HyperHouse

NeXT Hyper Obscure

Archivio per settembre 14, 2014

Percorso da compiere


Mischio le parole con esistenze ctonie del tuo universo; le labbra sono saldate sulla continua desinenza catartica, lasciami espletare in iconografie il percorso da compiere.

Collegato al Nulla senziente


Profondi istanti di estasi ermetica si fissano sulle tue distanze cicliche. Lasciami scorrere sul vuoto pneumatico a velocità siderali, collegato al Nulla senziente.

Il risveglio dell’Abisso – Carmilla on line ®


Segnalazione d’obbligo per Danilo Arona che, dalle pagine di CarmillaOnLine, centra il discorso Isis avviato ieri anche sulla Nazione Oscura. I suoi viaggi astrali gli avevano in qualche modo anticipato l’abisso di Male in cui stiamo precipitando tutti, in quella terra da sempre dominata da Pazuzu

Qualche riga esemplificativa dell’articolo:

Stavo giusto tentando di mettere assieme qualche considerazione non traballante in merito a quel che sta succedendo in Iraq e altrove (e soprattutto in rete) con l’orribile strategia dei “messaggi” dell’ISIS e affini a base di decapitazioni mostrate al mondo via Internet. Un grumo di pensieri, ipotesi e concetti che sfiorano, va da sé, lo spostamento dell’asticella nella ridefinizione di quell’entità filosofica e antropologica che in filosofia e/o in letteratura chiamasi Male, con la maiuscola. Volevo già porvi mano l’anno scorso in settembre dopo l’assalto al Westgate Mall di Nairobi, ma qualcosa – forse le poche, mostruose foto diffuse nel web delle vittime falciate dai terroristi islamici mentre facevano spesa – me lo ha impedito. Un misto, non so quanto giustificato, di pudore e pure di vergogna perché è troppo facile speculare “in alto” di fronte a una settantina di cadaveri scempiati. Ho letto come tutti delle atrocità compiute sugli ostaggi: faccende irriferibili che non riporto e che sfidano l’immaginazione più sfrenata, andando inevitabilmente a riformulare l’idea del Male come inevitabile e incorreggibile imperfezione della natura umana che non può far altro che crescere entropicamente in quanto cancro invisibile e virale all’interno della così chiamata da molti “Tanatosfera” (e a questo proposito andatevi a leggere le ineludibili considerazioni di Veniero Scarselli sull’irriducibile ubiquità del “disordine molecolare” in www.literary.it).

Autocitandomi, tempo fa ho definito il Male come un’assordante e inquinante vibrazione energetica in perenne espansione – e le condizioni pessime del pianeta forse lo dimostrano –, un planetario e immenso Peter Quint di cui tutti subiamo la nequizia senza per questo essere istitutrici vittoriane sessualmente represse. Nel mio romanzo più faticoso e viscerale, L’estate di Montebuio, ho tentato di dar corpo a elucubrazioni personali vecchie di decenni sull’argomento. Citando un intimo amico, che è pure eccellente scrittore e che più di altri ha ben visitato le stanze di Montebuio, Daniele Bonfanti, “il Male non è un concetto, ma una realtà fisica. O meglio, il Male è ‘anche’ un concetto, ma un concetto – un simbolo, un’idea – che si fa vibrazione-sostanza. Come gli atomi di Democrito, come le particelle della Fisica dei Quanti. Attraverso la Coscienza e la Memoria… Perché le cose sono vibrazioni, così come i simboli, che nella Coscienza cosa sono, se non vibrazioni. E il Male muta, in continuazione (sposta, appunto, l’asticella). E soprattutto, il Male cresce, si espande, contagia.”

La difficile vita di un agente temporale. Intervista a Lanfranco Fabriani ∂ Fantascienza.com


Nell’ambito di un ricco Delos 165, ho piacere di segnalare una bella intervista a Lanfranco Fabriani, Premio Urania 2001 con il suo Lungo i vicoli del tempo. Segnalo qui sotto l’incipit della chiacchierata:

Partiamo dal topos del viaggio nel tempo. Cosa ti intriga di questo filone della fantascienza?

Se prendiamo in esame il viaggio nel tempo nel passato, l’idea che le cose potrebbero essere andate differentemente ma al tempo stesso anche l’idea del perché le cose non potrebbero mai andare differentemente. Noi siamo abituati a concepire la storia come inamovibile, sta lì, è accaduta, c’è un motivo per cui le cose sono andate in quel modo — nell’epoca del positivismo c’era l’idea di storia come sviluppo continuo, di progresso — invece zac, arriva la fantascienza che ti dice che magari la storia è andata così perché qualcuno ha schiacciato la farfalla sbagliata nel cretaceo (Bradbury: “Rumore di Tuono”) o è comparso dove non doveva e ha fatto perdere la battaglia di Gettysburgh a chi l’aveva vinta (Moore: L’Anno del giubileo). Insomma, la fantascienza al suo meglio può farci fare una sana riflessione sui perché e i percome della storia umana, ci consente di fare un passo di lato e riflettere sulla nostra idea di storia. E Poi naturalmente ci sono i paradossi temporali. E’ molto interessante, vedere come logicamente gli scrittori di fantascienza ammettono o negano la possibilità di paradossi temporali  e come giocano con questo concetto.

Venus Intervention – Book Review | Kipple Officina Libraria


[Letto su KippleBlog]

Splendida recensione sul prestigioso hellnotes.com (in lingua inglese) di Venus intervention, opera poetica gotica a quattro mani di Corrine De Winter e Alessandro Manzetti edita da Kipple Officina Libraria. Un estratto della rece:

The poems in Venus Intervention dance and weave along the borderland between those two realms. “Part I: Morning” is a collection from Corrine De Winter. Her work is haunting and emotional. “Do I make you write ethereal music” evokes images of phantoms, operas, and deadly passions. In “Terminal,” she writes, “Even my wild horses are tethered by cold reason.” It is this vivid imagery that brings each poem to life like a point of light in a black room. “Part II: Evening” by Alessandro Manzetti serves as a contrast to De Winter. His brutal edge cuts like a knife.

Corrine De Winter e Alessandro Manzetti, Venus Intervention
copertina di Daniele Serra
Kipple Officina Libraria – Collana Versi Guasti – Pag. 51 – 1,49€
Formato ePub e Mobi
ISBN 978-88-98953-05-9
Dreams of Dark Angels

The blog of fantasy writer Storm Constantine

Bagatelle

Quisquilie, bagatelle, pinzillacchere...

HORROR CULTURA

Letteratura, cinema, storia dell'horror

Fuliggine

“The books gave Matilda a comforting message: You are not alone." Roald Dahl

Oui Magazine

Per me cultura significa creazione di vita. (Cesare Zavattini)

Nerxes.com

– Daily writings | for thoughtful & reflective moments.

Eleonora Zaupa • Writer Space

Una finestra per un altro mondo. Un mondo che vi farà sognare, o...

Through the Wormhole

“Siamo l’esperimento di controllo, il pianeta cui nessuno si è interessato, il luogo dove nessuno è mai intervenuto. Un mondo di calibratura decaduto. (…) La Terra è un argomento di lezione per gli apprendisti dei.” Carl Sagan

AI MARGINI DEL CAOS

un blog di Franco Ricciardiello

COINCIDENZE

Guardati intorno

Roccioletti

Arte altra e altrove.

La Nuova Verde

Protolettere, interpunzioni grafiche e belle speranze

Sharing

NEUTRALIZE THE FREE RADICALS

Novo Scriptorium

ἀνθρώποισι πᾶσι μέτεστι γινώσκειν ἑωυτοὺς καὶ σωφρονεῖν.

Arte Macabra

per gli amanti del macabro e del grottesco nell'arte moderna

CineFatti

Almeno un film al giorno, come il caffè.

Alessandro Rolfini

ESPLORA L’AVVENTURA

Pmespeak's Blog

Remember! Once warmth was without fire.

L'edera

e le altre poesie in ordine sparso by MerMer

anche-ombre

percorsi ombreggiati, riflessioni esauste, alcooliche, liberatorie

Giacomo Ferraiuolo

Avevo un sogno e l'ho realizzato.

- GIORNALE POP -

Per informarsi su fumetti, film, serie tv, cartoni, musica e tutto ciò che è pop

Inchiostro e Sanguenero

È impossibile non comunicare. (Primo assioma della comunicazione. Scuola di Palo Alto)

Stregherie

“Quando siamo calmi e pieni di saggezza, ci accorgiamo che solo le cose nobili e grandi hanno un’esistenza assoluta e duratura, mentre le piccole paure e i piccoli pensieri sono solo l’ombra della realtà.” (H. D. Thoreau)

L'occhio del cineasta

La community italiana del cinema

La Sindrome del Colibrì

The more you know, the less you fear (Chris Hadfield)

Terracqueo

MultaPaucis

Il maestro dei sogni

"Tutti siamo fatti della stessa sostanza dei sogni"

Il Bistrot dei Libri

"Un libro ben scelto ti salva da qualsiasi cosa, persino da te stesso" Daniel Pennac

Astro Orientamenti

Ri Orientarsi, alla ricerca del nostro baricentro interiore

Fantasy al Kilo

L'osteria del Fantasy e Sci-Fi

Medio Oriente e Dintorni

Storie, cultura e sport dal Medio Oriente e e Dintorni

Gli Archivi di Uruk

Database di genere in italiano

ˈGŌSTRAK

In Absentia Lucis Tenebrae Vincunt

PostScripts

Il Blog di Francesca Sabatini

BREAKFAST COMICS

Best Comics & Graphic Novels / I fumetti da leggere almeno una volta nella vita. Sponsored by CSBNO

La Via del Caos

Cambiare il modo di vedere il mondo per migliorare sé stessi

Aquilone di pensieri

And into the fields I go to lose my mind and find my soul

3... 2... 1... Clic!

E’ un’illusione che le foto si facciano con la macchina… si fanno con gli occhi, con il cuore, con la testa. (Henri Cartier-Bresson)

B-Movie Zone

recensioni di film horror, thriller, gialli, poliziotteschi, sci-fi, exploitation, erotika

I tesori di Amleta

Qualcosa appare e scompare tra tanto buio e luce

VOCI DAI BORGHI

Laudabunt alii claram Rhodon aut Mytilenem...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: