HyperHouse

NeXT Hyper Obscure

Archivio per marzo 4, 2014

Nessun dubbio, primo romanzo di Denise Bresci su Robotica.it ∂ Fantascienza.com


Su Fantascienza.com la notizia della pubblicazione del primo romanzo breve dell’amica Denise Bresci. Il libro digitale esce per la collana Robotica della DelosBooks, al prezzo di 1.99€. Ecco la quarta:

David sta vivendo una discesa agli inferi. La sua vita di artista, musicista della scena dark underground, è in piena crisi. Non riesce più a riposare, non riesce più a darsi pace: ogni notte è tormentato da incubi terribili, allucinanti, visioni di sofferenza, di morte, di dolore oltre ogni immaginazione. Solo la sua arte riesce a dargli un minimo sollievo: nei suoi concerti riesce a sfogare l’angoscia che lo devasta, inondando il pubblico di emozioni di una intensità mai vista. Ma la situazione non può perdurare, la sua stessa vita ormai è a rischio: insieme all’amico Ghost David è deciso a scoprire l’origine di questi incubi. E ciò che scoprirà sarà ancora più sconvolgente.

Un thriller quantistico che si legge tutto d’un fiato, ascoltando i Radiohead e ricordando i Bauhaus.

Faccio i complimenti a Denise per l’ottima prova, la pubblicazione per Delos è sinonimo di qualità e mi fa molto piacere che lei sia riuscita in ciò.

Test Tone, 1000hz, 33 rpm, Dadaist Turntablism – Yann Leguay | Neural


[Letto su Neural.it]

1000hz è una frequenza comunemente usata come segnale di prova in esperimenti di percezione uditiva. In rigorose ricerche sulla sensibilità umana al suono e sulle soglie uditive si sono spesso usati 1000Hz come punto di riferimento per la determinazione dei toni silenziosi che una persona con udito perfetto può percepire. I “test tones” sono comunemente utilizzati per la configurazione di apparecchiature audio, PA, altoparlanti e interfacce audio digitali. Questa frequenza è talvolta utilizzata come segnale di prova per le stazioni radio o TV. L’installazione “Test Tone, 1000hz, 33 rpm” di Yann Leguay è costituita da un disco in vinile e da un giradischi i cui rispettivi movimenti sono stati invertiti. Il player stesso, il braccio e la stilo ruotano attorno al disco statico per creare una frequenza test di tono di 1000Hz, anche se con un momentaneo glitch ad una frequenza leggermente superiore ad ogni giro. L’ inversione di ruolo qui suggerisce un impulso dadaista e la decostruzione contraddittoria di utilità propone una rimodificazione delle aspettative percettive del suono in relazione alla materialità da cui nasce. Yann ama presentarsi come un “media sabotatore”, un attivista che accetta le norme delle performance auditive, riappropriandosi poi dell’utilità dei diversi tipi di media nelle sue installazioni, mentre pubblica – ad esempio – una serie di registrazioni sonore disfunzionali. La sua produzione non convenzionale comprende anche un vinile da 7 pollici senza buco, nonché – in una performance – la disintegrazione in diretta di un microfono con una smerigliatrice angolare.

Sandalpunk | ilcantooscuro


Replica di Alessio “Galessio” Brugnoli sul suo blog per il clamore suscitato dal romanzo sandalpunk De Bello alieno, di Davide Del Popolo Riolo, vincitore del Premio Odissea per la Delos Books, tema già trattato da me qui e qui. Ecco uno stralcio delle sue valutazioni che non posso non condividere, ma che sottolineano la verve suscitata da questo romanzo che, quantomeno, scuote l’italico torpore.

Se nello steampunk il punto di partenza è di solito la realizzazione della macchina analitica, nel sandalpunk è invece l’eolipila di Erone, l’antenata della nostra turbina a vapore.

Il problema è perché l’equites dell’epoca avrebbe dovuto investire in un’impresa del genere i suoi sesterzi: affinché la turbina a vapore possa essere competitiva, bisogna ipotizzare una produzione industriale standardizzabile, in cui vi è necessità di produzione di massa, in cui il capitale umano da un valore aggiunto trascurabile e in cui vi sia richiesta di mercato.

Condizioni difficili da trovare nell’antica Roma: le uniche possibilità sono nella produzione tessile, magari per l’esercito, o la produzione delle anfore, in cui è possibile anche ipotizzare un ciclo di produzione integrato…

Quindi in questa Roma ipotetica, il promotore della rivoluzione industriale romana, potrebbe essere un ricco liberto della famiglia senatoriale dei Laecanii e magari le prime fabbriche potrebbero essere localizzate nell’Istria e nella Dalmazia.

Finn Brunton – Spam: A Shadow History of the Internet | Neural


[Letto su Neural.it]

La sfida linguistica dello spam è uno dei più sottovalutati esperimenti nel rapporto che si crea fra uomo e macchina. Lo spam – infatti – è principalmente innescato dall’auto-alimentato appetito per il denaro generato dagli algoritmi: dalle classiche email generate dai software chiedendo alle persone di inviare denaro per varie ragioni, agli innumerevoli blog – i cosiddetti splog o spam blog – con i loro contenuti generati da software che cercano d’ingannare i bot di controllo della pubblicità di Google AdSense. Per portare avanti queste attività i programmatori devono far propria la giusta mentalità letteraria necessaria per automatizzare il dialogo tra il software e la vittima (uomo o macchina). In realtà è proprio questo il punto fondamentale, lo spam è un gioco senza fine giocato tra il software di spam generativo e il filtro anti-spam per vedere chi può mettere nel sacco chi: una sorta d’astratto e continuato aggiornamento del test di Turing. Questo libro è un lungo, ampio studio dello spam che include la maggior parte delle ricerche che sono state scritte attorno a questo tema e che tiene traccia della storia dello spam in tre epoche diverse, analizzando con attenzione entrambi i versanti – uomo e macchina – attraverso l’evoluzione scientifica e sociale, analizzando tecniche e riferimenti culturali con grande attenzione e competenza. L’affascinante e quasi condivisa narrazione dello spam è qui per rimanere, perché è parte della cultura globale, che colpisce le nuove tecnologie e gli standard, ancora in grado di penetrare la nostra volontà irresistibile di essere in dialogo con il nostro destino.

Range biologico


Presento le derive organiche come estensioni del mio continuum: esse sono i paletti entro cui preparare l’escursione.

Oui Magazine

Per me cultura significa creazione di vita. (Cesare Zavattini)

©Nebulaspage.org

- Thoughts to go | Pocketphilosoph.

Eleonora Zaupa • Writer Space

Una finestra per un altro mondo. Un mondo che vi farà sognare, o...

Through the Wormhole

“Siamo l’esperimento di controllo, il pianeta cui nessuno si è interessato, il luogo dove nessuno è mai intervenuto. Un mondo di calibratura decaduto. (…) La Terra è un argomento di lezione per gli apprendisti dei.” Carl Sagan

AI MARGINI DEL CAOS

un blog di Franco Ricciardiello

COINCIDENZE

Non siamo soli

Roccioletti

Arte altra e altrove.

La Nuova Verde

Protolettere, interpunzioni grafiche e belle speranze

Sharing

NEUTRALIZE THE FREE RADICALS

Novo Scriptorium

ἀνθρώποισι πᾶσι μέτεστι γινώσκειν ἑωυτοὺς καὶ σωφρονεῖν.

Arte Macabra

per gli amanti del macabro e del grottesco nell'arte moderna

CineFatti

Almeno un film al giorno, come il caffè.

Alessandro Rolfini

ESPLORA L’AVVENTURA

Pmespeak's Blog

Remember! Once warmth was without fire.

L'edera

e le altre poesie in ordine sparso by MerMer

My Mad Dreams

Sognatore è chi trova la sua via alla luce della luna... punito perché vede l'alba prima degli altri. [Oscar Wilde]

anche-ombre

percorsi ombreggiati, riflessioni esauste, alcooliche, liberatorie

Giacomo Ferraiuolo

Avevo un sogno e l'ho realizzato.

- GIORNALE POP -

Per informarsi su fumetti, film, serie tv, cartoni, musica e tutto ciò che è pop

Inchiostro e Sanguenero

È impossibile non comunicare. (Primo assioma della comunicazione. Scuola di Palo Alto)

Stregherie

“Quando siamo calmi e pieni di saggezza, ci accorgiamo che solo le cose nobili e grandi hanno un’esistenza assoluta e duratura, mentre le piccole paure e i piccoli pensieri sono solo l’ombra della realtà.” (H. D. Thoreau)

L'occhio del cineasta

La porta su un'altra dimensione

La Sindrome del Colibrì

The more you know, the less you fear (Chris Hadfield)

Terracqueo

MultaPaucis

Il maestro dei sogni

"Tutti siamo fatti della stessa sostanza dei sogni"

Il Bistrot dei Libri

"Un libro ben scelto ti salva da qualsiasi cosa, persino da te stesso" Daniel Pennac

Astro Orientamenti

Ri Orientarsi, alla ricerca del nostro baricentro interiore

Fantasy al Kilo

L'osteria del Fantasy e Sci-Fi

Medio Oriente e Dintorni

Storie, cultura e sport dal Medio Oriente e e Dintorni

Gli Archivi di Uruk

Database di genere in italiano

ˈGŌSTRAK

In Absentia Lucis Tenebrae Vincunt

PostScripts

Il Blog di Francesca Sabatini

Rosa Francesca Di Meo

Rosa Francesca Di Meo. Ua poetessa ,tra Spleen, Horror e Masochismo

BREAKFAST COMICS

Best Comics & Graphic Novels / I fumetti da leggere almeno una volta nella vita. Sponsored by CSBNO

La Via del Caos

Cambiare il modo di vedere il mondo per migliorare sé stessi

Aquilone di pensieri

And into the fields I go to lose my mind and find my soul

3... 2... 1... Clic!

E’ un’illusione che le foto si facciano con la macchina… si fanno con gli occhi, con il cuore, con la testa. (Henri Cartier-Bresson)

B-Movie Zone

recensioni di film horror, thriller, gialli, poliziotteschi, sci-fi, exploitation, erotika

I tesori di Amleta

Qualcosa appare e scompare tra tanto buio e luce

VOCI DAI BORGHI

Laudabunt alii claram Rhodon aut Mytilenem...

Duplex Ride

electronic music & video

di Ruderi e di Scrittura

il blog di Gaetano Barreca

ORME SVELATE

la condivisione del dolore è un dono di amore da parte di chi lo fa e di chi lo riceve

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: