HyperHouse

NeXT Hyper Obscure

Archivio per ottobre 5, 2013

Nuove istanze


Ho cercato la notte distratta, la continua diserzione dai miei stilemi di vita, e ciò che ho ottenuto è stata la progressiva alienizzazione di quello che ero. Cercando, non mi sono più trovato, e ho ottenuto splendide nuove istanze di me.

Scrivendo


Scrivendo esistenze sulla consistenza, racimolo ancora una volta memi e considerazioni intime, in continuo rimestamento, su cosa nasce muore vive, muta, nello spazio di un impero ancora biologico, in odor di inumanità.

M. John Harrison – Light | Il futuro è tornato


Monumentale recensione a Luce dell’universo, di M. John Harrison, romanzo che ho apprezzato enormemente a suo tempo anche nel suo seguito spin off, Nova swing, che ho amato anch’esso pur se completamente diverso come stile, pur se ambientato nello stesso universo narrativo del primo.

La recensione è molto complessa, dicevo, e ha notevoli spunti connettivisti cui non posso essere insensibile; molti punti di vista li condivido, basati sull’assunto che “la realtà non esiste, e il più forte crea la realtà su cui gli altri vivranno”. Su IlFuturoTornato:

Leggendo alcuni passaggi di Light sembra di trovarsi letteralmente catapultati in un testo di Paul Feyerabend. Costui, per chi non lo sapesse, è stato un filosofo della scienza austriaco, sostenitore di una visione della ricerca scientifica detta ‘anarchismo metodologico’. Per Feyerabend ogni tentativo di definire a priori, una volta per tutte, i binari metodologici che la scienza dovrebbe seguire risulta futile e persino controproducente. In sostanza, la scienza non deve porsi una verità definitiva da ricercare; citando testualmente: “L’esistenza umana è guidata da diverse idee: la verità è una di queste; la libertà e l’indipendenza mentale sono altre. Se, come prospettato da alcuni ideologi, verità e libertà sono in conflitto allora ci troviamo di fronte a una scelta. Possiamo abbandonare la libertà. Ma possiamo anche abbandonare la verità.” (‘Come difendere la società dalla scienza’, P. Feyerabend, 1975).

Quella di Harrison è una sfida lanciata alla scienza, in un momento storico in cui la ricerca rema nella direzione opposta. Negli ultimi anni la sensazione diffusa è che in qualche modo si stia per toccare il ‘fondo’ dell’universo (scoperta del bosone di Higgs, quantizzazione dello spazio-tempo, teorie del tutto, etc), ma è veramente così? Oppure stiamo solo per aprire la prossima scatola cinese, e dentro ogni particella o stringa fondamentale ci sono interi universi di complessità?

Una risposta definitiva probabilmente non è possibile, visto che nessuna teoria scientifica può escludere una volta per tutte di poggiare su qualcos’altro di ancora più fondamentale*. E questo, in un certo senso, dà già ragione ad Harrison.

C’è molto altro, ovviamente, in questa recensione, e conoscendo il romanzo so che ci si potrà perdere ad libitum in ogni meme o paranoia trovata: vi invito perciò a leggere attentamente la segnalazione e, soprattutto, il romanzo. Vi perderete nell’assoluto inumano, misto a tentativi di comprensione umana. La matematica esoterica vi attende.

Riflessi da indossare


Ogni riflesso si disperde sulle rive estatiche della notte siderale, miliardi infiniti di esseri senzienti si accorgono di essere poche cose, tutte insieme, tutte descritte nella sfilza emozionale di ciò che si sente di essere.

Vicino all’abisso


Le pretese si raccolgono sulle barriere, disabilitano ogni alert e procedono, stantie, sulla falsariga dei precetti annonari. La sorpresa veleggia standard sull’approssimarsi dell’abisso.

AI MARGINI DEL CAOS

un blog di Franco Ricciardiello

COINCIDENZE

Non siamo soli

Roccioletti

Arte altra e altrove.

La Nuova Verde

Protolettere, interpunzioni grafiche e belle speranze

Sharing

NEUTRALIZE THE FREE RADICALS

Novo Scriptorium

ἀνθρώποισι πᾶσι μέτεστι γινώσκειν ἑωυτοὺς καὶ σωφρονεῖν.

Arte Macabra

per gli amanti del macabro e del grottesco nell'arte moderna

CineFatti

Almeno un film al giorno, come il caffè.

Alessandro Rolfini

ESPLORA L’AVVENTURA

Pmespeak's Blog

Remember! Once warmth was without fire.

L'edera

e le altre poesie in ordine sparso by MerMer

My Mad Dreams

Sognatore è chi trova la sua via alla luce della luna... punito perché vede l'alba prima degli altri. [Oscar Wilde]

anche-ombre

percorsi ombreggiati, riflessioni esauste, alcooliche, liberatorie

Giacomo Ferraiuolo

Avevo un sogno e l'ho realizzato.

- GIORNALE POP -

Per informarsi su fumetti, film, serie tv, cartoni, musica e tutto ciò che è pop

Inchiostro e Sanguenero

È impossibile non comunicare. (Primo assioma della comunicazione. Scuola di Palo Alto)

Stregherie

“Quando siamo calmi e pieni di saggezza, ci accorgiamo che solo le cose nobili e grandi hanno un’esistenza assoluta e duratura, mentre le piccole paure e i piccoli pensieri sono solo l’ombra della realtà.” (H. D. Thoreau)

L'occhio del cineasta

La porta su un'altra dimensione

La Sindrome del Colibrì

The more you know, the less you fear (Chris Hadfield)

Terracqueo

MultaPaucis

Il maestro dei sogni

"Tutti siamo fatti della stessa sostanza dei sogni"

Il Bistrot dei Libri

"Un libro ben scelto ti salva da qualsiasi cosa, persino da te stesso" Daniel Pennac

Astro Orientamenti

Ri Orientarsi, alla ricerca del nostro baricentro interiore

Fantasy al Kilo

L'osteria del Fantasy e Sci-Fi

Medio Oriente e Dintorni

Storie, cultura e sport dal Medio Oriente e e Dintorni

Gli Archivi di Uruk

Database di genere in italiano

ˈGŌSTRAK

In Absentia Lucis Tenebrae Vincunt

PostScripts

Il Blog di Francesca Sabatini

Rosa Francesca Di Meo

Rosa Francesca Di Meo. Ua poetessa ,tra Spleen, Horror e Masochismo

BREAKFAST COMICS

Best Comics & Graphic Novels / I fumetti da leggere almeno una volta nella vita. Sponsored by CSBNO

La Via del Caos

Cambiare il modo di vedere il mondo per migliorare sé stessi

Aquilone di pensieri

And into the fields I go to lose my mind and find my soul

3... 2... 1... Clic!

E’ un’illusione che le foto si facciano con la macchina… si fanno con gli occhi, con il cuore, con la testa. (Henri Cartier-Bresson)

B-Movie Zone

recensioni di film horror, thriller, gialli, poliziotteschi, sci-fi, exploitation, erotika

I tesori di Amleta

Qualcosa appare e scompare tra tanto buio e luce

VOCI DAI BORGHI

Laudabunt alii claram Rhodon aut Mytilenem...

Duplex Ride

electronic music & video

di Ruderi e di Scrittura

il blog di Gaetano Barreca

ORME SVELATE

la condivisione del dolore è un dono di amore da parte di chi lo fa e di chi lo riceve

Flavio Torba

Flavio Torba non esiste, ma ciò non gli impedisce di descrivere l'orrore.

francesca del moro

La differenza tra prosa e poesia è che la prosa dice poco e ci mette molto tempo, la poesia dice molto in pochissimo tempo. C. Bukowski

Istanze & Fantasmi

poesie seminate, di Martina Campi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: