HyperHouse

NeXT Hyper Obscure

Archivio per giugno 16, 2014

Pronta a cambiar ciclo


Contrastando le tue espressioni verbali, riconosco il flame che si genera nei tuoi pretenziosi cicli lunari: senti la stagnazione divenire mutamento, e devi esser semplicemente capace di far fronte a ciò.

Kipple blog: Flipback Mondadori: Kipple lo aveva già fatto


Kipple Officina Libraria è una casa editrice all’avanguardia. Spesso viene menzionato ciò ma, per chi avesse memoria corta, questo post fa un rapido riassunto e aggiorna l’avanguardia di Kipple con una nuova notizia:

Parliamo dei flipback Mondadori, usciti l’8 maggio 2014, libretti a “lettura verticale”.
“Si tratta di libri eccezionali sotto il profilo industriale, realizzati con una cura e una qualità quasi desuete nell’attuale panorama produttivo; la carta, la tipografia, la confezione cucita, l’impaginazione: ogni particolare è stato studiato e realizzato con la massima attenzione per la riuscita finale del libro come oggetto concreto. […] sono libri comodi, agili, veloci, belli, tascabili in senso letterale, eleganti e “cool” allo stesso tempo.”
In sintesi: Rivoluzionario nella forma, compatto nel formato e completo nei contenuti. Un’idea bella. Talmente bella che Kipple l’aveva già avuta:
Il premio Short Kipple 2011 (andato a Le balene di Maath di Giuseppe Agnoletti e Zombie Carpocalypse di Domenico “7di9” Mastrapasqua) è praticamente un flip back, come si può vedere nelle foto, ed è stato pubblicato nel marzo 2011.

Senza nulla togliere alle geniali idee Mondadori, Kipple si conferma casa editrice che riesce a vedere più avanti di altri.Con solo 3 euro, potete accaparrarvi il flipback ante-Mondadori (Vai al sito)

I “record” di Kipple Officina Libraria:

* marzo 2000: prima fanzine in italiano che si sfoglia da destra verso sinistra.
* 2008: primo libro in Italia di lingua araba scritta per arabofoni.
* marzo 2011: uno dei primi libri in italiano che si sfoglia in verticale.
* dicembre 2011: prima casa editrice in Italia a vendere più libri digitali che cartacei.

∂| HorrorMagazine | Mosaico a tessere di sangue


Su HorrorMagazine la recensione Mosaico a tessere di sangue, di Stefano di Marino – o come si firma su Segretissimo, Stephen Gunn. È un romanzo thriller, tratti noir, genere di cui Di Marino è un maestro; ecco uno stralcio della rece che, devo dirlo, mi ha notevolmente incuriosito:

Citazionista e davvero ben congegnato, l’ultimo romanzo del grande Stefano Di Marino, un autore che da sempre mastica la narrativa di genere, sbarca nelle librerie per sorprendere e ammaliare i propri lettori.

Il luogo in cui si svolge la maggior parte dell’azione è quanto di più originale e caratteristico possa offrire la provincia italiana: un albergo sul mare in un periodo di bassa stagione, in un’area — il litorale pontino — solitaria, plumbea e affascinante. È qui, come nella migliore tradizione che si rifà al capolavoro del giallo “Dieci piccoli indiani” di Agatha Christie, che un gruppo eterogeneo di persone si ritrova per trascorrere un weekend apparentemente di relax, con lo scopo rigenerarsi e lasciarsi alle spalle le fatiche e i dolori della vita quotidiana. Fra loro anche un poliziotto, Franco Belli, ferito a una gamba e celebre per aver fatto arrestare una serial killer spietata e sensuale di nome Moira Rachelli, uccisa qualche tempo prima dalla polizia durante un tentativo di fuga dal manicomio. È proprio la figura di questa assassina, ambigua e opprimente, a fare da collante tra le vite degli ospiti dell’albergo “Lungomare”: ognuno di loro, infatti, in passato ha avuto a che fare con lei e forse la loro presenza sul litorale pontino non è affatto casuale. Chi era veramente Moira Rachelli? E perché sembra essere tornata dall’aldilà per vendicarsi delle persone che frequentano l’albergo “Lungomare”?

Di Marino, nella costruzione del romanzo, gioca parecchio col lettore, realizzando un “mosaico” (dal titolo, appunto) ingannevole e fuorviante che trascina fino all’ultima pagina nella voglia di riposizionare tutte le tessere al posto giusto. L’obiettivo è pienamente raggiunto: la storia è appassionante, i personaggi ben delineati e l’ambientazione precisa e disturbante, con quel clima piovigginoso e tetro, e le spiagge solitarie e spazzate dal vento.

Kipple blog: Ecco il Premio Kipple 2013: Matteo Barbieri, L’era della dissonanza, in cartaceo ed ebook!


[Letto su KippleBlog]

Esce oggi 16 giugno il cartaceo e il digitale del vincitore del Premio Kipple 2013, L’era della dissonanza, di Matteo Barbieri. Questa è la quarta di copertina:

Dopo il ritrovamento su un atollo deserto di un uomo in buone condizioni, si sviluppa una serie di eventi che modificano la vita di alcune persone di Barrakay. I personaggi cominciano a prendere sul serio voci complottiste che parlano di un misterioso evento catastrofico avvenuto anni prima, Il segnale, che avrebbe creato il Vuoto Storico togliendo all’umanità ogni profondità della memoria.

Ma chi è Matteo Barbieri? Un esordiente, di fatto; ecco la sua scheda:

Nato a Reggio Emilia nel 1985. La scrittura lo ha attratto sin da bambino e da allora scrive cose di ogni genere, con la predilezione per il fantastico. Traduttore di testi musicali, appassionato di musica e del web, Matteo ha poche ma qualificate pubblicazioni precedenti: la voracità del lettore che è in lui si riflette sui suoi testi.

Il romanzo, come si diceva prima, uscirà in duplice veste, cartacea e digitale; per il cartaceo la copia è acquistabile qui al prezzo di 15€, mentre per il digitale basta cliccare qui al costo competitivo di 1.99€, scaricabile contestualmente in formato ePub e mobi, senza i fastidiosi e inutili lucchetti digitali DRM. La splendida copertina è opera di Ksenja Laginja.

Buona lettura a tutti gli appassionati, preparatevi alla sorpresa confezionata da Matteo Barbieri

Matteo Barbieri, L’era della dissonanza
copertina di Ksenja Laginja,

Kipple Officina Libraria
Collana Avatar — Cartaceo — Pag. 168 — 15 €
ISBN 978-88-95414-96-6

Collana eAvatar — Formato ePub e Mobi — Pag. 67 — 1,99 €
ISBN 978-88-95414-97-3

Corpi spenti, di Giovanni De Matteo ovvero: il senso di Madame Freida per il melange cleptoarchitettonico | Il Bloggo di Herr Joe & Ma’am Freida


Arriva la prima seria recensione a Corpi spenti, il romanzo Urania di Giovanni “X” De Matteo. La troviamo su Freidajoe, e per un lettore non avvezzo alla SF e, in particolare, non particolarmente favorevole al Connettivismo, direi che il responso è alquanto favorevole. Un estratto:

La prosa di De Matteo dipinge sì il ritrovamento di un cadavere etcetera etcetera, ma la narrazione è tale per cui, accanto a una descrizione chiara e semplice dell’ambiente, ricca di particolari ma non barocca, quello che emerge davvero è la personalità di Guzza ed il suo modo di porsi nei confronti del proprio lavoro. Inoltre, l’autore si trattiene dall’esplorare il personaggio con il solito metodo del fingo di parlare con me stesso ma in realtà ti racconto cosa penso de la Vita, l’Universo e tutto quanto – insomma, chiunque ha opinioni su qualunque cosa e potrebbe dire la propria su ogni elemento si ritrovi nel proprio campo visivo, e spesso scrivendo si tende a confondere questo flusso di informazioni inutili con il character development. Non è appunto il caso di De Matteo, tranne in alcuni passaggi che però, per un motivo o per l’altro, non risultano poi troppo molesti o viceversa sono sufficientemente insoliti da risultare interessanti.

AERIA VIRTUS

"l'unico uccello che osa beccare un acquila è il corvo. Si siede sulla schiena e ne morde il collo. Tuttavia l'acquila non risponde, nè lotta con il corvo, non spreca tempo nè energia. Semplicemente apre le sue ali e inizia ad alzarsi piu'in alto nei cieli. Piu' alto è il volo, piu' è difficile respirare per il corvo che cade per mancanza di ossigeno".

ONLINE GRAPHIC DESIGN MARKET

An Online Design Making Site

Sanguinarie Principesse

E del viaggio nulla mi resta se non quella nostalgia. (N. Hikmet)

Cavallette neanche tanto Criptiche

it takes a fool to remain sane

CARTESENSIBILI

Colui che non riesce a trovare spazio per gli altri manca di comprensione, e a chi manca di comprensione tutti risultano estranei.- Zhuāngzǐ

ADESSO-DOPO

SCIVOLO.

Jakob Iobiz

Scrittore

Unclearer

Enjoyable Information. Focused or Not.

Free Trip Downl Hop Music Blog

Free listening and free download (mp3) chill and down tempo music (album compilation ep single) for free (usually name your price). Full merged styles: trip-hop electro chill-hop instrumental hip-hop ambient lo-fi boombap beatmaking turntablism indie psy dub step d'n'b reggae wave sainte-pop rock alternative cinematic organic classical world jazz soul groove funk balkan .... Discover lots of underground and emerging artists from around the world.

Mágica Mistura✨

Uma mistura mágica de poesia, imagens, música, citações, atualidades e velharias do Brasil e do mundo,sempre com um toque de inconformismo ...

boudoir77

"Scrivete quel che volete scrivere, questo è ciò che conta; e se conti per secoli o per ore, nessuno può dirlo." Faccio mio l'insegnamento di Virginia Woolf rifugiandomi in una "stanza", un posto intimo dove dar libero sfogo - attraverso la scrittura - alle mie suggestioni culturali, riflessioni e libere associazioni.

MITOLOGIA ELFICA

Storie e Leggende dal Nascondiglio

Stories from the underground

Come vivere senza stomaco, amare la musica ed essere sereni

Luke Atkins

Film, Music, and Television Critic

STAMPO SOCIALE

Rivista di coscienza collettiva

La Ragazza con la Valigia

Racconti di viaggi e di emozioni.

simonebocchetta

Qui all'ombra si sta bene (A. Camus, Opere, p. 1131)

TRIBUNUS

Duemila anni di Storia Romana

Alessandro Giunchi

osirisicaosirosica e colori

Dreams of Dark Angels

The blog of fantasy writer Storm Constantine

Bagatelle

Quisquilie, bagatelle, pinzillacchere...

HORROR CULTURA

Letteratura, cinema, storia dell'horror

Oui Magazine

DI JESSICA MARTINO E MARIANNA PIZZIPAOLO

Eleonora Zaupa • Writer Space

Una finestra per un altro mondo. Un mondo che vi farà sognare, oppure...

Paesaggi dell'Anima

Gallerie da Vinci

Through the Wormhole

“Siamo l’esperimento di controllo, il pianeta cui nessuno si è interessato, il luogo dove nessuno è mai intervenuto. Un mondo di calibratura decaduto. (…) La Terra è un argomento di lezione per gli apprendisti dei.” Carl Sagan

AI MARGINI DEL CAOS

un blog di Franco Ricciardiello

Tra Racconto e Realtà

Guardati intorno

Roccioletti

Arte altra e altrove.

Sharing

NEUTRALIZE THE FREE RADICALS

Novo Scriptorium

ἀνθρώποισι πᾶσι μέτεστι γινώσκειν ἑωυτοὺς καὶ σωφρονεῖν.

Arte Macabra

per gli amanti del macabro e del grottesco nell'arte moderna

CineFatti

Almeno un film al giorno, come il caffè.

Alessandro Rolfini

ESPLORA L’AVVENTURA

Pmespeak's Blog

Remember! Once warmth was without fire.

L'edera

e le altre poesie in ordine sparso by MerMer

anche-ombre

percorsi ombreggiati, riflessioni esauste, alcooliche, liberatorie

Giacomo Ferraiuolo

Avevo un sogno e l'ho realizzato.

- GIORNALE POP -

Per informarsi su fumetti, film, serie tv, cartoni, musica e tutto ciò che è pop

Inchiostro e Sanguenero

È impossibile non comunicare. (Primo assioma della comunicazione. Scuola di Palo Alto)

Stregherie

“Quando siamo calmi e pieni di saggezza, ci accorgiamo che solo le cose nobili e grandi hanno un’esistenza assoluta e duratura, mentre le piccole paure e i piccoli pensieri sono solo l’ombra della realtà.” (H. D. Thoreau)

La Sindrome del Colibrì

The more you know, the less you fear (Chris Hadfield)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: