HyperHouse

NeXT Hyper Obscure

Archivio per aprile 16, 2012

Kipple.it: Prima recensione a “Il canto oscuro”


[Letto su KippleBlog]

È di ieri la notizia dell’uscita sul mercato de “Il canto oscuro”, il romanzo di Alessio “Galessio” Brugnoli che ha vinto il Premio Kipple 2011, e già cominciano a uscire le recensioni. Il Gazzettino del Tirreno dedica al libro digitale un articolo piuttosto lungo:

“Il canto oscuro” , inserito, a mio modesto avviso, in maniera parecchio riduttiva e quasi  “meccanicamente” nel sottogenere fantascientifico dello steampunk, è  in realtà un romanzo polivalente, una piccola  grande summa moderna refrattaria a certe troppo facili categorizzazioni, apprezzabile con facilità dagli appassionati di storia ai cultori dell’arte, dagli amanti del giallo fino agli estimatori del romanzo d’autore italiano, europeo ed internazionale del primo novecento.

Se in effetti  la costruzione esteriore, la trama, l’intreccio, sono, come ben si legge nella presentazione online dell’opera, “un ottimo esempio di steampunk di ambientazione romana”, e pur rispecchiando in pieno le ambientazioni vittoriane  e   tutti i canoni entro cui si muove questa corrente letteraria (anche nel romanzo di Brugnoli hanno un ruolo fondamentale  “macchine a vapore” e enormi, pionieristici, computatori), in verità  dietro a questo grande lavoro c’è tutta una complessa costruzione creativa e artigianale degna di un sapiente faber della parola come anche di un raffinato maestro orologiaio svizzero…[continua sul blog]

Vi ricordiamo che l’eBook è in vendita qui al prezzo di 2,5€, con download simultaneo doppio (versione sia epub che mobi) ed è senza lucchetti digitali DRM.

Atomtrakt – Flug In Den Tod


Le ombre marziali si proiettano sul palcoscenico di ombre bidimensionali, estensioni psichiche che sanno di morte non solo biologica.

∂| ThrillerMagazine | Il fiume perduto


Photo of author Michael Koryta by Wout Jan Bal...

Photo of author Michael Koryta by Wout Jan Balhuizen. (Photo credit: Wikipedia)

Interessante recensione quella apparsa oggi su ThrillerMagazine.it. Il fiume perduto è il nuovo romanzo di Michael Koryta ed è un thriller paranormale che incuriosisce e affascina, trascina e convince, che in molte atmosfere non può non ricordare il migliore David Lynch. Un altro acquisto da fare quanto prima.

Eric Shaw è un giovane e disilluso regista di Chicago. Infranto per sempre il sogno hollywoodiano e abbandonato dalla moglie, sbarca il lunario realizzando video commemorativi di defunti, da proiettare durante le cerimonie funebri, e proprio in quest’originale attività dimostra un talento fuori dal comune, riesce infatti a centrare e focalizzare la stessa essenza delle persone. A causa di ciò riceve un’offerta che non può rifiutare: la nuora di Campbell Bradford, miliardario novantenne dalla salute precaria e dalla misteriosa fortuna, gli chiede di realizzare un video sul ricco e misterioso parente recandosi nel minuscolo villaggio dell’Indiana dove tutto è cominciato decenni prima. E così Eric si troverà in questo villaggio sperduto e surreale, in compagnia di una bottiglia di acqua “Pluto Water”, che ha la caratteristica di rimanere sempre fredda anche sotto il sole più torrido. Un acqua che nasce dalle fonti di un fiume sotterraneo che sgorga nel misterioso villaggio, e che farà avere ad Eric inquietanti e crudeli visioni, portandolo a rivivere il passato dell’enigmatico miliardario e che lo guiderà alla ricerca del Fiume perduto da cui tutto a avuto origine.

La scrittura di Koryta è essenziale, fresca e dinamica, trascina il lettore in un vortice narrativo da cui è impossibile scampare, si può solo rimanere intrappolati in un intrico di mistero e frammenti di follia. Lo stile è sicuro, senza sbavature, la narrazione procede pagina dopo pagina in un susseguirsi ininterrotto di vicende inesplicabili, accompagnato da un parossistico aumento di tensione e pathos, fino a un originale e sconvolgente disvelamento finale.

Piccole note sul software libero – parte terza « HyperNext


Ultima puntata su HyperNext del mio piccolo viaggio nel mondo del software opensource; qui e qui le due puntate precedenti.

Cooperare, senza che ciò diventi necessariamente un sistema tritatutto, socialmente omicida; anzi, lasciare che la cooperazione diventi un fattore di crescita collettivo, capace sì di generare profitto ma anche benessere, dove nessuno venga mangiato dagli squali dell’alta finanza: questo è forse l’ultimo sogno dei figli delle generazioni che dei ’60. Fondamentalmente, essi non sono lontani, ora, dal conquistare il mondo senza spargere sangue, senza essere diventati belve assetate di denaro, senza che venga schiacciata la nostra dignità, riservatezza, libertà. Anzi, la nostra Libertà: software libero, sempre, ovunque, sempre di più, è la loro arma cristallina, vincente, potente come l’energia riciclabile. Senza l’opensource, il mondo sarebbe assai simile a quello che paventava George Orwell.

Pubblicato Il canto oscuro, di Alessio Brugnoli, Premio Kipple 2011


[Letto su KippleBlog]
Questo romanzo ci regala un ottimo esempio di steampunk di ambientazione “romana”: un panorama d’inizio secolo in cui le sorprese tecnologiche non mancano e l’azione si snoda tra eleganti teatri dell’opera, antiche residenze decadute, bische e la classica Roma “sparita”. Sullo sfondo di un’indagine, partita per scoprire il responsabile di un crimine, si muove il principe Andrea il quale diventerà, suo malgrado, testimone di un tempo di trasformazione, un tempo che segnerà l’avvento di un nuovo modo di concepire l’elaborazione elettronica.
Questa è la quarta di copertina del vincitore Premio Kipple 2011, Il canto oscuro, di Alessio “Galessio” Brugnoli, disponibile (presto anche in cartaceo) in versione eBook, sia epub che mobi, senza DRM e quindi leggibile quindi su ogni device immaginabile. Il prezzo del libro digitale è di 2,5€. La copertina è opera di Elena Cermaria.
Cavallette neanche tanto Criptiche

http://waitforthericochet.blogspot.com/

CARTESENSIBILI

Colui che non riesce a trovare spazio per gli altri manca di comprensione, e a chi manca di comprensione tutti risultano estranei.- Zhuāngzǐ

ADESSO-DOPO

SCIVOLO.

J. Iobiz

Scrittore. In realtà, sono solo un personaggio di fantasia, ma di quale fantasia non ricordo più

Unclearer

Enjoyable Information. Focused or Not.

Free Trip Downl Hop Music Blog

Free listening and free download (mp3) chill and down tempo music (album compilation ep single) for free (usually name your price). Full merged styles: trip-hop electro chill-hop instrumental hip-hop ambient lo-fi boombap beatmaking turntablism indie psy dub step d'n'b reggae wave sainte-pop rock alternative cinematic organic classical world jazz soul groove funk balkan .... Discover lots of underground and emerging artists from around the world.

Mágica Mistura✨

Uma mistura mágica de poesia, imagens, música, citações, atualidades e velharias do Brasil e do mundo,sempre com um toque de inconformismo ...

boudoir77

"Scrivete quel che volete scrivere, questo è ciò che conta; e se conti per secoli o per ore, nessuno può dirlo." Faccio mio l'insegnamento di Virginia Woolf rifugiandomi in una "stanza", un posto intimo dove dar libero sfogo - attraverso la scrittura - alle mie suggestioni culturali, riflessioni e libere associazioni.

MITOLOGIA ELFICA

Storie e Leggende dal Nascondiglio

Stories from the underground

Come vivere senza stomaco, amare la musica ed essere sereni

Luke Atkins

Film, Music, and Television Critic

STAMPO SOCIALE

Rivista di coscienza collettiva

La Ragazza con la Valigia

Racconti di viaggi e di emozioni.

simonebocchetta

Qui all'ombra si sta bene (A. Camus, Opere, p. 1131)

TRIBUNUS

Duemila anni di Storia Romana

Alessandro Giunchi

osirisicaosirosica e colori

Dreams of Dark Angels

The blog of fantasy writer Storm Constantine

Bagatelle

Quisquilie, bagatelle, pinzillacchere...

HORROR CULTURA

Letteratura, cinema, storia dell'horror

Oui Magazine

DI JESSICA MARTINO E MARIANNA PIZZIPAOLO

Eleonora Zaupa • Writer Space

Una finestra per un altro mondo. Un mondo che vi farà sognare, oppure...

Through the Wormhole

“Siamo l’esperimento di controllo, il pianeta cui nessuno si è interessato, il luogo dove nessuno è mai intervenuto. Un mondo di calibratura decaduto. (…) La Terra è un argomento di lezione per gli apprendisti dei.” Carl Sagan

AI MARGINI DEL CAOS

un blog di Franco Ricciardiello

Tra Racconto e Realtà

Guardati intorno

Roccioletti

Arte altra e altrove.

Sharing

NEUTRALIZE THE FREE RADICALS

Novo Scriptorium

ἀνθρώποισι πᾶσι μέτεστι γινώσκειν ἑωυτοὺς καὶ σωφρονεῖν.

Arte Macabra

per gli amanti del macabro e del grottesco nell'arte moderna

CineFatti

Almeno un film al giorno, come il caffè.

Alessandro Rolfini

ESPLORA L’AVVENTURA

Pmespeak's Blog

Remember! Once warmth was without fire.

L'edera

e le altre poesie in ordine sparso by MerMer

anche-ombre

percorsi ombreggiati, riflessioni esauste, alcooliche, liberatorie

Giacomo Ferraiuolo

Avevo un sogno e l'ho realizzato.

- GIORNALE POP -

Per informarsi su fumetti, film, serie tv, cartoni, musica e tutto ciò che è pop

Inchiostro e Sanguenero

È impossibile non comunicare. (Primo assioma della comunicazione. Scuola di Palo Alto)

Stregherie

“Quando siamo calmi e pieni di saggezza, ci accorgiamo che solo le cose nobili e grandi hanno un’esistenza assoluta e duratura, mentre le piccole paure e i piccoli pensieri sono solo l’ombra della realtà.” (H. D. Thoreau)

L'occhio del cineasta

La community italiana sul cinema

La Sindrome del Colibrì

The more you know, the less you fear (Chris Hadfield)

Terracqueo

MultaPaucis

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: