HyperHouse

NeXT Hyper Obscure

Archivio per settembre 1, 2015

(Edited by) Kunsthaus Langenthal, WallRiss – Megarave – Metarave | Neural


[Letto su Neural.it]

Megarave – Metarave è il ricco catalogo trilingue (inglese, tedesco e francese) della mostra omonima a cura di Raffaello Dörig, che popolarizza quel momento cruciale dei primi anni Novanta che collega due distinti ma molto correlati fenomeni: l’accesso pubblico a Internet e la scena rave. La pubblicazione è focalizzata sulla cosiddetta “bedroom generation”, che ha aperto la strada di una rete d’informazione globale, così come il partecipare a feste rave e sviluppare una specifica cultura. Senza dubbio questa generazione ha determinato una distintiva apertura e una sensibilità che si può osservare in questa e nelle susseguenti generazioni. Il concetto di rave ha sintetizzato in diversi aspetti il ​​passaggio definitivo dall’analogico al digitale e la documentazione nel catalogo lo dimostra. Per prima cosa, le istantanee di rave party sono alcune fra le ultime fotografie amatoriali analogiche, con una penuria fisica e un’estetica riconoscibile. In pochi anni le fotocamere digitali avrebbero preso il sopravvento. In secondo luogo, il primo medium dei rave, il flyer, è stato il primo uso popolare di un collage realizzato in Photoshop, derivante dalla cultura d’appropriazione tipica del punk. Infine, la musica rave è risultata realizzata in un mix apparente tra vinili e macchine elettroniche. La stessa generazione ha promosso la net art e anche quello che è venuto dopo ha avuto esiti più o meno coerenti. Queste coinvolgenti traiettorie sono molto bene esplorate nel catalogo, favorendo gli intrecci con un utilizzo dei media che si emancipa, come sottolinea Dörig, sospeso tra “techno euforia” e “distopia post-apocalittica” o come Sadie Plant definisce brillantemente nel suo primo saggio: “altri adattamenti di realtà”.

Residui distanti


Le difese si alzano nel momento esatto dell’incursione festosa al nuovo momento: ti lasci andare, e poi ne discuti i residui col tempo distante.

Crawling


Il senso di una complessa manovra si rischiara oltre la visualizzazione interiore del nuovo: trovi tutto quello che è anormale come un’implementazione standard del suono, ne navighi le intuizioni visive dentro te.

Amalgamate


Mi distendo sui tuoi pensieri, lasciando inalterata la perfezione ristretta alle parole cupe e dissolte nell’aria, amalgamate a essa.

Edition a&a – Contacts | Neural


[Letto su Neural.it]

Utilizzare la stampa come un gesto sovversivo potrebbe risultare impervio, così come l’immobilità del supporto poco si presta all’immediatezza della sovversione. Eppure una maniera semplice per realizzare questo intento è quella di raccogliere materiale che non dovrebbe essere diffuso e ancor meno essere permanentemente conservato in forma cartacea. In questo libro, frutto dell’applicazione d’un anonimo autore, ciò che è rotta è la discrezione, uno degli elementi chiave nello sviluppo del business di un ambiente competitivo e capitalista. La discrezione può produrre clan, lobby ed enclave di potere attraverso importanti informazioni che sono condivise esclusivamente tra i suoi membri. Contacts è quindi semplicemente una raccolta di biglietti da visita appartenenti ai leader decisori in materia di arte, media, politica e cultura. L’anonimo autore stigmatizza che questo sia il risultato di dieci anni di “excessive networking”. La chiave concettuale dell’opera è rompere la fiducia attivata nello scambio del piccolo pezzo di carta, processo nel quale le informazioni stampate dovrebbero essere destinate a rimanere “riservate” e all’interno di una circoscritta cerchia di persone. La gerarchia dietro i “45 millimetri di potere” – come l’autore la definisce – viene smantellata, potenzialmente aprendo nuove opportunità per gli esclusi. Il libro è quindi una “fuga strategica dalla privacy”, da utilizzare con saggezza, in modo da non essere conoscenza sprecata (e non a caso l’autore raccomanda di non abusare delle informazioni – spammandole – ma di utilizzarle come nutrimento personale). I lettori che decideranno di contribuire con i loro biglietti da visita raccolti, digitalizzati e inviati alla casa editrice, riceveranno una copia gratuita della prossima edizione. La sovversione dei personal media continua…

Alessandro Rolfini

Be Different...Be Free !!

Pmespeak's Blog

Remember! Once warmth was without fire.

L'edera

e le altre poesie in ordine sparso by MerMer

My Mad Dreams

Sognatore è chi trova la sua via alla luce della luna... punito perché vede l'alba prima degli altri. [Oscar Wilde]

anche-ombre

percorsi ombreggiati, riflessioni esauste, alcooliche, liberatorie

There was a vision…

… of an outstanding and individual concept, which would last for many years hence.

Giacomo Ferraiuolo

Avevo un sogno e l'ho realizzato.

- GIORNALE POP -

Per informarsi su fumetti, film, serie tv, cartoni, musica e tutto ciò che è pop

Inchiostro e Sanguenero

È impossibile non comunicare. (Primo assioma della comunicazione. Scuola di Palo Alto)

Stregherie

“Quando siamo calmi e pieni di saggezza, ci accorgiamo che solo le cose nobili e grandi hanno un’esistenza assoluta e duratura, mentre le piccole paure e i piccoli pensieri sono solo l’ombra della realtà.” (H. D. Thoreau)

L'occhio del cineasta

La porta su un'altra dimensione

La Sindrome del Colibrì

The more you know, the less you fear (Chris Hadfield)

Terracqueo

MultaPaucis

Il maestro dei sogni

"Tutti siamo fatti della stessa sostanza dei sogni"

Il Bistrot dei Libri

"Un libro ben scelto ti salva da qualsiasi cosa, persino da te stesso" Daniel Pennac

Astro Orientamenti

Ri Orientarsi, alla ricerca del nostro baricentro interiore

Fantasy al Kilo

L'osteria del Fantasy e Sci-Fi

Medio Oriente e Dintorni

Storie, cultura e sport dal Medio Oriente e e Dintorni

Gli Archivi di Uruk

Database di genere in italiano

ˈGŌSTRAK

In Absentia Lucis Tenebrae Vincunt

PostScripts

Il Blog di Francesca Sabatini

Rosa Frullo

Rosa Frullo. Un poeta e un filosofo tra Spleen e Masochismo

BREAKFAST COMICS

Best Comics & Graphic Novels / I fumetti da leggere almeno una volta nella vita. Sponsored by CSBNO

La Via del Caos

Cambiare il modo di vedere il mondo per migliorare sé stessi

Aquilone di pensieri

And into the fields I go to lose my mind and find my soul

3... 2... 1... Clic!

E’ un’illusione che le foto si facciano con la macchina… si fanno con gli occhi, con il cuore, con la testa. (Henri Cartier-Bresson)

B-Movie Zone

recensioni di film horror, thriller, gialli, poliziotteschi, sci-fi, exploitation, erotika

I tesori di Amleta

Qualcosa appare e scompare tra tanto buio e luce

VOCI DAI BORGHI

Laudabunt alii claram Rhodon aut Mytilenem...

Duplex Ride

electronic music & video

di Ruderi e di Scrittura

Storie della trazione popolare italiana

ORME SVELATE

la condivisione del dolore è un dono di amore da parte di chi lo fa e di chi lo riceve

francesca del moro

La differenza tra prosa e poesia è che la prosa dice poco e ci mette molto tempo, la poesia dice molto in pochissimo tempo. C. Bukowski

Istanze & Fantasmi

poesie seminate, di Martina Campi

Astro-Sirio

Astra inclinant non necessitant

The Twittering Machine

Racconti di fantascienza (e altro) di Piero Schiavo Campo

Quel cinema invisibile...

Cinema was made to reunite the Visible and the Invisible

Il Calamaio Elettrico

Versi di Mauro De Candia e influenze varie

ON THE ROAD

Non bisogna lasciarsi sopraffare dalla paura, altrimenti diventa un ostacolo che impedisce di andare avanti

Evelyn 🇮🇹 28 y/o ♍

✏ Drawings are the window to the soul 📚 Book cover artist 📌 Edizioni Underground? 📌 Edizioni Open 📌 Panesi edizioni 💬 Cartoonist 📌 SkuolaNet 📌 SeiAlTuristico 👩🎨 Facebook / Twitter / Instagram: @EvelynArtworks

Sull'amaca blog

Un posto per stare, leggere, ascoltare, guardare, ricordare e forse sognare.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: