HyperHouse

NeXT Hyper Obscure

Archivio per maggio 1, 2012

SALVATORE PROIETTI « La zona morta


Bellissima intervista a Salvatore Proietti, a cura di Filippo Radogna, uscita su LaZonaMorta.it, che ha come cardine sì la SF, ma anche il Connettivismo, l’editoria, la cultura in generale. Ne estrapolo, come al solito, una parte, invitandovi a leggerla tutta sul sito proprietario.

LEI È UNO DEI PROMOTORI DELLA WEBZINE NEXT STATION, IL SITO DEI CONNETTIVISTI. COME SI E’ RINNOVATA IN ITALIA LA SCIENCE FICTION?

C’è sicuramente un buon numero di nuove voci nella fantascienza italiana. Sto parlando proprio dei connettivisti, ma penso anche alle individualità come Giovanni De Matteo e Dario Tonani. Il punto di svolta comunque è stato Valerio Evangelisti, a metà degli anni ’90. Cos’ha di diverso quest’ultima generazione? È una generazione che anche quando scrive distopie sa che con la tecnologia e la modernità si deve fare i conti e stabilire un rapporto pieno di conflitti, di rabbia o di piacere secondo i casi. Negli ultimi anni De Matteo e Tonani sono le voci che hanno espresso la maggiore continuità in tale nuovo rapporto. Ma aggiungo che il lavoro di un veterano come Vittorio Catani continua a essere di altissimo livello. Nella media e piccola editoria come la Delos, la Kipple, la Elara e altre case continuano a esserci voci interessanti. Alcune di queste sono distintamente femminili: Nicoletta Vallorani, Enrica Zunic, Clelia Farris. Anche autori come Sergio “Alan D.” Altieri e Tullio Avoledo sono riusciti a ottenere un ottimo successo nella grande editoria, e Urania continua a garantire uno spazio per gli italiani. Sì, è un buon momento, ma ancora non permette pienamente la nascita di un professionismo nella fantascienza, di gente che viva primariamente di scrittura. Questo non è possibile ancora, ma cerchiamo di promuoverlo nelle sfide che portiamo avanti anche con Next Station. La fantascienza ha sicuramente necessità di promozione.

Evertrip: RED RAIN is coming back…


[Letto su Evertrip’s blog]

Si inaugurerà al KM97 la seconda tappa della mostra Red Rain, dell’artista leccese Paolo “Evertrip” Ferrante. La mostra sarà disponibile alla visione per un mese negli spazi di Via della Ferrandina.
La mostra è partita l’anno scorso nello spazio espositivo Piscinacomunale di Milano, e ha avuto un notevole successo da parte del pubblico. Oggi Red Rain viene riproposta qui, negli spazi di KM97 a Lecce.  Si ripete un’esperienza estetica dove il protagonista non è affatto la brutalità, ma la forza delle idee, della vita che si eleva nella sua più splendida dignità anche nel momento ultimo.
Leggiamo dal testo critico di Olga Sgobio:

“(…)Red Rain viene strappato ai contesti ovvi quali rabbia, passione e politica per essere incanalato in una nuova visione. Se il rosso è il colore del sangue che scorre nelle nostre vene e pompa nel nostro cuore allora non è solo violenza ma è vita, come ribadisce l’artista “linfa vitale”

Su questi presupposti, il progetto incontra la poetica del gruppo musicale ZweiSamKeit, che inaugureranno la mostra con un concerto live.

Ruins Aren’t Here: Secondo capitolo


Segnalo quest’iniziativa concretizzatasi in una mostra: gli amici di ALTA ed Emmanuele “Peja” Pilia in primis propongono Ruins Aren’t Here: Secondo capitolo, ovvero:

Sabato 5 maggio 2012, alle ore 19,00, presso l’ExArena Forlivense di Forlì, ci sarà l’inaugurazione di RUINS AREN’T HERE. Secondo capitolo, seconda mostra del ciclo di eventi tesi ad indagare il rapporto tra rovine e contemporaneità. Un rapporto paradossale, che vede proprio nell’ora della distruzione totale la scomparsa delle rovine come realtà e come memoria.

L’iniziativa si propone di dare una rilettura di natura estetica ad alcuni ruderi creati dall’uomo ma assenti in forma fisica: esse sono rovine appartenenti più alla sfera comunicativa che a quella dell’architettura, dell’arte o dell’archeologia.

Protagonisti di questo secondo incontro sono Fabio Fornasari e Massimiliano Ercolani, entrambi architetti e artisti da anni impegnati in una ricerca sul ruolo delle immagini nella contemporaneità. Sarà proprio la sostituzione della rovinaimmagine ad essere al centro della riflessione dell’intervento di Fabio Fornasari: a distanza di dieci anni non rimane infatti alcun resto fisico che permetta di ricordare il tragico evento dell’11 settembre 2001. Le montagne di funeste macerie delle due torri del World Trade Center di New York create della potenza dello schianto dei due aerei sono state sostituite da una moltitudine di rovine virtuali, da rappresentazioni fruibili unicamente tramite uno schermo.         
Solo sei mesi prima, il 23 marzo dello stesso anno, uno degli artefatti più incredibili mai creati dall’uomo, va a impattare le circa 135 tonnellate che la compongono contro l’atmosfera terrestre. La Stazione Orbitante MIR viene così in parte disintegrata dall’attrito causato dal rientro in atmosfera. Ciò che rimane, andrà a perdersi in fondo all’oceano che bagna le isole Fiji. Il baluardo della presenza umana nello spazio, verrà così sommersa dalle maree dell’oceano pacifico, e così, l’immaginario che ha stimolato l’intervento di Massimiliano Ercolani.

Due simboli, due motivi di orgoglio per ciò che un tempo rappresentavano i due poli della geopolitica globale, spazzati via in una manciata di istanti. Le vicende che accompagnano la morte di questi due emblemi sono estremamente diverse, eppure entrambi hanno un elemento in comune: la sostituzione delle rovine compiute da parte delleimmagini.

Nel solco delle esperienze connettiviste e transumaniste, Peja e il suo gruppo di lavoro confermano gli esperimenti che hanno visto protagonisti attivi anche noi connettivisti in precedenti convention e su NeXT: invito chi può ad andare, è un lavoro cerebrale e semiotico imperdibile, unico.

Dettagli e info

  • RUINS ISN’T HERE. Secondo capitolo.
  • A cura di Barbara Martusciello ed Emmanuele J. Pilia
  • Inaugurazione: sabato 5 maggio 2012, ore 19.00 – 22.00
  • Ex Arena Forlivense – Spazi Indecisi
  • Via Giorgio Regnoli 91, Ex Arena Forlivense, Forlì.
  • Tel. 320 8036613; email: info@altaproject.com
  • Dal 5 al 6 maggio

Die Sonne Satan – A Cosmic Mantra (Birth of a Star)


Ipnosi, e un flusso di puro esistenza psichica regolata da immagini che colano da altre dimensioni di matematica esoterica… oscura.

Elettroscurità acide su Tersicore, 2.5.12


Tersicore torna online domani sera 2 maggio, alle ore 22.00, su RN1. Contatto SMS: +393343844411; siateci!

ADESSO-DOPO

SCIVOLO.

J. Iobiz

Scrittore. In realtà, sono solo un personaggio di fantasia, ma di quale fantasia non ricordo più

Unclearer

Enjoyable Information. Focused or Not.

Free Trip Downl Hop Music Blog

Free listening and free download (mp3) chill and down tempo music (album compilation ep single) for free (usually name your price). Full merged styles: trip-hop electro chill-hop instrumental hip-hop ambient lo-fi boombap beatmaking turntablism indie psy dub step d'n'b reggae wave sainte-pop rock alternative cinematic organic classical world jazz soul groove funk balkan .... Discover lots of underground and emerging artists from around the world.

Mágica Mistura✨

Uma mistura mágica de poesia, imagens, música, citações, atualidades e velharias do Brasil e do mundo,sempre com um toque de inconformismo ...

boudoir77

"Scrivete quel che volete scrivere, questo è ciò che conta; e se conti per secoli o per ore, nessuno può dirlo." Faccio mio l'insegnamento di Virginia Woolf rifugiandomi in una "stanza", un posto intimo dove dar libero sfogo - attraverso la scrittura - alle mie suggestioni culturali, riflessioni e libere associazioni.

MITOLOGIA ELFICA

Storie e Leggende dal Nascondiglio

Stories from the underground

Come vivere senza stomaco, amare la musica ed essere sereni

Luke Atkins

Film, Television, and Music Critic

STAMPO SOCIALE

Rivista di coscienza collettiva

La Ragazza con la Valigia

Racconti di viaggi e di emozioni.

simonebocchetta

Qui all'ombra si sta bene (A. Camus, Opere, p. 1131)

TRIBUNUS

Duemila anni di Storia Romana

Alessandro Giunchi

corruptio pessima optimi

Dreams of Dark Angels

The blog of fantasy writer Storm Constantine

Bagatelle

Quisquilie, bagatelle, pinzillacchere...

HORROR CULTURA

Letteratura, cinema, storia dell'horror

Oui Magazine

DI JESSICA MARTINO E MARIANNA PIZZIPAOLO

Eleonora Zaupa • Writer Space

Una finestra per un altro mondo. Un mondo che vi farà sognare, oppure...

Through the Wormhole

“Siamo l’esperimento di controllo, il pianeta cui nessuno si è interessato, il luogo dove nessuno è mai intervenuto. Un mondo di calibratura decaduto. (…) La Terra è un argomento di lezione per gli apprendisti dei.” Carl Sagan

AI MARGINI DEL CAOS

un blog di Franco Ricciardiello

Tra Racconto e Realtà

Guardati intorno

Roccioletti

Arte altra e altrove.

Sharing

NEUTRALIZE THE FREE RADICALS

Novo Scriptorium

ἀνθρώποισι πᾶσι μέτεστι γινώσκειν ἑωυτοὺς καὶ σωφρονεῖν.

Arte Macabra

per gli amanti del macabro e del grottesco nell'arte moderna

CineFatti

Almeno un film al giorno, come il caffè.

Alessandro Rolfini

ESPLORA L’AVVENTURA

Pmespeak's Blog

Remember! Once warmth was without fire.

L'edera

e le altre poesie in ordine sparso by MerMer

anche-ombre

percorsi ombreggiati, riflessioni esauste, alcooliche, liberatorie

Giacomo Ferraiuolo

Avevo un sogno e l'ho realizzato.

- GIORNALE POP -

Per informarsi su fumetti, film, serie tv, cartoni, musica e tutto ciò che è pop

Inchiostro e Sanguenero

È impossibile non comunicare. (Primo assioma della comunicazione. Scuola di Palo Alto)

Stregherie

“Quando siamo calmi e pieni di saggezza, ci accorgiamo che solo le cose nobili e grandi hanno un’esistenza assoluta e duratura, mentre le piccole paure e i piccoli pensieri sono solo l’ombra della realtà.” (H. D. Thoreau)

L'occhio del cineasta

La community italiana sul cinema

La Sindrome del Colibrì

The more you know, the less you fear (Chris Hadfield)

Terracqueo

MultaPaucis

Il maestro dei sogni

"Tutti siamo fatti della stessa sostanza dei sogni"

Astro Orientamenti

Ri orientarsi: alla ricerca del nostro baricentro interiore

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: