HyperHouse

NeXT Hyper Obscure

Archivio per febbraio 18, 2012

Panoramica


La suoneria suona come un videogame, rende tutto simpatico al contatto per un solo istante riempiendo poi di vuoto il nulla che mi circonda. Lo sguardo si abbassa, l’umore implode, la delizia dell’introversione si sfarina fino a divenire poltiglia emozionale, insussistenza vitale.

Al servizio di…


Trovi la distinzione dei gradienti di buio esattamente sotto alle dichiarazioni tecniche, empatia a contatto sfiorando le label nascoste. La distribuzione delle immersioni nell’oscurità è un catalogo iperlinkato, tecnologia al servizio dell’umore.

Il tuffo


La finestra è aperta sul golfo sottostante. Miliardi di metri cubi di idrocarburi si muovono semicongelati con ondate viscose, quasi immobili; l’idea di un tuffo finale esplode nella mia mente come un’apocalisse cercata, tanto tempo fa dimenticata e ora, finalmente, a portata di mano: morire biologicamente in un oceano profondamente buio, come nessun umano ha mai potuto desiderare.

Gli occhiali dello scrittore | Interno-2


Segnalo questa bella riflessione di Oedipa_Drake, uscita sul suo blog Interno-2. Il tema verte sull’attenzione al particolare e al dettaglio che generalmente gli scrittori americani hanno, rispetto agli europei. Un brano del post:

La letteratura europea, soprattutto dal Romanticismo, ha ampliato il proprio sguardo verso una prospettiva omnicomprensiva, che abbracciasse la storia, l’uomo, grandi temi filosofici e sociali, quasi a voler essere un compendio ultimo della storia dell’umanità, a seconda del punto di vista e degli obiettivi del relativo scrittore.
Questo stilisticamente si è ripercosso in un modo di rappresentare l’ambiente in cui agiscono i personaggi che risultasse sì drammaticamente funzionale alla storia, ma consistesse innanzitutto in un apparato scenografico, per quanto essenziale, maestoso, coinvolgente.
Una tendenza – ovviamente è una sintesi generale, ogni eccezione esclusa – che nel Novecento è continuata in alcuni autori quanto è stata abbandonata da altri, sicuramente a causa dell’influenza fondamentale delle avanguardie e delle nuove sperimentazioni che si sono diffuse.
E la letteratura americana “classica”, un po’ per ascendenza ed emulazione dei maestri europei, un po’ per sensibilità culturale-antropologica propria, ha per lo più calcato questo genere di via stilistica.
Negli autori contemporanei europei, ma direi soprattutto italiani, paradossalmente invece si è assistito ad un accentuarsi di questo utilizzo principalmente “scenografico”, per lo più secondario, dell’universo in cui si svolge la storia: simile a un allestimento teatrale, sebbene perfetto, ma che rimane sostanzialmente un retroscena.
Alcuni scrittori americani odierni, invece, hanno rivoluzionato il proprio modo di guardare, anzi, di descrivere, il mondo: hanno inforcato occhiali nuovi, preso in mano la lente d’ingrandimento, divenendo veri indagatori del reale. Sì, ma un “reale” nelle accezioni riportate nelle citazioni in testa, quello che lascia vedere oltre la propria scorza altri mondi incantevoli, quelli che la letteratura e l’arte sanno cogliere.
La riflessione si fa acuta quando l’autrice del post analizza alcuni meccanismi di costruzione della storia romanzata, in una esplosione di dettagli che acquistano significati strutturali per le storie narrate dagli scrittori. Vi invito caldamente, quindi, a leggere il resto del post, sempre qui.

SERGIO ALAN D. ALTIERI – “MAGDEBURG”, LA TRILOGIA – PostPopuli


È uscita oggi, su PostPopuli (qui la seconda parte) una mia recensione alla trilogia di Sergio “Alan D.” Altieri, Magdeburg. Ringrazio Giovanni “Kosmos” Agnoloni per la visibilità e la gentilezza nel donarmi lo spazio necessario.

Ecco l’incipit:

Ho impiegato quasi tre anni per leggere completamente la trilogia Magdeburg, del maestro Sergio “Alan D.” Altieri (edita da Corbaccio tra il 2005 e il 2007, e da TEA tra il 2007 e il 2009). I tre tomi che la costituiscono (L’ereticoLa furia e Il demone), scritti con lo stesso stile, sono a innesco lento, nel senso che per apprezzare quello che si sta leggendo deve passare un numero non indifferente di pagine: il taglio cinematografico che Altieri ha imposto alla storia, i primi piani e gli scorci successivi in rapida dissolvenza, la definizione netta e secca delle scene proposte danno spesso l’impressione di una sceneggiatura, piuttosto che di un romanzo, tutto annegato in una crudezza infinita e senza speranza.

Mareducata

Chi volete che io sia?

The Nefilim

Fields Of The Nephilim

AppartenendoMI

Ero roba Tua

AERIA VIRTUS

"L'unico uccello che osa beccare un'aquila è il corvo. Si siede sulla schiena e ne morde il collo. Tuttavia l'aquila non risponde, nè lotta con il corvo, non spreca tempo nè energia. Semplicemente apre le sue ali e inizia ad alzarsi piu'in alto nei cieli. Piu' alto è il volo, piu' è difficile respirare per il corvo che cade per mancanza di ossigeno".

ONLINE GRAPHIC DESIGN MARKET

An Online Design Making Site

Sanguinarie Principesse

E del viaggio nulla mi resta se non quella nostalgia. (N. Hikmet)

Cavallette neanche tanto Criptiche

Tesla Afterburner and the Infinite Sadness

CARTESENSIBILI

Colui che non riesce a trovare spazio per gli altri manca di comprensione, e a chi manca di comprensione tutti risultano estranei.- Zhuāngzǐ

ADESSO-DOPO

SCIVOLO.

Unclearer

Enjoyable Information. Focused or Not.

Free Trip Downl Hop Music Blog

Free listening and free download (mp3) chill and down tempo music (album compilation ep single) for free (usually name your price). Full merged styles: trip-hop electro chill-hop instrumental hip-hop ambient lo-fi boombap beatmaking turntablism indie psy dub step d'n'b reggae wave sainte-pop rock alternative cinematic organic classical world jazz soul groove funk balkan .... Discover lots of underground and emerging artists from around the world.

boudoir77

"Scrivete quel che volete scrivere, questo è ciò che conta; e se conti per secoli o per ore, nessuno può dirlo." Faccio mio l'insegnamento di Virginia Woolf rifugiandomi in una "stanza", un posto intimo dove dar libero sfogo - attraverso la scrittura - alle mie suggestioni culturali, riflessioni e libere associazioni.

MITOLOGIA ELFICA

Storie e Leggende dal Nascondiglio

Stories from the underground

Come vivere senza stomaco, amare la musica ed essere sereni

Luke Atkins

Film, Music, and Television Critic

Giuseppe Travaglini

Musica, cinema e altro

STAMPO SOCIALE

Rivista di coscienza collettiva

La Ragazza con la Valigia

Racconti di viaggi e di emozioni.

simonebocchetta

Qui all'ombra si sta bene (A. Camus, Opere, p. 1131)

TRIBUNUS

Duemila anni di Storia Romana

Dreams of Dark Angels

The blog of fantasy writer Storm Constantine

Bagatelle

Quisquilie, bagatelle, pinzillacchere...

HORROR CULTURA

Letteratura, cinema, storia dell'horror

Oui Magazine

DI JESSICA MARTINO E MARIANNA PIZZIPAOLO

Eleonora Zaupa • Writer Space

Una finestra per un altro mondo. Un mondo che vi farà sognare, oppure...

Through the Wormhole

“Siamo l’esperimento di controllo, il pianeta cui nessuno si è interessato, il luogo dove nessuno è mai intervenuto. Un mondo di calibratura decaduto. (…) La Terra è un argomento di lezione per gli apprendisti dei.” Carl Sagan

AI MARGINI DEL CAOS

un blog di Franco Ricciardiello

Tra Racconto e Realtà

Guardati intorno

Roccioletti

Arte altra e altrove.

Sharing

NEUTRALIZE THE FREE RADICALS

Novo Scriptorium

ἀνθρώποισι πᾶσι μέτεστι γινώσκειν ἑωυτοὺς καὶ σωφρονεῖν.

Arte Macabra

per gli amanti del macabro e del grottesco nell'arte moderna

CineFatti

Almeno un film al giorno, come il caffè.

Alessandro Rolfini

ESPLORA L’AVVENTURA

Pmespeak's Blog

Remember! Once warmth was without fire.

L'edera

e le altre poesie in ordine sparso by MerMer

anche-ombre

percorsi ombreggiati, riflessioni esauste, alcooliche, liberatorie

Giacomo Ferraiuolo

Avevo un sogno e l'ho realizzato.

- GIORNALE POP -

Per informarsi su fumetti, film, serie tv, cartoni, musica e tutto ciò che è pop

Inchiostro e Sanguenero

È impossibile non comunicare. (Primo assioma della comunicazione. Scuola di Palo Alto)

Stregherie

“Quando siamo calmi e pieni di saggezza, ci accorgiamo che solo le cose nobili e grandi hanno un’esistenza assoluta e duratura, mentre le piccole paure e i piccoli pensieri sono solo l’ombra della realtà.” (H. D. Thoreau)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: