HyperHouse

NeXT Hyper Obscure

Archivio per luglio 9, 2013

Joe Evans – Ecliptic Plane | Neural


[Letto su Neural.it]

Joe Evans crea musica che inizia con la matematica, cercando una correlazione in natura e traducendo il tutto in strutture sonore. A volte le sue elaborate sperimentazioni musicali sono condotte in parallelo e i risultati aurali sono manipolati utilizzando molte delle stesse formule adottate come regole di composizione. Ecliptic Plane non fa eccezione, concentrandosi sul tempo e “su come la stessa composizione è caratterizzata dai movimenti all’interno del sistema solare”. Alcune tracce utilizzano dati precisi, scaturiti dall’analisi dei pianeti, delle lune o dai rapporti di frequenza delle orbite. Oltre ad essere percepibile chiaramente, sottilmente o inconsapevolmente (o non) lo sfondo concettuale è sufficientemente spiegato nel libretto di otto pagine, dove sono illustrati – infine – vari esperimenti con differenti diagrammi. Così suona plausibile (e totalmente affascinante) che il pezzo per solo pianoforte “Resonant TNOs”, ad esempio, prenda il suo vocabolario dai coefficienti che definiscono il movimento dei “Trans-Neptunian Objects”. In questo scenario, i suoni – semplici e granulari – evocano le equazioni che sembrano manifestare la propria logica attraverso l’ascolto. Nel DVD incluso c’è un video 3D in bianco e nero (in HD e Surround 5.1) che dipana un affascinante simulazione di un viaggio intorno al sistema solare. Dimensioni di scala e angoli di luce sono stati conservati, ma non i movimenti orbitali che devono tornare alla loro posizione iniziale. La precisione dei contenuti audio-video implementati è assai suggestiva degli incredibili rapporti e proporzioni esistenti in natura, una fonte costante di stupore per gli esseri umani e la loro spontaneità, qui efficacemente tradotta in musica.

“SENTIERI DI NOTTE” A FORMELLO | Giovanni Agnoloni – Writing and Travelling


Giovanni “Kosmos” Agnoloni ci segnala la presentazione di Sentieri di notte presso a Fantasya – Libri a Palazzo – Festa del Fantastico, a Formello (Roma) (Cortile di Palazzo Chigi). Sabato 13 luglio, ore 17.50. Chi può vada, imperdibile…

La pescatrice di scarpe anteprima | Daniele Cascone


Progetti teatrali per Daniele Cascone, altro grafico e illustratore che noi connettivisti conosciamo bene da tempo immemore, che ha preparato la parte video e fotografia dello spettacolo La pescatrice di scarpe.

Liebe macht nicht frei, baby! | Francesco D’Isa


Ancora novità per Francesco D’Isa, grafico e illustratore che si cimenta in un progetto di graphic novel che aveva lasciato nel cassetto. Lascio le parole a lui, per illustrare meglio il concetto:

Chi non ha un fumetto impubblicabile nel cassetto? Per quel che mi riguarda nel 2006 scrissi una breve opera che possiede tutte le caratteristiche. La brevità, solo 15 tavole, la trama, Adolf Hitler che scrive una lettera d’amore, il tema, una sorta di pamphlet filosofico/allegoria sull’amore che utilizza la categoria esistenziale del dittatore e infine il titolo “Liebe macht nicht frei, baby! – Bildstreifen zum Kampf um die Wahrheit” parodia di due slogan nazisti, uno fin troppo noto e l’altro preso dal settimanale antisemita Der Stürmer, che si professava, appunto “settimanale in lotta per la verità”. Anche la copertina che ho fatto, lo ammetto, non si presenta benissimo.

Eppure sono molto affezionato a questo lavoro e ho approfittato della nascita di questa interessante progetto editoriale per rinnovarne la veste grafica, aggiustare qualche dettaglio qua e là e riproporlo (uscì per la prima volta in tiratura limitatissima in occasione della mia mostra personale presso la Galleria Mio Mao a Perugia). Qualora vi interessi, lo trovate qua al prezzo di 2€.

Intervista ad Arielle Saiber « Il Tredicesimo Cavaliere


Bella intervista su IlTredicesimoCavaliere, a opera di Massimo Mongai, con Arielle Saiber, che abbiamo cominciato a conoscere bene, noi connettivisti, a Bellaria lo scorso maggio in occasione della ItalCon – NeXT-Con.

Arielle Saiber è una docente universitaria americana, per l’esattezza Associate Professor of Romance Languages. Troverete la sua pagina web presso il Bodwoin College. Ed è anche una appassionata di SF italiana, materia che coltiva a sua volta per professione. È recentemente venuta in Italia, dove ha vissuto e studiato. E fra maggio e giugno si è fatta un bel tour nel Fandom Italiano.

Ecco uno stralcio della lunga chiacchierata che ci riguarda direttamente, ma sono assai interessanti anche gli altri passaggi. Grazie a Massimo e ad Arielle.

Qual’è, se esiste secondo te, la specificità della FS Italiana?

Ottima domanda! Questo è un argomento che sto esplorando, e sto cercando di farlo senza cadere in generalizzazioni, riduzioni, o stereotipi. Parlo un po’ di questo nel mio articolo “The Fiction of Italian Science Fiction”, e ne parlerò nell’introduzione che scriverò con Giuseppe Lippi per l’antologia. Il numero speciale di Scince Fiction Studies che Umberto Rossi ed io stiamo preparando affronterà ad un certo livello anche questo argomento. Una cosa che posso dire è che storicamente, la SF italiana (direi la migliore SF italiana) si è indirizzata verso la SF sociologica, psicologica e filosofica piuttosto che sulla SF  più “hard”. La SF italiana degli inizi aveva anche una grande dose di elementi “fantastici”, nonché riferimenti agli autori canonici, alla storia ed alle arti (se questo fosse dovuto alla naturale inclinazione di questi autori, o per il desiderio di essere accettato dal maistream letterario è materia di discussione).

In una bellissima chiacchierata a Roma, Lanfranco Fabriani ha parlato delle tendenza dei primi anni della SF italiana ad essere “letteratura di corte” e Massimo Mongai era d’accordo, parlando di molti autori del periodo (ed alcuni dopo) “cripto-proustiani”, cioè che cercavano di fare letteratura letta dal mainstream, ma dati i temi, potevano solo pubblicare con case editrici che pubblicavano la SF. Gran parte della SF italiana ha seguito le tendenze (sia tematiche che stilistiche) della SF anglofona, ma era e continua anche ad essere ricca di storia e di discipline umanistiche, di ucronia, e di fantastico. Una cosa che accade in Italia che vedo poco altrove sono i collettivi di scrittura che si sono formati negli ultimi dieci anni o giù di lì (Wu Ming, Kai Zen, Connettivismo, ecc), molti dei quali stanno scrivendo SF di vario genere. Un’altra tendenza che sto vedendo nella attuale SF italiana, come sta accadendo in tutto il mondo, è verso soluzioni slipstream, fusion, cross-over, new-weird.

Alessandro Rolfini

Be Different...Be Free !!

Pmespeak's Blog

Remember! Once warmth was without fire.

L'edera

e le altre poesie in ordine sparso by MerMer

My Mad Dreams

Sognatore è chi trova la sua via alla luce della luna... punito perché vede l'alba prima degli altri. [Oscar Wilde]

anche-ombre

percorsi ombreggiati, riflessioni esauste, alcooliche, liberatorie

There was a vision…

… of an outstanding and individual concept, which would last for many years hence.

Giacomo Ferraiuolo

Avevo un sogno e l'ho realizzato.

- GIORNALE POP -

Per informarsi su fumetti, film, serie tv, cartoni, musica e tutto ciò che è pop

Inchiostro e Sanguenero

È impossibile non comunicare. (Primo assioma della comunicazione. Scuola di Palo Alto)

Stregherie

“Quando siamo calmi e pieni di saggezza, ci accorgiamo che solo le cose nobili e grandi hanno un’esistenza assoluta e duratura, mentre le piccole paure e i piccoli pensieri sono solo l’ombra della realtà.” (H. D. Thoreau)

L'occhio del cineasta

La porta su un'altra dimensione

La Sindrome del Colibrì

The more you know, the less you fear (Chris Hadfield)

Terracqueo

MultaPaucis

Il maestro dei sogni

"Tutti siamo fatti della stessa sostanza dei sogni"

Il Bistrot dei Libri

"Un libro ben scelto ti salva da qualsiasi cosa, persino da te stesso" Daniel Pennac

Astro Orientamenti

Ri Orientarsi, alla ricerca del nostro baricentro interiore

Fantasy al Kilo

L'osteria del Fantasy e Sci-Fi

Medio Oriente e Dintorni

Storie, cultura e sport dal Medio Oriente e e Dintorni

Gli Archivi di Uruk

Database di genere in italiano

ˈGŌSTRAK

In Absentia Lucis Tenebrae Vincunt

PostScripts

Il Blog di Francesca Sabatini

Rosa Frullo

Rosa Frullo. Un poeta e un filosofo tra Spleen e Masochismo

BREAKFAST COMICS

Best Comics & Graphic Novels / I fumetti da leggere almeno una volta nella vita. Sponsored by CSBNO

La Via del Caos

Cambiare il modo di vedere il mondo per migliorare sé stessi

Aquilone di pensieri

And into the fields I go to lose my mind and find my soul

3... 2... 1... Clic!

E’ un’illusione che le foto si facciano con la macchina… si fanno con gli occhi, con il cuore, con la testa. (Henri Cartier-Bresson)

B-Movie Zone

recensioni di film horror, thriller, gialli, poliziotteschi, sci-fi, exploitation, erotika

I tesori di Amleta

Qualcosa appare e scompare tra tanto buio e luce

VOCI DAI BORGHI

Laudabunt alii claram Rhodon aut Mytilenem...

Duplex Ride

electronic music & video

di Ruderi e di Scrittura

Storie della trazione popolare italiana

ORME SVELATE

la condivisione del dolore è un dono di amore da parte di chi lo fa e di chi lo riceve

francesca del moro

La differenza tra prosa e poesia è che la prosa dice poco e ci mette molto tempo, la poesia dice molto in pochissimo tempo. C. Bukowski

Istanze & Fantasmi

poesie seminate, di Martina Campi

Astro-Sirio

Astra inclinant non necessitant

The Twittering Machine

Racconti di fantascienza (e altro) di Piero Schiavo Campo

Quel cinema invisibile...

Cinema was made to reunite the Visible and the Invisible

Il Calamaio Elettrico

Versi di Mauro De Candia e influenze varie

ON THE ROAD

Non bisogna lasciarsi sopraffare dalla paura, altrimenti diventa un ostacolo che impedisce di andare avanti

Evelyn 🇮🇹 28 y/o ♍

✏ Drawings are the window to the soul 📚 Book cover artist 📌 Edizioni Underground? 📌 Edizioni Open 📌 Panesi edizioni 💬 Cartoonist 📌 SkuolaNet 📌 SeiAlTuristico 👩🎨 Facebook / Twitter / Instagram: @EvelynArtworks

Sull'amaca blog

Un posto per stare, leggere, ascoltare, guardare, ricordare e forse sognare.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: