HyperHouse

NeXT Hyper Obscure

Archivio per gennaio 1, 2013

Deliri sinestetici


Il terribile urto risuona nella testa, in un loop continuo ed esasperato. Risuonano anche le finestre di visibilità, qualsiasi elemento di riscontro è una pura distopia continua, deliri sinesteticici che trasportano altrove, qui accanto.

Le crepe nel reale: su Mario Gazzola | Carmilla on line ®


Su CarmillaOnLine un articolo di Danilo Arona mette in risalto, in un contesto più ampio di realtà alternative, il lavoro che ha fatto Mario “Black M” Gazzola con il suo romanzo Le crepe nel reale, uscito per Alea – Ebook. Le nobili origini e cerebralità di Mario sono ben evidenziate da Danilo in questo passo:

Ancora una volta Mario, esemplare rappresentante del più genuino e radicale post-cyberpunk italiano, distrugge le coordinate classiche della narrazione per immergerci in un mondo ambiguo nel quale lo scrittore e il lettore diventano corpi confusi e/o condivisi. Nella mente dell’autore infatti, per quanto la parola scritta richieda di una tastiera e forse di uno schermo, i media di riferimento paiono essere un fusione magmatica e indistinta tra letteratura, cinema e viral marketing televisivo. Burroughs e Cronenberg che partecipano, telemodificati da una bizzarra macchina del tempo ad uno show di Max Headroom, sotto la cattiva stella profetica di James Ballard e Ray Bradbury. E il mondo che contiene queste tre incursioni di Gazzola nel continuum allucinatorio – racconti all’apparenza autonomi, ma nulla in Mario è ciò che sembra, perciò li potete pure leggere come tre capitoli non necessariamente susseguenti di un solo “romanzo” – quel mondo, dicevo, è talmente senza speranza e senza futuro che pare la necessaria e dolorosa svolta che ci attende al prossimo angolo da svoltare. Un mondo (ma persino il termine in sé risulta inadeguato) nel quale la macchina ha conquistato il sopravvento mentale, dove la gente vive la all’interno di immagini video-elargite ignorando chi siano i propri vicini di condominio e dove la realtà è soltanto più un’illusione (in)consapevole. Ma soprattutto un “fuori” dove non esiste nulla, se non una monolitica distesa di nebbia grigia che si presenta – straordinaria intuizione autometaforica e potente visione su Zone Zero del pianeta moribondo – come un immenso schermo televisivo non sintonizzato e brulicante di noise eletttomagnetico. Un Profondo Grigio dal quale l’horror più fisico e la fantascienza del quotidiano tralignano, appunto, attraverso delle “crepe”. Fessuri e buchi in un apparente reale. Squarci che ti inseguono persino dentro una cabina elettorale.

Complimenti ancora una volta a Mario per il suo ottimo lavoro.

Voice Array – Un Archivio Temporaneo Di Voci Visibili – Neural.it


[Letto su Neural.it]

Rafael Lozano-Hemmer ha sviluppato una certa attitudine che esprime compiutamente attraverso le sue opere, disposte in matrici di spazio ordinato e colonne di macchine controllate, materiali dei quali i movimenti reattivi manifestano inequivocabilmente un’autonoma “intelligenza” nascosta. Lo stesso può essere detto per “Voice Array“, commissionato dal Museum of Contemporary Art di Sydney . L’opera è costituita da una striscia scura orizzontale attaccata ad una parete, con dei LED nascosti nella parte superiore e inferiore, completata da un citofono. È un sistema di registrazione e riproduzione: ogni nuova registrazione “spinge” quello precedente lungo la striscia e quando si esaurisce la registrazione si è “pubblicato” un suono, attivando le luci pulsanti. La sensazione di essere in grado di “vedere” una voce attraverso modelli grafici astratti ricorda altre opere (come ad esempio “Messa di Voce” di Levin), ma qui la sequenza di output è un’improvvisazione aperta guidata dagli spettatori. Il lavoro diventa allora un mutevole “archivio” vocale di frammenti parlati, equiparato al lampeggiare audio delle forme d’onda e a una temporanea molto effimera memoria sonora.

Pixelhead – Mimesi Digitale – Neural.it


[Letto su Neural.it]

Pixelhead è un semplice passamontagna fatto però con un materiale simile a quello con cui vengono fabbricati I costumi da bagno. Le sue caratteristiche estetiche sono però particolari: il motivo decorativo scelto dall’artista Martin Backes è infatti pixelato e i colori sono simili a quelli che un volto o una testa avrebbero se ripresi o fotografati da una camera digitale. Pixelhead è infatti stato creato come indumento di sopravvivenza urbana: indossato nel via vai quotidiano rende non identificabile il volto se ripreso dalla telecamere di sorveglianza. Istintivamente potremmo descrivere questo oggetto come “mimetico”. Questa definizione ha però in sé un capovolgimento di prospettiva sorprendente. L’antico concetto di mimesi è infatti quello di imitazione della natura e del mondo. Ma Pixelhead opera la sua mimesi su un contesto ambientale che non è più quello naturale. Il suo essere “mimetico” è invece testimonianza di una trasformazione profonda e incalzante: per poter vivere la nostra privacy nella realta’ (fisica) dobbiamo tecnicamente adeguarci alle tecnologie di controllo, implementate nei mille occhi di macchine che ci guardano, e che sono un filtro costante e continuo attraverso cui tutto viene letto, codificato e trasformato.

2012 in review


I folletti delle statistiche di WordPress.com hanno preparato un rapporto annuale 2012 per questo blog.

Ecco un estratto:

4,329 films were submitted to the 2012 Cannes Film Festival. This blog had 18.000 views in 2012. If each view were a film, this blog would power 4 Film Festivals

Clicca qui per vedere il rapporto completo.

ONLINE GRAPHIC DESIGN MARKET

An Online Design Making Site

Sanguinarie Principesse

E del viaggio nulla mi resta se non quella nostalgia. (N. Hikmet)

Cavallette neanche tanto Criptiche

http://waitforthericochet.blogspot.com/

Buxus

(Bretella Seduta)

CARTESENSIBILI

Colui che non riesce a trovare spazio per gli altri manca di comprensione, e a chi manca di comprensione tutti risultano estranei.- Zhuāngzǐ

ADESSO-DOPO

SCIVOLO.

J. Iobiz

Scrittore. In realtà, sono solo un personaggio di fantasia, ma di quale fantasia non ricordo più

Unclearer

Enjoyable Information. Focused or Not.

Free Trip Downl Hop Music Blog

Free listening and free download (mp3) chill and down tempo music (album compilation ep single) for free (usually name your price). Full merged styles: trip-hop electro chill-hop instrumental hip-hop ambient lo-fi boombap beatmaking turntablism indie psy dub step d'n'b reggae wave sainte-pop rock alternative cinematic organic classical world jazz soul groove funk balkan .... Discover lots of underground and emerging artists from around the world.

Mágica Mistura✨

Uma mistura mágica de poesia, imagens, música, citações, atualidades e velharias do Brasil e do mundo,sempre com um toque de inconformismo ...

boudoir77

"Scrivete quel che volete scrivere, questo è ciò che conta; e se conti per secoli o per ore, nessuno può dirlo." Faccio mio l'insegnamento di Virginia Woolf rifugiandomi in una "stanza", un posto intimo dove dar libero sfogo - attraverso la scrittura - alle mie suggestioni culturali, riflessioni e libere associazioni.

MITOLOGIA ELFICA

Storie e Leggende dal Nascondiglio

Stories from the underground

Come vivere senza stomaco, amare la musica ed essere sereni

Luke Atkins

Film, Music, and Television Critic

STAMPO SOCIALE

Rivista di coscienza collettiva

La Ragazza con la Valigia

Racconti di viaggi e di emozioni.

simonebocchetta

Qui all'ombra si sta bene (A. Camus, Opere, p. 1131)

TRIBUNUS

Duemila anni di Storia Romana

Alessandro Giunchi

osirisicaosirosica e colori

Dreams of Dark Angels

The blog of fantasy writer Storm Constantine

Bagatelle

Quisquilie, bagatelle, pinzillacchere...

HORROR CULTURA

Letteratura, cinema, storia dell'horror

Oui Magazine

DI JESSICA MARTINO E MARIANNA PIZZIPAOLO

Eleonora Zaupa • Writer Space

Una finestra per un altro mondo. Un mondo che vi farà sognare, oppure...

Through the Wormhole

“Siamo l’esperimento di controllo, il pianeta cui nessuno si è interessato, il luogo dove nessuno è mai intervenuto. Un mondo di calibratura decaduto. (…) La Terra è un argomento di lezione per gli apprendisti dei.” Carl Sagan

AI MARGINI DEL CAOS

un blog di Franco Ricciardiello

Tra Racconto e Realtà

Guardati intorno

Roccioletti

Arte altra e altrove.

Sharing

NEUTRALIZE THE FREE RADICALS

Novo Scriptorium

ἀνθρώποισι πᾶσι μέτεστι γινώσκειν ἑωυτοὺς καὶ σωφρονεῖν.

Arte Macabra

per gli amanti del macabro e del grottesco nell'arte moderna

CineFatti

Almeno un film al giorno, come il caffè.

Alessandro Rolfini

ESPLORA L’AVVENTURA

Pmespeak's Blog

Remember! Once warmth was without fire.

L'edera

e le altre poesie in ordine sparso by MerMer

anche-ombre

percorsi ombreggiati, riflessioni esauste, alcooliche, liberatorie

Giacomo Ferraiuolo

Avevo un sogno e l'ho realizzato.

- GIORNALE POP -

Per informarsi su fumetti, film, serie tv, cartoni, musica e tutto ciò che è pop

Inchiostro e Sanguenero

È impossibile non comunicare. (Primo assioma della comunicazione. Scuola di Palo Alto)

Stregherie

“Quando siamo calmi e pieni di saggezza, ci accorgiamo che solo le cose nobili e grandi hanno un’esistenza assoluta e duratura, mentre le piccole paure e i piccoli pensieri sono solo l’ombra della realtà.” (H. D. Thoreau)

L'occhio del cineasta

La community italiana sul cinema

La Sindrome del Colibrì

The more you know, the less you fear (Chris Hadfield)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: