HyperHouse

NeXT Hyper Obscure

Archivio per marzo 20, 2012

Changing


Le volute quantistiche si attestano su valori vicini al cambio di continuum: vibrando sul confine, quali altri border si attivano, quali altri stati dimensionali sconosciuti si generano?

Eating


Volano i memi sulle suggestioni delle empatie. Mi chino, raccolgo le concrezioni matematiche che ne scaturiscono e le mangio: più o meno come mangiar cervelli dei miei nemici.

I-R.A.S.C., protezione anti-telecamere indossabile – Neural.it


[Letto su Neural.it]

I-R.A.S.C. è un dispositivo che protegge contro le telecamere di sorveglianza a raggi infrarossi. Esso è infatti costituito da una banda elastica indossabile corredata di appositi led che irradiano a loro volta raggi infrarossi invisibili ad occhio nudo poichè la loro frequenza è compresa tra 780nm e 1mm. La ricezione dell’immagine sulle telecamere di sorveglianza viene così modificata e una sfera di luce sostituisce il volto della persona inquadrata. Il dispositivo sviluppato dal gruppo U.R.A. / FILOART reagisce al dilagare della sorveglianza visiva in tutti gli spazi pubblici e privati come ultimo baluardo contro il potenziale crimine. Ma ci sono altre opere che hanno usato con un simile approccio le emissioni infrarosse. Con un piglio più ironico, per esempio, lo speciale ombrello “CCD-Me-Not Umbrella” del Sentient City Survival Kit di Mark Shepard è stato progettato con un analogo meccanismo di funzionamento: i led infrarossi che costellano la calotta sono visibili in forma di macchia biancastra solo alle telecamere di sorveglianza CCD, mascherando con il loro contro-segnale chi è sotto l’ombrello. La valenza simbolica di questo oggetto (un ombrello ripara da sempre da qualcosa di sgradevole o dannoso per la persona come la sorveglianza continua) corrisponde però ad un uso pratico poco agile. Con un intento dichiarato dagli stessi artisti, l’I-R.A.S.C. nasce invece realmente per essere usato ed è infatti facilmente realizzabile anche senza specifiche competenze tecniche. Le tecnologie da usare contro le telecamere di sorveglianza sono dunque ormai diverse e ne mettono in discussione le basi di “panacea” contro l’illegalità. E’ affascinante (ma anche inquietante) pensare che i dispositivi basati su tecnologie digitali sempre più trasparenti ed “embedded” trasportino questa sfinente lotta tra sicurezza e privacy nell’invisibile mondo dell’infrarosso.

Arktau Eos – Stillatory Of Umbræ


 

Lentamente la teosofia ti porta lontano, attraverso uno stato ipnotico compenetri strali di profonda catarsi, rivolta su un versante oscuro e onirico che non conoscevi. È l’angoscia resa melliflua, importante, disinvolta.

 

Il corpo necessario – Personale di Evertrip


Dal 24 marzo al 22 aprile a Sassuolo, Modena, si svolgerà la Personale di Paolo “Evertrip” Ferrante “Il corpo necessario”. Magazzini Criminali, Piazzale Gazzadi, 4.

I lavori presentati da Paolo Ferrante in questa mostra ai Magazzini Criminali, a una prima e immediata lettura, hanno per tema il corpo. In certo senso, già a un primo sguardo è però possibile affermare che non si tratta qui di un corpo propriamente umano. Nelle immagini nate dalla fantasia di Ferrante corpi umani deformi o ripresi soltanto in parte si intrecciano infatti con situazioni naturalistiche, dando vita a creature dai colori potenti, incorniciate da un tratto deciso.
Tuttavia, nonostante l’evidente attenzione alla dimensione corporea si può dire che il vero soggetto dei disegni di Ferrante abbia piuttosto a che fare con l’anima, intesa nel senso psicologico e filosofico del termine.
Nel De Anima, Aristotele distingueva tre funzioni: c’è l’anima razionale, dell’essere umano che fa uso dell’intelletto; l’anima sensitiva e sensibile delle creature animali; e infine l’anima vegetativa. Le piante dispongono soltanto di quest’ultima funzione; gli animali sia dell’anima vegetativa, sia di quella sensitiva; gli esseri umani posseggono tutte e tre le dimensioni: vegetativa, sensitiva e razionale. È interessante notare come Aristotele conduca la sua ricerca sull’anima all’interno dei suoi studi di fisica. L’anima, dal suo punto di vista, pur non essendo corporea come voleva Democrito, è forma che vive e si incarna nella materia, e in quanto tale è oggetto di una scienza naturalistica come la fisica.
Così per Aristotele l’anima è “entelechia (dal greco, il primo atto ndr.) di un corpo che ha la vita in potenza”: ciò significa che essa è quella pulsione che anima, appunto, un corpo, il quale contiene in sé la vita come mera potenzialità ancora inespressa.
Nello stesso trattato Aristotele si spinge oltre, fino ad affermare che l’anima conosce il mondo intorno a sé per mezzo dell’immaginazione: tutto ciò che l’anima intende sono le immagini e queste sono pensate dal filosofo come oggetto di una conoscenza che passa attraverso i sensi. Si crea dunque una meravigliosa e interessantissima relazione tra mondo fisico e naturale, anima e immaginazione.
Certamente non è possibile in questo luogo approfondire il tema a sufficienza e con il necessario rigore teoretico. Tuttavia la definizione aristotelica di anima è a mio parere particolarmente adatta a definire le creature deformi eppure così naturali che popolano i lavori di Ferrante. In altre parole, queste immagini sono anime, ma anime che radicano la loro consistenza in una fortissima dimensione corporea, fisica e naturale.
Il corpo necessario può essere oggetto della fisica, così come lo sono le immagini che ne scaturiscono. Esso è terreno, colorato, pesante, grezzo, ai limiti della deformità e del grottesco. Ma proprio nella sua marcata materialità e necessità, questo stesso corpo detiene, in potenza, l’anelito ad una dimensione altra, eterea, mistica, leggera e liberatoria.
Così, dalla nuda terra del corpo deforme e sensibilissimo, a volte persino spogliato della propria pelle, qualcosa germoglia. Ciò accade ora timidamente, altrove in modo più marcato, ma sempre secondo una sorta di silenziosa trasformazione alchemica.
Le immagini dei corpi che fioriscono e danno frutti restituiscono allora il movimento dell’anima che, in modo insieme mistico e sensuale, crea vita, armonia e bellezza laddove prima regnavano la rigidità, la deformità e la morte.

Complimenti e in bocca al lupo a Evertrip.

ONLINE GRAPHIC DESIGN MARKET

An Online Design Making Site

Sanguinarie Principesse

E del viaggio nulla mi resta se non quella nostalgia. (N. Hikmet)

Cavallette neanche tanto Criptiche

it takes a fool to remain sane

CARTESENSIBILI

Colui che non riesce a trovare spazio per gli altri manca di comprensione, e a chi manca di comprensione tutti risultano estranei.- Zhuāngzǐ

ADESSO-DOPO

SCIVOLO.

J. Iobiz

Scrittore. In realtà, sono solo un personaggio di fantasia, ma di quale fantasia non ricordo più

Unclearer

Enjoyable Information. Focused or Not.

Free Trip Downl Hop Music Blog

Free listening and free download (mp3) chill and down tempo music (album compilation ep single) for free (usually name your price). Full merged styles: trip-hop electro chill-hop instrumental hip-hop ambient lo-fi boombap beatmaking turntablism indie psy dub step d'n'b reggae wave sainte-pop rock alternative cinematic organic classical world jazz soul groove funk balkan .... Discover lots of underground and emerging artists from around the world.

Mágica Mistura✨

Uma mistura mágica de poesia, imagens, música, citações, atualidades e velharias do Brasil e do mundo,sempre com um toque de inconformismo ...

boudoir77

"Scrivete quel che volete scrivere, questo è ciò che conta; e se conti per secoli o per ore, nessuno può dirlo." Faccio mio l'insegnamento di Virginia Woolf rifugiandomi in una "stanza", un posto intimo dove dar libero sfogo - attraverso la scrittura - alle mie suggestioni culturali, riflessioni e libere associazioni.

MITOLOGIA ELFICA

Storie e Leggende dal Nascondiglio

Stories from the underground

Come vivere senza stomaco, amare la musica ed essere sereni

Luke Atkins

Film, Music, and Television Critic

STAMPO SOCIALE

Rivista di coscienza collettiva

La Ragazza con la Valigia

Racconti di viaggi e di emozioni.

simonebocchetta

Qui all'ombra si sta bene (A. Camus, Opere, p. 1131)

TRIBUNUS

Duemila anni di Storia Romana

Alessandro Giunchi

osirisicaosirosica e colori

Dreams of Dark Angels

The blog of fantasy writer Storm Constantine

Bagatelle

Quisquilie, bagatelle, pinzillacchere...

HORROR CULTURA

Letteratura, cinema, storia dell'horror

Oui Magazine

DI JESSICA MARTINO E MARIANNA PIZZIPAOLO

Eleonora Zaupa • Writer Space

Una finestra per un altro mondo. Un mondo che vi farà sognare, oppure...

Paesaggi dell'Anima

Gallerie da Vinci

Through the Wormhole

“Siamo l’esperimento di controllo, il pianeta cui nessuno si è interessato, il luogo dove nessuno è mai intervenuto. Un mondo di calibratura decaduto. (…) La Terra è un argomento di lezione per gli apprendisti dei.” Carl Sagan

AI MARGINI DEL CAOS

un blog di Franco Ricciardiello

Tra Racconto e Realtà

Guardati intorno

Roccioletti

Arte altra e altrove.

Sharing

NEUTRALIZE THE FREE RADICALS

Novo Scriptorium

ἀνθρώποισι πᾶσι μέτεστι γινώσκειν ἑωυτοὺς καὶ σωφρονεῖν.

Arte Macabra

per gli amanti del macabro e del grottesco nell'arte moderna

CineFatti

Almeno un film al giorno, come il caffè.

Alessandro Rolfini

ESPLORA L’AVVENTURA

Pmespeak's Blog

Remember! Once warmth was without fire.

L'edera

e le altre poesie in ordine sparso by MerMer

anche-ombre

percorsi ombreggiati, riflessioni esauste, alcooliche, liberatorie

Giacomo Ferraiuolo

Avevo un sogno e l'ho realizzato.

- GIORNALE POP -

Per informarsi su fumetti, film, serie tv, cartoni, musica e tutto ciò che è pop

Inchiostro e Sanguenero

È impossibile non comunicare. (Primo assioma della comunicazione. Scuola di Palo Alto)

Stregherie

“Quando siamo calmi e pieni di saggezza, ci accorgiamo che solo le cose nobili e grandi hanno un’esistenza assoluta e duratura, mentre le piccole paure e i piccoli pensieri sono solo l’ombra della realtà.” (H. D. Thoreau)

La Sindrome del Colibrì

The more you know, the less you fear (Chris Hadfield)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: