HyperHouse

NeXT Hyper Obscure

Archivio per maggio 1, 2014

Don’t think


Ho la perfetta sinestetica estensione di me stesso proiettata sul muro esterno della notte. La ho, sono molto oltre ciò che tu senti e puoi immaginare, non pensare di vedere.

” SENTIERI DI NOTTE ” DI GIOVANNI AGNOLONI- GALAAD EDIZIONI | Giuseppe Previti


Recensione al primo romanzo di Giovanni “Kosmos” Agnoloni, Sentieri di notte. Sul blog di GiuseppePreviti. Un estratto:

Ne è uscito un romanzo ricco di spunti, intriso di futurismo e surrealismo, ora romanzo di fantascienza, ora romanzo d’avventura, ora spy-story, un romanzo che scandaglia l’animo umano e che nasce anche da un grande dolore personale patito dall’autore, la perdita
della donna amata. Questo dolore, che si riverbera in uno dei protagonisti del romanzo che ha perso la moglie, sembra voler dare la spinta, la forza, la molla per ribellarsi al destino e battersi di conseguenza per l’umanità.
Ma SENTIERI DI NOTTE attinge come detto a più generi, con delitti, inseguimenti, ribellioni, pronunciamenti eretici, sete di potere, grandi amori, ma Agnoloni va oltre, e la morte diviene lo spunto per un percorso verso il cuore dell’uomo e verso l’incontro con Dio. Ognuno ha la possibilità di contattare il “vecchio saggio” che contiene in se stesso, cioè coli che ti può portare a compiere ogni impresa.

ALESSANDRO MANZETTI « La zona morta


Bella intervista, anche per quanto riguarda la tecnica del mondo editoriale, ad Alessandro Manzetti, figura di riferimento all’interno di MezzoTints Ebook. Su LaZonaMorta. Uno stralcio:

UNA VOLTA SCELTA UN’OPERA, COME VI MUOVETE E QUALE ITER SEGUITE FINO AL PRODOTTO FINITO?

Si tratta di un processo lungo e complesso, che coinvolge diverse risorse. A seconda della lunghezze e delle caratteristiche dell’opera il processo di produzione richiede mediamente da 4 a 8 settimane. Il testo viene assegnato a uno dei nostri editor, a seconda del genere, che si occupa di leggere e analizzare l’opera, sia dal punto di vista strutturale che stilistico. Viene poi organizzato un briefing tra editor, responsabile di collana, editor-in-chief e responsabile editoriale, per completare l’analisi con ulteriori spunti e riflessioni, che l’editor dovrà poi trasferire all’autore. Terminata questa fase, l’editor entra in contatto diretto con l’autore per condividere i vari interventi sul testo e sulla struttura, ove necessario. Autore ed editor lavorano direttamente online, scambiandosi documenti, proposte e correzioni, varie revisioni e parziali, fino ad arrivare al testo definitivo, condiviso dall’autore. I vari scambi tra editor e autore vengono supervisionati dal responsabile di collana, che se necessario interviene segnalando all’editor ulteriori miglioramenti da proporre all’autore. Una volta che il testo è stato editato, viene riletto dal direttore di collana, se ritiene i lavori conclusi manda l’opera in impaginazione e-book. Se invece emerge la necessità di ulteriori revisioni, il responsabile di collana rimanda l’opera all’editor, completa delle sue note, e si riprende il processo di editing. Il testo definitivo viene impaginato in formato e-book, in bozza, viene passato all’editor per l’ultima verifica, per gli ultimi correttivi, poi viene impaginato definitivamente nei formati epub e mobi/kindle. L’editor, terminato il lavoro di editing, si occupa della stesura della sinossi dell’opera, che viene mandata in visione all’autore. Il processo di produzione (che è sempre lo stesso per noi, sia per opere edite che inedite sia per opere di narrativa che saggistica) viene completato dalla realizzazione della illustrazione di copertina. L’opera viene assegnata, a seconda del genere, a uno dei nostri illustratori, al quale viene trasmessa una sinossi dell’opera e un soggetto base condiviso con l’autore. L’illustratore consegna uno sketch, la redazione verifica l’aderenza del bozzetto presentato alle esigenze e autorizza la prosecuzione dei lavori, chiedendo alcune modifiche al soggetto, se necessario. L’illustratore infine consegna l’artwork definitiva, in alta risoluzione, che viene passata in redazione per il lettering, per completare la cover. A volte utilizziamo illustrazioni a stock, avendo visibilità sull’intero portafoglio di opere dei nostri illustratori, quando riscontriamo un soggetto già realizzato aderente all’opera e del quale possiamo acquistare il copyright. Cover (più eventuali illustrazioni interne) e testo impaginato in e-book vengono caricati sul nostro store e sulla nostra distribuzione, il prodotto finito va così in vendita.

Leggi il seguito di questo post »

Tagore| BooksBlog


[Letto su BooksBlog] di Tagore

Nel villaggio i vicini la chiamavano
Nera – ma lei nel mio cuore è un giglio.
La luce scendeva, fasciata dalle nuvole,
quando l’ho vista la prima volta in un campo:
aveva il capo scoperto, il velo sollevato,
i suoi capelli scendevano sul collo raccolti in trecce.
Può essere Nera, come la chiamano,
ma da quando ho visto i suoi occhi
io sono felice.

L’ansia del cielo annunciava il monsone.
Entrò nella capanna quando sentì
la mucca pomellata muggire di paura.
Voltò un momento i grandi occhi alla nuvole,
sentì in alto il movimento
della tempesta imminente.
Io stavo in mezzo al campo di riso.
Se m’ha notato lo sa solo lei.
È nera come il messaggio dell’uragano estivo,
come l’ombra del bosco rinato,
come il desiderio di un amore segreto
in una pensosa notte di maggio.

Leggi il seguito di questo post »

Terra promessa comunicato stampa | fantascritture – il blog di gian filippo pizzo


Una nuova operazione editoriale in cui do il mio modesto contributo: esce per i tipi di Edizioni Tabula Fati l’antologia Terra Promessa, 10 racconti sulla fanta-decrescita, dove compare un mio racconto, Zoon. L’opera è curata da Gian Filippo Pizzo.

È vero che rinunciando a qualcosa della nostra modernità si vivrebbe meglio?

Questa domanda sicuramente non sintetizza nel modo migliore il concetto di “decrescita felice”, che è molto più ricco, complesso e estremamente interessante. Che, secondo i suoi fautori, prevederebbe la rinuncia alla tecnologia più sfrenata (ma mantenendo quella effettivamente utile), l’abbandono del consumismo, una migliore distribuzione delle risorse sia economiche che naturali (anche grazie al riciclo). Ottenendo in cambio la salvaguardia della natura, il ritorno ad un ritmo di vita meno convulso, una società più equa.
La domanda è però servita da input per alcuni scrittori che, stimolati da essa, hanno deciso di accettare la (difficile) sfida e esprimere la loro opinione, sebbene sotto forma di testi narrativi.
Sono nati così dieci racconti di “fanta-decrescita” che riescono a coniugare la riflessione sul tema proposto con storie interessanti, anche ricche di movimento e azione, e con personaggi quanto mai vividi e convincenti.
Ci sono i decisamente favorevoli alla decrescita, gli apertamente contrari — ed è significativo notare come in questo caso la critica venga tan-to da destra quanto da sinistra — e quelli che ne mettono in luce le criticità e le possibili devianze, fino a chi si mantiene neutrale.
Dieci racconti, nove autori noti nell’ambito della fantascienza italiana e un promettente esordiente, nove inediti scritti per l’occasione e uno già pubblicato ma da cui non si poteva prescindere, una presenza femminile non esigua. Dieci racconti di taglio diverso ma accomunati dall’argomento, per una antologia che fa pensare ma anche che diverte.

Dreams of Dark Angels

The blog of fantasy writer Storm Constantine

Bagatelle

Quisquilie, bagatelle, pinzillacchere...

HORROR CULTURA

Letteratura, cinema, storia dell'horror

Fuliggine

“The books gave Matilda a comforting message: You are not alone." Roald Dahl

Oui Magazine

Per me cultura significa creazione di vita. (Cesare Zavattini)

Nerxes.com

– Daily writings | for thoughtful & reflective moments.

Eleonora Zaupa • Writer Space

Una finestra per un altro mondo. Un mondo che vi farà sognare, o...

Through the Wormhole

“Siamo l’esperimento di controllo, il pianeta cui nessuno si è interessato, il luogo dove nessuno è mai intervenuto. Un mondo di calibratura decaduto. (…) La Terra è un argomento di lezione per gli apprendisti dei.” Carl Sagan

AI MARGINI DEL CAOS

un blog di Franco Ricciardiello

COINCIDENZE

Guardati intorno

Roccioletti

Arte altra e altrove.

La Nuova Verde

Protolettere, interpunzioni grafiche e belle speranze

Sharing

NEUTRALIZE THE FREE RADICALS

Novo Scriptorium

ἀνθρώποισι πᾶσι μέτεστι γινώσκειν ἑωυτοὺς καὶ σωφρονεῖν.

Arte Macabra

per gli amanti del macabro e del grottesco nell'arte moderna

CineFatti

Almeno un film al giorno, come il caffè.

Alessandro Rolfini

ESPLORA L’AVVENTURA

Pmespeak's Blog

Remember! Once warmth was without fire.

L'edera

e le altre poesie in ordine sparso by MerMer

anche-ombre

percorsi ombreggiati, riflessioni esauste, alcooliche, liberatorie

Giacomo Ferraiuolo

Avevo un sogno e l'ho realizzato.

- GIORNALE POP -

Per informarsi su fumetti, film, serie tv, cartoni, musica e tutto ciò che è pop

Inchiostro e Sanguenero

È impossibile non comunicare. (Primo assioma della comunicazione. Scuola di Palo Alto)

Stregherie

“Quando siamo calmi e pieni di saggezza, ci accorgiamo che solo le cose nobili e grandi hanno un’esistenza assoluta e duratura, mentre le piccole paure e i piccoli pensieri sono solo l’ombra della realtà.” (H. D. Thoreau)

L'occhio del cineasta

La community italiana del cinema

La Sindrome del Colibrì

The more you know, the less you fear (Chris Hadfield)

Terracqueo

MultaPaucis

Il maestro dei sogni

"Tutti siamo fatti della stessa sostanza dei sogni"

Il Bistrot dei Libri

"Un libro ben scelto ti salva da qualsiasi cosa, persino da te stesso" Daniel Pennac

Astro Orientamenti

Ri Orientarsi, alla ricerca del nostro baricentro interiore

Fantasy al Kilo

L'osteria del Fantasy e Sci-Fi

Medio Oriente e Dintorni

Storie, cultura e sport dal Medio Oriente e e Dintorni

Gli Archivi di Uruk

Database di genere in italiano

ˈGŌSTRAK

In Absentia Lucis Tenebrae Vincunt

PostScripts

Il Blog di Francesca Sabatini

BREAKFAST COMICS

Best Comics & Graphic Novels / I fumetti da leggere almeno una volta nella vita. Sponsored by CSBNO

La Via del Caos

Cambiare il modo di vedere il mondo per migliorare sé stessi

Aquilone di pensieri

And into the fields I go to lose my mind and find my soul

3... 2... 1... Clic!

E’ un’illusione che le foto si facciano con la macchina… si fanno con gli occhi, con il cuore, con la testa. (Henri Cartier-Bresson)

B-Movie Zone

recensioni di film horror, thriller, gialli, poliziotteschi, sci-fi, exploitation, erotika

I tesori di Amleta

Qualcosa appare e scompare tra tanto buio e luce

VOCI DAI BORGHI

Laudabunt alii claram Rhodon aut Mytilenem...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: