HyperHouse

NeXT Hyper Obscure

Archivio per aprile 26, 2016

Torna l’inquisitore Eymerich, con dei nemici che non ti aspetti | Fantascienza.com


Su Fantascienza.com interessante segnalazione che riguarda Lanfranco Fabriani, che torna  con la DelosBooks con un gioiellino davvero, come sottolineano i tipi della Delos. Parliamo de Il cerchio di paglia, un crossover davvero intrigante; vi lascio alle note del comunicato stampa:

L’inquisitore Nicholas Eymerich è uno dei personaggi di maggior successo della fantascienza italiana. Creato da Valerio Evangelisti e basato su un personaggio storico realmente esistito, è stato protagonista di undici romanzi, di fumetti, videogiochi, radiodrammi.

Mariani e la sua collega Savoldi sono invece protagonisti del ciclo del Servizio segreto temporale italiano, due romanzi (Lungo i vicoli del tempo e Nelle nebbie del tempo) e alcuni racconti.

In questa storia i due agenti temporali incroceranno la propria strada con quella dell’inquisitore. E l’incontro non sarà affatto amichevole.

Da aggiungere alla pila sul comodino… Felice di leggere ancora Lanfranco.

Annunci

Marcel O’Gorman – Necromedia | Neural


[Letto su Neural.it]

Decenni dopo McLuhan, siamo ancora naturalmente inclini ad abbracciare la tecnologia come protesi, o qualcosa che espande le nostre facoltà in una vasta gamma di abilità pratiche e astratte. La finitezza delle tecnologie – tuttavia – è percepita a malapena nella loro obsolescenza specifica, non nella loro natura. In realtà, spesso attribuiamo una qualità di “immortalità” alle tecnologie, che è particolarmente percepibile nei servizi on-line che usiamo in maniera estensiva, assumendo la loro esistenza come sempre determinata (un classico esempio è la non facile gestione dei profili di Facebook dopo la morte del proprietario). O’Gorman qui riflette sul rapporto tra la tecnologia e la morte da una personale, artistica e filosofica posizione. Utilizzando una specifica strategia, alternando i capitoli, esplorando la teoria con sezioni che descrivono i propri gesti artistici o attivisti egli fornisce un resoconto attendibile dell’inevitabilità della presenza di morte anche in un’esistenza assai tecnologica. La morte viene trattata in tutto lo spettro delle sue manifestazioni culturali e in particolare è oggetto d’attenzione la maniera con cui è narrata in media molto diversi. L’obiettivo principale della ricerca è l’imminenza della tecnologia nella nostra vita attraverso un gran numero di costrutti sociali e culturali (religione o terrorismo, per esempio) e con il riconoscimento della fisicità al di là di ogni mediazione tecnologica. L’autore cerca anche di definire “necromedia” come una categoria utile per la classificazione dei beni culturali e il libro con la sua combinazione di forme e contenuti scritti emerge come una sorta di “saggio performativo”.

È in edicola MATE – La Matematica da Zero a infinito! | Fantascienza.com


Su Fantascienza.com la segnalazione di una graditissima uscita editoriale: Mate, mensile reperibile in edicola che parla del mondo della matematica, cercando di scardinare l’odioso gap sociale che vede in vantaggio chi è cultore dello scibile umanistico a scapito di quello scientifico.

È in edicola MATE – La matematica da zero a infinito, una rivista interamente dedicata alla scienza forse meno popolare tra tutte. Una sfida non da poco se si pensa che viviamo in un paese in cui non sembra disdicevole avere lacune nella cultura scientifica, anzi talvolta sono motivo di vanto, tanto quanto lo è averle in quella umanistica/letteraria. Con MATE siamo davanti a un mensile realizzato a colori, con interviste ai matematici come se fossero rock-star, con news e approfondimenti, dedicata agli appassionati, ma con l’obiettivo di arrivare anche ai “matofobi”.

Rivista da sostenere, senza se e senza ma, perché pensare con ottica religiosa o avulsa alle scienze matematica è indice di povertà di spirito.

La cerimonia | FantasyMagazine.it


Su FantasyMagazine.it la recensione a La Cerimonia, di Laird Barron, edito da Edizioni Hypnos.

Ci sono piani dell’esistenza, segreti dell’Universo che è meglio non svelare. Se pensate che siano in luoghi irraggiungibili ed esotici, vi sbagliate di grosso. Il nostro stesso mondo ha dei punti dei punti ciechi che possono rivelarsi con poco, conducendoci ad abissi inenarrabili.

Laird Barron in La Cerimonia dipana il filo, alquanto aggrovigliato va detto, della sua narrazione attraverso la progressiva presa di consapevolezza del suo protagonista, l’anziano Donald Miller. Ma possiamo noi credere alle nostre percezioni fino in fondo? Quanto può credere Miller alla progressiva ricostruzione dei suoi ricordi, delle sue precedenti percezioni, e quanto può credere a ciò che vive e sente al momento del presente narrativo. È una domanda che sembra essere posta al lettore, quella della credibilità delle percezioni.

Se avete amato le complesse e sfaccettate costruzioni di H.P. Lovecraft, che facevano scaturire dal quotidiano cosmogonie complesse e antiche, non potrete non amare quest’opera di Laird Barron, che è ben lungi da essere un banale imitatore, perché aggiunge analisi e sensibilità da uomo moderno, distaccandosi a suo modo dalla matrice gotica ancora presente nel suo precursore.

Il senso dell’orrore, grazie a una costruzione abile, si affianca con costanza al sense of wonder più pieno e autentico, che filtra il reale con occhi che allargano la percezione.

Un autore che non conoscevo, che grazie agli amici di Hypnos ora posso conoscere. L’universo si mostra in tutte le sue clade arcaiche e occulte, mostrandomi l’abisso senza nome.

Attraverso le vibrazioni del magma


Perfezionamenti in atto sul sentiero espanso della psiche, poi del karma. Poi del Nulla senziente che si manifesta attraverso vibrazioni innaturali del cosmo empatico interiore.

Pmespeak's Blog

Remember! Once warmth was without fire.

L'edera

e le altre poesie in ordine sparso by MerMer

My Mad Dreams

Sognatore è chi trova la sua via alla luce della luna... punito perché vede l'alba prima degli altri. [Oscar Wilde]

anche-ombre

percorsi ombreggiati, riflessioni esauste, alcooliche, liberatorie

There was a vision…

… of an outstanding and individual concept, which would last for many years hence.

Giacomo Ferraiuolo

Avevo un sogno e l'ho realizzato.

- GIORNALE POP -

Per informarsi su fumetti, film, serie tv, cartoni, musica e tutto ciò che è pop

Inchiostro e Sanguenero

È impossibile non comunicare. (Primo assioma della comunicazione. Scuola di Palo Alto)

Stregherie

“Quando siamo calmi e pieni di saggezza, ci accorgiamo che solo le cose nobili e grandi hanno un’esistenza assoluta e duratura, mentre le piccole paure e i piccoli pensieri sono solo l’ombra della realtà.” (H. D. Thoreau)

L'occhio del cineasta

La porta su un'altra dimensione

La Sindrome del Colibrì

The more you know, the less you fear (Chris Hadfield)

Terracqueo

MultaPaucis

Il maestro dei sogni

"Tutti siamo fatti della stessa sostanza dei sogni"

Il Bistrot dei Libri

"Un libro ben scelto ti salva da qualsiasi cosa, persino da te stesso" Daniel Pennac

Astro Orientamenti

Ri Orientarsi, alla ricerca del nostro baricentro interiore

Fantasy al Kilo

L'osteria del Fantasy e Sci-Fi

Medio Oriente e Dintorni

Storie, cultura e sport dal Medio Oriente e e Dintorni

Gli Archivi di Uruk

Database di genere in italiano

ˈGŌSTRAK

In Absentia Lucis Tenebrae Vincunt

PostScripts

Il Blog di Francesca Sabatini

Rosa Frullo

Rosa Frullo. Un poeta e un filosofo tra Spleen e Masochismo

BREAKFAST COMICS

Best Comics & Graphic Novels / I fumetti da leggere almeno una volta nella vita. Sponsored by CSBNO

La Via del Caos

Cambiare il modo di vedere il mondo per migliorare sé stessi

Aquilone di pensieri

And into the fields I go to lose my mind and find my soul

3... 2... 1... Clic!

E’ un’illusione che le foto si facciano con la macchina… si fanno con gli occhi, con il cuore, con la testa. (Henri Cartier-Bresson)

B-Movie Zone

recensioni di film horror, thriller, gialli, poliziotteschi, sci-fi, exploitation, erotika

I tesori di Amleta

Qualcosa appare e scompare tra tanto buio e luce

VOCI DAI BORGHI

Laudabunt alii claram Rhodon aut Mytilenem...

Duplex Ride

electronic music & video

di Ruderi e di Scrittura

Storie della trazione popolare italiana

ORME SVELATE

la condivisione del dolore è un dono di amore da parte di chi lo fa e di chi lo riceve

francesca del moro

La differenza tra prosa e poesia è che la prosa dice poco e ci mette molto tempo, la poesia dice molto in pochissimo tempo. C. Bukowski

Istanze & Fantasmi

poesie seminate, di Martina Campi

Astro-Sirio

Astra inclinant non necessitant

The Twittering Machine

Racconti di fantascienza (e altro) di Piero Schiavo Campo

Quel cinema invisibile...

Cinema was made to reunite the Visible and the Invisible

Il Calamaio Elettrico

Versi di Mauro De Candia e influenze varie

ON THE ROAD

Non bisogna lasciarsi sopraffare dalla paura, altrimenti diventa un ostacolo che impedisce di andare avanti

Evelyn 🇮🇹 28 y/o ♍

✏ Drawings are the window to the soul 📚 Book cover artist 📌 Edizioni Underground? 📌 Edizioni Open 📌 Panesi edizioni 💬 Cartoonist 📌 SkuolaNet 📌 SeiAlTuristico 👩🎨 Facebook / Twitter / Instagram: @EvelynArtworks

Sull'amaca blog

Un posto per stare, leggere, ascoltare, guardare, ricordare e forse sognare.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: