HyperHouse

NeXT Hyper Obscure

Archivio per settembre 9, 2012

Le nuove frontiere della tecnologia « HyperNext


Su HyperNext è uscito un mio post che si riallaccia, in qualche stretto modo, all’articolo (sempre a mia firma) apparso su Delos 147 e che ho segnalato nel post precedente:

All’IFA di Berlino di quest’anno – la più importante fiera di elettronica di consumo europea che si tiene annualmente a Berlino, in Germania – sono emerse diverse innovazioni tecnologiche che tolgono il fiato, danno il senso del meraviglioso; un po’ di questo senso del futuro lo possiamo respirare da un paio di articoli di Repubblica (qui e qui). Ai televisori di altissima e raffinata tecnologia

Annunci

Quale futuro per il digitale? ∂ Fantascienza.com


Un mio articolo, incentrato sulla tecnologia, è apparso su Fantascienza.com, nell’ambito del numero 147 di Delos: Quale futuro per il digitale?

Ecco l’incipit:

Stralci di futuro, impressioni di tecnologie sfolgoranti, e il senso di una vita che si allunga e sfocia nel transumano, forse nel postumano.

La ragione di esistere di quest’angolo all’interno di Delos — Pillole del Basso Futuro, argomento che poi sfocia nell’altra mia rubrica, Postumanismo — è sempre lo stesso da un numero ormai considerevole di anni: indagare i germi del Presente così da cominciare a intravedere cosa il Futuro, più o meno remoto, potrà riservarci; ovvero, quali tendenze sono individuabili fin da adesso e quali, invece, possano essere soltanto estrapolate oltre la cortina impenetrabile dell’Orizzonte degli Eventi.

Mentre nell’ambito Transumano/Postumano non c’è cedimento dell’interesse e la tensione emotiva di chiunque segua l’argomento è sempre notevole (ma prima o poi bisognerà che alcune delle tante promesse fatte divengano reali), nel campo del Basso Futuro ravviso invece una flessione creativa, forse poiché il mondo che si sta verificando non è esattamente come ce l’aspettavamo e, principalmente, non sembra rappresentare nulla di nuovo rispetto al panorama che vedevamo formarsi una decade fa.

Eppure, direte voi, se c’è un momento in cui la tecnologia sembra trionfare è proprio questo; a voler essere pignoli, credo che la tecnologia debba significare progresso perché la sua funzione è indicare la strada per l’evoluzione e dev’essere foriera, quindi, di meraviglia…

∂| ThrillerMagazine | Carla Corradi


Segnalo un’intervista insolita e interessante a dir poco a Carla Corradi, Professore ordinario di Filologia Ugro-Finnica presso l’Università di Bologna. L’argomento trattato può sembrare ad alcuni inutile, o forse datato, non interessante, e invece sullo sciamanesimo (in particolare l’ugrofinnico) la professoressa mostra di capire quanto gli argomenti arcaici siano ancora attuali:

Lo sciamanesimo “può costituire un modello di riflessione e di confronto anche per l’uomo dei nostri giorni, alle prese con i problemi connessi con la salvaguardia della natura, con l’inserimento sociale, con il mantenimento dell’identità individuale e di gruppo”.

L’intervista è apparsa su ThrillerMagazine e consiglio di leggerla tutta, attentamente, perché dotta e intrigante. Vi lascio un altro breve estratto:

Nell’ultimo convegno “Sul cammino delle metamorfosi tra gli Urali e il Mediterraneo. Dal mito alle trasformazioni sociali”, organizzato dal Laboratorio Permanente degli studi sullo sciamanesimo, tenutosi a marzo di quest’anno a Bologna, si è affrontato il tema della metamorfosi su vari fronti: l’arte, la mitologia, la letteratura, la sociologia, la linguistica e, addirittura, i processi formativi. In che modo il concetto di metamorfosi tiene insieme tutto? E in quale ottica può aiutare l’uomo moderno?
Il fenomeno della metamorfosi è presente in ogni tipo di cambiamento, sia esso artistico, letterario, linguistico o connesso con la formazione (che implica sempre un cambiamento, altrimenti non avrebbe ragione d’essere) e nella storia culturale d’ogni popolo. Il convegno in oggetto ha analizzato il fenomeno in una prospettiva interdisciplinare e comparativo-contrastiva con particolare riferimento all’area ugrofinnica e più ampiamente uralica e all’area europea occidentale per riflettere sugli aspetti che caratterizzano i difficili momenti di transizione, di “passaggio”, sulle modalità con cui furono o sono affrontati, momenti che richiedono sforzi e fatica per la salvaguardia dei valori morali e civili e che possono diventare occasioni di rinnovamento e di sviluppo. La nostra società in continua trasformazione ha bisogno di ritrovare al suo interno le risorse migliori e di potenziarle.

Sphäre Sechs – Phase II


Mellifluo perché capisco che i suoni sono dentro e fuori e altrove, persi nell’universo o forse nel multiverso: ogni ambiente mi appare siderale.

Atrium Carceri – Reap | Interiore


Guardi le emozioni disfarsi intere
ogni istante porta distanze concrete
allontanamenti definitivi in sorta di angoscia senza fine
collettiva, mortale. Interiore.

Ascolto la noia ma non è essa a liquefarmi
ascolto le parole in suoni e comprendo la notte appena scesa, appena morta
appena resa viscida dal nulla che incombe
intorno, mortale. Interiore.

Pmespeak's Blog

Remember! Once warmth was without fire.

L'edera

e le altre poesie in ordine sparso by MerMer

My Mad Dreams

Sognatore è chi trova la sua via alla luce della luna... punito perché vede l'alba prima degli altri. [Oscar Wilde]

anche-ombre

percorsi ombreggiati, riflessioni esauste, alcooliche, liberatorie

There was a vision…

… of an outstanding and individual concept, which would last for many years hence.

Giacomo Ferraiuolo

Avevo un sogno e l'ho realizzato.

- GIORNALE POP -

Per informarsi su fumetti, film, serie tv, cartoni, musica e tutto ciò che è pop

Inchiostro e Sanguenero

È impossibile non comunicare. (Primo assioma della comunicazione. Scuola di Palo Alto)

Stregherie

“Quando siamo calmi e pieni di saggezza, ci accorgiamo che solo le cose nobili e grandi hanno un’esistenza assoluta e duratura, mentre le piccole paure e i piccoli pensieri sono solo l’ombra della realtà.” (H. D. Thoreau)

L'occhio del cineasta

La porta su un'altra dimensione

La Sindrome del Colibrì

The more you know, the less you fear (Chris Hadfield)

Terracqueo

MultaPaucis

Il maestro dei sogni

"Tutti siamo fatti della stessa sostanza dei sogni"

Il Bistrot dei Libri

"Un libro ben scelto ti salva da qualsiasi cosa, persino da te stesso" Daniel Pennac

Astro Orientamenti

Ri Orientarsi, alla ricerca del nostro baricentro interiore

Fantasy al Kilo

L'osteria del Fantasy e Sci-Fi

Medio Oriente e Dintorni

Storie, cultura e sport dal Medio Oriente e e Dintorni

Gli Archivi di Uruk

Database di genere in italiano

ˈGŌSTRAK

In Absentia Lucis Tenebrae Vincunt

PostScripts

Il Blog di Francesca Sabatini

Rosa Frullo

Rosa Frullo. Un poeta e un filosofo tra Spleen e Masochismo

BREAKFAST COMICS

Best Comics & Graphic Novels / I fumetti da leggere almeno una volta nella vita. Sponsored by CSBNO

La Via del Caos

Cambiare il modo di vedere il mondo per migliorare sé stessi

Aquilone di pensieri

And into the fields I go to lose my mind and find my soul

3... 2... 1... Clic!

E’ un’illusione che le foto si facciano con la macchina… si fanno con gli occhi, con il cuore, con la testa. (Henri Cartier-Bresson)

B-Movie Zone

recensioni di film horror, thriller, gialli, poliziotteschi, sci-fi, exploitation, erotika

I tesori di Amleta

Qualcosa appare e scompare tra tanto buio e luce

VOCI DAI BORGHI

Laudabunt alii claram Rhodon aut Mytilenem...

Duplex Ride

electronic music & video

di Ruderi e di Scrittura

Storie della trazione popolare italiana

ORME SVELATE

la condivisione del dolore è un dono di amore da parte di chi lo fa e di chi lo riceve

francesca del moro

La differenza tra prosa e poesia è che la prosa dice poco e ci mette molto tempo, la poesia dice molto in pochissimo tempo. C. Bukowski

Istanze & Fantasmi

poesie seminate, di Martina Campi

Astro-Sirio

Astra inclinant non necessitant

The Twittering Machine

Racconti di fantascienza (e altro) di Piero Schiavo Campo

Quel cinema invisibile...

Cinema was made to reunite the Visible and the Invisible

Il Calamaio Elettrico

Versi di Mauro De Candia e influenze varie

ON THE ROAD

Non bisogna lasciarsi sopraffare dalla paura, altrimenti diventa un ostacolo che impedisce di andare avanti

Evelyn 🇮🇹 28 y/o ♍

✏ Drawings are the window to the soul 📚 Book cover artist 📌 Edizioni Underground? 📌 Edizioni Open 📌 Panesi edizioni 💬 Cartoonist 📌 SkuolaNet 📌 SeiAlTuristico 👩🎨 Facebook / Twitter / Instagram: @EvelynArtworks

Sull'amaca blog

Un posto per stare, leggere, ascoltare, guardare, ricordare e forse sognare.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: