HyperHouse

NeXT Hyper Obscure

Archivio per aprile 23, 2012

Sento, guardando


Il flusso arrivava direttamente dal punto di origine, e dal passato. Scrutavo le strutture murarie di difesa, il pavé intorno, le basse architetture posticce e fittizie atte a nascondere e ad abbellire ciò che è invece solo mefitico, pestilenziale, orrendo. Osservavo tutto ciò, e mi appariva terribilmente coerente; leggevo ogni passaggio storico, e lo decrittavo percependo solo la Corrente, l’energia che ha deviato l’antropizzazione.

Alienità


A fatica le strutture si accartocciano su se stesse, lasciando iati dimensionali di vita matematica remota che sviluppano anomalie, alienità estese e intense che suonano come acido in bocca, incomprensioni totali da allontanare il connubio perfetto.

Il tetto tridimensionale « HyperNext


[Letto su HyperNext – mio post]

In altri contesti (articolo riportato poi pari pari nella rubrica Zoom di NeXT 16) ho affrontato, più che altro in embrione perché solo in quel momento cominciavo a prendere confidenza con i concetti, il tema della tridimensionalità del nostro universo – nostro in quanto umani – che fa scaturire, una quantità notevole di volte, soltanto due possibilità di scelta.

Non è il caso e il luogo, questo, di riproporre il percorso cognitivo che mi ha portato a supporre vero il ragionamento, ma il concetto che mi sembra razionalmente giusto è pressappoco questo: il dominio del nostro organismo è attestato sulle tre dimensioni; noi siamo alti, larghi e profondi in una certa misura, e manipolare situazioni che possono far scaturire solo due possibilità (ovvero soluzioni bidimensionali) ci dà un notevole senso di potenza e di capacità. Aumentare di una dimensione (e quindi suggerire una terza soluzione, parametro) non fa altro che portarci sul limite delle  nostre possibilità.

Ragionamento proposto similmente dal matematico ungherese George Polya, ovvero che quanto più numerose sono le dimensioni in cui ci si muove e quindi le possibilità che ci si aprono davanti, tanto maggiore è la probabilità di perdersi e di conseguenza lasciarsi assalire dallo sconforto.

L’assunto quindi è: dobbiamo stare al di sotto del limite delle nostre potenzialità per essere capaci di cavarcela. Ed è questo un fatto, alla fine, naturale. Ricordiamoci di ciò quando saremo in prossimità del postumanismo, quando le dimensioni manipolabili saranno verosimilmente più di tre.

Servizio di recensione “nugae 2.0” « N I G R I C A N T E


[Letto su Nigricante]

Recensire, dal latino rĕcensēre, “esaminare, passare in rassegna”, significa compiere un esame critico di un’opera letteraria edita, valutandola e interpretandola dal punto di vista contenutistico ed estetico. Spesso si pensa che la parola “critica” sia sinonimo di stroncatura, di valutazione negativa: la criticità del recensore è rappresentata soprattutto dalla sua capacità di rilevare nel testo analogie, collegamenti con i tempi storici dello scrittore, risorse inconsapevolmente celate, dettagli in grado di fornire nuovi punti di vista per una rilettura dell’opera. Il vero recensore utilizza l’eventuale parere negativo legato allo stile o ai contenuti come slancio evolutivo da donare all’Autore. Senza pretese. In maniera costruttiva.

La critica negativa fa più notizia perché esalta le folle: la recensione equilibrata, invece, fornisce nuove idee al Lettore e all’Autore. Il recensore è prima di tutto un lettore: un “lettore speciale” che non snocciola trame e non si limita al semplice ‘mi piace’ – riflesso condizionato e forma elogiativa a senso unico resa celebre da un certo tipo di social networking – ma che ama scavare, disseppellire riferimenti all’attualità, scoprire somiglianze con altre opere, evidenziare le influenze sociali, economiche, culturali che hanno determinato le scelte tematiche.

Per redigere una recensione c’è bisogno di tempo e di studio: tempo per leggere (non una lettura trasversale ma integrale e sequenziale), valutare, riflettere, sottolineare, confrontare, ricercare, rileggere se necessario e infine scrivere materialmente la recensione che comparirà nel web o su una pubblicazione letteraria.

Nasce con tale spirito il “Servizio di recensione” (a pagamento) in seno alla Redazione dell’e-magazine letterario aperiodico “nugae 2.0”.

 I libri che recensiamo

Il servizio di recensione fornito dalla Redazione di “nugae 2.0” è rivolto ai seguenti tipi di opere (cartacee o elettroniche):

  • Narrativa edita (singoli racconti; raccolte di racconti; romanzi; antologie)
  • Saggistica edita (raccolte di saggi; libri di saggistica)
  • Poesia edita (raccolte di Autori singoli; antologie)
  • Altro (testi non letterari: manualistica, graphic novel, biografie musicali, saggistica non letteraria, testi pragmatici o d’uso, ecc.)

Leggi il seguito di questo post »

Maurizio “Scarweld” Landini: ESACERBO


Maurizio “Scarweld” Landini rende pubblica l’uscita della sua ultima fatica letteraria: Esacerbo. Sono venti poesie scaricabili liberamente in PDF per la MaldororPress. Queste le note di Maurizio, a cui faccio i miei complimenti:

La mia plaquette Esacerbo. 20 poesie immature è online (scaricabile gratuitamente da qui:
http://maldoror.noblogs.org/archives/508). La prima volta che mi concedo un po’ più di libertà in poesia perché la poesia è libera entro i limiti dei suoi obiettivi e fuori dei limiti dei suoi destinatari, i lettori: se ti arriva alle spalle e non te ne accorgi è perché non ci senti più o non vuoi sentirci più. Forse oggi, siamo più sordi del Novecento che pure aveva un sacco di bombe nelle orecchie. E ci manca di scherzare seriamente. Abbiamo chi crea mondi per noi, chi ci crea la vita e ci occulta la morte. E purtroppo non è gente che ama scherzare.
AERIA VIRTUS

"L'unico uccello che osa beccare un'aquila è il corvo. Si siede sulla schiena e ne morde il collo. Tuttavia l'aquila non risponde, nè lotta con il corvo, non spreca tempo nè energia. Semplicemente apre le sue ali e inizia ad alzarsi piu'in alto nei cieli. Piu' alto è il volo, piu' è difficile respirare per il corvo che cade per mancanza di ossigeno".

ONLINE GRAPHIC DESIGN MARKET

An Online Design Making Site

Sanguinarie Principesse

E del viaggio nulla mi resta se non quella nostalgia. (N. Hikmet)

CARTESENSIBILI

Colui che non riesce a trovare spazio per gli altri manca di comprensione, e a chi manca di comprensione tutti risultano estranei.- Zhuāngzǐ

ADESSO-DOPO

SCIVOLO.

Unclearer

Enjoyable Information. Focused or Not.

Free Trip Downl Hop Music Blog

Free listening and free download (mp3) chill and down tempo music (album compilation ep single) for free (usually name your price). Full merged styles: trip-hop electro chill-hop instrumental hip-hop ambient lo-fi boombap beatmaking turntablism indie psy dub step d'n'b reggae wave sainte-pop rock alternative cinematic organic classical world jazz soul groove funk balkan .... Discover lots of underground and emerging artists from around the world.

boudoir77

"Scrivete quel che volete scrivere, questo è ciò che conta; e se conti per secoli o per ore, nessuno può dirlo." Faccio mio l'insegnamento di Virginia Woolf rifugiandomi in una "stanza", un posto intimo dove dar libero sfogo - attraverso la scrittura - alle mie suggestioni culturali, riflessioni e libere associazioni.

MITOLOGIA ELFICA

Storie e Leggende dal Nascondiglio

Stories from the underground

Come vivere senza stomaco, amare la musica ed essere sereni

Luke Atkins

Film, Music, and Television Critic

STAMPO SOCIALE

Rivista di coscienza collettiva

La Ragazza con la Valigia

Racconti di viaggi e di emozioni.

simonebocchetta

Qui all'ombra si sta bene (A. Camus, Opere, p. 1131)

TRIBUNUS

Duemila anni di Storia Romana

Alessandro Giunchi

osirisicaosirosica e colori

Dreams of Dark Angels

The blog of fantasy writer Storm Constantine

Bagatelle

Quisquilie, bagatelle, pinzillacchere...

HORROR CULTURA

Letteratura, cinema, storia dell'horror

Oui Magazine

DI JESSICA MARTINO E MARIANNA PIZZIPAOLO

Eleonora Zaupa • Writer Space

Una finestra per un altro mondo. Un mondo che vi farà sognare, oppure...

Gallerie da Vinci

Paesaggi dell'Anima

Through the Wormhole

“Siamo l’esperimento di controllo, il pianeta cui nessuno si è interessato, il luogo dove nessuno è mai intervenuto. Un mondo di calibratura decaduto. (…) La Terra è un argomento di lezione per gli apprendisti dei.” Carl Sagan

AI MARGINI DEL CAOS

un blog di Franco Ricciardiello

Tra Racconto e Realtà

Guardati intorno

Roccioletti

Arte altra e altrove.

Sharing

NEUTRALIZE THE FREE RADICALS

Novo Scriptorium

ἀνθρώποισι πᾶσι μέτεστι γινώσκειν ἑωυτοὺς καὶ σωφρονεῖν.

Arte Macabra

per gli amanti del macabro e del grottesco nell'arte moderna

CineFatti

Almeno un film al giorno, come il caffè.

Alessandro Rolfini

ESPLORA L’AVVENTURA

Pmespeak's Blog

Remember! Once warmth was without fire.

L'edera

e le altre poesie in ordine sparso by MerMer

anche-ombre

percorsi ombreggiati, riflessioni esauste, alcooliche, liberatorie

Giacomo Ferraiuolo

Avevo un sogno e l'ho realizzato.

- GIORNALE POP -

Per informarsi su fumetti, film, serie tv, cartoni, musica e tutto ciò che è pop

Inchiostro e Sanguenero

È impossibile non comunicare. (Primo assioma della comunicazione. Scuola di Palo Alto)

Stregherie

“Quando siamo calmi e pieni di saggezza, ci accorgiamo che solo le cose nobili e grandi hanno un’esistenza assoluta e duratura, mentre le piccole paure e i piccoli pensieri sono solo l’ombra della realtà.” (H. D. Thoreau)

La Sindrome del Colibrì

The more you know, the less you fear (Chris Hadfield)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: