HyperHouse

NeXT Hyper Obscure

Archivio per luglio 14, 2013

La discesa


Il sonno copre, ricopre ogni spazio personale, mi rende disteso e percettivo e ombre corpose e trasparenti si sovrappongono alla mia sensazione. Vado oltre, un soffio, una discesa nell’antro buio.

Liebe macht nicht frei, baby! – Francesco D’Isa | 2000battute


Recensione al lavoro di graphic novel di Francesco D’Isa, Liebe macht nicht frei, baby!, sul blog 2000battute (segnalato pochi giorni fa qui).

Il soggetto e voce narrante è niente di meno che Adolf Hitler, il quale rivolgendosi prima ai suoi devoti di un tempo, poi all’amante Eva Braun, ci parla di amore, che non rende liberi per l’appunto.
Se qualcuno inizia ad agitarsi per la presunta eresia, oltraggio o intollerabile leggerezza può fermarsi qui e passare ad occupazioni più consone del proprio tempo, visto che io non assecondo in nessun modo tali nervosismi, anzi, a me è piaciuto, nella sua semplicità, ovviamente, ma D’Isa è bravo a giocare sui contrasti apparentemente estremi incrociandoli, ibridandoli, facendone una treccia che si avvita e si stringe di tavola in tavola. Dico di più, prendere Hitler e farne il soggetto di un discorso amoroso, molto ambiguamente amoroso, e politico, molto chiaramente politico, è stata una gran trovata di Francesco.

Come in I. la storia mette insieme una traccia narrata e un collage di immagini e disegni, l’una e gli altri si mescolano nel contrasto, cozzano e restituiscono il senso di surrealtà ma, tavola dopo tavola, ci si accorge del filo che lega la narrazione con le immagini, una con l’altra, una doppia elica narrativa, una treccia per l’appunto e alla fine, tutto torna, tutto trova la collocazione e tutto, da surreale, diventa reale, anzi, termina con la più reale delle realtà. Alla fine del bizzarro racconto di Hitler sull’amore, rimane solo l’unica cosa certa: la morte.

Leggendo Liebe macht nicht frei, baby!, come per I., la mia impressione è di trovarmi di fronte non a un fumetto, per come intendo io un fumetto nella mia scarsa esperienza, ma ad una rappresentazione teatrale, una commedia di maschere o burattini, ogni tavola è una scena, con le immagini a riempire il palcoscenico mentre i testi sono recitati da una voce fuori campo, e insieme, alla fine mi lasciano come se fossi stato uno spettatore in sala, invece che un lettore. È una sensazione piuttosto nuova per me, direi.

Ancora un’ottima prova per Francesco, nell’attesa della sua personalizzazione del prossimo NeXT 18.

∂| FantasyMagazine | L’ultimo Khama


Pochi giorni fa parlava del nuovo romanzo cross-over di Stefano Andrea Noventa, L’ultimo Khama. Su FantasyMagazine è comparso, ora, un estratto della sua singolare proposta, da leggere a perdifiato perché davvero interessante.

La piccola sospirò e posò ancora la mano sulla parete. Poi affondò, proprio come in uno specchio d’acqua, senza alcuna resistenza. Chiuse gli occhi e si lasciò andare alla sensazione che la avvolse, circondandola e sfiorandola sinuosa, simile a un velo. Quando li riaprì era già dall’altra parte; ma un nodo le strinse la gola alla vista del baratro che le si spalancava adesso davanti: un abisso oscuro che precipitava fino al centro del mondo. Un forte calore risaliva attraverso di esso, innescando la base del tronco dell’Albero della vita. Proprio come il respiro di un demone: il respiro del mondo. L’aria stessa pareva pulsare, come sangue nelle vene.

L’Architettura era viva.

Sussultò ancora e sua madre le cinse le spalle per infonderle sicurezza.

— L’Architettura non ti lascerà cadere — la tranquillizzò, ma a Belaren non bastava: il cuore prese a batterle con violenza, come se volesse fuggire dal petto. Anche Jehinn le posò una mano sulla spalla e le palpitazioni di colpo scomparvero: Belaren volse lo sguardo, stupefatta, verso l’Eterea e sentì che quella creatura le sorrideva nonostante sul suo volto non vi fosse alcuna traccia di emozione. Solo dopo capì: i sentimenti di Jehinn, e anche le sue parole, influenzavano la realtà stessa, irradiandosi attraverso i processi fondamentali dello spazio e del tempo, diffuse dagli stessi dèi.

Gli Eterei erano entità semi-divine, antiche quasi come il creato.

Ricambiò il sorriso.

Si guardò attorno: alle sue spalle la muraglia dell’Architettura saliva fino al cielo. Davanti a loro, invece, consunte scale di basalto si dipanavano attraverso il baratro infinito in un vortice irregolare di volute e rampe che collegava il cielo alle interiora del mondo. Ponti di metallo e roccia sgorgavano come denti in ogni direzione e fasci di cavi di trasmissione d’anima attraversavano l’abisso. In quel luogo antico le diverse culture tramandate dal 9 di 206

Salvate il soldato B | NeoRepubblica Kaotica di Torriglia


[Letto su NeoRepubblicaKaoticaTorriglia‘s blog – post che quoto integralmente]

Giusto per far sapere agli italiani cosa c’è veramente sotto il comportamento politico dei loro governanti. Si tratta di ragionamenti puramenti politici, super partes, mi pare giusto che la gente sia informata, poi uno è liberissimo di avere la propria opinione ed essere d’accordo sul “salvataggio” di Berlusconi, ma è bene che sappia i motivi e i contromotivi.
Si tratta di un estratto di un articolo di Lucia Annunziata, che ringraziamo:

“Il sistema, cioè quell’insieme di equilibri di potere che si erge in questo momento a garante della stabilità italiana, pensa che sia necessario “salvare” dalla condanna Silvio Berlusconi.
1) Silvio Berlusconi non è Bettino Craxi. Il leader socialista era un prodotto tutto interno alla politica. Craxi aveva molte doti necessarie a capire come muovere il sistema, ma poca “piazza”. E soprattutto poco “retroterra”. Il suo era un partito che faceva da vaso di coccio tra i vasi di ferro di due organizzazioni inchiavardate nella tensione della Guerra Fredda, la Dc e il Pci. La vicenda Craxi si svolge proprio sulla faglia di scongelamento di questo conflitto, e ne viene per molti versi assorbito come parte di un rimescolamento delle carte nell’intero mondo di allora.
Silvio Berlusconi invece è un leader che ha governato per buona parte di venti anni, non certo come prodotto della “politica”, anzi rovesciando al suo interno la capacità di interpretare idee e bisogni popolari, oltre ai suoi interessi personali. Il suo partito, oggi in crisi, ha ancora un consenso che ammonta a un quarto dell’elettorato, ed è un consenso capace di scendere in piazza. Appoggiato inoltre, come ben sappiamo, da una sistema robusto di Tv e altri media. Cosa che Craxi non ha mai nemmeno sognato. Insomma, “estrarre” Silvio dalla Politica oggi è operazione potenzialmente molto più devastante di quella mirata su Bettino.

Leggi il seguito di questo post »

Ultima data estiva di Tegumenta_tour | Evertrip


Il tour di Paolo “Evertrip” Ferrante per il suo Tegumenta, raccolta di sue poesie, sta giungendo al termine. Come ci informa Paolo dal suo blog, il 17 luglio alle 21 ci sarà l’ultima puntata: a Le Ali Di Pandora, via Pistoia (vicino allo stadio di Lecce).

La Ragazza con la Valigia

Ironia e parodie, racconti di viaggio e di emozioni…dentro, fuori e tutt’intorno !!

simonebocchetta

Qui all'ombra si sta bene (A. Camus, Opere, p. 1131)

TRIBUNUS

Duemila anni di Storia Romana

Alessandro Giunchi

corruptio pessima optimi

Dreams of Dark Angels

The blog of fantasy writer Storm Constantine

Bagatelle

Quisquilie, bagatelle, pinzillacchere...

HORROR CULTURA

Letteratura, cinema, storia dell'horror

Fuliggine

“The books gave Matilda a comforting message: You are not alone." Roald Dahl

Oui Magazine

Per me cultura significa creazione di vita. (Cesare Zavattini)

Eleonora Zaupa • Writer Space

Una finestra per un altro mondo. Un mondo che vi farà sognare, o...

Through the Wormhole

“Siamo l’esperimento di controllo, il pianeta cui nessuno si è interessato, il luogo dove nessuno è mai intervenuto. Un mondo di calibratura decaduto. (…) La Terra è un argomento di lezione per gli apprendisti dei.” Carl Sagan

AI MARGINI DEL CAOS

un blog di Franco Ricciardiello

Sincronicità Spicciola

Guardati intorno

Roccioletti

Arte altra e altrove.

Sharing

NEUTRALIZE THE FREE RADICALS

Novo Scriptorium

ἀνθρώποισι πᾶσι μέτεστι γινώσκειν ἑωυτοὺς καὶ σωφρονεῖν.

Arte Macabra

per gli amanti del macabro e del grottesco nell'arte moderna

CineFatti

Almeno un film al giorno, come il caffè.

Alessandro Rolfini

ESPLORA L’AVVENTURA

Pmespeak's Blog

Remember! Once warmth was without fire.

L'edera

e le altre poesie in ordine sparso by MerMer

anche-ombre

percorsi ombreggiati, riflessioni esauste, alcooliche, liberatorie

Giacomo Ferraiuolo

Avevo un sogno e l'ho realizzato.

- GIORNALE POP -

Per informarsi su fumetti, film, serie tv, cartoni, musica e tutto ciò che è pop

Inchiostro e Sanguenero

È impossibile non comunicare. (Primo assioma della comunicazione. Scuola di Palo Alto)

Stregherie

“Quando siamo calmi e pieni di saggezza, ci accorgiamo che solo le cose nobili e grandi hanno un’esistenza assoluta e duratura, mentre le piccole paure e i piccoli pensieri sono solo l’ombra della realtà.” (H. D. Thoreau)

L'occhio del cineasta

La community italiana del cinema

La Sindrome del Colibrì

The more you know, the less you fear (Chris Hadfield)

Terracqueo

MultaPaucis

Il maestro dei sogni

"Tutti siamo fatti della stessa sostanza dei sogni"

Il Bistrot dei Libri

"Un libro ben scelto ti salva da qualsiasi cosa, persino da te stesso" Daniel Pennac

Astro Orientamenti

Ri orientarsi: alla ricerca del nostro baricentro interiore

Fantasy al Kilo

L'osteria del Fantasy e Sci-Fi

Medio Oriente e Dintorni

Storie, cultura e sport dal Medio Oriente e e Dintorni

Gli Archivi di Uruk

Database di genere in italiano

ˈGŌSTRAK

In Absentia Lucis Tenebrae Vincunt

BREAKFAST COMICS

Best Comics & Graphic Novels / I fumetti da leggere almeno una volta nella vita. Sponsored by CSBNO

La Via del Caos

Cambiare il modo di vedere il mondo per migliorare sé stessi

Aquilone di pensieri

And into the fields I go to lose my mind and find my soul

3... 2... 1... Clic!

E’ un’illusione che le foto si facciano con la macchina… si fanno con gli occhi, con il cuore, con la testa. (Henri Cartier-Bresson)

B-Movie Zone

recensioni di film horror, thriller, gialli, poliziotteschi, sci-fi, exploitation, erotika

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: