HyperHouse

NeXT Hyper Obscure

Archivio per Mag 25, 2016

Peter Weibel – Global Activism: Art and Conflict in the 21st Century | Neural


[Letto su Neural.it]

Global Activism è stato un altro sforzo espositivo pantagruelico nella notoria tradizione dello ZKM (il Centro per l’Arte e la Tecnologia dei Media, dal tedesco Zentrum für Kunst und Medientechnologie), evento che ha avuto luogo alla fine del 2013, nel tentativo di studiare “l’arte e i conflitti” su scala globale. La pubblicazione – anche se inevitabilmente lo sforzo è parziale – tiene traccia comunque di una pletora di soggetti ed enti attivi sulla scena politica del 21° secolo e se pure nelle intenzioni dovrebbe essere il “catalogo” della mostra, nelle sue settecento pagine complessive alla fine potrebbe essere considerata più come un soggettivo tentativo di creare una forma di enciclopedia, un compito difficile per questo tipo di argomenti, soprattutto quando considerati da una prospettiva storica. L’eterogeneità dei soggetti (da teorici di fama ad organizzazioni non governative, movimenti politici ed artisti) rafforza questo problema, così come ci sono pochi precedenti di altre enciclopedie stampate focalizzate su questi temi. Nei saggi selezionati sono stati inclusi i testi di alcuni dei protagonisti della filosofia di sinistra (tra cui i soliti noti Žižek, Latour e Negri, solo per citarne alcuni) e c’è una considerevole inclinazione non-occidentale in molti degli articoli, un sentire globale, con riflessioni su quali tipi di “sistemi” sono all’opera in diversi paesi, per non parlare delle concettualizzazioni di Weibel sulla “democrazia performativa”. Si tratta – insomma – di un vasto sforzo e un archivio prezioso, che rimane in quanto documento stampato.

Annunci

La meraviglia della fisica quantistica – OggiScienza


Su OggiScienza un bellissimo post di interpretazioni quantiche. Da leggere tutto d’un fiato…

Alla custode del Parco è stato appena offerto un “dispositivo Quantum” venduto dalla Freebioenergy di Brisighella, insieme alle istruzioni per appenderlo su una parete. Nel caso sia stato pagato, la prestazione insoddisfacente e la confezione tuttora sigillata, basta rispedirlo al mittente con una speciale assicurazione e viene rimborsato da Atena, l’ente che detiene il conto corrente di Freebioenergy.

Come si fa a sapere se il dispositivo funziona senza aprire il pacco rientra, presume la custode, nel principio di “indeterminazione di Heisemberg” incorporato nella scatoletta insieme ad altri principi attualmente inediti di varie discipline scientifiche, mediche e umanistiche.

Basata su la teoria “quantistica dei campi” biofotonici, dell’elettrodinamica coerente i cui domini rifasano l’informazione dell’acqua in vassoio di plexiglas, della complessità olistica della bobina BAC e altre visioni alternative della realtà, la tecnologia Quantum sfrutta

fonti elettromagnetiche naturali (quali il campo geomagnetico statico, i modi stazionari di Schumann di risonanza ionosferica),

sic, allo scopo di

organizzare la fase dell’energia elettromagnetica già presente nell’ambiente a cui, la chimico-fisica dell’acqua è fortemente sensibile

La tecnologia riduce del 20-30% la tensione superficiale dell’acqua e il consumo di detersivi, scioglie calcare, melma e biofilm, abbassa la carica batterica, per esempio negli studi dentistici migliorando

il benessere e l’igienizzazione ambientale, attraverso la ionizzazione negativa dell’aria e l’armonizzazione di tutte le perturbazioni magnetiche (geopatie) naturali

e negli ospedali

grazie all’intensa collaborazione creatasi di tra l’area di Ricerca & viluppo di Freebioenergy e il Servizio di Igiene ospedaliera della Struttura Complessa di Igiene e Medicina Preventiva dell’AO dell ‘Università di Sassari, responsabile Prof.ssa Mura

Nel frattempo “eleva la qualità dell’ambiente” come dimostra la crescita comparata di due cipolle in presenza o meno del dispositivo, che non emette alcun tipo di radiazione né consuma elettricità.

Il dispositivo funziona senza toccare l’acqua e opera ambientalmente su volumi grandi (fino a 900 mila metri cubi di sfera), è sufficiente che l’acqua sia in moto per alcuni secondi, così da facilitare il ri-arrangiamento elettronico.

Nelle applicazioni agricole e urbane, il raggio d’azione copre un ettaro.

Un altro effetto importante è l’aumento della cedibilità elettronica da parte dei domini coerenti dell’acqua così da aumentarne il suo potere riducente. Questo, dalle nostre attuali indagini, risulta essere ciò che permette la riduzione elettro-chimica degli ioni metallici in soluzione, come il Ferro (o altri), ottenendo lo schiarimento di acque ferruginose naturali (rosse, marroni o gialle) o antropiche (nere).

Vero e verosimile, una riflessione | FantasyMagazine


Una riflessione, di Emanuele “Manex” Manco, sul concetto di vero e verosimile applicato alla letteratura e, in particolare, al genere Fantastico. Su FantasyMagazine; un estratto:

Sulla credibilità di quanto si scrive si sono interrogati tanti scrittori e critici. Luigi Pirandello non fu il primo a porsi questa domanda, ma è il primo di cui abbia letto la “risposta”. Egli nell’introduzione a il Fu Mattia Pascal racconta un fatto realmente avvenuto, e si domanda cosa accadrebbe se un disgraziato scrittor di commedie abbia la cattiva ispirazione di portare sulla scena un caso simile.

La risposta è che per quanto lo scrittore potrà ingegnarsi, la storia raccontata risulterà sempre inverosimile allo spettatore. La considerazione di Pirandello è che la vita, in quanto vera per definizione, non ha bisogno di essere verosimile, mentre l’Arte ha necessità d’essere verosimile per sembrare vera. Quindi accusare un prodotto artistico di essere assurdo e inverosimile in “nome della vita” è definito dall’autore siciliano “balordaggine”. E conclude In nome dell’arte, sì; in nome della vita, no

È una considerazione che apre il campo al concetto di coerenza in sé dei mondi inventati, che per sembrare veri devono essere rigorosamente concepiti, senza che l’autore cambi le regole del suo mondo in corso d’opera. Se viene rispettata questa regola, tutt’altro che semplice vedremo in seguito, lo scrittore ha più probabilità di coinvolgere il fruitore della sua opera, mediante un paradigma che è stato enunciato nel 1816 dal poeta e studioso critico dell’opera scespirana, Samuel Taylor Coleridge nel volume Biographia Literaria: la “sospensione dell’incredulità”.

Essa implica la volontà del lettore (o spettatore nel caso teatrale) di ignorare i propri sensi, la ragione che gli dice che sta fruendo di un’opera di fantasia, sospendendo il senso critico, accettando l’opera per “vera”. Lo spettatore sa che quanto sta vedendo o leggendo ha un senso nel mondo che l’autore ha costruito, e solo in quello. Idealmente autore e lettore si stringono la mano sottoscrivendo il “patto” per il quale finché dura la lettura del libro, o lo spettacolo è messo in scena, tutto quello a cui si assiste è vero. Al di fuori di quel mondo fittizio le regole sono altre e lo sanno entrambi.

Ma se invece un’opera è così ben riuscita che si arriva a una immedesimazione che porta a dimenticare quel confine, e ci porta ad aprire la bocca per lo stupore quando assistiamo a qualcosa di palesemente irreale? Succede che i nostri sensi assimilano ciò che è fantasia al mondo delle esperienze possibili. Il nome che è stato dato a questa esperienza è sense of wonder, ed è stato coniato per lo specifico del fantastico.

Acque amare | SherlockMagazine


Su SherlockMagazine una segnalazione per un romanzo giallo dalla copertina evocativa – Acque amare, di Marco Polillo – che si svolge sull’isola di San Giulio, sul lago d’Orta. In sé il libro non ha una particolare trama da segnalare, quello che m’intriga è l’ambientazione, quelle montagne scure che cadono nel lago e che incutono soggezione, timore, rispetto arcaico come se fossero delle divinità ancestrali.

Giovanni Capotosti sembra aver avuto tutto dalla vita: una bella casa sul lago d’Orta, un ricco patrimonio, l’affetto della moglie e del figlio Bruno. Ma gli resta il rimpianto per aver perso il grande amore della sua vita: Dolores, la ragazza più bella del lago. Dopo trent’anni, la “sua Dolly” torna all’improvviso con una lettera in cui gli chiede aiuto, non per sé, ma per Vittorio, il figlio che lui non aveva mai saputo di avere. La sorpresa è tanta, ma quella lettera per Giovanni ha il sapore di una seconda occasione. Perché lui ne è sicuro: Vittorio è figlio suo, e intende dargli ciò che gli spetta. Intorno a questa vicenda familiare gravita il piccolo universo di Orta San Giulio, dove il commissario Zottìa è ormai di casa grazie alla relazione con la bella Giulia. La sua villa sull’isola e i suoi ricci neri sono il rimedio più dolce alla frenesia di Milano. Ma la quiete di Orta si spezza quando un cadavere viene ritrovato nella villa di Bruno Capotosti: chi è quell’uomo, lasciato senza documenti né oggetti che possano identificarlo? Possibile che nessuno sappia nulla, in un posto in cui si conoscono tutti? Nei paesi di provincia le voci corrono e offuscano la verità, proprio come le acque del lago, che sotto la calma apparente nascondono correnti insidiose. Enea Zottìa sa che l’unico modo per risolvere questo caso è rispondere a una domanda: fin dove siamo disposti a spingerci, quando c’è di mezzo l’amore?

Operazione Europa – Elara


È uscito oggi per la Elara un’antologia, Operazione Europa, che contiene i racconti di quattordici autori: Donato Altomare, Marina Betto, Alessio “Galessio” Brugnoli, Claudio Chillemi, Francesco Cinquemani, Filippo Colizza, Antonino Fazio, Mario “Black M” Gazzola, Claudia Graziani, Pier Luigi Manieri, Davide Roma, Ferruccio Serraglia, Adelmo Togliani e, sì, anche un mio piccolo racconto. Il tema è il futuro prossimo dell’Europa, diciamo entro i prossimi cinquant’anni, e ognuno di noi ha sviluppato la sua particolare visione; ha coordinato il tutto il bravo Pier Luigi Manieri, e io non posso che ringraziare per la bella prova cui mi hanno chiamato a partecipare, uno spicchio di mio futuro (poi capirete leggendo) incastonato tra le pagine di un’opera intrigante.

Colonia | FantasyMagazine


Su FantasyMagazine la recensione a Colonia, film che narra i giorni convulsi a seguire l’11 settembre 1973. In Cile. Quando ci fu il golpe Pinochet guidato dalle occulte manovre CIA.

I protagonisti di Colonia sono Lena (Emma Watson) e Daniel (Daniel Brühl) due giovani tedeschi che si trovano in Cile proprio nel 1973. Daniel in particolare è molto impegnato nel sostegno al governo di Allende, mentre Lena, pur ammirando la passione politica del suo amore, non è particolarmente coinvolta.

Quando il giorno del colpo di stato Daniel viene imprigionato come oppositore politico, Lena scoprirà che il ragazzo è stato portato a Colonia Dignidad, una sorta di congrega religiosa, comandata da una sorta di santone, Paul Schäfer (Michael Nyqvis), che gode di ampie complicità nel nuovo governo cileno. La giovane Lena decide quindi di trascurare il suo sicuro lavoro di assistente di volo alla Lufthansa per presentarsi alla colonia come aspirante adepta, allo scopo di trovare un modo di portare Daniel via di lì e scoprirà che la colonia non solo è più di un ritiro spirituale di una setta, ma che ha un ruolo importante nel regime che vige in Cile.

Lena e Daniel non sono il numero 6, Schäfer non è il numero 2, pur tuttavia Colonia e la vera storia di Colonia Dignidad dimostrano quanto fosse azzeccata la metafora del profetico Il Prigioniero.

Deutsch Nepal – Amygdala


Raccontando da un ristagno emozionale, introverso.

 

Pmespeak's Blog

Remember! Once warmth was without fire.

L'edera

e le altre poesie in ordine sparso by MerMer

My Mad Dreams

Sognatore è chi trova la sua via alla luce della luna... punito perché vede l'alba prima degli altri. [Oscar Wilde]

anche-ombre

percorsi ombreggiati, riflessioni esauste, alcooliche, liberatorie

There was a vision…

… of an outstanding and individual concept, which would last for many years hence.

Giacomo Ferraiuolo

Avevo un sogno e l'ho realizzato.

- GIORNALE POP -

Per informarsi su fumetti, film, serie tv, cartoni, musica e tutto ciò che è pop

Inchiostro e Sanguenero

È impossibile non comunicare. (Primo assioma della comunicazione. Scuola di Palo Alto)

Stregherie

“Quando siamo calmi e pieni di saggezza, ci accorgiamo che solo le cose nobili e grandi hanno un’esistenza assoluta e duratura, mentre le piccole paure e i piccoli pensieri sono solo l’ombra della realtà.” (H. D. Thoreau)

L'occhio del cineasta

La porta su un'altra dimensione

La Sindrome del Colibrì

The more you know, the less you fear (Chris Hadfield)

Terracqueo

MultaPaucis

Il maestro dei sogni

"Tutti siamo fatti della stessa sostanza dei sogni"

Il Bistrot dei Libri

"Un libro ben scelto ti salva da qualsiasi cosa, persino da te stesso" Daniel Pennac

Astro Orientamenti

Ri Orientarsi, alla ricerca del nostro baricentro interiore

Fantasy al Kilo

L'osteria del Fantasy e Sci-Fi

Medio Oriente e Dintorni

Storie, cultura e sport dal Medio Oriente e e Dintorni

Gli Archivi di Uruk

Database di genere in italiano

ˈGŌSTRAK

In Absentia Lucis Tenebrae Vincunt

PostScripts

Il Blog di Francesca Sabatini

Rosa Frullo

Rosa Frullo. Un poeta e un filosofo tra Spleen e Masochismo

BREAKFAST COMICS

Best Comics & Graphic Novels / I fumetti da leggere almeno una volta nella vita. Sponsored by CSBNO

La Via del Caos

Cambiare il modo di vedere il mondo per migliorare sé stessi

Aquilone di pensieri

And into the fields I go to lose my mind and find my soul

3... 2... 1... Clic!

E’ un’illusione che le foto si facciano con la macchina… si fanno con gli occhi, con il cuore, con la testa. (Henri Cartier-Bresson)

B-Movie Zone

recensioni di film horror, thriller, gialli, poliziotteschi, sci-fi, exploitation, erotika

I tesori di Amleta

Qualcosa appare e scompare tra tanto buio e luce

VOCI DAI BORGHI

Laudabunt alii claram Rhodon aut Mytilenem...

Duplex Ride

electronic music & video

di Ruderi e di Scrittura

Storie della trazione popolare italiana

ORME SVELATE

la condivisione del dolore è un dono di amore da parte di chi lo fa e di chi lo riceve

francesca del moro

La differenza tra prosa e poesia è che la prosa dice poco e ci mette molto tempo, la poesia dice molto in pochissimo tempo. C. Bukowski

Istanze & Fantasmi

poesie seminate, di Martina Campi

Astro-Sirio

Astra inclinant non necessitant

The Twittering Machine

Racconti di fantascienza (e altro) di Piero Schiavo Campo

Quel cinema invisibile...

Cinema was made to reunite the Visible and the Invisible

Il Calamaio Elettrico

Versi di Mauro De Candia e influenze varie

ON THE ROAD

Non bisogna lasciarsi sopraffare dalla paura, altrimenti diventa un ostacolo che impedisce di andare avanti

Evelyn 🇮🇹 28 y/o ♍

✏ Drawings are the window to the soul 📚 Book cover artist 📌 Edizioni Underground? 📌 Edizioni Open 📌 Panesi edizioni 💬 Cartoonist 📌 SkuolaNet 📌 SeiAlTuristico 👩🎨 Facebook / Twitter / Instagram: @EvelynArtworks

Sull'amaca blog

Un posto per stare, leggere, ascoltare, guardare, ricordare e forse sognare.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: