HyperHouse

NeXT Hyper Obscure

Recensione a Ultima Pelle, di Alberto Cola | Carmilla on line ®


Recensione di Emanuele “Manex” Manco per CarmillaOnLine del romanzo vincitore del Premio Kipple 2009,  Ultima Pelle, di Alberto Cola. Incollo qui sotto l’intero intervento, interamente interessante:

La fantascienza può servire a intrattenere raccontando buone e divertenti storie.
Ultima Pelle di Alberto Cola è un’ottima storia.
Quattro vicende, all’inizio divergenti, scorrono senza incepparsi, verso il loro intrecciarsi e convergere in una sola. Spiazzante la partenza presso i Tuaregh del Sahara? Forse. Non saranno veri i protagonisti, ma sono verosimili: frasi e metafore azzeccate li rendono reali, come le pagine calde del sole del deserto, aride di sabbia in gola.
Titanico e vibrante è Asad, Amenokhal delle tribù Tuaregh, che deve condurre il suo popolo in un conflitto che è necessario vincere per non morire per sempre, contro artefatti cibernetici che lo stanno sterminando.
Il narratore ha però altre pedine da muovere, altre linee narrative da fare convergere verso un punto di accumulazione.

In Perù, la letale mercenaria Elena Ugarte torna nella terra natia, al capezzale della madre morente, solo per scoprire che è necessario raddrizzare un torto. Una multinazionale, la Maufrais Pharmaceutique, si è insediata presso il villaggio di Ququipa, e quando i bambini hanno cominciato ad ammalarsi ha offerto il suo aiuto per le cure, ricoverandoli all’interno del suo centro medico.
Ma è un inganno, una mistificazione. A tutti gli effetti i bambini sono stati rapiti per fini misteriosi.
Da una Shangai che sembra ancora più futuribile e piena di contrasti di quella che conosciamo, partono altre resistenze, altri conflitti di chi non vuole arrendersi all’inevitabile. I costrutti, cloni di umani costretti a vivere una non-vita, sono come drogati da un particolare enzima. Non sono solo schiavi, ma anche fonte di una sorta di droga sintetica, l’Amaranth. Ma nonostante la loro condizione anche i costrutti hanno chi ne ha a cuore il destino, una fazione di ribelli molto agguerrita.
Arran invece è un ex campione di un gioco chiamato la Voliera, uno sport di squadra estremo e molto pericoloso. La sua vita è stata cambiata da un incidente sportivo e dalla voce di una donna di nome Eve. Non ha ben chiaro quale sia il suo nuovo percorso, e scopo della sua sotto trama è proprio questa ricerca, che insieme è soluzione di un mistero e crescita del personaggio.

Misteri su misteri nel romanzo. Dove e come, con quali espedienti e colpi di scena le trame si uniranno è una piacevole scoperta che lascio al lettore, che deve assolutamente immergersi nel romanzo, senza distrarsi, senza mollarlo per un istante: per fortuna è impossibile distogliersi dalla lettura.
Un primo punto di forza di Ultima Pelle è nella grande capacità evocativa della prosa scorrevole di Alberto Cola che riesce a descrivere personaggi e situazioni con poche frasi ben scritte, calibrate, con una corretta scelta di termini, senza mai eccedere in aggettivi ridondanti.
La lunga esperienza nel racconto ha dato a Cola l’abilità di cesellare tasselli ben curati, miniature che raccontano un momento e idee folgoranti. Sabbie del deserto, laboratori, centri di cura e tutte le altre ambientazioni sembrano materializzarsi davanti al lettore, diventando tangibili.
Ma se ogni pagina, ogni scena, ogni frammento di dialogo o vicenda sembra vivere di vita propria, è dall’accostamento finale che il romanzo trae forza. E Alberto Cola (premio Urania 2009) non delude, perché l’insieme è armonioso e il congegno della narrazione ben funzionante. Un romanzo vero, insomma.

L’altro grande punto di forza di Ultima Pelle è senz’altro l’attenzione non comune per gli outsiders, e l’assoluta mancanza di “eroi” se non loro malgrado. Molto spesso i narratori, allo scopo di raccontare storie che siano avvincenti ed emozionanti, hanno la vista lunga: in questo caso Alberto Cola centra temi molto importanti, come lo sfruttamento delle masse, delle risorse naturali come l’acqua, dell’eterna lotta tra poteri forti per il “profitto”, di cui fanno le spese i deboli e gli indifesi.
Non aspettatevi un trattato sociologico, bensì una narrazione che unisce attenzione e intelligenza al divertimento dell’avventura e dell’invenzione fantascientifica, senza dimenticare una forma letteraria la cui eleganza non è assolutamente inferiore a quella del cosiddetto mainstream.

No comments yet»

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

CRESCENDO

Cosicché io raggiunga la meta, finalmente

AERIA VIRTUS

"L'unico uccello che osa beccare un'aquila è il corvo. Si siede sulla schiena e ne morde il collo. Tuttavia l'aquila non risponde, nè lotta con il corvo, non spreca tempo nè energia. Semplicemente apre le sue ali e inizia ad alzarsi piu'in alto nei cieli. Piu' alto è il volo, piu' è difficile respirare per il corvo che cade per mancanza di ossigeno".

ONLINE GRAPHIC DESIGN MARKET

An Online Design Making Site

Sanguinarie Principesse

E del viaggio nulla mi resta se non quella nostalgia. (N. Hikmet)

Cavallette neanche tanto Criptiche

it takes a fool to remain sane

CARTESENSIBILI

Colui che non riesce a trovare spazio per gli altri manca di comprensione, e a chi manca di comprensione tutti risultano estranei.- Zhuāngzǐ

ADESSO-DOPO

SCIVOLO.

Jakob Iobiz

Scrittore

Unclearer

Enjoyable Information. Focused or Not.

Free Trip Downl Hop Music Blog

Free listening and free download (mp3) chill and down tempo music (album compilation ep single) for free (usually name your price). Full merged styles: trip-hop electro chill-hop instrumental hip-hop ambient lo-fi boombap beatmaking turntablism indie psy dub step d'n'b reggae wave sainte-pop rock alternative cinematic organic classical world jazz soul groove funk balkan .... Discover lots of underground and emerging artists from around the world.

Mágica Mistura✨

Uma mistura mágica de poesia, imagens, música, citações, atualidades e velharias do Brasil e do mundo,sempre com um toque de inconformismo ...

boudoir77

"Scrivete quel che volete scrivere, questo è ciò che conta; e se conti per secoli o per ore, nessuno può dirlo." Faccio mio l'insegnamento di Virginia Woolf rifugiandomi in una "stanza", un posto intimo dove dar libero sfogo - attraverso la scrittura - alle mie suggestioni culturali, riflessioni e libere associazioni.

MITOLOGIA ELFICA

Storie e Leggende dal Nascondiglio

Stories from the underground

Come vivere senza stomaco, amare la musica ed essere sereni

Luke Atkins

Film, Music, and Television Critic

STAMPO SOCIALE

Rivista di coscienza collettiva

La Ragazza con la Valigia

Racconti di viaggi e di emozioni.

simonebocchetta

Qui all'ombra si sta bene (A. Camus, Opere, p. 1131)

TRIBUNUS

Duemila anni di Storia Romana

Alessandro Giunchi

osirisicaosirosica e colori

Dreams of Dark Angels

The blog of fantasy writer Storm Constantine

Bagatelle

Quisquilie, bagatelle, pinzillacchere...

HORROR CULTURA

Letteratura, cinema, storia dell'horror

Oui Magazine

DI JESSICA MARTINO E MARIANNA PIZZIPAOLO

Eleonora Zaupa • Writer Space

Una finestra per un altro mondo. Un mondo che vi farà sognare, oppure...

Paesaggi dell'Anima

Gallerie da Vinci

Through the Wormhole

“Siamo l’esperimento di controllo, il pianeta cui nessuno si è interessato, il luogo dove nessuno è mai intervenuto. Un mondo di calibratura decaduto. (…) La Terra è un argomento di lezione per gli apprendisti dei.” Carl Sagan

AI MARGINI DEL CAOS

un blog di Franco Ricciardiello

Tra Racconto e Realtà

Guardati intorno

Roccioletti

Arte altra e altrove.

Sharing

NEUTRALIZE THE FREE RADICALS

Novo Scriptorium

ἀνθρώποισι πᾶσι μέτεστι γινώσκειν ἑωυτοὺς καὶ σωφρονεῖν.

Arte Macabra

per gli amanti del macabro e del grottesco nell'arte moderna

CineFatti

Almeno un film al giorno, come il caffè.

Alessandro Rolfini

ESPLORA L’AVVENTURA

Pmespeak's Blog

Remember! Once warmth was without fire.

L'edera

e le altre poesie in ordine sparso by MerMer

anche-ombre

percorsi ombreggiati, riflessioni esauste, alcooliche, liberatorie

Giacomo Ferraiuolo

Avevo un sogno e l'ho realizzato.

- GIORNALE POP -

Per informarsi su fumetti, film, serie tv, cartoni, musica e tutto ciò che è pop

Inchiostro e Sanguenero

È impossibile non comunicare. (Primo assioma della comunicazione. Scuola di Palo Alto)

Stregherie

“Quando siamo calmi e pieni di saggezza, ci accorgiamo che solo le cose nobili e grandi hanno un’esistenza assoluta e duratura, mentre le piccole paure e i piccoli pensieri sono solo l’ombra della realtà.” (H. D. Thoreau)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: