HyperHouse

NeXT Hyper Obscure

Archivio per gennaio 22, 2013

I Am A Camera – Immagini molto intime – Neural.it


[Letto su Neural.it]

Luke Evans e Josh Lake hanno creato intriganti opere basate su processi fotografici trasformando i loro corpi in “telecamere”. Entrambi hanno ingerito pellicola fotografica 35 mm per diapositive che ha permesso alle naturali funzioni corporee di fare il resto del lavoro mentre le sottili membrane viaggiavano ancora attraverso il loro apparato digerente . Dopo aver espulso la pellicola in una stanza buia, il tutto era fissato utilizzando tecniche fotografiche standard e successivamente analizzato utilizzando un microscopio elettronico. Le scansioni rivelavano complesse e astratte forme, micro-topologie, dove le trame fratturate sembravano essere isomorfe rappresentazioni delle strutture del sistema digestivo stesso. Siamo come invitati a considerare i processi chimici che operano nel corpo sul cibo durante la digestione e guardiamo a queste fotografie come una visualizzazione precisa dei processi. Il progetto – tuttavia – non era senza pericoli per la salute della coppia. Esperti in medicina hanno indicato come rischi potenziali l’ostruzione e la perforazione del colon e per ridurre al minimo la possibilità di lesioni una piccola capsula è stata ingerita contenente fotogrammi arrotolati in maniera alquanto fitta. “Volendo portare qualcosa all’interno dall’esterno, abbiamo scelto di indagare come potevamo utilizzare i nostri corpi per alterare i materiali… non c’era assolutamente nessun modo d’immaginare quali risultati si sarebbero ottenuti e mai sarebbero stati gli stessi nei differenti casi. La gelatina del film avrebbe potuto essere completamente digerita dagli enzimi? La pellicola sarebbe stata espulsa? Interrogativi che di certo si è posto Luke Evans prima della performance.

Annunci

Il ricordare


Tornano sulle esche semantiche gli echi del tempo andato, non perduto ma obliato. Tutto torna ed è soltanto un ricordare frenetico e selvaggio, empatico, mistico.

Feuilleton pornographique 11 – Tutti nascondono qualcosa. | Francesco D’Isa


Nuova puntata per Francesco D’Isa e il suo Feuilleton pornographique: siamo al n. 11.

In Feuilleton pornographique si narra a episodi la vicenda di due fratelli, per la precisione di un fratello e una sorella, di nome  rispettivamente Claude e Claude. Entrambi lavorano nell’industria pornografica, in ruoli diversi e con scopi opposti. A raccontare la loro storia sarà Franco Spiegelmann, produttore, proprietario della “Perverse Angels” e uomo fondamentalmente orrendo. Tutto inizia, si svolge e finisce all’interno del grattacielo della casa di produzione. Non è un racconto erotico – se a leggerlo non è un pervertito.

Ricordiamo che Francesco è un illustratore che conosciamo da prima ancora che il Connettivismo nascesse, con cui abbiamo collaborato per illustrare alcuni NeXT e per illustrare i Cybergoth event su pdf.

Illustrazione…e fantascienza oggi: intervista a Dino Marsan – EccoLaNotiziaQuotidiana.it


Ancora un’intervista da parte di Roberto Guerra che verte, più o meno, sul Connettivismo. Stavolta è il turno di Dino Marsan, illustratore e fotografo specializzato nel mondo della SF. Su EccoLaNotiziaQuotidiana.

Secondo certa critica la new wave Connettivista è una svolta anche mediatica, per la fantascienza italiana; esatto?

Diciamo che, in linea di massima, posso essere d’accordo con questa affermazione. Credo che, specialmente per noi italiani, questa sia un’esigenza che scaturisce da un gran biosogno di essere noi stessi fino in fondo. Abbiamo una grande ed importante storia socio-culturale alle spalle che è giusto non perdere ma, allostesso tempo, sentiamo il bisogno di ampliarla ed arricchirla volendola interpretare attraverso le nostre nuove esperienze.

Le puntate precedente sono referenziate qui.

Ora è più evidente


Il racconto è la sequenza di stili e codici inabissati, costrizioni della nostra percezione rese nude dalla consapevolezza della natura aliena della carne che ci costituisce: il concetto del Nulla senziente è ora più evidente.

L'occhio del cineasta

La porta su un'altra dimensione

La Sindrome del Colibrì

The more you know, the less you fear (Chris Hadfield)

Terracqueo

multa paucis

Il maestro dei sogni

"Tutti siamo fatti della stessa sostanza dei sogni"

Il Bistrot dei Libri

"Un libro ben scelto ti salva da qualsiasi cosa, persino da te stesso" Daniel Pennac

Astro Orientamenti

Ri Orientarsi, alla ricerca del nostro baricentro interiore

Fantasy al Kilo

L'osteria del Fantasy e Sci-Fi

Medio Oriente e Dintorni

Storie, cultura e sport dal Medio Oriente e e Dintorni

Gli Archivi di Uruk

Database di genere in italiano

ˈGŌSTRAK

In Absentia Lucis Tenebrae Vincunt

PostScripts

Il Blog di Francesca Sabatini

Rosa Frullo

Rosa Frullo. Un poeta e un filosofo tra Spleen e Masochismo

BREAKFAST COMICS

Il fumetto quotidiano di Michele Nuzzi. Poche parole... solo per le opere per cui vale la pena spenderle... Sponsored by CSBNO

Il Caos dentro

...che genera una stella danzante

Aquilone di pensieri

And into the fields I go to lose my mind and find my soul

3... 2... 1... Clic!

E’ un’illusione che le foto si facciano con la macchina… si fanno con gli occhi, con il cuore, con la testa. (Henri Cartier-Bresson)

B-Movie Zone

recensioni di film horror, thriller, gialli, poliziotteschi, sci-fi, exploitation, erotika

I tesori di Amleta

Qualcosa appare e scompare tra tanto buio e luce

VOCI DAI BORGHI

PERDERSI TRA LE EMOZIONI DEI BORGHI ITALIANI

Duplex Ride

electronic music & video

di Ruderi e di Scrittura

Storie della trazione popolare italiana

ORME SVELATE

la condivisione del dolore è un dono di amore da parte di chi lo fa e di chi lo riceve

francesca del moro

La differenza tra prosa e poesia è che la prosa dice poco e ci mette molto tempo, la poesia dice molto in pochissimo tempo. C. Bukowski

Istanze & Fantasmi

poesie seminate, di Martina Campi

Astro-Sirio

Astra inclinant non necessitant

The Twittering Machine

Racconti di fantascienza (e altro) di Piero Schiavo Campo

Quel cinema invisibile...

Cinema was made to reunite the Visible and the Invisible

Il Calamaio Elettrico

Versi di Mauro De Candia e influenze varie

ON THE ROAD

Non bisogna lasciarsi sopraffare dalla paura, altrimenti diventa un ostacolo che impedisce di andare avanti

Evelyn 🇮🇹 27 y/o ♍

✏Drawings are the window to the soul 📚Book cover artist @edizioniunderground/@edizioniopen 🌋Sicilian blood ♥Goth lover 📨evelynartworks@virgilio.it 👩🎨 Facebook / Twitter / Instagram: @EvelynArtworks

Sull'amaca blog

Un posto per stare, leggere, ascoltare, guardare, ricordare e forse sognare.

Sabbiature Magazine

Società, costume, cultura

A X I S m u n d i

Rivista di cultura, studi tradizionali, antropologia del sacro, storia delle religioni, folklore, esoterismo.

Chiara Prezzavento

editing, scrittura, lettura

patrizia arcari

LIFESTYLE BLOG - appunti e brevi considerazioni su economia circolare, slow life, trasporto sostenibile, cucina del riuso e ... quantistica

PAROLE LORO

"L'attualità tra virgolette"

Ottobre

Giornale dei lavoratori

Arte&Cultura

Arte, cultura, beni culturali, ... e non solo.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: