HyperHouse

NeXT Hyper Obscure

Archivio per marzo 19, 2012

FFM – Fanta Festival Mohole – NeXT-Con


Prendo come spunto l’articolo uscito oggi su FantasyMagazine.it relativo a quella che si può definire come una nuova, e anomala, NeXT-Con. Lo svolgimento sarà a Milano presso la sede del MoHole, in via privata Desiderio 3/9 – Milano, i prossimi 30 e 31 marzo; saranno due giorni ideati dalla vulcanica mente di Mario “Black M” Gazzola che avranno come filo conduttore il tema “il fantastico sviluppa un pensiero?”.

Qui di seguito, la locandina dell’evento a cui parteciparanno molti connettivisti, spero anche io.

Una due giorni diretta da Mario Gazzola e dedicata al fantastico, a tutti i suoi sottogeneri (fantascienza, horror, urban fantasy, new weird, cyberpunk) in tutte le sue declinazioni linguistiche: narrativa, poesia, cinema, fotografia, fumetto, teatro.

Se nella cultura italiana spesso il fantastico è  considerato una produzione di serie B, il Movimento Connettivista, certo che  rappresenti invece un punto di vista privilegiato per osservare criticamente il presente, intuire possibili degenerazioni cui potrebbero condurre gli sviluppi della scienza, della tecnologia, dei media, della politica e della società contemporanea in genere, investendo la filosofia e la stessa concezione della realtà, risponde al quesito “Il fantastico sviluppa pensiero?” presentando al FFM un ampio ventaglio delle produzioni letterarie proprie e non solo: romanzi, antologie di racconti e di poesia, corti autoprodotti, live reading, performance di musica elettronica e uno spettacolo teatrale.

Ospiti d’onore gli scrittori Danilo Arona (decano dell’horror occulto italiano, ma anche saggista, giornalista e musicista) e Dario Tonani (autore di s/f dal ’79, recentemente tradotto anche in russo e in inglese), i registi Federico Greco e Gabriele Calarco.

All’interno dell’evento spazio anche alle presentazioni degli scatti fotografici, del cortometraggio e della graphic story realizzati rispettivamente dagli allievi di Fotografia, Cinema e Fumetto della scuola Mohole e tutti ispirati a “Silenzi” (edito nell’antologia 365 Racconti Horror per un Anno, Delos Books 2011), un racconto dello stesso Gazzola, che in occasione del FFM presenterà anche il romanzo Rave di Morte e il corto Con gli Occhi di Domani.

L’appuntamento è per venerdì 30 e sabato 31 Marzo 2012, dalle ore 15.00, presso le sale Vigneron e Pietri del Teatro Mohole, in via privata Desiderio 3/9 — Milano (MM2 Lambrate, FS Lambrate, Bus 93, 54, 23).

Il calendario degli appuntamenti

Venerdì 30 e sabato 31 marzo 2012 dalle 18.30 alle 22.30.

Live reading, Cinema, Proiezioni, Performance

Ingresso libero.

Intervengono: Giovanni Agnoloni, Danilo Arona, Lukha Kremo Baroncinij, Sandro Battisti, Franco Brambilla, Gabriele Calarco, Francesco Cortonesi, Giovanni De Matteo, Roberto Furlani, Mario Gazzola, Federico Greco, Dario Tonani, Alex Tonelli, Francesco Verso e gli allievi della scuola di cinema Mohole.

Venerdì 30 marzo 2012 dalle 15.00 alle 18.00

Laboratorio di scrittura del Fantastico

Partecipazione gratuita, prenotazione obbligatoria.

Sabato 31 marzo dalle 15.00 alle 18.00

Fotografia, Web, FumettoGli allievi della scuola Mohole interpretano il Fantastico.

Sabato 31 marzo 2012 Ore 21.00

Teatro: Chorea di Cosimo Lupo.

Ingresso 12€, 8€, 6€.

Ore 22.00

Musica elettronica: Connettelectro.

Ingresso libero.

Per ulteriori informazioni e il programma aggiornato della manifestazione è possibile consultare i siti teatro.mohole.it/.  e ffm.mohole.it

Treha Sektori – Temneh Oh Sentireh


Le parole che dici attraverso il tuo linguaggio sospirato evocano quello che gli altri pensano sia il nulla, che invece è l’esplicitazione psichica di dimensioni teorizzate solo matematicamente: sei chiamato da loro.

LA BATTAGLIA PER GLI ANIMALI DI JILL ROBINSON – PostPopuli


[Letto su PostPopuli]

Tanti, tantissimi progetti di salvaguardia della natura, degli animali e dell’ambiente sono condotti da donne. Di loro si parla poco, eppure il loro impegno è stato, ed è decisivo per la salvezza di nostra Madre Terra. Pensiamo alla grande primatologa Jane Goodall, a Diane Fossey, a Kuki Galmann, a Lone Droescher Nielsen…

Jill Robinson nel centro AAF di salvataggio e riabilitazione di Chengdu

È questa l’occasione per raccontare, nel mese in cui cade la festa della donna, la storia dell’impegno di una inglese, dal sorriso luminoso e dalla volontà d’acciaio, che ho conosciuto e intervistato due anni fa a un importante convegno a Genova, in occasione del Festival della ScienzaJill Robinson.

Vera eroina del mondo animale, è una delle personalità più importanti nel panorama internazionale delle associazioni e delle fondazioni che si occupano di tutela e salvaguardia. Consulente per l’International Fund for Animal Welfare, ha dato vita nel 1998 ad Animals Asian Foundation (AAF), prima e unica ONG per la tutela dei diritti animali riconosciuta dal Governo cinese. Fatto straordinario (si consideri il contesto), frutto di un incessante lavoro di pressione e di negoziazione con le autorità di Pechino.

Scopo dell’AAF è quello di porre fine alle “Fattorie della bile” e alle mostruose sofferenze inflitte agli oltre diecimila Orsi della Luna (così chiamati per la tipica mezzaluna bianca che hanno alla base del collo) detenuti all’interno di strutture lager autorizzate dal Governo cinese.

Il paradosso vuole che, per far fronte all’estinzione di questa specie di orsi asiatici, siano nati, a partire dal 1980, allevamenti destinati all’estrazione della bile, nei quali questi plantigradi sono sottoposti quotidianamente a torture inaudite.

“La bile – spiega Jill – viene impiegata dalla medicina tradizionale cinese per la produzione di rimedi farmaceutici e altri beni di consumo destinati al mercato asiatico quali shampoo, bibite, dentifrici”. Il Governo e i proprietari degli allevamenti proclamano ripetutamente che l’uso della cistifellea e dei prodotti derivati appartiene alla cultura e alla millenaria farmacopea cinese. Un’antica consuetudine che può essere e deve essere cambiata, ricorrendo alla più economica sintesi chimica dell’acido ursodeoxicolico o alla sostituzione con oltre cinquanta alternative erboristiche che contengono gli stessi principi attivi”.

L’orso Jasper nella gabbia delle torture

Qual è il prezzo pagato da questi splendidi animali? E che cosa Jill Robinson con AAF ha fatto – e fa – per la loro salvezza?

“Entrai per la prima volta in una fabbrica della bile nel 1993. Nulla mi aveva preparato per quel che avrei visto, e incredula ho assistito a una scena che avrebbe successivamente cambiato la mia vita, e che avrebbe dato inizio al sogno del China Bear Rescue”.

In buona sostanza Jill si trovò a osservare, impotente, una lunghissima fila di orsi imprigionati in gabbie grandi quanto i loro corpi, costretti a passarvi l’intera vita senza alcuna possibilità di muoversi. L’estrazione della bile poi è impressionante: una fistola viene aperta chirurgicamente nell’addome e qui conficcato un catetere d’acciaio, spesso arrugginito, dal quale, forzatamente viene estratta la bile per colamento. Due volte al giorno, giorno dopo giorno, anno dopo anno. Per tutta la vita. Che può durare anche 25 anni.

Spiega Jill, con la sua voce calma: “A questi animali non è negata solo la libertà dalla sofferenza, ma anche la libertà di morire. Vengono deungulati e privati dei denti perché non possano ferirsi e porre fine al proprio dolore”.

Gli orsi muoiono tra atroci sofferenze causate dalle condizioni disumane di prigionia, dalla setticemia e dall’insorgere di patologie gravissime a carico del fegato e degli organi interni.

È di fronte a questo scempio che prende vita il progetto del China Bear Rescue per il recupero e il reinserimento degli orsi in un ambiente seminaturale. Con il suo team Jill crea due grandi santuari in Cina, a Chengdu, e in Vietnam, a Tam Dao, per l’accoglimento di questi animali, e inizia un’estenuante trattativa con le autorità cinesi, che vede l’AAF, nel luglio del 2000, concludere il primo storico accordo con la liberazione di cinquecento orsi. L’accordo impegna le autorità a chiudere le fattorie in condizioni peggiori, confiscare gli orsi e consegnarli all’associazione. Come contropartita gli allevatori vengono compensati finanziariamente, affinché possano ritirarsi definitivamente dall’attività; tutte le licenze confiscate vengono consegnate ad Animals Asia Foundation.

A partire dall’ottobre 2000, più di 400 fattorie della bile sono state chiuse dal Governo cinese e oltre 300 orsi hanno ricevuto le cure dello staff veterinario di Animals Asia iniziando il lungo percorso di riabilitazione.

L’orso Jasper tornato in libertà

L’immenso lavoro svolto da Jill Robinson e dall’AAF ha contribuito a creare una nuova coscienza nel popolo cinese, al punto che nel corso di questi ultimi anni sono aumentate esponenzialmente le proteste che chiedono la fine dell’allevamento degli orsi per l’estrazione della bile. Non solo persone, ma anche TV, giornali e riviste. Fondamentale il ruolo rivestito dal microblog Sina (lo stesso che regolarmente informa il popolo della rete delle azioni di salvataggio degli animali da parte di gruppi animalisti cinesi), che ha lanciato una campagna coinvolgendo celebrità, medici e gruppi animalisti.

Oltre 4000 le persone famose che hanno aderito alla campagna, e oltre 90.000 le firme raccolte. Importantissima, poi, l’adesione di medici tradizionali cinesi, che hanno sottolineato come la bile d’orso non sia un ingrediente essenziale, e che può essere sostituita con prodotti analoghi senza ricorrere alla tortura degli orsi. La campagna di sensibilizzazione di Jill è incessante a favore non solo degli orsi ma di tutti gli animali che, in Cina, non godono di alcun diritto al rispetto.

Resta nella memoria l’immagine di Jill e del suo straordinario staff, impegnati nell’accoglienza e nella cura dei poveri orsi salvati dall’orrore di una vita consumata nel dolore e nella prigionia più atroce. Ma ancor più è l’immagine delle sepolture che AAF dedica a questi straordinari plantigradi. A ogni orso è riservato un saluto speciale, unico e irripetibile. Commovente.

Evi Mibelli – FDA Fondazione Diritti Animali

Connettere come antidoto alla disconnessione | HyperNeXT


Nuovo post di Giovanni “X” De Matteo su HyperNext; l’argomento prende spunto dalle analisi di Sergio “Alan D.” Altieri sullo stato sociale e politico nostrano di questi ultimi mesi. L’incipit:

Può sembrare tautologico, ma il titolo racchiude in sé una dichiarazione d’intenti, che nasce dalla lettura dell’analisi di Alan D. Altieri sulla Death Economy. Nel terzo capitolo del suo trittico, pubblicato su Carmilla (qui e qui le puntate precedenti), der Wolf conclude la sua scorribanda attraverso il “baratro terminale del collasso economico planetario” con una disamina sferzante della situazione del nostro paese, da lui condivisibilmente ribattezzato necroland, al termine di quello che definisce con perfetta scelta di termini “il ventennio laido”. E ne fotografa lo stato di salute mentale in questo passaggio, illuminante per più di una ragione:

Laura Serra - Alan D. Altieri

Laura Serra - Alan D. Altieri (Photo credit: Paolo Arosio)

Disconnect, dis-connessione, è il termine anglosassone che meglio descrive questo fenomeno. In una situazione di disconnect, sono interrotte le correlazioni tra causa ed effetto, sono mutilati i parametri tra logica e delirio, sono soprattutto distrutti i confini tra bene e male, giusto e ingiusto. Chi sceglie e/o vuole e/o accetta di condurre una non-esistenza in disconnect, si cala in un mondo completamente illusorio. E totalmente psicotico.

Tomek Baginski – Katedra The Cathedral


Una incredibile commistione tra Fantasy (LOTR), Fantascienza esotica aliena e anche Horror; in questo corto le sintesi dei generi che danno vita al Fantastico s’incontrano e danno vita alla poesia. Guardate il clip fino alla fine, poi gioite di brividi.

ONLINE GRAPHIC DESIGN MARKET

An Online Design Making Site

Sanguinarie Principesse

E del viaggio nulla mi resta se non quella nostalgia. (N. Hikmet)

Cavallette neanche tanto Criptiche

it takes a fool to remain sane

CARTESENSIBILI

Colui che non riesce a trovare spazio per gli altri manca di comprensione, e a chi manca di comprensione tutti risultano estranei.- Zhuāngzǐ

ADESSO-DOPO

SCIVOLO.

J. Iobiz

Scrittore. In realtà, sono solo un personaggio di fantasia, ma di quale fantasia non ricordo più

Unclearer

Enjoyable Information. Focused or Not.

Free Trip Downl Hop Music Blog

Free listening and free download (mp3) chill and down tempo music (album compilation ep single) for free (usually name your price). Full merged styles: trip-hop electro chill-hop instrumental hip-hop ambient lo-fi boombap beatmaking turntablism indie psy dub step d'n'b reggae wave sainte-pop rock alternative cinematic organic classical world jazz soul groove funk balkan .... Discover lots of underground and emerging artists from around the world.

Mágica Mistura✨

Uma mistura mágica de poesia, imagens, música, citações, atualidades e velharias do Brasil e do mundo,sempre com um toque de inconformismo ...

boudoir77

"Scrivete quel che volete scrivere, questo è ciò che conta; e se conti per secoli o per ore, nessuno può dirlo." Faccio mio l'insegnamento di Virginia Woolf rifugiandomi in una "stanza", un posto intimo dove dar libero sfogo - attraverso la scrittura - alle mie suggestioni culturali, riflessioni e libere associazioni.

MITOLOGIA ELFICA

Storie e Leggende dal Nascondiglio

Stories from the underground

Come vivere senza stomaco, amare la musica ed essere sereni

Luke Atkins

Film, Music, and Television Critic

STAMPO SOCIALE

Rivista di coscienza collettiva

La Ragazza con la Valigia

Racconti di viaggi e di emozioni.

simonebocchetta

Qui all'ombra si sta bene (A. Camus, Opere, p. 1131)

TRIBUNUS

Duemila anni di Storia Romana

Alessandro Giunchi

osirisicaosirosica e colori

Dreams of Dark Angels

The blog of fantasy writer Storm Constantine

Bagatelle

Quisquilie, bagatelle, pinzillacchere...

HORROR CULTURA

Letteratura, cinema, storia dell'horror

Oui Magazine

DI JESSICA MARTINO E MARIANNA PIZZIPAOLO

Eleonora Zaupa • Writer Space

Una finestra per un altro mondo. Un mondo che vi farà sognare, oppure...

Paesaggi dell'Anima

Gallerie da Vinci

Through the Wormhole

“Siamo l’esperimento di controllo, il pianeta cui nessuno si è interessato, il luogo dove nessuno è mai intervenuto. Un mondo di calibratura decaduto. (…) La Terra è un argomento di lezione per gli apprendisti dei.” Carl Sagan

AI MARGINI DEL CAOS

un blog di Franco Ricciardiello

Tra Racconto e Realtà

Guardati intorno

Roccioletti

Arte altra e altrove.

Sharing

NEUTRALIZE THE FREE RADICALS

Novo Scriptorium

ἀνθρώποισι πᾶσι μέτεστι γινώσκειν ἑωυτοὺς καὶ σωφρονεῖν.

Arte Macabra

per gli amanti del macabro e del grottesco nell'arte moderna

CineFatti

Almeno un film al giorno, come il caffè.

Alessandro Rolfini

ESPLORA L’AVVENTURA

Pmespeak's Blog

Remember! Once warmth was without fire.

L'edera

e le altre poesie in ordine sparso by MerMer

anche-ombre

percorsi ombreggiati, riflessioni esauste, alcooliche, liberatorie

Giacomo Ferraiuolo

Avevo un sogno e l'ho realizzato.

- GIORNALE POP -

Per informarsi su fumetti, film, serie tv, cartoni, musica e tutto ciò che è pop

Inchiostro e Sanguenero

È impossibile non comunicare. (Primo assioma della comunicazione. Scuola di Palo Alto)

Stregherie

“Quando siamo calmi e pieni di saggezza, ci accorgiamo che solo le cose nobili e grandi hanno un’esistenza assoluta e duratura, mentre le piccole paure e i piccoli pensieri sono solo l’ombra della realtà.” (H. D. Thoreau)

La Sindrome del Colibrì

The more you know, the less you fear (Chris Hadfield)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: