HyperHouse

NeXT Hyper Obscure

Archivio per febbraio 14, 2012

Il bardo psichedelico di Neal | Lankelot


[Letto su Lankelot.eu]

“Tu dicevi sempre che non avevi paura della morte, l’importante era andare, viaggiare, bruciarsi; potrebbe essere anche la fine del tuo viaggio, hai sempre corso e adesso sei al solito traguardo. Caro il mio Neal, forse sei arrivato all’ultima stazione… dovevi fermarti prima… come ho fatto io… mi sono fermato in tempo […]” [Bardelli, “Il bardo psichedelico di Neal”, p. 52]

A quarantadue anni, Neal Cassady era rimasto fedele alla sua giovinezza. Una giovinezza vissuta a una velocità incosciente, vagheggiando una forse impossibile coerenza. Dove andava era il più vecchio della compagnia. I vestiti erano rimasti gli stessi di vent’anni prima. Si sentiva vivo e non si guardava vivere. Quel matto di Dean Moriarty era rimasto prigioniero delle fantasie letterarie di Kerouac, non aveva saputo superarsi, non aveva voluto cambiare.
Neal poteva guidare quaranta ore senza dormire. Guidare era l’unica cosa che lo faceva sentire vivo. E intanto poteva darsi da fare con un’amichetta. Senza nostalgia per la donna che lo aspettava a casa. Niente. Ma a un certo punto, dopo diversi anni di quella vita, Neal s’era ritrovato senza più compagni con cui condividerla. Senza più nessuno cui raccontarla. “Non sono come Jack e Kesey io, non sono un tipo da sogni e disillusioni, per me la vita è sesso, cibo e bevute e farsi di anfetamina, acidi e qualunque altra cosa. Non ho mai avuto un sogno da realizzare io, non ho mai aspirato a vedere o sentire Dio, o ad oltrepassare la soglia della mortalità” [p. 13].
Questo romanzo breve di Dianella Bardelli è il bardo di Neal: vale a dire, la narrazione di un possibile viaggio dell’anima di Neal Cassady tra la vita e la morte, giocato per memorie, sogni e ossessioni, e per incontri con gli amati amici Jack Kerouac e Allen Ginsberg. È un quaderno di narrativa vivace, semplice e appassionato, puntinato dalle belle illustrazioni di Matteo Guarnaccia, completo di un’appendice fatta dei materiali preparatori – schizzi, bozze, versi, traduzioni – e di colonna sonora autoriale, nella insolita ouvertire. È un testo anarchico e ispirato, un’iniezione di allegria e di voglia di vivere e di libertà, nato per una bizzarra performance dal vivo.
Un intervallo semplicemente piacevole – un omaggio a tutti gli appassionati della Beat generation. Per tutti gli altri, un solare diversivo.
EDIZIONE ESAMINATA e BREVI NOTE
Dianella Bardelli (Livorno, 1947), scrittrice e poetessa italiana, insegnante di Lettere.
Dianella Bardelli, “Il bardo psichedelico di Neal”, Vololibero, Milano, 2011. Illustrazioni di Matteo Guarnaccia. In appendice, materiali preparatori.
Annunci

L’assedio di Cory Doctorow ∂ Fantascienza.com


Cory Doctorow in Graz

Cory Doctorow in Graz (Photo credit: ciscommunity)

In uscita per la DelosBooks il romanzo di Cory Doctorow, L’assedio. Ce ne dà notizia Fantascienza.com che pubblica la quarta di copertina:

Si dice che già oggi copiare illegalmente un’opera protetta da copyright possa costare una condanna più severa di una rapina a mano armata. Nel futuro, la tecnologia permetterà di usare “stampanti” per creare oggetti fisici e far “crescere” dal nulla interi edifici. Apparentemente progressi che dovrebbero essere patrimonio dell’umanità, ma nei fatti patrimonio intellettuale che non può essere usato senza autorizzazione.

Quando la Città, fiera della sua indipendenza e trasformata dai suoi abitanti in paradiso tecnologico, oserà sfidare questo stato di cose, i “poteri forti” decideranno di mettere in atto la protezione dei propri copyright nel modo più duro. Sarà guerra. Sarà assedio, spietato, brutale.

E la vita spensierata di Valentine, innocente ragazzina di tredici anni abituata a una vita di frivolezze, si trasformerà giorno dopo giorno, pezzo per pezzo, in un inferno sempre più disumano.

Doctorow è uno dei più bravi e conosciuti autori della nuova SF mondiale.

Cresciuto in una famiglia di attivisti dell’antinucleare e di Greenpeace, è stato coordinatore per l’Europa dell’Electronic Frontier Foundation, l’organizzazione senza scopo di lucro che si batte a favore del software libero. È stato collaboratore del Guardian, del New York Times, di Publishers Weekly, di Wired, ma la maggiore notorietà l’ha ottenuta come fondatore e curatore di Boing Boing (boingboing.net), forse il più famoso blog del pianeta. Ha scritto vari romanzi, tradotti in una dozzina di lingue e rilasciati tutti, dopo la pubblicazione, con licenza Creative Commons e download gratuito. Il suo ultimo romanzo, Little Brother (X in Italia), una distopia per ragazzi, è stato candidato a tutti i maggiori premi del settore. È sposato e ha una figlia di quattro anni.

Cory Doctorow, Infoguerra (After The Siege, 2007) Traduzione di Luca Volpino, Odissea Fantascienza 53, Pagg. 128, Euro 7,80; ebook epub senza DRM Euro 4,99.

Allerseelen – Nebelung | Karl Maria Wiligut


Le vibrazioni della fredda pietra, al solstizio buio. Nella inumana logica nazista, nello schloss kernel del Terzo Reich, nel dominio buio delle potenze ancestrali: i sorrisi sono gelida maschera, sono sublimazione dell’energia occulta.

IL FIORAIO MOBILE – Personale di Evertrip


Si inaugura a Lecce, mercoledì 22 febbraio alle ore 20,00, presso la sede della II Circoscrizione (Santa Rosa-Stadio-Salesiani) la Mostra personale “Il fioraio mobile”, di Evertrip, a cura dell’Associazione Le Ali di Pandora, che resterà aperta fino al 29 febbraio. Alla presenza delle Autorità, del Presidente della Circoscrizione Fabio Campobasso, interverranno Lucy Ghionna e Ambra Biscuso.
Ancora un appuntamento con l’arte promosso da Le Ali di Pandora e ancora un giovane artista che sceglie di condividere il sogno di riqualificazione territoriale e culturale della periferia.

Paolo Ferrante, galatinese di nascita, adotta dal 2006 lo pseudonimo di Evertrip. Inizia il suo percorso artistico come pittore e poeta, oscillando tra mostre e antologie letterarie, esperienze che lo porteranno come soluzione finale a pubblicare la silloge illustrata Le commedie del Buio (Kipple Edizioni, 2008). Vive e lavora come grafico e pittore a Milano. Attualmente collabora con gli spazi Ars&Art Gallery, Piscinacomunale, B-art contemporary e i Magazzini Criminali.
Artista poliedrico, dunque, Paolo Ferrante con il suo pensiero “definito” che teorizza attraverso la scrittura.

Evertrip scrive: “Un bazar semovente. Una wunderkammer ambulante. Una galleria privata con accesso gratuito, ricca di gioie, nevrosi, allegrie, paure, stimoli. Questo sono per me gli esseri umani. Essi sono più opere d’arte essi stessi di un quadro del Louvre, o un’installazione al MOMA. Carmelo Bene sosteneva che “bisogna fare di se stessi opere d’arte”. Ritengo che il meccanismo non sia poi così complicato, né che occorrano particolari metamorfosi di noi stessi. La preziosità delle nostre identità reciproche è di per sé un bene culturale inestimabile. Pirandello invece sosteneva che ogni essere umano vive nella tragedia dell’anonimato senza che nessuno conosca la sua storia personale. Credo sia questo il motivo per cui esistono i reality show, il perché si invidia a livelli morbosi il vip, si desideri fama e successo: ciò nasce dalla frustrazione di vivere come estranei verso il nostro prossimo. Per spezzare questa visione, occorrerebbe ricordarci che ciascuno di noi, pur essendo sconosciuto agli altri, è a prescindere una persona unica e irripetibile, anche migliore di quei semidèi tutti uguali che affollano il piccolo-grande schermo. Ciascuno di noi è già di per sé un’opera d’arte, in grado di regalare già solo con la propria presenza vitale dei bellissimi fiori. Un fioraio mobile in continuo movimento.”

L’evento su Facebook è qui.

Tersicore, il 15 febbraio


Domani sera 16 febbraio alle 22.00 torna Tersicore su RN1. Fantascienza e Connettivismo in musica con liriche e news: ci sentiamo lì!

Pmespeak's Blog

Remember! Once warmth was without fire.

L'edera

e le altre poesie in ordine sparso by MerMer

My Mad Dreams

Sognatore è chi trova la sua via alla luce della luna... punito perché vede l'alba prima degli altri. [Oscar Wilde]

anche-ombre

percorsi ombreggiati, riflessioni esauste, alcooliche, liberatorie

There was a vision…

… of an outstanding and individual concept, which would last for many years hence.

Giacomo Ferraiuolo

Avevo un sogno e l'ho realizzato.

- GIORNALE POP -

Per informarsi su fumetti, film, serie tv, cartoni, musica e tutto ciò che è pop

Inchiostro e Sanguenero

È impossibile non comunicare. (Primo assioma della comunicazione. Scuola di Palo Alto)

Stregherie

“Quando siamo calmi e pieni di saggezza, ci accorgiamo che solo le cose nobili e grandi hanno un’esistenza assoluta e duratura, mentre le piccole paure e i piccoli pensieri sono solo l’ombra della realtà.” (H. D. Thoreau)

L'occhio del cineasta

La porta su un'altra dimensione

La Sindrome del Colibrì

The more you know, the less you fear (Chris Hadfield)

Terracqueo

MultaPaucis

Il maestro dei sogni

"Tutti siamo fatti della stessa sostanza dei sogni"

Il Bistrot dei Libri

"Un libro ben scelto ti salva da qualsiasi cosa, persino da te stesso" Daniel Pennac

Astro Orientamenti

Ri Orientarsi, alla ricerca del nostro baricentro interiore

Fantasy al Kilo

L'osteria del Fantasy e Sci-Fi

Medio Oriente e Dintorni

Storie, cultura e sport dal Medio Oriente e e Dintorni

Gli Archivi di Uruk

Database di genere in italiano

ˈGŌSTRAK

In Absentia Lucis Tenebrae Vincunt

PostScripts

Il Blog di Francesca Sabatini

Rosa Frullo

Rosa Frullo. Un poeta e un filosofo tra Spleen e Masochismo

BREAKFAST COMICS

Best Comics & Graphic Novels / I fumetti da leggere almeno una volta nella vita. Sponsored by CSBNO

La Via del Caos

Cambiare il modo di vedere il mondo per migliorare sé stessi

Aquilone di pensieri

And into the fields I go to lose my mind and find my soul

3... 2... 1... Clic!

E’ un’illusione che le foto si facciano con la macchina… si fanno con gli occhi, con il cuore, con la testa. (Henri Cartier-Bresson)

B-Movie Zone

recensioni di film horror, thriller, gialli, poliziotteschi, sci-fi, exploitation, erotika

I tesori di Amleta

Qualcosa appare e scompare tra tanto buio e luce

VOCI DAI BORGHI

Laudabunt alii claram Rhodon aut Mytilenem...

Duplex Ride

electronic music & video

di Ruderi e di Scrittura

Storie della trazione popolare italiana

ORME SVELATE

la condivisione del dolore è un dono di amore da parte di chi lo fa e di chi lo riceve

francesca del moro

La differenza tra prosa e poesia è che la prosa dice poco e ci mette molto tempo, la poesia dice molto in pochissimo tempo. C. Bukowski

Istanze & Fantasmi

poesie seminate, di Martina Campi

Astro-Sirio

Astra inclinant non necessitant

The Twittering Machine

Racconti di fantascienza (e altro) di Piero Schiavo Campo

Quel cinema invisibile...

Cinema was made to reunite the Visible and the Invisible

Il Calamaio Elettrico

Versi di Mauro De Candia e influenze varie

ON THE ROAD

Non bisogna lasciarsi sopraffare dalla paura, altrimenti diventa un ostacolo che impedisce di andare avanti

Evelyn 🇮🇹 28 y/o ♍

✏ Drawings are the window to the soul 📚 Book cover artist 📌 Edizioni Underground? 📌 Edizioni Open 📌 Panesi edizioni 💬 Cartoonist 📌 SkuolaNet 📌 SeiAlTuristico 👩🎨 Facebook / Twitter / Instagram: @EvelynArtworks

Sull'amaca blog

Un posto per stare, leggere, ascoltare, guardare, ricordare e forse sognare.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: