HyperHouse

NeXT Hyper Obscure

Archivio per novembre 27, 2012

Il circolo


Bagnato, lungo l’argine della mente subsidente mi ritrovo bagnato e caduco, come un suono che si eleva sulla sensazione di chiamata, un circolo che compare addosso a me.

Kultur e fantascienza oggi: intervista ad Alessio Brugnoli – EccoLaNotiziaQuotidiana.it


Altra intervista connettivista di Roberto Guerra sul sito EccoLaNotiziaQuotidiana; è la volta di Alessio “Galessio” Brugnoli che fornisce la sua chiave interpretativa. Altre puntate reperibili qui.

D- Brugnoli, secondo certa critica la new wave Connettivista è una svolta anche mediatica, per la fantascienza italiana; esatto?
Essendo io un connettivista “adiectum”, non ho nessun titolo per parlare del movimento, al massimo posso esprimere un parere personale che lascia il tempo che trova.
La svolta mediatica del Connettivismo è nel suo interessarsi concretamente ai nuovi media. Mentre l’intellettuale italiano, passatista di suo, ancora continua a litigare sul dualismo carta e digitale sul libro o sugli effetti della Televisione sulla società, Sandro Battisti, Giovanni De Matteo e Marco Milani sin dal 2004 hanno compreso che il futuro è nel web, in tutte le sue declinazioni.

E questa più che una rottura mediatica, è una rottura ontologica. Non si tratta più di descrivere o immaginare il futuro, ma viverlo sulla propria pelle, rendendo la pluralità quantistica un’esperienza concreta.

Sembra un concetto “strano”, ma pensiamo a noi stessi quando navighiamo su Internet. Viviamo contemporaneamente su due piani di esistenza, con diverse percezioni del Tempo e dello Spazio.

E questa rottura ha cambiato l’idea stessa di movimento d’avanguardia. Non un insieme strutturato e rigido, ma una sistema a bordo caos, dove l’autopoiesi non genera dottrine, ma memi, che prolificando generano nuove idee e visioni del mondo.

INTERVISTA DI GORDIANO LUPI SU “SENTIERI DI NOTTE” « Giovanni Agnoloni – Writing and Travelling


Ennesima intervista a Giovanni “Kosmos” Agnoloni fatta, questa volta, da Gordiano Lupi. Il tema rimane il romanzo di Giovanni, Sentieri di notte, e le domande di Gordiano sono assai acute. Vi lascio, come al solito, con un piccolo sample della chiacchierata.

Da saggista tolkeniano ad autore di romanzi. Cosa ti appassiona di più? 
In effetti è una continuità di lavoro, perché scrivendo i miei saggi su Tolkien e gli autori classici (Letteratura del fantastico, Spazio Tre, 2004) e del Novecento (Nuova letteratura fantasy, Eumeswil, 2010), nonché sul rapporto tra le valenze emotive della letteratura tolkienana e quelle dei rimedi floreali del Dr. Edward Bach (Tolkien e Bach, 2011) – e peraltro anche scrivendo i miei articoli per varie riviste (tra cui “Yacht Capital” e “Minas Tirih”) e per i blog http://lapoesiaelospirito.wordpress.comwww.postpopuli.it e http://giovanniag.wordpress.com – ho finito per sviluppare una poetica personale, eppur spontaneamente coerente con le linee generali del movimento connettivista. Poi, a un certo punto, ho sentito vibrare in me la lezione di Tolkien, secondo cui uno scrittore deve fondamentalmente raccontare delle storie. E mi sono accorto che, dopo anni di studio, avevo trovato la mia voce artistica. Perciò adesso mi riconosco appieno come narratore, ed è questa è la mia grande passione.

∂| ThrillerMagazine | Flumen


ThrillerMagazine dà spazio alla segnalazione di un romanzo, Flumen, di Filippo Strumia, che verte su una serie di omicidi bizzarri di benzinai, ccisi seguendo uno strano rituale che sembra un quadro antropologico. La particolarità dello scritto risiede, molto, nello scrittore stesso: è uno psicoanalista junghiano. Strumia intesse tutto il romanzo di visioni metafisiche, e allora la segnalazione di rimando è d’obbligo.

Il cadavere di un benzinaio, arso vivo e con le gambe legate, giace disteso in una stazione di servizio nel centro della città. Intorno al corpo, a disegnare un cerchio o forse un esagono, sono disposte sei lucertole carbonizzate. Dai denti serrati della vittima pende lo scheletro di una settima lucertola. Il commissario Capuano, svogliato e sornione, conduce le indagini intorno a questo strano assassinio concentrando i sospetti su un benzinaio, Edmondo, collega della vittima. L’uomo è in realtà un intellettuale che ha abbandonato la carriera accademica per coltivare una personale e bizzarra visione del mondo. Ritiene, infatti, che i barboni siano al servizio di forze malvagie e celino una natura oscura, divina o demoniaca. Quando, nei giorni seguenti, si susseguono altri omicidi di benzinai, il commissario Capuano si troverà a scoprire il legame che unisce barboni, benzinai e segreti rituali, dipanando così, sullo sfondo di una metropoli arcana e deformata, il fiume degli accadimenti verso la sua inimmaginabile conclusione. Visionario, lirico, misterioso, Flumen è uno straordinario esordio narrativo tra giallo e metafisica che unisce alla forza del caso letterario l’unicità del grande romanzo.

Flumen di Filippo Strumia (2012) – Elliot Edizioni, collana Scatti, pagg. 317, euro 16,50

Feuilleton pornographique | Francesco D’Isa


Francesco D’Isa è una vecchia conoscenza dei connettivisti, con cui collabora da prima che il Movimento diventasse tale in qualità di illustratore. La segnalazione per Francesco è però, stavolta, per un progetto di scrittura, un feuilleton di pura memoria inizio XX secolo francese in cui compare una storia che fa riferimento ad argomenti moderni, ambientati nel mondo moderno. In questo caso una casa di produzione di materiale pornografico.

Questo blog è nato con la pubblicazione a puntate della mia graphic novel “I.”, edita da Nottetempo nel 2011 (ora scontata del 10%). Come nei classici Feuilletton,  il contributo dei lettori ha influito nella creazione dell’opera e ha reso la gestazione più appassionante. Negli ultimi tempi capita che io abbia una storia in testa e pochi stimoli per raccontarla. Eppure la storia resta lì, e devo liberarmene in qualche modo. La racconterò qua, con una periodicità dignitosa e sperando che piaccia ad alcuni di voi.

In breve: Si narra la vicenda di due fratelli, per la precisione un fratello e una sorella, di nome  rispettivamente Claude e Claude. Entrambi lavorano nell’industria pornografica, in ruoli diversi e con scopi opposti. A raccontare la loro storia sarà Frank Spiegelmann, produttore, proprietario della “Perverse Angels” e uomo fondamentalmente orrendo. Tutto inizia, si svolge e finisce all’interno del grattacielo della casa di produzione. Non è un racconto erotico – se a leggerlo non è un pervertito.

Qualcuno potrebbe riconoscere in qualche personaggio qualcun altro, ma sarà un caso: ogni riferimento a persone esistenti o a fatti realmente accaduti è puramente casuale.

Questo dice Francesco, lasciando intravedere anche lampi di graphic novel pure in questo lavoro edito, appunto a mo’ di feuilleton, sul sito ilpost.it. Qui la prima puntata, poi la seconda, la terza, la quarta, la quinta, la sesta e l’attuale settima. Cose fatte molto bene.

The Nefilim

Fields Of The Nephilim

AppartenendoMI

Ero roba Tua

AERIA VIRTUS

"L'unico uccello che osa beccare un'aquila è il corvo. Si siede sulla schiena e ne morde il collo. Tuttavia l'aquila non risponde, nè lotta con il corvo, non spreca tempo nè energia. Semplicemente apre le sue ali e inizia ad alzarsi piu'in alto nei cieli. Piu' alto è il volo, piu' è difficile respirare per il corvo che cade per mancanza di ossigeno".

ONLINE GRAPHIC DESIGN MARKET

An Online Design Making Site

Sanguinarie Principesse

E del viaggio nulla mi resta se non quella nostalgia. (N. Hikmet)

Cavallette neanche tanto Criptiche

listen to the tales as we all rationalize

CARTESENSIBILI

Colui che non riesce a trovare spazio per gli altri manca di comprensione, e a chi manca di comprensione tutti risultano estranei.- Zhuāngzǐ

ADESSO-DOPO

SCIVOLO.

Unclearer

Enjoyable Information. Focused or Not.

Free Trip Downl Hop Music Blog

Free listening and free download (mp3) chill and down tempo music (album compilation ep single) for free (usually name your price). Full merged styles: trip-hop electro chill-hop instrumental hip-hop ambient lo-fi boombap beatmaking turntablism indie psy dub step d'n'b reggae wave sainte-pop rock alternative cinematic organic classical world jazz soul groove funk balkan .... Discover lots of underground and emerging artists from around the world.

boudoir77

"Scrivete quel che volete scrivere, questo è ciò che conta; e se conti per secoli o per ore, nessuno può dirlo." Faccio mio l'insegnamento di Virginia Woolf rifugiandomi in una "stanza", un posto intimo dove dar libero sfogo - attraverso la scrittura - alle mie suggestioni culturali, riflessioni e libere associazioni.

MITOLOGIA ELFICA

Storie e Leggende dal Nascondiglio

Stories from the underground

Come vivere senza stomaco, amare la musica ed essere sereni

Luke Atkins

Film, Music, and Television Critic

STAMPO SOCIALE

Rivista di coscienza collettiva

La Ragazza con la Valigia

Racconti di viaggi e di emozioni.

simonebocchetta

Qui all'ombra si sta bene (A. Camus, Opere, p. 1131)

TRIBUNUS

Duemila anni di Storia Romana

Alessandro Giunchi

osirisicaosirosica e colori

Dreams of Dark Angels

The blog of fantasy writer Storm Constantine

Bagatelle

Quisquilie, bagatelle, pinzillacchere...

HORROR CULTURA

Letteratura, cinema, storia dell'horror

Oui Magazine

DI JESSICA MARTINO E MARIANNA PIZZIPAOLO

Eleonora Zaupa • Writer Space

Una finestra per un altro mondo. Un mondo che vi farà sognare, oppure...

Gallerie da Vinci

Paesaggi dell'Anima

Through the Wormhole

“Siamo l’esperimento di controllo, il pianeta cui nessuno si è interessato, il luogo dove nessuno è mai intervenuto. Un mondo di calibratura decaduto. (…) La Terra è un argomento di lezione per gli apprendisti dei.” Carl Sagan

AI MARGINI DEL CAOS

un blog di Franco Ricciardiello

Tra Racconto e Realtà

Guardati intorno

Roccioletti

Arte altra e altrove.

Sharing

NEUTRALIZE THE FREE RADICALS

Novo Scriptorium

ἀνθρώποισι πᾶσι μέτεστι γινώσκειν ἑωυτοὺς καὶ σωφρονεῖν.

Arte Macabra

per gli amanti del macabro e del grottesco nell'arte moderna

CineFatti

Almeno un film al giorno, come il caffè.

Alessandro Rolfini

ESPLORA L’AVVENTURA

Pmespeak's Blog

Remember! Once warmth was without fire.

L'edera

e le altre poesie in ordine sparso by MerMer

anche-ombre

percorsi ombreggiati, riflessioni esauste, alcooliche, liberatorie

Giacomo Ferraiuolo

Avevo un sogno e l'ho realizzato.

- GIORNALE POP -

Per informarsi su fumetti, film, serie tv, cartoni, musica e tutto ciò che è pop

Inchiostro e Sanguenero

È impossibile non comunicare. (Primo assioma della comunicazione. Scuola di Palo Alto)

Stregherie

“Quando siamo calmi e pieni di saggezza, ci accorgiamo che solo le cose nobili e grandi hanno un’esistenza assoluta e duratura, mentre le piccole paure e i piccoli pensieri sono solo l’ombra della realtà.” (H. D. Thoreau)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: