HyperHouse

NeXT Hyper Obscure

Archivio per agosto 14, 2013

Premere


Essenze estranee al nucleo biologico della mia psiche continuano a premere su me: da fuori, da dentro, da altri spazi non identificati o identificabili.

Mulm


Lamelle di memi senzienti in giro per lo spazio profondissimo.

Deep Space


Profondamente raccolgo le distanze e ne recupero fattezze e semantiche, mi scuoto fino alle distese oscene dello spazio profondo in cui scopare, con il delirio della lussuria espansa all’infinito.

∂| HorrorMagazine | Tulpa


Recensione, su HorrorMagazine, a Tulpa, il nuovo film di Federico Zampaglione, di cui abbiamo già tratteggiato in altri post. Un estratto:

Il film riesce a mantenere fede alle aspettative, e lo fa con una fotografia limpida eppure capace di sfumature in chiaroscuri che si adeguano al cambio di ritmo fra giorno e notte, quando dal mondo reale, in cui ci muoviamo tutti, si precipita nelle nefandezze di un universo fatto di sangue, eccitazione e depravazione umana, in cui gli attori del film si muovono come creature ben definite.

Claudia Gerini, protagonista del film e donna dalla bellezza conturbante, convince con una recitazione mai sopra le righe, vicina a quel cinema anni Settanta da cui Zampaglione pare avere preso ispirazione più di quanto riescano a farlo la fotografia e le ambientazioni del film, che pure si rifanno alle pellicole di Fulci, Bava e, perché no, del primo Dario Argento, quello di “Profondo Rosso”. E non è semplice, per un’attrice d’oggi, colorarsi di queste sfumature amarcord, pur restando saldamente ancorata agli incubi moderni di depravazione di cui sentiamo parlare spesso dai rotocalchi di cronaca nera. E poi, il surreale eppure solidissimo Nuot Arquint, nella parte di un guru tibetano che ricostruisce con la paura e il sangue le perversioni più malate dei clienti del club di scambisti — il Tulpa, appunto — in cui la Gerini si aggira di notte, dopo avere smesso i tailleur della donna manager in cui si muove di giorno.

Rosso Floyd | Lankelot


Recensione, su Lankelot, a Rosso Floyd, il romanzo_biografia che Michele Mari ha dedicato ai Pink Floyd. La recensione esplora molto bene i molteplici e particolari lati dal libro, e vi lascio a un passo della trattazione, esplicativo:

C’è una motivazione forte dietro la scelta di Mari di riscrivere la storia dei Pink Floyd smembrando la forma romanzo in un maxi-processo fatto di interrogazioni, testimonianze, confessioni e referti. Un dibattimento in cui sono chiamati a rispondere sia i Pink Floyd (tutti tranne Syd Barrett) sia gli altri personaggi reali o fantastici che ne hanno incrociato, o mancato, il destino di gloria: da Alan Parker ad Alan Parsons, dai familiari di Roger Waters e Syd allo gnomo che ispirò The piper at the gates of dawn, da Stanley Kubrick, che non riuscì a coinvolgere i PF nella colonna sonora di 2001, a Chris Dennis, il primo cantante della band, che la abbandonò per lavorare come tecnico della RAF nel Golfo Persico … Sappiamo che la drammaturgia del processo non è estranea all’estetica dei PF, come ci ricorda il film The wall, dove Bob Geldof, alias Roger Waters (a sua volta alter ego di Barrett) è un divo in crisi che erge un muro protettivo-oppressivo intorno a sé, finché un giudice terribile non lo condannerà a patire la pena più profonda: abbattere il suo muro ed esporsi agli altri. Ma non è solo questa sollecitazione estetica ciò che spinge Mari a organizzare il romanzo dei PF come un’istruttoria. Se c’è un processo, vuol dire che c’è una colpa. E nel caso della band di Cambridge è un senso di colpa quello che va processato, molto affine a quello che la psicologia chiama la “sindrome del sopravvissuto”.

CineFatti

Almeno un film al giorno, come il caffè.

Alessandro Rolfini

Be Different...Be Free !!

Pmespeak's Blog

Remember! Once warmth was without fire.

L'edera

e le altre poesie in ordine sparso by MerMer

My Mad Dreams

Sognatore è chi trova la sua via alla luce della luna... punito perché vede l'alba prima degli altri. [Oscar Wilde]

anche-ombre

percorsi ombreggiati, riflessioni esauste, alcooliche, liberatorie

There was a vision…

… of an outstanding and individual concept, which would last for many years hence.

Giacomo Ferraiuolo

Avevo un sogno e l'ho realizzato.

- GIORNALE POP -

Per informarsi su fumetti, film, serie tv, cartoni, musica e tutto ciò che è pop

Inchiostro e Sanguenero

È impossibile non comunicare. (Primo assioma della comunicazione. Scuola di Palo Alto)

Stregherie

“Quando siamo calmi e pieni di saggezza, ci accorgiamo che solo le cose nobili e grandi hanno un’esistenza assoluta e duratura, mentre le piccole paure e i piccoli pensieri sono solo l’ombra della realtà.” (H. D. Thoreau)

L'occhio del cineasta

La porta su un'altra dimensione

La Sindrome del Colibrì

The more you know, the less you fear (Chris Hadfield)

Terracqueo

MultaPaucis

Il maestro dei sogni

"Tutti siamo fatti della stessa sostanza dei sogni"

Il Bistrot dei Libri

"Un libro ben scelto ti salva da qualsiasi cosa, persino da te stesso" Daniel Pennac

Astro Orientamenti

Ri Orientarsi, alla ricerca del nostro baricentro interiore

Fantasy al Kilo

L'osteria del Fantasy e Sci-Fi

Medio Oriente e Dintorni

Storie, cultura e sport dal Medio Oriente e e Dintorni

Gli Archivi di Uruk

Database di genere in italiano

ˈGŌSTRAK

In Absentia Lucis Tenebrae Vincunt

PostScripts

Il Blog di Francesca Sabatini

Rosa Frullo

Rosa Frullo. Un poeta e un filosofo tra Spleen e Masochismo

BREAKFAST COMICS

Best Comics & Graphic Novels / I fumetti da leggere almeno una volta nella vita. Sponsored by CSBNO

La Via del Caos

Cambiare il modo di vedere il mondo per migliorare sé stessi

Aquilone di pensieri

And into the fields I go to lose my mind and find my soul

3... 2... 1... Clic!

E’ un’illusione che le foto si facciano con la macchina… si fanno con gli occhi, con il cuore, con la testa. (Henri Cartier-Bresson)

B-Movie Zone

recensioni di film horror, thriller, gialli, poliziotteschi, sci-fi, exploitation, erotika

I tesori di Amleta

Qualcosa appare e scompare tra tanto buio e luce

VOCI DAI BORGHI

Laudabunt alii claram Rhodon aut Mytilenem...

Duplex Ride

electronic music & video

di Ruderi e di Scrittura

Storie della trazione popolare italiana

ORME SVELATE

la condivisione del dolore è un dono di amore da parte di chi lo fa e di chi lo riceve

francesca del moro

La differenza tra prosa e poesia è che la prosa dice poco e ci mette molto tempo, la poesia dice molto in pochissimo tempo. C. Bukowski

Istanze & Fantasmi

poesie seminate, di Martina Campi

Astro-Sirio

Astra inclinant non necessitant

The Twittering Machine

Racconti di fantascienza (e altro) di Piero Schiavo Campo

Quel cinema invisibile...

Cinema was made to reunite the Visible and the Invisible

Il Calamaio Elettrico

Versi di Mauro De Candia e influenze varie

ON THE ROAD

Non bisogna lasciarsi sopraffare dalla paura, altrimenti diventa un ostacolo che impedisce di andare avanti

Evelyn 🇮🇹 28 y/o ♍

✏ Drawings are the window to the soul 📚 Book cover artist 📌 Edizioni Underground? 📌 Edizioni Open 📌 Panesi edizioni 💬 Cartoonist 📌 SkuolaNet 📌 SeiAlTuristico 👩🎨 Facebook / Twitter / Instagram: @EvelynArtworks

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: