HyperHouse

NeXT Hyper Obscure

Archivio per marzo 14, 2016

Kipple presenta Torture sottili, di Lisa Mannetti, romanzo vincitore del Bram Stoker Award 2009 | Kipple Officina Libraria


[Letto su KippleBlog]

Kipple Officina Libraria è orgogliosa di presentare il romanzo vincitore del Bram Stoker Award del 2009: Torture sottili, di Lisa Mannetti. È una torbida storia di stregoneria che si svolge nell’Europa dell’Est, nel cuore del XIX secolo, che disegna a tinte forti una realtà in continua covermutazione, dove l’illusione data dalla possessione oscura è sempre in agguato, ineffabile e potentissima, portatrice di dolori e morti atroci, dove la liberazione è data dalla tortura sottile e agghiacciante di un oggetto lobotomizzante. La copertina è di George Cotronis.

Sinossi

Ambientato nel 1865, tra Romania e Bulgaria, il romanzo racconta la storia di Imre, di sua moglie Mimi e la figlia Lenore, una famiglia di zingari. Imre, padre e marito devoto, è un mezzo-zingaro, e commercia cavalli.
I tre stanno rientrando in Romania per fare visita alla madre di Mimi, Anyeta, che si trova sul letto di morte. Imre, il capofamiglia, nasconde però un segreto: Anyeta aveva cercato di sedurlo, anni prima, in cambio di un prestito economico che le aveva chiesto. Anyeta è una strega, dotata di tremendi poteri, e sia la figlia che la comunità zingara ne sono spaventati. Eppure Mimi ritiene necessario farle visita un’ultima volta e approntare la cerimonia funebre.
Non riescono, però, ad arrivare in tempo in Romania, Anyeta è già morta. Ma il suo spirito perverso vive ancora, e ha un unico obiettivo: trovare un corpo giovane di cui impossessarsi per continuare la sua esistenza terrena. Lenore, la giovane e bella figlia di Imre, è il soggetto ideale. Comincia così un viaggio da incubo, con lo spirito della megera che aleggia continuamente sulla famiglia, prima impossessandosi della povera Mimi tramite un macabro talismano zingaro – la mano del morto – e poi minacciando la piccola Lenore.
Imre sarà costretto a fronteggiare la tremenda minaccia per salvare la moglie e la figlia, aiutato unicamente da un vecchio zingaro di nome Joseph e da un ragazzone ritardato che però nasconde incredibili poteri, Constantin.
L’Ammansitore – una sorta di tremendo marchingegno per “ammansire” i cavalli, una cinghia dotata di spuntoni che di fatto lobotomizza le povere bestie – acquisterà mano a mano più importanza nella storia, e diverrà strumento indispensabile per scacciare lo spirito di Anyeta dai corpi di cui si è impossessata. Il romanzo ha vinto il prestigioso Bram Stoker Awards®.

Estratto

L’uomo si fermò al centro della stanza. C’era un’innaturale immobilità nel suo volto e nella sua figura – in tutto, eccetto nei suoi occhi ebano, che luccicavano con troppa intensità. Scrutò Mimi dall’alto. «La strega è accampata a tre, forse quattro giorni a est da qui, appena oltre il confine romeno».
Un’immagine dei Carpazi – scuri, scoscesi, selvaggi – che si estendevano tra noi e la vecchia, si materializzò nella mia mente. «E cosa vuole ora?» domandai, ma vidi che la risposta stava già luccicando dietro gli occhi brillanti e il ghigno sardonico.
«Quello che vuole ogni madre zingara». Fece una pausa, e il suo sguardo penetrante cadde prima su Mimi e poi su Lenore. «Una buona morte», sussurrò. Udii l’ansito di sorpresa di Lenore, vidi le sue strette spalle irrigidirsi, ma prima che potessi intervenire, lo straniero parlò di nuovo.
«Anyeta sta morendo, vuole la sua bambina. Ha detto, “Voglio che Mimi prenda il mio posto nel gruppo. Dille che possiedo dei segreti”». La sua voce si fece alta e stridula. «“Cose dentro di me che appartengono a lei, a sua figlia, se ne possiede una”».
Un silenzio improvviso calò nella stanza. La voce di Anyeta, pensai, non soltanto le sue parole, ma la sua voce – il modo tremolante in cui avrebbe risuonato se si fosse trovata in punto di morte. Pensai a Lenore che fingeva di dire all’Imperatrice che la sua sarebbe stata una buona morte, all’insinuante sguardo untuoso dello straniero mentre aveva sibilato le stesse parole. Sentii il mio cuore accelerare. Era come se la vecchia avesse in qualche modo azzerato la distanza e si fosse nascosta lì dentro per ascoltare, come una spia in agguato negli angoli ombrosi delle cose.
«No», dissi. «No». Non volevo più discorsi sulla vecchia dinanzi a mia figlia. Incrociai lo sguardo di Mimi, ricordandole con un cenno che Lenore si trovava nella stanza.

L’Autrice

Lisa Mannetti, autrice statunitense, ha vinto il Bram Stoker Awards® nel 2009 col suo romanzo d’esordio “The Gentling Box” (Shadowfall Publications e Nightscape Press, tradotto in Italiano da Kipple Officina Libraria col titolo di “Torture Sottili”, 2016) ed è stata finalista a questo prestigioso premio per ben quattro volte, nel 2015 con la novella “The Box Jumper” (Smart Rhino Publications), nel 2013 col racconto “The Hunger Artist” (in “Zippered Flesh 2”, Smart Rhino Publications) e nel 2010 con la novella “Dissolution” (in “Deathwatch”, Nightscape Press) e col racconto “1925: A Fall River Halloween”, (nel magazine “Shroud” #10, tradotto in Italiano da Delos Digital col titolo di “1925: Un Halloween a Fall River”, 2014).
La sua Novella “The Box Jumper”, con protagonista Harry Houdini, ha vinto inoltre il This Is Horror Award 2015 nella categoria “Novella of the Year”. Dal suo racconto, “Everybody Wins” è stato tratto un cortometraggio diretto da Paul Leyden, dal titolo “Bye-Bye Sally”. Tra le altre sue opere: “The New Adventures of Tom Sawyer and Huck Finn” (Shadowfall Publications, 2011), “Deathwatch” (Shadowfall Publications, 2011), “51 Fiendish Ways to Leave your Lover” (Bad Moon Books, 2010) e i racconti più recenti:, “Corruption“ (in “Nightscapes Volume 1“, 2013), “Esmeralda’s Stocking” (in “Never Fear: Christmas Terrors”, 13Thirty Books, 2015), “Resurgam” (in  “Zombies: More Recent Dead”, a cura di Paula Guran, 2016) e “Almost Everybody Wins” (in “Insidious Assassins” a cura di Weldon Burge, 2015). Tra le sue opere in uscita, il romanzo “Radium Girl” e il racconto “Arbeit Macht Frei” (in “Gutted: Beautiful Horror Stories”).
Lisa Mannetti vive a New York in una vecchia casa di cento anni con due gatti neri gemelli, di nome Harry Houdini e Theo.
Sito web: www.lisamannetti.com

La collana K_Noir

k_noir è la collana di Kipple Officina Libraria dedicata alle contaminazioni noir e alle sue mutazioni, ai furori che esplorano i confini della narrativa più esasperatamente umana e, contemporaneamente, più disumana che esista

Lisa Mannetti – Torture sottili
Copertina di George Cotronis

Kipple Officina Libraria – Collana k_noir – Pag. 333 – 3.45 €
Formato ePub e Mobi – ISBN 978-88-98953-47-9

Link

Le Cazzarie – Carmilla on line ®


Estratti di Alessandra Daniele, estratti di un mondo che ci ostiniamo a non vedere. Sulla situazione romana, le primarie per l’elezione a Sindaco, ma non solo…

Per festeggiare la vittoria alle primarie del PD di Milano, Sala ha usato Heroes. Avrebbe dovuto usare China Girl.
A Roma il numero delle schede nelle urne ha superato di parecchio quello dei votanti. Pare abbiano partecipato anche i topi.
A Napoli si pagavano i passanti per votare la candidata renziana al posto degli elettori PD. Un caso di primarie surrogate. Il cosiddetto voto in affitto.
Il ricorso di Bassolino è stato respinto per affrancatura insufficiente.
Nel PD, tanto per cambiare, sono ai materassi. D’Alema e Bersani approfittano dell’occasione in cerca di vendetta, riesumando l’orgoglio ulivista. Pride, Primaries, and Zombies.
Se il peggior nemico dei candidati PD è il PD, il miglior alleato è Berlusconi, che a Roma ha candidato il protettore civile Bertolaso, mobilitando i suoi sorci nella capitale per sostenerlo. In realtà, a un Bertolaso senza terremoto la maggioranza dei romani preferirebbe un terremoto senza Bertolaso.
Intanto il centrodestra è già ridotto in macerie, e Salvini non può ricostruirlo attorno a sé come vorrebbe, gli mancano gli agganci giusti, le relazioni necessarie. Gli servirebbe qualcuno che le creasse per lui. Un Dell’Utri in affitto.
Comunque, dopo il caso Marino, sembra che a Roma nessuno voglia davvero vincere, e diventare sindaco di Topolinia.
Volente o nolente però a qualcuno toccherà essere eletto, e attraversare le cinque fasi della sindacatura:

Rifiuto
Il neosindaco s’aggira incredulo, comportandosi come se fosse ancora in campagna elettorale. Spara promesse impossibili da mantenere, cerca di nominare assessori i suoi cantanti preferiti, visita la città come un turista giapponese.

Mercato
I veri padroni della città, i clan politico mafiosi, presentano il conto per la sua elezione. Il neosindaco distribuisce appalti, assessorati, finanziamenti, e comincia ad ambientarsi, illudendosi che riuscirà a controllare la situazione.

Ira
Cominciano a scoppiare i primi scandali. Il sindaco reagisce ostentando indignazione, millantando assoluta estraneità, spacciandosi come baluardo di legalità contro il malaffare, e minacciando querele.

Depressione
Beccato con le mani nel sacco, il sindaco s’avvilisce e si dispera davanti alle telecamere, continuando a professarsi innocente, non più con arroganza, ma atteggiandosi a vittima di qualche perfido complotto internazionale.

Accettazione
Il sindaco viene prima commissariato, e poi silurato dalla sua stessa giunta. All’inizio brontola, minacciando oscure vendette, ma alla fine si rassegna, consolandosi col sostanzioso vitalizio che ha comunque già maturato, e col sogno d’un ritorno da outsider. È tempo di nuove primarie. I topi si preparano.

Darkland | ThrillerMagazine


Su ThrillerMagazine un’intervista a Paolo Grugni che ha scritto Darkland, un romanzo in cui il Nazismo aleggia sottile e oscuro con tutte le sue motivazioni occulte. Un estratto della chiacchierata:

TM: In questa intervista ci concentreremo su Darkland, il tuo ultimo romanzo, pubblicato alla fine dello scorso anno da Melville Edizioni. Ce ne sintetizzi tu il tema e la trama?

PG: Il tema, come la copertina fa chiaramente intuire, è il nazismo. Letto per la prima volta in una chiave assolutamente inedita, che non posso anticipare. La trama scava nella storia passata e presente della Germania e di come il virus del movimento neonazista persista a più livelli in una società che comunque molto ha fatto per debellarlo. Il soggetto è di fatto un noir politico che prende spunto dal ritrovamento casuale delle ossa di persone sparite 25 anni prima.

TM: Una delle caratteristiche principali del romanzo è la costanza di un atmosfera greve, vagamente opprimente e inquietante, che si percepisce sin dalle prime pagine, nella Foresta Nera, ma che si manifesta poi (invisibile, ma presente) lungo tutto il testo. Complimenti.

PG: Ho lavorato (grazie anche al suggerimento di Alan D. Altieri, va riconosciuto) sul dare al romanzo un’atmosfera gotica, cupa, piovosa. Una cappa che può essere letta come l’incubo del ritorno del nazismo.

TM: Riprendo una frase del romanzo. “La verità è il punto di partenza, non di arrivo. Quando entri in questi ambienti non ti si chiede di riflettere, ma di accettare delle Verità rivelate”.

PG: Entriamo in argomenti delicati: l’esoterismo e il nazismo magico, uno dei filoni principali del romanzo. Campo vasto e complesso che necessita probabilmente di ulteriori approfondimenti, nonostante lo straordinario lavoro di Giorgio Galli.

Velvet Acid Christ News February 23 2016 Hits Lp CD + Vinyl 24 bit Digital WGT + 3 Shows in Europe + future plans | Velvet Acid Christ


I VelvetAcidChrist sono di nuovo ontherun con un bel po’ di progetti, come una raccolta, un tour europeo, un nuovo disco, altre cose, tutte specificate qui. Se ne sentiva il bisogno…

Piscolabis: settima serata! | NAZIONE OSCURA CAOTICA


Come annunciato dal blog della NazioneOscura, sabato 12 c’è stata una splendida serata_performance di stampo connettivista con Mario “BlackM” Gazzola, Ettore Fobo e Lukha B. Kremo: chi c’era?

Free Trip Downl Hop Music Blog

Free listening and free download (mp3) chill and down tempo music (album compilation ep single) for free (usually name your price). Full merged styles: trip-hop electro chill-hop instrumental hip-hop ambient lo-fi boombap beatmaking turntablism indie psy dub step d'n'b reggae wave sainte-pop rock alternative cinematic organic classical world jazz soul groove funk balkan .... Discover lots of underground and emerging artists from around the world.

Mágica Mistura

Espaço poético, rotineiro e alternativo

boudoir77

"Scrivete quel che volete scrivere, questo è ciò che conta; e se conti per secoli o per ore, nessuno può dirlo." Faccio mio l'insegnamento di Virginia Woolf rifugiandomi in una "stanza", un posto intimo dove dar libero sfogo - attraverso la scrittura - alle mie suggestioni culturali, riflessioni e libere associazioni.

MITOLOGIA ELFICA

Storie e Leggende dal Nascondiglio

Stories from the underground

Come vivere senza stomaco, amare la musica ed essere sereni

Luke Atkins

Film, Television, and Music Critic

STAMPO SOCIALE

Rivista di coscienza collettiva

La Ragazza con la Valigia

Racconti di viaggi e di emozioni.

simonebocchetta

Qui all'ombra si sta bene (A. Camus, Opere, p. 1131)

TRIBUNUS

Duemila anni di Storia Romana

Alessandro Giunchi

corruptio pessima optimi

Dreams of Dark Angels

The blog of fantasy writer Storm Constantine

Bagatelle

Quisquilie, bagatelle, pinzillacchere...

HORROR CULTURA

Letteratura, cinema, storia dell'horror

Oui Magazine

DI JESSICA MARTINO E MARIANNA PIZZIPAOLO

Eleonora Zaupa • Writer Space

Una finestra per un altro mondo. Un mondo che vi farà sognare, oppure...

Through the Wormhole

“Siamo l’esperimento di controllo, il pianeta cui nessuno si è interessato, il luogo dove nessuno è mai intervenuto. Un mondo di calibratura decaduto. (…) La Terra è un argomento di lezione per gli apprendisti dei.” Carl Sagan

AI MARGINI DEL CAOS

un blog di Franco Ricciardiello

Tra Racconto e Realtà

Guardati intorno

Roccioletti

Arte altra e altrove.

Sharing

NEUTRALIZE THE FREE RADICALS

Novo Scriptorium

ἀνθρώποισι πᾶσι μέτεστι γινώσκειν ἑωυτοὺς καὶ σωφρονεῖν.

Arte Macabra

per gli amanti del macabro e del grottesco nell'arte moderna

CineFatti

Almeno un film al giorno, come il caffè.

Alessandro Rolfini

ESPLORA L’AVVENTURA

Pmespeak's Blog

Remember! Once warmth was without fire.

L'edera

e le altre poesie in ordine sparso by MerMer

anche-ombre

percorsi ombreggiati, riflessioni esauste, alcooliche, liberatorie

Giacomo Ferraiuolo

Avevo un sogno e l'ho realizzato.

- GIORNALE POP -

Per informarsi su fumetti, film, serie tv, cartoni, musica e tutto ciò che è pop

Inchiostro e Sanguenero

È impossibile non comunicare. (Primo assioma della comunicazione. Scuola di Palo Alto)

Stregherie

“Quando siamo calmi e pieni di saggezza, ci accorgiamo che solo le cose nobili e grandi hanno un’esistenza assoluta e duratura, mentre le piccole paure e i piccoli pensieri sono solo l’ombra della realtà.” (H. D. Thoreau)

L'occhio del cineasta

La community italiana sul cinema

La Sindrome del Colibrì

The more you know, the less you fear (Chris Hadfield)

Terracqueo

MultaPaucis

Il maestro dei sogni

"Tutti siamo fatti della stessa sostanza dei sogni"

Astro Orientamenti

Ri orientarsi: alla ricerca del nostro baricentro interiore

Fantasy al Kilo

L'osteria del Fantasy e Sci-Fi

Medio Oriente e Dintorni

Storie, cultura e sport dal Medio Oriente e e Dintorni

Gli Archivi di Uruk

Database di genere in italiano

ˈGŌSTRAK

In Absentia Lucis Tenebrae Vincunt

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: