HyperHouse

NeXT Hyper Obscure

Archivio per settembre, 2015

Simulazioni ardite


Nel focus del tuo template ordino istantanee che si sovrappongono alla complessità del reale, mostrando soltanto le simulazioni più ardite che non disegnano il superiore Sistema Complesso Olografico.

Grafi sospesi


Il quarto dei segni mostra la complessa disinstallazione in atto su te, quando non riesci a mostrare altro che piccoli grafi sospesi sul nulla siderale.

Iridescenza


Il simbionte si reinstalla a ogni giro di prefettizie istanze malevole, giochi istantanei di pura iridescenza catartica.

Vuoto quantico


Controllo le periferiche lasciate sfrigolare sul limite del vuoto pneumatico, fino a quando esso si trasforma in vuoto quantico dimesso.

Si mostrano


Non significano nulla le tue rimostranze esteriori al complessivo montante caotico, dove matematiche aliene si mostrano al più differente.

Arabeschi non nel continuum


Insensibili come restituzioni catartiche del mio ascendente festante, la complessità mostrata si attesta su valori discendenti di vago sapore esotico, arabeschi estranei al continuum.

La maschera


Ecco come disturbo la mia festante ottusità canonica, mostrando le parole come un corollario olografico di nulla.

La scena underground genovese – Duplex Ride


La scena underground genovese, la più sperimentale e al contempo oscura, Noise, poetica e Industrial, è molto attiva, non credo che al momento in Italia ci siano paragoni che reggano il confronto. Le evocazioni sonore di Stefano Bertoli, Sabina Fanfani, Ksenja Laginja, Legge Cosmica, Gedron e Lidia Giusto non hanno nulla da invidiare alle sperimentazioni estere più blasonate, la scelta delle locations per le performance e le invocazioni occulte che si susseguono non viste ma presenti sono profondità siderali cui prestar orecchio, pelle e anima. Da seguire con attenzione, tramite il collettivo Duplex Ride.

Vibroplasm, resonance instrument | Neural


[Letto su Neural.it]

Il lavoro artistico indirizzato alla sinestesia e all’interrelazione dei sensi, partendo dalla musica visiva, è spesso basato sul concetto che la luce e il suono sono entrambi fenomeni vibrazionali – uno meccanico e l’altro elettromagnetico – e come tali possono essere interpretati attraverso un sistema di correlazioni teoriche o perfino trasdotti con mezzi tecnici uno nell’altro. Al di là della mappatura delle lunghezze d’onda e l’instradamento di catene di segnali, la motivazione subalterna alla base di queste opere è spesso una questione ontologica nell’affrontare il tessuto di base del mondo fisico attraverso la “percettualizzazione” dei fenomeni fisici, una sfida ripresa in particolare nel campo della ricerca di Hans Jenny relativa alla cimatica. Vibroplasm, una recente serie di opere di Erfan Abdi utilizza tecniche simili allo scopo di sperimentare la vibrazione attraverso il suono, lo spazio e il corpo. In Vibroplasm, lunghe molle agiscono come elementi vibranti monodimensionali, che sono impostati in risonanza attraverso un feedback controllato. I magneti sono posizionati a intervalli differenti lungo la lunghezza della molla e la loro oscillazione meccanica viene convertita in energia elettromagnetica dalle bobine dei pick-up. L’oscillazione dei magneti attaccati alla molla e agganciati dalle bobine genera un segnale audio che viene poi immesso nell’elemento vibrante attraverso un trasduttore elettromeccanico. Ogni magnete e la bobina stimola specifiche frequenze di risonanza del sistema, che può essere manipolato alterando fisicamente la posizione delle bobine e dei magneti lungo la lunghezza della molla. Vibroplasm funge allora come uno strumento per esplorare i fenomeni di risonanza e rendere le vibrazioni tangibili, così come uno strumento che genera pattern sonici che inducono alla trance. Utilizzare questo sistema diventa in qualche modo una sorta di relazione in cui la parola materiale sembra agire di propria iniziativa e per il quale il perfomer ha la facoltà d’intervenire o di star solo ad ascoltare.

Strani giorni: “Diario di Casoli” in versione cartacea


Dal blog di Ettore Fobo: Da oggi è possibile acquistare online la versione stampata di Diario di Casoli. Questo per venire incontro alle richieste di coloro che desideravano una versione cartacea del poemetto. Se siete interessati, affrettatevi, perché non ne saranno stampate molte copie. Il libro è disponibile solo su IBS. Vi ricordo che è anche possibile acquistare l’originaria versione ebook su tutti i principali store e sul sito Kipple. Grazie dell’ascolto.

La Ragazza con la Valigia

Ironia e parodie, racconti di viaggio e di emozioni…dentro, fuori e tutt’intorno !!

simonebocchetta

Qui all'ombra si sta bene (A. Camus, Opere, p. 1131)

TRIBUNUS

Duemila anni di Storia Romana

Alessandro Giunchi

corruptio pessima optimi

Dreams of Dark Angels

The blog of fantasy writer Storm Constantine

Bagatelle

Quisquilie, bagatelle, pinzillacchere...

HORROR CULTURA

Letteratura, cinema, storia dell'horror

Fuliggine

“The books gave Matilda a comforting message: You are not alone." Roald Dahl

Oui Magazine

Per me cultura significa creazione di vita. (Cesare Zavattini)

Eleonora Zaupa • Writer Space

Una finestra per un altro mondo. Un mondo che vi farà sognare, o...

Through the Wormhole

“Siamo l’esperimento di controllo, il pianeta cui nessuno si è interessato, il luogo dove nessuno è mai intervenuto. Un mondo di calibratura decaduto. (…) La Terra è un argomento di lezione per gli apprendisti dei.” Carl Sagan

AI MARGINI DEL CAOS

un blog di Franco Ricciardiello

Sincronicità Spicciola

Guardati intorno

Roccioletti

Arte altra e altrove.

Sharing

NEUTRALIZE THE FREE RADICALS

Novo Scriptorium

ἀνθρώποισι πᾶσι μέτεστι γινώσκειν ἑωυτοὺς καὶ σωφρονεῖν.

Arte Macabra

per gli amanti del macabro e del grottesco nell'arte moderna

CineFatti

Almeno un film al giorno, come il caffè.

Alessandro Rolfini

ESPLORA L’AVVENTURA

Pmespeak's Blog

Remember! Once warmth was without fire.

L'edera

e le altre poesie in ordine sparso by MerMer

anche-ombre

percorsi ombreggiati, riflessioni esauste, alcooliche, liberatorie

Giacomo Ferraiuolo

Avevo un sogno e l'ho realizzato.

- GIORNALE POP -

Per informarsi su fumetti, film, serie tv, cartoni, musica e tutto ciò che è pop

Inchiostro e Sanguenero

È impossibile non comunicare. (Primo assioma della comunicazione. Scuola di Palo Alto)

Stregherie

“Quando siamo calmi e pieni di saggezza, ci accorgiamo che solo le cose nobili e grandi hanno un’esistenza assoluta e duratura, mentre le piccole paure e i piccoli pensieri sono solo l’ombra della realtà.” (H. D. Thoreau)

L'occhio del cineasta

La community italiana del cinema

La Sindrome del Colibrì

The more you know, the less you fear (Chris Hadfield)

Terracqueo

MultaPaucis

Il maestro dei sogni

"Tutti siamo fatti della stessa sostanza dei sogni"

Il Bistrot dei Libri

"Un libro ben scelto ti salva da qualsiasi cosa, persino da te stesso" Daniel Pennac

Astro Orientamenti

Ri orientarsi: alla ricerca del nostro baricentro interiore

Fantasy al Kilo

L'osteria del Fantasy e Sci-Fi

Medio Oriente e Dintorni

Storie, cultura e sport dal Medio Oriente e e Dintorni

Gli Archivi di Uruk

Database di genere in italiano

ˈGŌSTRAK

In Absentia Lucis Tenebrae Vincunt

BREAKFAST COMICS

Best Comics & Graphic Novels / I fumetti da leggere almeno una volta nella vita. Sponsored by CSBNO

La Via del Caos

Cambiare il modo di vedere il mondo per migliorare sé stessi

Aquilone di pensieri

And into the fields I go to lose my mind and find my soul

3... 2... 1... Clic!

E’ un’illusione che le foto si facciano con la macchina… si fanno con gli occhi, con il cuore, con la testa. (Henri Cartier-Bresson)

B-Movie Zone

recensioni di film horror, thriller, gialli, poliziotteschi, sci-fi, exploitation, erotika

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: