HyperHouse

NeXT Hyper Obscure

Archivio per marzo 9, 2013

Panico


La sensazione di panico è un’accelerazione selvaggia, concentrata sul focus di un solo particolare, una sola vertigine, un solo momento infinito di paura.

Annunci

Oltre i portali nel cielo | false percezioni


Interessante segnalazione dal blog di Luigi Milani di un saggio scritto da Simone Barcelli e pubblicato da Cerchio della Luna Editore, con un titolo programmatico, Oltre i portali nel cielo.

L’umanità ha sempre rivolto gli occhi al cielo, fin da tempi remoti, per scrutare il volere delle divinità. L’astronomia, anche nella sua veste corrotta di astrologia, è la prima scienza dell’umanità. Osservare il moto dei corpi celesti, prima del Sole e della Luna, poi delle stelle e dei pianeti, appariva necessario per comprendere il passaggio delle stagioni in un mondo in cui la caccia e l’agricoltura rappresentavano la sopravvivenza. Per raccontare l’astronomia dei nostri antenati, possiamo affidarci a quella profonda memoria che ha attraversato, quasi indenne, centinaia di secoli: le pur confuse narrazioni di miti e leggende, hanno conservano intatta la loro forza nella trasmissione orale e sono simili, se non uguali, a ogni latitudine del nostro pianeta. Sul nostro cammino incontreremo tumuli preistorici, calendari e monumenti orientati che faranno da cornice alle incredibili conoscenze astronomiche dei nostri antenati, indizi di una scienza perduta tra le pagine del nostro passato che rifiuta di seguire qualsiasi sviluppo lineare. La ricerca dell’origine di tale sapere ci permetterà di ricomporre i pezzi del mosaico, e quando anche l’ultimo tassello sarà correttamente sistemato, inizierà il nostro viaggio di ritorno alla casa madre, oltre le porte del cielo.

Un senso di cerchio, di percorso che torna al punto di partenza arricchito, però, da conoscenze prima insondabili. Interessante, il tutto, a dir poco.

Strani giorni: Marcia su Roma e dintorni – Emilio Lussu


Interessante post di Ettore Fobo che conferma ancora una volta, semmai ce ne fosse bisogno, che la cultura e il senso della Storia trasmette a chi sa cogliere i riferimenti molto più di vuote parole e demagogia da strapazzo. Si parla del Fascismo, e dei suoi esordi governativi.

Indagare il fascismo significa mettere il dito in una piaga ancora aperta e infetta della storia politica del nostro paese. Emilio Lussu lo fece con questo romanzo storico, Marcia su Roma e dintorni (1932), dietro il cui titolo ironico si cela il dramma di un paese consegnato da un re indeciso e da una politica non all’altezza a una deriva totalitaria, fra le peggiori espresse dall’Europa del Novecento.

Dramma che nella prosa di Lussu è violentemente intriso di tutte le contraddizioni di un paese in crisi d’identità: dal politico democratico e antifascista  che improvvisamente, mutato il vento, diventa ministro fascista, dall’ufficiale che si augura che Mussolini sia ucciso e si ritrova a essere dopo qualche anno un fascista fanatico, fino a Mussolini stesso che da repubblicano si scopre monarchico per convenienza, in un gioco al massacro degli ideali che ci mostra sostanzialmente un antico vizio degli italiani: quello di salire  sempre e comunque sul carro dei vincitori.
Non mancano in questa deriva aspetti farseschi, lo stile di scrittura di Lussu ce li restituisce impietosamente, facendo rivivere una delle pagine più sconcertanti della nostra storia dall’interno (Lussu fu un deputato e un antifascista) e al tempo stesso con quel distacco di cui ha bisogno la narrazione storica.
Memorabile in tal senso la ricostruzione del primo discorso alla camera di Mussolini, dopo l’insediamento del suo governo,  reso possibile dalle conseguenze della marcia su Roma. Lussu descrive Mussolini come uno che gioca come il gatto con il topo, suscitando terrore nei deputati, minacciandoli di fare, se non sarà ubbidito, del parlamento un “bivacco” per i suoi ”manipoli”, facendo capire che la fiducia richiesta dal governo è indispensabile non tanto alla sopravvivenza del governo stesso, ma del parlamento e dei suoi deputati, costretti con la forza ad accettare la “rivoluzione fascista”. Mussolini, antiparlamentare e antidemocratico, incarna il cosiddetto uomo forte, il prepotente che non ha bisogno delle procedure complesse della politica, ma pone fine a esse, tagliando il nodo di Gordio delle discussioni e delle incertezze con cupa e fosca risoluzione.
Come reagì il paese a questo colpo di Stato? Lussu si sofferma soprattutto sulla Sardegna, suo luogo di nascita, dove il fascismo fu fortemente osteggiato dalla popolazione, e dove la reazione del nascente governo fu una violenta repressione, lo stesso Lussu fu gravemente ferito in uno scontro.

Le nove di sera | false percezioni


Segnalo questo post e relativa pubblicazione di Luigi Milani, per i tipi de La Mela Avvelenata: Le nove di sera. Nulla di Fantastico questa volta, parliamo di Noir, ma la sinossi del racconto intriga:

Una città italiana come ce ne sono tante, in questo caso quella metropoli a tratti alienante che può rivelarsi Roma. L’amara scoperta di un tradimento una sera spinge un giovane fotografo all’incontro casuale con una ragazza attraente ma, per certi versi, forse anche pericolosa. E chi può dire quali saranno gli esiti di una serata all’insegna dell’alcool e della trasgressione?

Kipple.it: Tutta la storia della fantascienza in un disegno


Altro splendido post di Roberto Bommarito, su KippleBlog. Questa volta, Roberto segnala un curioso e splendido tentativo di ricondurre tutta la produzione SF a una mappa-disegno. Ecco il testo del post ed ecco il disegno stesso.

La definizione inglese science fiction è vecchia quasi di un secolo. Fu Hugo Gernsback, l’editore e scrittore nato a Lussemburgo e naturalizzato statunitense, a chiamare il genere scientific fiction nel 1926. Da scientific fiction il passo al più scorrevole science fiction fu molto breve. Oggi gli anglosassoni usano l’abbreviazione Sci-Fi, che bisogna ammettere è ancora più immediata.
La fantascienza nel tempo non ha solo trovato spazio anche in altri canali artistici, come quello cinematografico, ma è cresciuta enormemente, suddividendosi in decine di sottogeneri, tanto che il termine science fiction è diventato un umbrella term (termine ombrello), ovvero un’etichetta che racchiude molte altre definizioni. Tante, ma di sicuro non troppe per chiunque ami la fantascienza. Si rischia però comunque di fare confusione. 
Come fare ordine, quindi?
Forse un modo c’è. Con un disegno. Cliccando su questo link potrete infatti ammirare una “Zork map” (ingrandita) che mostra tutti i sottogeneri – sia letterari che cinematografici e televisivi – della fantascienza.
Pmespeak's Blog

Remember! Once warmth was without fire.

L'edera

e le altre poesie in ordine sparso by MerMer

My Mad Dreams

Sognatore è chi trova la sua via alla luce della luna... punito perché vede l'alba prima degli altri. [Oscar Wilde]

anche-ombre

percorsi ombreggiati, riflessioni esauste, alcooliche, liberatorie

There was a vision…

… of an outstanding and individual concept, which would last for many years hence.

Giacomo Ferraiuolo

Avevo un sogno e l'ho realizzato.

- GIORNALE POP -

Per informarsi su fumetti, film, serie tv, cartoni, musica e tutto ciò che è pop

Inchiostro e Sanguenero

È impossibile non comunicare. (Primo assioma della comunicazione. Scuola di Palo Alto)

Stregherie

“Quando siamo calmi e pieni di saggezza, ci accorgiamo che solo le cose nobili e grandi hanno un’esistenza assoluta e duratura, mentre le piccole paure e i piccoli pensieri sono solo l’ombra della realtà.” (H. D. Thoreau)

L'occhio del cineasta

La porta su un'altra dimensione

La Sindrome del Colibrì

The more you know, the less you fear (Chris Hadfield)

Terracqueo

MultaPaucis

Il maestro dei sogni

"Tutti siamo fatti della stessa sostanza dei sogni"

Il Bistrot dei Libri

"Un libro ben scelto ti salva da qualsiasi cosa, persino da te stesso" Daniel Pennac

Astro Orientamenti

Ri Orientarsi, alla ricerca del nostro baricentro interiore

Fantasy al Kilo

L'osteria del Fantasy e Sci-Fi

Medio Oriente e Dintorni

Storie, cultura e sport dal Medio Oriente e e Dintorni

Gli Archivi di Uruk

Database di genere in italiano

ˈGŌSTRAK

In Absentia Lucis Tenebrae Vincunt

PostScripts

Il Blog di Francesca Sabatini

Rosa Frullo

Rosa Frullo. Un poeta e un filosofo tra Spleen e Masochismo

BREAKFAST COMICS

Best Comics & Graphic Novels / I fumetti da leggere almeno una volta nella vita. Sponsored by CSBNO

La Via del Caos

Cambiare il modo di vedere il mondo per migliorare sé stessi

Aquilone di pensieri

And into the fields I go to lose my mind and find my soul

3... 2... 1... Clic!

E’ un’illusione che le foto si facciano con la macchina… si fanno con gli occhi, con il cuore, con la testa. (Henri Cartier-Bresson)

B-Movie Zone

recensioni di film horror, thriller, gialli, poliziotteschi, sci-fi, exploitation, erotika

I tesori di Amleta

Qualcosa appare e scompare tra tanto buio e luce

VOCI DAI BORGHI

Laudabunt alii claram Rhodon aut Mytilenem...

Duplex Ride

electronic music & video

di Ruderi e di Scrittura

Storie della trazione popolare italiana

ORME SVELATE

la condivisione del dolore è un dono di amore da parte di chi lo fa e di chi lo riceve

francesca del moro

La differenza tra prosa e poesia è che la prosa dice poco e ci mette molto tempo, la poesia dice molto in pochissimo tempo. C. Bukowski

Istanze & Fantasmi

poesie seminate, di Martina Campi

Astro-Sirio

Astra inclinant non necessitant

The Twittering Machine

Racconti di fantascienza (e altro) di Piero Schiavo Campo

Quel cinema invisibile...

Cinema was made to reunite the Visible and the Invisible

Il Calamaio Elettrico

Versi di Mauro De Candia e influenze varie

ON THE ROAD

Non bisogna lasciarsi sopraffare dalla paura, altrimenti diventa un ostacolo che impedisce di andare avanti

Evelyn 🇮🇹 28 y/o ♍

✏ Drawings are the window to the soul 📚 Book cover artist 📌 Edizioni Underground? 📌 Edizioni Open 📌 Panesi edizioni 💬 Cartoonist 📌 SkuolaNet 📌 SeiAlTuristico 👩🎨 Facebook / Twitter / Instagram: @EvelynArtworks

Sull'amaca blog

Un posto per stare, leggere, ascoltare, guardare, ricordare e forse sognare.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: