantascienza.com, è interessante per gli argomenti trattati qui su HyperHouse. L’argomento verte sull’opera e il pensiero, assimilabile al tag No Global digitale e non solo, di Cory Doctorow.

Un estratto dall’articolo:

Cory Doctorow prova a parlare a (oltre che di) una generazione immersa nella scienza e nella tecnologia, e nell’economia e nella politica di nuovi conflitti. Nella rete e fuori, Doctorow è diventato uno dei nomi più popolari della SF anche per il suo parallelo ruolo pubblico di analista della rete e delle tecnologie dell’informazione, come giornalista e come condirettore dello storico sito BoingBoing. Il suo sito personale Craphound è uno dei più interessanti, e vi sono reperibili quasi tutte le sue opere. Nato a Toronto nel 1971, con genitori di origine ebraica provenienti dall’Est Europa, cresciuto nell’ambiente della militanza politica, dal disarmo nucleare all’ecologismo, con un’esperienza di volontariato nel Centroamerica, Doctorow diventa sempre più coinvolto nelle campagne per il software libero e il peer-to-peer, lavorando per la Electronic Frontier Foundation. Negli ultimi anni si è stabilito a Londra, diventando cittadino britannico. L’attivismo per i diritti digitali e la libertà di informazione in rete resta centrale nella narrativa e negli articoli. Doctorow è fra i primissimi a diffondere le sue opere anche gratuitamente secondo la licenza Creative Commons.

Ovunque nei suoi romanzi si descrive l’emergere di una dissidenza diffusa legata all’utenza del web, in un mondo che sembra diretto verso l’autodistruzione e la distruzione di ogni forma di democrazia.

Il tempo, il multiverso e Valerio Evangelisti ∂ Fantascienza.com


Il nuovo numero di Delos, su Fantascienza.com, tra le varie cose dedica un’intervista al Magister, Valerio Evangelisti. Vi lascio con un breve brano dello scambio, ovviamente imperdibile.

Inquisitori, Indovini, Gangsters, “Paleri”, Pirati: il più rispettabile dei tuoi personaggi è quasi sempre un tipo che nessuno vorrebbe mai incontrare da solo in ascensore. Ti affascina di più la dimensione oscura dei tuoi eroi o quel che nascondono come controparte positiva?

I miei personaggi sono tutti modellati sulla parte peggiore di me stesso. In qualche caso la similitudine è molto forte (Eymerich), in altri fortissima (Pantera), in altri ancora molto lontana (Eddie Florio in Noi saremo tutto). Sta di fatto che sto componendo una specie di autobiografia. Certo possiedo poi caratteri positivi che i miei protagonisti non hanno, pur appartenendo come me alla tipologia umana che la psicologia chiama “schizoide” — vale a dire tendente all’asocialità più estrema.

Nei romanzi del ciclo di Eymerich, il nostro inquisitore preferito risolve ogni minaccia all’equilibrio del mondo con soluzioni tanto vincenti quanto coercitive. Pensi che la società possa migliorare soltanto con un atto di forza?

Non penso che la società possa migliorare più di tanto. In ogni caso, i salti epocali (tipo la Rivoluzione francese, che abolì la schiavitù, la tortura e altri orrori) sono stati attuati con la forza e la coercizione. Sarebbe auspicabile che, nel secolo XXI, non fosse più così. Il panorama che ho sotto gli occhi, tuttavia, non mi rende troppo ottimista.

L'occhio del cineasta

La porta su un'altra dimensione

La Sindrome del Colibrì

The more you know, the less you fear (Chris Hadfield)

Terracqueo

multa paucis

Il maestro dei sogni

"Tutti siamo fatti della stessa sostanza dei sogni"

Il Bistrot dei Libri

"Un libro ben scelto ti salva da qualsiasi cosa, persino da te stesso" Daniel Pennac

Astro Orientamenti

Ri Orientarsi, alla ricerca del nostro baricentro interiore

Fantasy al Kilo

L'osteria del Fantasy e Sci-Fi

Medio Oriente e Dintorni

Storie, cultura e sport dal Medio Oriente e e Dintorni

Gli Archivi di Uruk

Database di genere in italiano

ˈGŌSTRAK

In Absentia Lucis Tenebrae Vincunt

PostScripts

Il Blog di Francesca Sabatini

Rosa Frullo

Rosa Frullo. Un poeta e un filosofo tra Spleen e Masochismo

BREAKFAST COMICS

Il fumetto quotidiano di Michele Nuzzi. Poche parole... solo per le opere per cui vale la pena spenderle... Sponsored by CSBNO

Il Caos dentro

...che genera una stella danzante

Aquilone di pensieri

And into the fields I go to lose my mind and find my soul

3... 2... 1... Clic!

E’ un’illusione che le foto si facciano con la macchina… si fanno con gli occhi, con il cuore, con la testa. (Henri Cartier-Bresson)

B-Movie Zone

recensioni di film horror, thriller, gialli, poliziotteschi, sci-fi, exploitation, erotika

I tesori di Amleta

Qualcosa appare e scompare tra tanto buio e luce

VOCI DAI BORGHI

PERDERSI TRA LE EMOZIONI DEI BORGHI ITALIANI

Duplex Ride

electronic music & video

di Ruderi e di Scrittura

Storie della trazione popolare italiana

ORME SVELATE

la condivisione del dolore è un dono di amore da parte di chi lo fa e di chi lo riceve

francesca del moro

La differenza tra prosa e poesia è che la prosa dice poco e ci mette molto tempo, la poesia dice molto in pochissimo tempo. C. Bukowski

Istanze & Fantasmi

poesie seminate, di Martina Campi

Astro-Sirio

Astra inclinant non necessitant

The Twittering Machine

Racconti di fantascienza (e altro) di Piero Schiavo Campo

Quel cinema invisibile...

Cinema was made to reunite the Visible and the Invisible

Il Calamaio Elettrico

Versi di Mauro De Candia e influenze varie

ON THE ROAD

Non bisogna lasciarsi sopraffare dalla paura, altrimenti diventa un ostacolo che impedisce di andare avanti

Evelyn 🇮🇹 27 y/o ♍

✏Drawings are the window to the soul 📚Book cover artist @edizioniunderground/@edizioniopen 🌋Sicilian blood ♥Goth lover 📨evelynartworks@virgilio.it 👩🎨 Facebook / Twitter / Instagram: @EvelynArtworks

Sull'amaca blog

Un posto per stare, leggere, ascoltare, guardare, ricordare e forse sognare.

Sabbiature Magazine

Società, costume, cultura

A X I S m u n d i

Rivista di cultura, studi tradizionali, antropologia del sacro, storia delle religioni, folklore, esoterismo.

Chiara Prezzavento

editing, scrittura, lettura

patrizia arcari

LIFESTYLE BLOG - appunti e brevi considerazioni su economia circolare, slow life, trasporto sostenibile, cucina del riuso e ... quantistica

PAROLE LORO

"L'attualità tra virgolette"

Ottobre

Giornale dei lavoratori

Arte&Cultura

Arte, cultura, beni culturali, ... e non solo.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: