HyperHouse

NeXT Hyper Obscure

Archivio per settembre 9, 2014

La luna guida oltre l’orizzonte


Ho guidato fino a giungere altrove, l’energia così densa e forte, la percezione sembrava non finire più perché la sorgente si rivestiva di folate di nero e umore avvolgente senza soluzione di continuità.

Intervista per RadioEco | Emanuele Manco


Intervista a Emanule “Manex” Manco, connettivista e responsabile di FantasyMagazine, su cui la chiaccherata verte. Interessante estrapolare il mood che crea la testata web che ogni giorno sforna innumerevoli e interessanti news: complimenti a Manex per lo splendido lavoro che sta portando avanti.

D: “Cosa ci vuole per lavorare nella redazione della FM?”

R: “Se per lavoro intendiamo una occupazione che possa fornire un sostentamento, FM non è un lavoro. Pertanto per prestare del proprio tempo per FM in un’attività che però è simile a quella di un lavoro pagato, serve tanta passione.

Passione, ma anche la continuità che si assicura a un qualsiasi hobby per ottenere dei risultati di qualità. L’impegno minimo per considerarsi della redazione è sapere che presti il tuo tempo a FM devi metterlo a frutto nel rispetto delle scadenze che un quotidiano impone. In caso contrario, dato che non stiamo parlando di un lavoro che dà da vivere, meglio non prendersi alcun impegno e scrivere quando si ha tempo.”

Spacciarsi per altro


Quando ti accorgi che in stanza non c’è chi sentivi, allora capisci la potenza del travestirsi e dello spacciarsi per altro.

La fine del futuro – Carmilla on line ®


Su CarmillaOnLine una delle splendide e feroci disamine sociali e poltiche di Alessandra Daniele, che dimostra di ben conoscere la SF. Incollo qui sotto la capsula, compressa e rabbiosa:

A seguire i media mainstream sembra d’essere tornati indietro di oltre un decennio: la stessa martellante propaganda adoperata ai tempi dell’invasione dell’Afghanistan e dell’Iraq replicata identica, come se non fosse già stata sputtanata come una tragica truffa da anni.
Stessi slogan, stessi cliché, stessa retorica, stesse menzogne. In tempi di crisi si ricicla tutto.
L’unica differenza sostanziale è la reazione della maggioranza dell’opinione pubblica che stavolta sembra accettare l’idea della guerra con una rassegnazione quasi apatica, come qualcosa di assolutamente inevitabile.
Come se fosse già successo.
Sembra essere morta non solo la speranza d’un futuro diverso, ma proprio l’idea stessa di futuro.
Assassinata dal cosiddetto “pragmatismo post ideologico”, cioè dal pensiero unico che nega la possibilità di qualsiasi alternativa allo statu quo, sfruttamento, precarizzazione, disgregazione sociale, e guerre coloniali comprese.
La maggioranza s’è rassegnata alla continua ripetizione d’un presente sempre più grigio e logoro come un vecchio nastro smagnetizzato, seguita soltanto dal collasso definitivo della civiltà, magari schiantata da un’infezione come un moribondo già gravemente immunodepresso.
Come sempre succede, la fantascienza rispecchia fedelmente questa condizione dell’immaginario collettivo, il 99% delle serie sf/horror in circolazione in questi anni prevedono un futuro post apocalittico: The Walking Dead, Falling Skies, The Last Ship, Z Nation, Revolution, Defiance.
Anche Doctor Who ormai, quando non si rifugia in un passato posticcio di stereotipi retrò (la Londra vittoriana, la foresta di Sherwood, l’Orient Express) ritrae cupi scenari futuri di guerra globale.
È lo stesso anche per quasi tutti i film sf. Persino il franchise di Star Trek – nato come fantascienza utopica per antonomasia – è diventato sempre più distopico, fino a descrivere una federazione iper militarizzata e continuamente assediata da minacce terroristiche interne ed esterne.
La maggior parte di queste distopie apocalittiche però non è concepita per denunciare la deriva millenarista, ma per assecondarla, spesso con toni molto reazionari. Seguire il trend per motivi commerciali.
Un trend che è stato creato per motivi commerciali.
L’idea di futuro è stata assassinata da chi ha bisogno di far credere che l’unica alternativa allo statu quo sia l’apocalisse.
Per cancellare il “sole dell’avvenire” s’è cancellato l’avvenire.

∂| FantasyMagazine | La città perduta d’avorio e d’argento


Su FantasyMagazine recensione a La città perduta d’avorio e d’argento, di Stella Gemmell. Non parliamo di un Fantasy stretto, bensì di un’immagine che schiaccia evocando miriadi di altre cose, e tutto appare sotto una luce trascendentale. Lascio parlare uno stralcio dell’articolo, che descrive assai meglio di me il libro in oggetto.

Una città. La Città. Enorme e decadente, nata sul mare, è stata distrutta più volte nei secoli, è ricresciuta strato su strato sulle proprie rovine e ancora una volta sta affrontando il declino. La Città ha divorato ogni cosa — dentro e fuori da sé — per sottomettere popoli, occupare terre e produrre soldati.  Ha reso deserto ciò che prima era verde e produttivo, ma la sua guerra non finisce mai: tutti i cittadini, uomini e donne al compimento del sedicesimo anno di età, sono chiamati a combattere e a morire per il suo insaziabile desiderio di conquista.

Dentro la Città, chiuso nel proprio palazzo da tempo immemorabile, si annida come un ragno l’Imperatore: in pochissimi lo hanno visto di persona, forse esiste da sempre, forse è qualcosa di più che umano. Al pari della sua corte.

Leggi il seguito di questo post »

Alessandro Rolfini

Be Different...Be Free !!

Pmespeak's Blog

Remember! Once warmth was without fire.

L'edera

e le altre poesie in ordine sparso by MerMer

My Mad Dreams

Sognatore è chi trova la sua via alla luce della luna... punito perché vede l'alba prima degli altri. [Oscar Wilde]

anche-ombre

percorsi ombreggiati, riflessioni esauste, alcooliche, liberatorie

There was a vision…

… of an outstanding and individual concept, which would last for many years hence.

Giacomo Ferraiuolo

Avevo un sogno e l'ho realizzato.

- GIORNALE POP -

Per informarsi su fumetti, film, serie tv, cartoni, musica e tutto ciò che è pop

Inchiostro e Sanguenero

È impossibile non comunicare. (Primo assioma della comunicazione. Scuola di Palo Alto)

Stregherie

“Quando siamo calmi e pieni di saggezza, ci accorgiamo che solo le cose nobili e grandi hanno un’esistenza assoluta e duratura, mentre le piccole paure e i piccoli pensieri sono solo l’ombra della realtà.” (H. D. Thoreau)

L'occhio del cineasta

La porta su un'altra dimensione

La Sindrome del Colibrì

The more you know, the less you fear (Chris Hadfield)

Terracqueo

MultaPaucis

Il maestro dei sogni

"Tutti siamo fatti della stessa sostanza dei sogni"

Il Bistrot dei Libri

"Un libro ben scelto ti salva da qualsiasi cosa, persino da te stesso" Daniel Pennac

Astro Orientamenti

Ri Orientarsi, alla ricerca del nostro baricentro interiore

Fantasy al Kilo

L'osteria del Fantasy e Sci-Fi

Medio Oriente e Dintorni

Storie, cultura e sport dal Medio Oriente e e Dintorni

Gli Archivi di Uruk

Database di genere in italiano

ˈGŌSTRAK

In Absentia Lucis Tenebrae Vincunt

PostScripts

Il Blog di Francesca Sabatini

Rosa Frullo

Rosa Frullo. Un poeta e un filosofo tra Spleen e Masochismo

BREAKFAST COMICS

Best Comics & Graphic Novels / I fumetti da leggere almeno una volta nella vita. Sponsored by CSBNO

La Via del Caos

Cambiare il modo di vedere il mondo per migliorare sé stessi

Aquilone di pensieri

And into the fields I go to lose my mind and find my soul

3... 2... 1... Clic!

E’ un’illusione che le foto si facciano con la macchina… si fanno con gli occhi, con il cuore, con la testa. (Henri Cartier-Bresson)

B-Movie Zone

recensioni di film horror, thriller, gialli, poliziotteschi, sci-fi, exploitation, erotika

I tesori di Amleta

Qualcosa appare e scompare tra tanto buio e luce

VOCI DAI BORGHI

Laudabunt alii claram Rhodon aut Mytilenem...

Duplex Ride

electronic music & video

di Ruderi e di Scrittura

Storie della trazione popolare italiana

ORME SVELATE

la condivisione del dolore è un dono di amore da parte di chi lo fa e di chi lo riceve

francesca del moro

La differenza tra prosa e poesia è che la prosa dice poco e ci mette molto tempo, la poesia dice molto in pochissimo tempo. C. Bukowski

Istanze & Fantasmi

poesie seminate, di Martina Campi

Astro-Sirio

Astra inclinant non necessitant

The Twittering Machine

Racconti di fantascienza (e altro) di Piero Schiavo Campo

Quel cinema invisibile...

Cinema was made to reunite the Visible and the Invisible

Il Calamaio Elettrico

Versi di Mauro De Candia e influenze varie

ON THE ROAD

Non bisogna lasciarsi sopraffare dalla paura, altrimenti diventa un ostacolo che impedisce di andare avanti

Evelyn 🇮🇹 28 y/o ♍

✏ Drawings are the window to the soul 📚 Book cover artist 📌 Edizioni Underground? 📌 Edizioni Open 📌 Panesi edizioni 💬 Cartoonist 📌 SkuolaNet 📌 SeiAlTuristico 👩🎨 Facebook / Twitter / Instagram: @EvelynArtworks

Sull'amaca blog

Un posto per stare, leggere, ascoltare, guardare, ricordare e forse sognare.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: