HyperHouse

NeXT Hyper Obscure

Archivio per gennaio 26, 2016

La strage dei congiuntivi | Lankelot


Su Lankelot la segnalazione di un bel libro, che farebbe molto bene a chi sottovaluta il potere delle parole, efficaci simulacri di una realtà che altrimenti appare fallace: La strage dei congiuntivi, di Massimo Roscia.

La strage dei congiuntivi è un divertente, divertito, dissacrante romanzo sulla deriva linguistica e grammaticale odierna, in cui le regole del buon parlare e scrivere vengono sempre più messe all’angolo da un’ignoranza diffusa che si autogiustifica con la storia della prevalenza del contenuto rispetto alla forma, dalla colloquialità, da “l’importante è capirsi” e pazienza per verbi, nomi, aggettivi inesatti, spesi in modo erroneo ed equivoco, senza comprendere come una forma adeguata aiuti i contenuti a uscire fuori. Si potrebbe quasi definire questo romanzo thriller grammaticale. Al centro della storia è un gruppo di persone scelto e guidato da Dionisio Trace – l’unico che conosce le loro vere identità e che dona loro nuovi nomi da battaglia riprendendoli, come il suo, da studiosi di grammatica e filologia – che lotta contro chi si rende reo di abusi sulla lingua, omicidi di congiuntivi, torture su aggettivi e periodi, squartamenti di forme verbali e chi più ne ha, ne metta. Il libro comincia con la morte dell’assessore comunale alla pubblica istruzione e alle politiche culturali Bill Gross Donkey, e subito cominciamo a seguire i vari protagonisti, un poliziotto, un bibliotecario, un ex professore, un analista sensoriale, e veniamo a conoscenza del loro odio per chi tartassa la lingua e di come siano stati reclutati da Dionisio. Assistiamo, senza poter fare niente, a eloqui insopportabili, trovando nei commenti precisi, puntuali, correttivi dei personaggi del gruppo l’unica alternativa al prendere a pugni le pagine del libro.

Annunci

Un grande romanzo breve inedito di Robert Silverberg in ebook | Fantascienza.com


Su Fantascienza.com la segnalazione di un romanzo in uscita per i tipi DelosBooks, che credo bellissimo: La festa di San Dioniso, di Robert Silverberg. Qualcosa di freak e cerebrale, affascinante e visionario, credo sia da non perdere:

“Eravamo ancora nello stranissimo anno 1971 quando iniziai a scrivere questo romanzo breve; quell’anno portavamo tutti i capelli acconciati in modo strano, indossavamo abiti dai colori bizzarri e sperimentavamo – a diversi livelli di ardimento – sostanze chimiche che alteravano la coscienza. Mi trovavo nel mezzo del processo col quale abbandonavo la mia identità di newyorkese per reinventarmi californiano, il che significava che quando finii La Festa di San Dioniso ero molto avanti sulla strada della capitale di tutte le stranezze, l’area della Baia di San Francisco… Era inevitabile che la nostra immersione nella psichedelia, nelle filosofie orientali, nella musica bizzarra, e in altri fenomeni del momento avrebbe avuto degli effetti sul tipo di fantascienza che stavamo scrivendo in quel periodo. Il mondo aveva uno splendore fluorescente in quei giorni, e la fantascienza non è nient’altro se non un riflesso dell’epoca in cui viene scritta. …E io, che avevo svolto uno studio approfondito dei culti dionisiaci, feci avere a Terry Carr, per la sua antologia An Exaltation of Stars (dedicata ad “avventure trascendentali”), nel gennaio 1972, La Festa di San Dioniso, un romanzo breve che parla di  un astronauta infelice coinvolto da un culto trascendentale nel deserto californiano.” Così narra Robert  Silverberg nella presentazione a quest’opera.

Scritto nello stile limpido e al tempo stesso sofisticato delle migliori opere di questo grande autore, affascinante e visionario,  La festa di San Dioniso è uno dei pochi importanti romanzi brevi ancora inediti in Italia di Robert Silverberg.

“L’Esorcista” diventerà una serie tv. Friedkin: “Bene e male, facce della stessa medaglia” – Cinema – Spettacoli – Repubblica.it


Su Repubblica.it la notizia del meme di Pazuzu che si espande: da film, con sequel e prequel, diventerà una serie TV con alla guida, probabilmente, lo stesso regista del primo film. William Friedkin. Il male, contro il male, continua a esercitare il suo influsso per dirci che noi umani siamo davvero ben misera cosa.

Edicola – Urania Febbraio 2016 | AndromedaAndromeda


Nel prossimo mese di febbraio uscirà per Urania un romanzo di Amanda Prantera, scrittrice che per quello che ricordo (fin dai primi ’90) e capito può benissimo annoverarsi come fonte di ispirazione per noi connettivisti. Attendo con trepidazione l’uscita del romanzo Il cabalista. Breve sinossi:

Di fronte a una scettica assemblea di scienziati, a Ca’ Foscari, un matematico dalle idee poco ortodosse comincia un’insolita dimostrazione: farsi obbedire da una cavia usando un antico sistema tratto dalla Cabala. A molti potrà sembrare assurdo, ma per Joseph Kestler non c’è niente di più assurdo che negare qualcosa a priori: ed ecco perché, nonostante le evidenti resistenze dei professori, non esita a dare inizio al suo esperimento. Ma qualcosa che chiamano il Ghermitore era sulle sue tracce fin da quando Kestler aveva fatto un testamento molto particolare, e ora è venuto il momento di regolare i conti. La dimostrazione non va per il verso giusto; una forma di energia ignota sfugge al controllo e l’entità prende il sopravvento, ingaggiando con lui una lotta senza quartiere. Scienze “di confine” e forze imponderabili si affrontano per una posta che è molto più alta di una vita umana… Ricchissimo e con un finale sorprendente, questo romanzo sulfureo è stato la rivelazione di Amanda Prantera, una delle più inquietanti scrittrici inglesi contemporanee.

Incarnazione basica


Il cerebro espanso segna il confine con l’incarnazione basica.

Pmespeak's Blog

Remember! Once warmth was without fire.

L'edera

e le altre poesie in ordine sparso by MerMer

My Mad Dreams

Sognatore è chi trova la sua via alla luce della luna... punito perché vede l'alba prima degli altri. [Oscar Wilde]

anche-ombre

percorsi ombreggiati, riflessioni esauste, alcooliche, liberatorie

There was a vision…

… of an outstanding and individual concept, which would last for many years hence.

Giacomo Ferraiuolo

Avevo un sogno e l'ho realizzato.

- GIORNALE POP -

Per informarsi su fumetti, film, serie tv, cartoni, musica e tutto ciò che è pop

Inchiostro e Sanguenero

È impossibile non comunicare. (Primo assioma della comunicazione. Scuola di Palo Alto)

Stregherie

“Quando siamo calmi e pieni di saggezza, ci accorgiamo che solo le cose nobili e grandi hanno un’esistenza assoluta e duratura, mentre le piccole paure e i piccoli pensieri sono solo l’ombra della realtà.” (H. D. Thoreau)

L'occhio del cineasta

La porta su un'altra dimensione

La Sindrome del Colibrì

The more you know, the less you fear (Chris Hadfield)

Terracqueo

MultaPaucis

Il maestro dei sogni

"Tutti siamo fatti della stessa sostanza dei sogni"

Il Bistrot dei Libri

"Un libro ben scelto ti salva da qualsiasi cosa, persino da te stesso" Daniel Pennac

Astro Orientamenti

Ri Orientarsi, alla ricerca del nostro baricentro interiore

Fantasy al Kilo

L'osteria del Fantasy e Sci-Fi

Medio Oriente e Dintorni

Storie, cultura e sport dal Medio Oriente e e Dintorni

Gli Archivi di Uruk

Database di genere in italiano

ˈGŌSTRAK

In Absentia Lucis Tenebrae Vincunt

PostScripts

Il Blog di Francesca Sabatini

Rosa Frullo

Rosa Frullo. Un poeta e un filosofo tra Spleen e Masochismo

BREAKFAST COMICS

Best Comics & Graphic Novels / I fumetti da leggere almeno una volta nella vita. Sponsored by CSBNO

La Via del Caos

Cambiare il modo di vedere il mondo per migliorare sé stessi

Aquilone di pensieri

And into the fields I go to lose my mind and find my soul

3... 2... 1... Clic!

E’ un’illusione che le foto si facciano con la macchina… si fanno con gli occhi, con il cuore, con la testa. (Henri Cartier-Bresson)

B-Movie Zone

recensioni di film horror, thriller, gialli, poliziotteschi, sci-fi, exploitation, erotika

I tesori di Amleta

Qualcosa appare e scompare tra tanto buio e luce

VOCI DAI BORGHI

Laudabunt alii claram Rhodon aut Mytilenem...

Duplex Ride

electronic music & video

di Ruderi e di Scrittura

Storie della trazione popolare italiana

ORME SVELATE

la condivisione del dolore è un dono di amore da parte di chi lo fa e di chi lo riceve

francesca del moro

La differenza tra prosa e poesia è che la prosa dice poco e ci mette molto tempo, la poesia dice molto in pochissimo tempo. C. Bukowski

Istanze & Fantasmi

poesie seminate, di Martina Campi

Astro-Sirio

Astra inclinant non necessitant

The Twittering Machine

Racconti di fantascienza (e altro) di Piero Schiavo Campo

Quel cinema invisibile...

Cinema was made to reunite the Visible and the Invisible

Il Calamaio Elettrico

Versi di Mauro De Candia e influenze varie

ON THE ROAD

Non bisogna lasciarsi sopraffare dalla paura, altrimenti diventa un ostacolo che impedisce di andare avanti

Evelyn 🇮🇹 28 y/o ♍

✏ Drawings are the window to the soul 📚 Book cover artist 📌 Edizioni Underground? 📌 Edizioni Open 📌 Panesi edizioni 💬 Cartoonist 📌 SkuolaNet 📌 SeiAlTuristico 👩🎨 Facebook / Twitter / Instagram: @EvelynArtworks

Sull'amaca blog

Un posto per stare, leggere, ascoltare, guardare, ricordare e forse sognare.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: