HyperHouse

NeXT Hyper Obscure

Archivio per febbraio 17, 2014

Complesso siderale


Lasciami leccare le tue estensioni
penetrarle fino alle complesse molecole inumane
renderle perfezioni indolori quando sei sull’orlo dell’orbita psichica.
Io sono il complesso siderale quantico del tuo orgasmo.

www.posthuman.it – La croce sulle labbra – epidemico Arona


Bella recensione di Mario “Black M” Gazzola al nuovo romanzo di Danilo Arona, in compagnia di Edoardo Rosati: La croce sulle labbra.

La croce sulle labbra è il primo frutto della collaborazione fra Danilo Arona (di cui sul sito avete già letto più volte) ed Edoardo Rosati, giornalista medico-scientifico e scrittore di medical thriller: uscito su Segretissimo Mondadori nel 2008 e ora ristampato da Edizioni Anordest in versione ampliata e aggiornata al 2013 (cover in apertura, pgg 255, € 12,90), precede dunque Protocollo Stonehenge (che invece trovate come ebook della Mezzotints), un classico Arona soprannaturale, in cui il fantasma killer femminile Melissa, torna a vendicarsi su sconosciuti viandanti autostradali del proprio tragico destino percorrendo impervi canali di entanglement (“intreccio”) materia-energia in fisica quantistica esteso ai processi biologici e soprattutto psichici.
Ipotesi folgorante (anche se a prima vista può apparire impervia) in grado di connettere quelle manifestazioni che storicamente abbiamo definito “occulte” (come appunto l’apparizione di fantasmi o altre “comunicazioni con l’aldilà”) non tanto con l’ignoranza e superstizione cui dall’epoca dei Lumi sono associate, quanto con fenomeni fisici razionali, ancorché di frontiera (in narrativa una miscela horror + s/f).

La valutazione di Mario è da leggere fino in fondo, perché sono sapientemente mescolati giudizi positivi e altri più riflessivi, come quello relativo alla natura dei personaggi tratteggiati nella storia. Ciò che se ne può dedurre, comunque, è che leggere Arona è sempre un’attività sublime.

Me Vs. Daniele Cascone | Me Vs. Photography


Nuova, accurata interview a Daniele Cascone, per chi ancora non lo sapesse è uno dei primi artisti grafici che ha interagito col nascente Connettivismo. Stavolta la chiacchierata è online su Mevsphotography, ed eccovi uno stralcio:

Salto le domande standard ed entro subito nel vivo delle – tante – curiosità che mi hanno assalito osservando le tue opere: i personaggi che interpretano il tuo nuovo progetto sono sempre privati del volto. Che ricerca si cela dietro questa scelta?

In una foto in cui è ritratta una persona, l’elemento su cui si concentra l’attenzione è il viso del protagonista e, di conseguenza, la scena viene interpretata sulla base dello stato d’animo che abbiamo percepito. In contrapposizione a questo principio, nascondo i volti per rendere ermetiche le emozioni provate dai miei personaggi, come se non avessero coscienza di sé e del luogo in cui si trovano. Questo corto circuito visivo, costringe a interpretare l’immagine per mezzo degli altri elementi, come la gestualità e gli oggetti presenti. Si dà così maggior peso al discorso simbolico.

La simbologia per te è un modo per far riflettere? Per mistificare? Per ottenere un distacco? Oppure per avvicinare le fotografie all’osservatore?

Penso che sia uno degli aspetti più stimolanti, perché permette di far leva nella psiche dell’osservatore in modo diretto e ammaliante, stabilendo così una connessione emotiva con l’opera in esame, anche se questa dovesse risultare, a prima vista, incomprensibile. La mia intenzione, come autore, è di consegnare qualcosa che non si esaurisca con un semplice sguardo, ma che possa essere analizzato e interpretato.

Contrasti


Contrasti sulle linee di credito insensate sui movimenti siderali proiettati nel pozzo gravitazionale; lo scopo della contrattazione è palese: che rimangano tracce delle altre dimensioni sulla schiacciata tridimensionale, affinché gli scettici possano comprendere.

De Bello Alieno: arriva lo steampunk dell’antica Roma ∂ Fantascienza.com


Bella segnalazione su Fantascienza.com, relativamente al vincitore del Premio Odissea di quest’anno. Parliamo di Davide Del Popolo Riolo, che con il suo De Bello Alieno scrive delle memorabili pagine steampunk legate a Roma. Ma non alla maniera del Canto Oscuro, di Alessio “Galessio” Brugnoli, che vinse il Premio Kipple un paio di anni fa, bensì la Roma fine repubblicana inizio imperiale, quella di Giulio Cesare. Un estratto dall’articolo:

Cosa sarebbe stata Roma se Giulio Cesare avesse messo il suo genio al servizio della tecnologia anziché della guerra? La Roma del primo secolo avanti Cristo immaginata da Davide Del Popolo Riolo è una potenza senza eguali nella sua epoca. I suoi eserciti viaggiano carri a motore, affrontano i nemici con armi da fuoco. E questo soprattutto grazie a Giulio Cesare, che avendo dovuto abbandonare la carriera politica e militare, si è dedicato alla scienza, alla tecnologia, all’industria. E ora non solo ha reso Roma una potenza ancora più formidabile che non se fosse sceso in campo in prima persona con le armi, ma si è anche conquistato un ruolo di influenza nella sua politica al quale solo pochi, come Catone, continuano a opporsi. Ma il successo della Roma tecnologica dà fastidio anche a qualcun altro; al di là del cielo e dello spazio, un’antica razza sta preparando i suoi tripodi da guerra. Un romanzo entusiasmante, ricco di riferimenti storici reali, scritto in modo originale.

Alessandro Rolfini

Be Different...Be Free !!

Pmespeak's Blog

Remember! Once warmth was without fire.

L'edera

e le altre poesie in ordine sparso by MerMer

My Mad Dreams

Sognatore è chi trova la sua via alla luce della luna... punito perché vede l'alba prima degli altri. [Oscar Wilde]

anche-ombre

percorsi ombreggiati, riflessioni esauste, alcooliche, liberatorie

There was a vision…

… of an outstanding and individual concept, which would last for many years hence.

Giacomo Ferraiuolo

Avevo un sogno e l'ho realizzato.

- GIORNALE POP -

Per informarsi su fumetti, film, serie tv, cartoni, musica e tutto ciò che è pop

Inchiostro e Sanguenero

È impossibile non comunicare. (Primo assioma della comunicazione. Scuola di Palo Alto)

Stregherie

“Quando siamo calmi e pieni di saggezza, ci accorgiamo che solo le cose nobili e grandi hanno un’esistenza assoluta e duratura, mentre le piccole paure e i piccoli pensieri sono solo l’ombra della realtà.” (H. D. Thoreau)

L'occhio del cineasta

La porta su un'altra dimensione

La Sindrome del Colibrì

The more you know, the less you fear (Chris Hadfield)

Terracqueo

MultaPaucis

Il maestro dei sogni

"Tutti siamo fatti della stessa sostanza dei sogni"

Il Bistrot dei Libri

"Un libro ben scelto ti salva da qualsiasi cosa, persino da te stesso" Daniel Pennac

Astro Orientamenti

Ri Orientarsi, alla ricerca del nostro baricentro interiore

Fantasy al Kilo

L'osteria del Fantasy e Sci-Fi

Medio Oriente e Dintorni

Storie, cultura e sport dal Medio Oriente e e Dintorni

Gli Archivi di Uruk

Database di genere in italiano

ˈGŌSTRAK

In Absentia Lucis Tenebrae Vincunt

PostScripts

Il Blog di Francesca Sabatini

Rosa Frullo

Rosa Frullo. Un poeta e un filosofo tra Spleen e Masochismo

BREAKFAST COMICS

Best Comics & Graphic Novels / I fumetti da leggere almeno una volta nella vita. Sponsored by CSBNO

La Via del Caos

Cambiare il modo di vedere il mondo per migliorare sé stessi

Aquilone di pensieri

And into the fields I go to lose my mind and find my soul

3... 2... 1... Clic!

E’ un’illusione che le foto si facciano con la macchina… si fanno con gli occhi, con il cuore, con la testa. (Henri Cartier-Bresson)

B-Movie Zone

recensioni di film horror, thriller, gialli, poliziotteschi, sci-fi, exploitation, erotika

I tesori di Amleta

Qualcosa appare e scompare tra tanto buio e luce

VOCI DAI BORGHI

Laudabunt alii claram Rhodon aut Mytilenem...

Duplex Ride

electronic music & video

di Ruderi e di Scrittura

Storie della trazione popolare italiana

ORME SVELATE

la condivisione del dolore è un dono di amore da parte di chi lo fa e di chi lo riceve

francesca del moro

La differenza tra prosa e poesia è che la prosa dice poco e ci mette molto tempo, la poesia dice molto in pochissimo tempo. C. Bukowski

Istanze & Fantasmi

poesie seminate, di Martina Campi

Astro-Sirio

Astra inclinant non necessitant

The Twittering Machine

Racconti di fantascienza (e altro) di Piero Schiavo Campo

Quel cinema invisibile...

Cinema was made to reunite the Visible and the Invisible

Il Calamaio Elettrico

Versi di Mauro De Candia e influenze varie

ON THE ROAD

Non bisogna lasciarsi sopraffare dalla paura, altrimenti diventa un ostacolo che impedisce di andare avanti

Evelyn 🇮🇹 28 y/o ♍

✏ Drawings are the window to the soul 📚 Book cover artist 📌 Edizioni Underground? 📌 Edizioni Open 📌 Panesi edizioni 💬 Cartoonist 📌 SkuolaNet 📌 SeiAlTuristico 👩🎨 Facebook / Twitter / Instagram: @EvelynArtworks

Sull'amaca blog

Un posto per stare, leggere, ascoltare, guardare, ricordare e forse sognare.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: