HyperHouse

NeXT Hyper Obscure

Occhi che sembrano seguirti – L’eredità di Lovecraft | L’indiscreto


Su L’indiscreto un saggio abbastanza esteso che riguarda Lovecraft, la sua poetica, i suoi pensieri, raccontati anche da altri scrittori come King o Houellebecq. Un estratto:

Oggi Lovecraft è oggetto di molta polemica, negli Usa e in Inghilterra, a causa del razzismo che tracima soprattutto dalla fitta corrispondenza e dalle poesie. Sulla miopia di non saper distinguere tra il debito oggettivo che un genere deve a un autore e le sacrosante distanze che si devono prendere da elementi insostenibili del suo pensiero, ho già scritto (non potremmo allora leggere più Dante perché dice che gli Ebrei sono stati giustamente cacciati da Gerusalemme per aver ucciso Cristo, o Leopardi perché parla delle anguste fronti femminili). Ma l’uscita della nuova, sontuosa traduzione – a opera di un maestro come Sergio Altieri – del cosiddetto Ciclo del Sogno, nel volume Feltrinelli Il profeta dell’incubo, permette, se sovrapposta alla riflessione di un lettore lovecraftiano d’eccezione, di intuire come, al cuore proprio dei suoi miti più efficaci, ci sia lo stesso smacco personale che si sarebbe avvitato e avviluppato anche ad un’allucinata xenophobia, punta dell’iceberg del suo progressivo e universale “No alla vita”. L’espressione è proprio di Michael Houellebecq – sì, l’autore del tanto dibattito e strattonato Sottomissione – che a Lovecraft ha dedicato una splendida monografia Contro il mondo – contro la vita (Bompiani) che ambisce a guardare il mondo attraverso le palpebre sottili e nervose del creatore di Cthulhu e Nyarlathotheph. Riuscendoci appieno. Un libro che, partendo da Lovecraft, si interroga anche sulla dinamica artistica in generale – “Se si ama la vita, non si legge. Né, d’altro canto, si va al cinema. Checché se ne dica, l’accesso all’universo artistico è riservato quasi esclusivamente a che ne abbia un po’ le palle piene”– e il tipo di relazioni che determinate narrazioni di successo stabiliscono col pubblico – “creare un grande mito popolare significa creare un rituale che il lettore aspetti con impazienza, che ritrovi con piacere sempre crescente, ogni volta sedotto da una nuova ripetizione in termini leggermente diversi, percepiti come un nuovo approfondimento” – senza risparmiare battute feroci sulla miopia dei critici laureati, che per decenni hanno snobbato gli autori cosiddetti popolari -“la critica finisce sempre col riconoscere i propri torti, più esattamente, i critici finiscono col morire e vengono sostituiti da altri”. Nella sua postfazione, Stephen King, che di paura se ne intende, aggiunge una notazione importante per questa nostra riflessione: “Se ci mostrate quello che ha terrorizzato una generazione (o, se preferite, gli incubi che si annidano in un cuscino collettivo), allora nove volte su dieci vengono alla luce molte altre scelte – legali, morali, economiche e anche militari – prese ai tempi in cui quella narrativa è stata pubblicata.” Occorre dunque chiedersi cos’abbia potuto spaventare Lovecraft stesso. Ovviamente, al fondo di tutti i suoi racconti c’è uno sguardo che è stato giustamente definito cosmico, un’intuizione spaventosa, rispetto a cui traumi e paure più circostanziati sono solo castelli di carte sui doccioni di una gigantesca cattedrale abbondonata.

No comments yet»

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Dreams of Dark Angels

The blog of fantasy writer Storm Constantine

Bagatelle

Quisquilie, bagatelle, pinzillacchere...

HORROR CULTURA

Letteratura, cinema, storia dell'horror

Fuliggine

“The books gave Matilda a comforting message: You are not alone." Roald Dahl

Oui Magazine

Per me cultura significa creazione di vita. (Cesare Zavattini)

Nerxes.com

– Daily writings | for thoughtful & reflective moments.

Eleonora Zaupa • Writer Space

Una finestra per un altro mondo. Un mondo che vi farà sognare, o...

Through the Wormhole

“Siamo l’esperimento di controllo, il pianeta cui nessuno si è interessato, il luogo dove nessuno è mai intervenuto. Un mondo di calibratura decaduto. (…) La Terra è un argomento di lezione per gli apprendisti dei.” Carl Sagan

AI MARGINI DEL CAOS

un blog di Franco Ricciardiello

COINCIDENZE

Guardati intorno

Roccioletti

Arte altra e altrove.

La Nuova Verde

Protolettere, interpunzioni grafiche e belle speranze

Sharing

NEUTRALIZE THE FREE RADICALS

Novo Scriptorium

ἀνθρώποισι πᾶσι μέτεστι γινώσκειν ἑωυτοὺς καὶ σωφρονεῖν.

Arte Macabra

per gli amanti del macabro e del grottesco nell'arte moderna

CineFatti

Almeno un film al giorno, come il caffè.

Alessandro Rolfini

ESPLORA L’AVVENTURA

Pmespeak's Blog

Remember! Once warmth was without fire.

L'edera

e le altre poesie in ordine sparso by MerMer

anche-ombre

percorsi ombreggiati, riflessioni esauste, alcooliche, liberatorie

Giacomo Ferraiuolo

Avevo un sogno e l'ho realizzato.

- GIORNALE POP -

Per informarsi su fumetti, film, serie tv, cartoni, musica e tutto ciò che è pop

Inchiostro e Sanguenero

È impossibile non comunicare. (Primo assioma della comunicazione. Scuola di Palo Alto)

Stregherie

“Quando siamo calmi e pieni di saggezza, ci accorgiamo che solo le cose nobili e grandi hanno un’esistenza assoluta e duratura, mentre le piccole paure e i piccoli pensieri sono solo l’ombra della realtà.” (H. D. Thoreau)

L'occhio del cineasta

La community italiana del cinema

La Sindrome del Colibrì

The more you know, the less you fear (Chris Hadfield)

Terracqueo

MultaPaucis

Il maestro dei sogni

"Tutti siamo fatti della stessa sostanza dei sogni"

Il Bistrot dei Libri

"Un libro ben scelto ti salva da qualsiasi cosa, persino da te stesso" Daniel Pennac

Astro Orientamenti

Ri Orientarsi, alla ricerca del nostro baricentro interiore

Fantasy al Kilo

L'osteria del Fantasy e Sci-Fi

Medio Oriente e Dintorni

Storie, cultura e sport dal Medio Oriente e e Dintorni

Gli Archivi di Uruk

Database di genere in italiano

ˈGŌSTRAK

In Absentia Lucis Tenebrae Vincunt

PostScripts

Il Blog di Francesca Sabatini

BREAKFAST COMICS

Best Comics & Graphic Novels / I fumetti da leggere almeno una volta nella vita. Sponsored by CSBNO

La Via del Caos

Cambiare il modo di vedere il mondo per migliorare sé stessi

Aquilone di pensieri

And into the fields I go to lose my mind and find my soul

3... 2... 1... Clic!

E’ un’illusione che le foto si facciano con la macchina… si fanno con gli occhi, con il cuore, con la testa. (Henri Cartier-Bresson)

B-Movie Zone

recensioni di film horror, thriller, gialli, poliziotteschi, sci-fi, exploitation, erotika

I tesori di Amleta

Qualcosa appare e scompare tra tanto buio e luce

VOCI DAI BORGHI

Laudabunt alii claram Rhodon aut Mytilenem...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: