HyperHouse

NeXT Hyper Obscure

Archivio per gennaio 14, 2014

Ancorati


Ho conosciuto la completa distorsione del suono interiore, e ho compreso come questo possa essere infido e stellare, da lasciare lo spazio per la tua postumanità ridotta al minimo, alle conversazioni insulse legate al concetto di terra.

Kipple.it: L’esperienza religiosa di Philip K. Dick in un fumetto


Sul blog Kipple un bel post che ha come soggetto Philip K. Dick e la sua esperienza mistico-religiosa.

Nel 1974, Philip K. Dick ebbe delle esperienze mistiche molto intense, che descrisse in dettaglio nei suoi diari recentemente pubblicati nel volume The Exegesis of Philip K. Dick. Alcuni hanno attribuito le esperienze mistiche dell’autore californiano a degli squilibri psico-emotivi, forse alimentati dall’uso di droghe come l’LSD; altri credono che Dick – così come altri artisti, filosofi e mistici in epoche passate – abbia davvero avuto un insight nella natura più profonda della realtà. È difficile stabilire quale sia la verità, ma in ogni modo le esperienze trascendentali di Dick rimangono alquanto affascinanti.

Sono stati realizzati dei fumetti che hanno come scenario proprio le percezioni mistiche di Dick, ed è proprio di questo che ci parla Roberto Bommarito sul post in questione. Sentire la realtà che scivola via, come una slide non vista…

Olaf Hochherz – Rooms To Carry Books Through | Neural


[Letto su Neural.it]

Praticamente uno specialista Olaf Hochherz, tra CDR e minialbum, divisi tra il 2007 e il 2013, navigando tra etichette molto underground quali Desetxea, Naivsuper e Kwanyin. Adesso è su 1000füssler con un CDR 3″ di sole 50 copie, registrato e mixato interamente a Berlino con un set-up molto experimental, supportato da dieci altoparlanti commutabili, usati per distribuire i suoni nella stanza, luogo deputato per l’azione. Le iterazioni sonore sono date dalla combinazione di microfoni a contatto e altoparlanti piezoelettrici posti all’interno di un libro. Il libro allo stesso tempo fa da filtro e strumento di risonanza modulando senza troppi fronzoli e passaggi il feedback degli elementi in gioco. Premendo sulla parte superiore del libro le condizioni del flusso sonoro vengono modificate, riportando nelle intenzioni del performer – se abbiamo inteso correttamente il suo approccio – l’elettronica a una astrazione molto fisica. Questa maniera di suonare non contempera il particolare controllo d’un apparato tecnico, focalizzandosi invece sui campi associativi creati in tempo reale nel flusso sonoro. La congiunzione d’instabilità delle connessioni – fisiche e teoriche – e la capacità associativa delle sonorità agitate spesso rende l’andamento lacunoso, sempre tuttavia seducente e lunatico, impregnato di un lo-fi piuttosto granuloso e abrasivo. Rooms To Carry Books Trough enfatizza il rapporto fra ambiente circostante e strumenti, evolvendo suoni astratti e combutte elettriche stranianti: operatività alquanto instabile e liminare nel dar vita ad un flusso ma comunque intima nell’azione, assai viva e intrisa di potenziali relazioni.

magnifica decadenza: Storm #2 Shelter is Shelter 2013 Photography,…


Ancora un lavoro di Luca Cervini: un’installazione di fogli cartacei su sfondo nuvole cotone, per simulare delle costruzioni, un arredo degradato urbano così comune eppure, così stimolante. Sul suo blog.

EYEsect, Reality From A Feet Perspective | Neural


[Letto su Neural.it]

Il dispositivo EYEsect è costituito da un casco oblungo e amorfo, rivestito di vernice a specchio. Indossandolo si può sperimentare una visione diversa da quella a cui siamo abituati, che è quella binoculare e stereoscopica. Infatti tramite delle videocamere “mobili” posizionate su bracci allungabili collegati al casco è possibile scegliere un nuovo punto da cui far guardare ogni “occhio”, per esempio un piede, un orecchio o dietro la schiena. La realtà così registrata viene trasmessa all’occhio (vero) corrispondente all’interno del casco. Qui, tramite un sistema integrato di trasmissione di file video, le immagini vengono recepite secondo il sistema di vista umano, creando “impossibili” percezioni della realtà. L’uso del casco assimila questo lavoro ad altre opere simili orientate ad esperimenti percettivi live sulla realtà. Ad esempio Hyper(reality) di Maxence Parance: qui il casco poligonale e giallo permette di visualizzare la realtà circostante riproducendola esattamente in 3D permettendo di interagire con essa tramite un guanto sensore, creando così un circuito che si autogenera all’infinito. Nell’opera The Decelerator l’artista Lorenz Potthast permette invece una visione della realtà con tempi diversi dal suo manifestarsi, rallentandola o accelerandola in tempo reale. EYEsect non è niente di tutto ciò. Quello che gli artisti Sebastian Piatza, Christian Zöllner e Julian Adenauer sembrano voler costruire non è una rappresentazione astratta né una distorsione temporale della realtà. Piuttosto questo lavoro è una possibile risposta alla domanda: “Come NON si vede?”. Il processo di realizzazione dell’opera infatti nasce da uno studio attento sui meccanismi visivi e percettivi di altre specie animali, con il fine di crearne uno completamente nuovo e “customizzato” sull’utente finale. Per questo le componenti interne sono per lo più modellate e realizzate singolarmente con una stampante 3D. IL casco è invece frutto di uno studio ergonomico ad hoc sulla testa di uno degli artisti, primo fruitore dell’intero sistema. Il design del casco e la scelta dello specchio come superficie di rivestimento (che impedisce di vedere le espressioni dell’utilizzatore all’interno) sembra enfatizzare una concezione personalistica della percezione visiva in una prospettiva che sembra essere quella di una “vista” anti-WYSIWYG: il “What You Get” NON è il “What You See”.

Dreams of Dark Angels

The blog of fantasy writer Storm Constantine

Bagatelle

Quisquilie, bagatelle, pinzillacchere...

HORROR CULTURA

Letteratura, cinema, storia dell'horror

Fuliggine

“The books gave Matilda a comforting message: You are not alone." Roald Dahl

Oui Magazine

Per me cultura significa creazione di vita. (Cesare Zavattini)

Nerxes.com

Blog, Philosophic writings, -pocket book.

Eleonora Zaupa • Writer Space

Una finestra per un altro mondo. Un mondo che vi farà sognare, o...

Through the Wormhole

“Siamo l’esperimento di controllo, il pianeta cui nessuno si è interessato, il luogo dove nessuno è mai intervenuto. Un mondo di calibratura decaduto. (…) La Terra è un argomento di lezione per gli apprendisti dei.” Carl Sagan

AI MARGINI DEL CAOS

un blog di Franco Ricciardiello

COINCIDENZE

Guardati intorno

Roccioletti

Arte altra e altrove.

La Nuova Verde

Protolettere, interpunzioni grafiche e belle speranze

Sharing

NEUTRALIZE THE FREE RADICALS

Novo Scriptorium

ἀνθρώποισι πᾶσι μέτεστι γινώσκειν ἑωυτοὺς καὶ σωφρονεῖν.

Arte Macabra

per gli amanti del macabro e del grottesco nell'arte moderna

CineFatti

Almeno un film al giorno, come il caffè.

Alessandro Rolfini

ESPLORA L’AVVENTURA

Pmespeak's Blog

Remember! Once warmth was without fire.

L'edera

e le altre poesie in ordine sparso by MerMer

My Mad Dreams

Sognatore è chi trova la sua via alla luce della luna... punito perché vede l'alba prima degli altri. [Oscar Wilde]

anche-ombre

percorsi ombreggiati, riflessioni esauste, alcooliche, liberatorie

Giacomo Ferraiuolo

Avevo un sogno e l'ho realizzato.

- GIORNALE POP -

Per informarsi su fumetti, film, serie tv, cartoni, musica e tutto ciò che è pop

Inchiostro e Sanguenero

È impossibile non comunicare. (Primo assioma della comunicazione. Scuola di Palo Alto)

Stregherie

“Quando siamo calmi e pieni di saggezza, ci accorgiamo che solo le cose nobili e grandi hanno un’esistenza assoluta e duratura, mentre le piccole paure e i piccoli pensieri sono solo l’ombra della realtà.” (H. D. Thoreau)

L'occhio del cineasta

La porta su un'altra dimensione

La Sindrome del Colibrì

The more you know, the less you fear (Chris Hadfield)

Terracqueo

MultaPaucis

Il maestro dei sogni

"Tutti siamo fatti della stessa sostanza dei sogni"

Il Bistrot dei Libri

"Un libro ben scelto ti salva da qualsiasi cosa, persino da te stesso" Daniel Pennac

Astro Orientamenti

Ri Orientarsi, alla ricerca del nostro baricentro interiore

Fantasy al Kilo

L'osteria del Fantasy e Sci-Fi

Medio Oriente e Dintorni

Storie, cultura e sport dal Medio Oriente e e Dintorni

Gli Archivi di Uruk

Database di genere in italiano

ˈGŌSTRAK

In Absentia Lucis Tenebrae Vincunt

PostScripts

Il Blog di Francesca Sabatini

BREAKFAST COMICS

Best Comics & Graphic Novels / I fumetti da leggere almeno una volta nella vita. Sponsored by CSBNO

La Via del Caos

Cambiare il modo di vedere il mondo per migliorare sé stessi

Aquilone di pensieri

And into the fields I go to lose my mind and find my soul

3... 2... 1... Clic!

E’ un’illusione che le foto si facciano con la macchina… si fanno con gli occhi, con il cuore, con la testa. (Henri Cartier-Bresson)

B-Movie Zone

recensioni di film horror, thriller, gialli, poliziotteschi, sci-fi, exploitation, erotika

I tesori di Amleta

Qualcosa appare e scompare tra tanto buio e luce

VOCI DAI BORGHI

Laudabunt alii claram Rhodon aut Mytilenem...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: