HyperHouse

NeXT Hyper Obscure

Archivio per settembre, 2014

Insensato


L’influenza numerale agisce sulla psiche e rende le partecipazioni estemporanee, e lugubri. Lo sguardo giù, nell’abisso, e tutto diviene insensato per il postumano.

Rules


Ho completato le istanze nel complessivo impressionante coperto, si rinnovano le definizioni e la matrice matematica di questo continuum assume altre regole.

Un libro costava meno di un ebook: i Millelire di Stampa Alternativa – Corriere.it


Sul Corriere.it la celebrazione dei MilleLire di Stampa Alternativa, diretta da Marcello Baraghini, alternativa di libretti cartacei low-cost di venti anni fa che hanno avuto una eccelsa fortuna – e tra cui figurava anche il mio primo racconto. Leggete la nostalgia di un’epoca irripetibile…

E’ uscito il videogame NICOLAS EYMERICH Capitolo II: IL VILLAGGIO


[Letto su Eymerich.com]

È in distribuzione il secondo capitolo del videogioco scritto da Ivan Venturi e realizzato da Ticon Blu. Come il primo episodio, La peste, è realizzato in diverse lingue, tra cui il latino, e comprende una versione per non vedenti. Come acquistarlo on line è specificato su www.eymerich.it.

Data Cuisine, Infographics Improves Their Flavour | Neural


[Letto su Neural.it]

Nell’epoca della sovrabbondanza di dati, dove tutto, comprese le nostre abitudini e disgrazie, diventa materiale da digitalizzare, misurare e confrontare; sempre più importante diventa l’infografica, ovvero il modo di rappresentare questi dati. Lo specialista del settore, il data visualizer Moritz Stefaner e il collettivo Prozessagenten hanno realizzato un progetto che fonde la cucina (elemento cardine di molte culture, nonché campo sempre più apprezzato anche dai più giovani e non solo da chi la sceglie come mestiere) all’infografica. Si tratta di Data Cuisine, un progetto di workshop itineranti durante i quali si prendono in considerazione dati statistici del Paese ospite e li si rappresenta in piatti da portata. Il workshop si divide in due fasi: nella prima ci si concentra sulla scelta dei dati da rappresentare e sul modo migliore per farlo, rispettando tematiche e tradizioni legate al territorio; nella seconda fase l’analisi lascia spazio alla pratica e, sotto la guida di uno chef, si segue il percorso creativo atto a realizzare col cibo, grafici e rappresentazioni dei dati analizzati. Ciò che ne deriva è un sorprendente Data Menù, ricco di colori, sapori, forme ed interpretazioni che danno nuova vita alle – solitamente poco attraenti – analisi statistiche. Ed è così che la percentuale di uomini o donne che fanno sesso al primo appuntamento, in Spagna, viene rappresentata da una serie di noodle azzurri o rosa, adagiati sul piatto solitari oppure fittamente intrecciati; mentre il consumo di alcool in Finlandia diventa una mappa di bicchierini più o meno pieni di birra, vino o superalcolici che indicano il consumo diviso per regione. Indubbiamente, una nuova frontiera del comunicare.

∂| HorrorMagazine | David Lynch presenta Mulholland Drive al 10° Lucca Film Festival


Su HorrorMagazine la segnalazione del tributo che Lucca dà oggi al regista, artista in senso lato, David Lynch. Un premio alla carriera, visionaria e unica, che

David Lynch

ci restituisce una mente superiore a tutto tondo, capace di bucare le anguste barriere della nostra dimensione umana.

Durante il festival si potrà visitare la mostra “David Lynch. Lost Visions. L’indiscresto fascino dello sguardo” a Lucca fino al 9 novembre presso l’Archivio di Stato di Lucca in via Macelli 155,  (da martedi a domenica negli orari 10-13;  16-20) a ingresso libero.

I luoghi di svolgimento del Festival sono i seguenti: Cinema Centrale (Via di Poggio Seconda 36); Cinema Moderno (Via Vittorio Emanuele II, n.17); Auditorium S.Micheletto (via San Micheletto 3); Auditorium Fondazione Banca del Monte di Lucca (Piazza San Martino 4); Chiesa di San Francesco e Chiesa di San Franceschetto. Tutte le attività presso il Cinema Centrale e il Cinema Moderno saranno fruibili con un abbonamento completo al costo di 10,00 €. Dal 30 di settembre sarà anche possibile acquistare l’abbonamento giornaliero al costo di 5 €. Gli abbonamenti saranno acquistabili a partire delle ore 14:00 di lunedi 29 settembre 2014 presso il Cinema Centrale. Le attività presso gli auditorium sono invece ad ingresso libero e fino ad esaurimento posti.

∂| ThrillerMagazine | Segnali da Plutonia 5


Su ThrillerMagazine la segnalazione di una pubblicazione di Danilo Arona (sotto pseudonimo) che non conoscevo: Pazuzu, romanzo legato a doppio filo con il saggio L’ombra del dio alato, edito da Kipple. Da non perdere (reperibile su Amazon).

“In un tempo lontano, nel desertico regno di Hassan I Sabbah, domina lo spietato e inguardabile tiranno di Hakim, che terrorizza dall’alto del suo castello la pacifica gente delle dune. Un illusorio e precario equilibrio di paura e sottomissione, di colpo infranto dall’arrivo della Madre dell’Oscurità, la cui tenebra dilagante può significare la fine di ogni forma di vita: un potere smisurato e invincibile che l’ambizioso mago Hakim è in grado di sfruttare per i suoi occulti scopi. Ma contro tanta e perversa alleanza ecco levarsi la più impensabile delle alleanze: una giovane sciamana cieca, i minuscoli e timidi Figli delle Stelle e gli improvvisati guerrieri delle sabbie. Una tenzone senza storia fino a quando, dalle viscere della terra, non emerge la creatura più gigantesca e spaventosa dell’universo. L’immenso drago volante di cui nessuno osa pronunciare il nome…”

In questa inconsueta incursione fantasy del suo percorso narrativo, Danilo Arona — sotto lo pseudonimo di Yon Kasarai — offre un inedito punto di osservazione del suo immaginario fantastico. Oltre a collegarsi in modo diretto a un caposaldo dell’horror quale è L’Esorcista di William Peter Blatty (tra l’altro richiamato nelle pagine finali), il libro descrive la genesi mitica di due terribili personaggi femminili che hanno occupato le pagine di Black Magic Woman e Cronache di Bassavilla, ovvero la Madre dell’Oscurità e il “fantasma delle strade”, di nome Melissa. Personaggio, quest’ultimo, che Arona ha poi ripreso e sviluppato in altri contesti.
Il tutto si svolge in una cornice al contempo fiabesca e spaventosa quale è il deserto mediorientale, regno dei djinn e dei demoni del vento.

Beati Lotofagi: Caleb Battiago – I Giorni della Gallina Nera: L’Apocalisse a Roma


Su BeatiLotofagi la recensione al nuovo lavoro di Caleb Battiago (pseudonimo di Alessandro Manzetti), I giorni della gallina nera – già recensito qui. Parole apocalittiche per descrivere uno scenario e una situazione estrema, quale Battiago ci ha abituato a leggere, messa in relazione anche alle prove poetiche di Manzetti edite da Kipple Officina Libraria; un estratto:

Un’opera da elettroencefalogramma puntonato. Una narrazione che sembra far i conti con un inconscio contratto nella lotta per poter imporre il suo predominio ma costretto ad una simbiosi funzionale.
Una Papessa transgender al Soglio di Pietro. Una cappa di follia che opprime la Città Eterna generando riti impossibili, un crogiolo di sofferenza tra schiavi e torture, una migrazione forzata in  lebbrosario destinati alla fecondità ormai odiata e temuta. Un tour apocalittico in una Roma che diviene cloaca a cielo aperto degli umori necrofili e sadici.
I Giorni della Gallina Nera, del visionario Caleb Battiago/Alessandro Manzetti, rappresenta una naturale evoluzione del contenuto onirico di Venus, raccolta poetica in cui le sue allucinazioni si fondono alle sanguigne lacrime di Corrine De Winter.
Quel mondo di dolore e di specchi si insinua in un opera distopica dove il gemito millenario della donna risuona insopportabile. Un’agonia nutrita da religioni, folklore, morale, leggi e pazzia.
La rete delle Dagonachie è la rete collettiva in cui sono imprigionate le donne sin dalla loro nascita. Una rete di violenza, non solo d’azione sul corpo ma anche di educazione del loro corpo.

NON – Total War


Annientamento, annichilimento, prevaricazione globale su chi non ha diritto di vivere. La guerra totale ha inizio.

Leggi il seguito di questo post »

Intervista a Dario Tonani: un disco volante è finalmente atterrato a Lucca | Penne Matte


Nuova intervista a Dario Tonani su PenneMatte. Lo stato di salute della SF italica è il centro della chiacchierata e Dario sottolinea come i tempi stiano cambiando:

Dario, com’è cambiata la fantascienza italiana con Internet?
Si è fatta meno autoreferenziale. Quello fantascientifico è sempre stato un ambito chiuso e con pochi sbocchi. Al di fuori delle riviste specializzate e delle grandi pubblicazioni, era difficile farsi conoscere. Con la rete e, soprattutto con i social, il genere si è allargato e oggi direi che, rispetto al passato, la fantascienza italiana sta vivendo un periodo fortunato. Prova ne sono i diversi autori tradotti all’estero.

Per quanto riguarda le tematiche, che cambiamenti si registrano?
La più grande novità è che ora ambientiamo le storie in Italia. Prima era impensabile. Ricordi la battuta di Fruttero & Lucentini? “Un disco volante non può atterrare a Lucca“. Non solo gli autori italiani ambientavano storie all’estero, ma si firmavano spesso con pseudonimi inglesi. Ora l’Italia è protagonista di questo genere. Lo testimoniamo autori come Giovanni “X” De Matteo, Lanfranco Fabriani, Francesco Verso, Massimo Mongai e Francesco Troccoli. Autori che non sempre ambientano le loro storie in Italia, ma hanno fatto dell’italianità una loro costante.

Quindi, la fantascienza non è morta.
Assolutamente no. Quest’anno sono stato alla WorldCon di Londra e l’idea che circola è che la fantascienza inglese stia vivendo un nuovo periodo d’oro. In Italia è un genere che funziona poco in libreria e meglio in edicola, ma con la rete le cose stanno cambiando.

La Ragazza con la Valigia

Ironia e parodie, racconti di viaggio e di emozioni…dentro, fuori e tutt’intorno !!

simonebocchetta

Qui all'ombra si sta bene (A. Camus, Opere, p. 1131)

TRIBUNUS

Duemila anni di Storia Romana

Alessandro Giunchi

corruptio pessima optimi

Dreams of Dark Angels

The blog of fantasy writer Storm Constantine

Bagatelle

Quisquilie, bagatelle, pinzillacchere...

HORROR CULTURA

Letteratura, cinema, storia dell'horror

Fuliggine

“The books gave Matilda a comforting message: You are not alone." Roald Dahl

Oui Magazine

Per me cultura significa creazione di vita. (Cesare Zavattini)

Eleonora Zaupa • Writer Space

Una finestra per un altro mondo. Un mondo che vi farà sognare, o...

Through the Wormhole

“Siamo l’esperimento di controllo, il pianeta cui nessuno si è interessato, il luogo dove nessuno è mai intervenuto. Un mondo di calibratura decaduto. (…) La Terra è un argomento di lezione per gli apprendisti dei.” Carl Sagan

AI MARGINI DEL CAOS

un blog di Franco Ricciardiello

Sincronicità Spicciola

Guardati intorno

Roccioletti

Arte altra e altrove.

Sharing

NEUTRALIZE THE FREE RADICALS

Novo Scriptorium

ἀνθρώποισι πᾶσι μέτεστι γινώσκειν ἑωυτοὺς καὶ σωφρονεῖν.

Arte Macabra

per gli amanti del macabro e del grottesco nell'arte moderna

CineFatti

Almeno un film al giorno, come il caffè.

Alessandro Rolfini

ESPLORA L’AVVENTURA

Pmespeak's Blog

Remember! Once warmth was without fire.

L'edera

e le altre poesie in ordine sparso by MerMer

anche-ombre

percorsi ombreggiati, riflessioni esauste, alcooliche, liberatorie

Giacomo Ferraiuolo

Avevo un sogno e l'ho realizzato.

- GIORNALE POP -

Per informarsi su fumetti, film, serie tv, cartoni, musica e tutto ciò che è pop

Inchiostro e Sanguenero

È impossibile non comunicare. (Primo assioma della comunicazione. Scuola di Palo Alto)

Stregherie

“Quando siamo calmi e pieni di saggezza, ci accorgiamo che solo le cose nobili e grandi hanno un’esistenza assoluta e duratura, mentre le piccole paure e i piccoli pensieri sono solo l’ombra della realtà.” (H. D. Thoreau)

L'occhio del cineasta

La community italiana del cinema

La Sindrome del Colibrì

The more you know, the less you fear (Chris Hadfield)

Terracqueo

MultaPaucis

Il maestro dei sogni

"Tutti siamo fatti della stessa sostanza dei sogni"

Il Bistrot dei Libri

"Un libro ben scelto ti salva da qualsiasi cosa, persino da te stesso" Daniel Pennac

Astro Orientamenti

Ri orientarsi: alla ricerca del nostro baricentro interiore

Fantasy al Kilo

L'osteria del Fantasy e Sci-Fi

Medio Oriente e Dintorni

Storie, cultura e sport dal Medio Oriente e e Dintorni

Gli Archivi di Uruk

Database di genere in italiano

ˈGŌSTRAK

In Absentia Lucis Tenebrae Vincunt

BREAKFAST COMICS

Best Comics & Graphic Novels / I fumetti da leggere almeno una volta nella vita. Sponsored by CSBNO

La Via del Caos

Cambiare il modo di vedere il mondo per migliorare sé stessi

Aquilone di pensieri

And into the fields I go to lose my mind and find my soul

3... 2... 1... Clic!

E’ un’illusione che le foto si facciano con la macchina… si fanno con gli occhi, con il cuore, con la testa. (Henri Cartier-Bresson)

B-Movie Zone

recensioni di film horror, thriller, gialli, poliziotteschi, sci-fi, exploitation, erotika

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: