HyperHouse

NeXT Hyper Obscure

Archivio per settembre 18, 2016

Il canto nel vuoto del cosmo. Il 16 settembre 1977 moriva Maria Callas | Necrologika


Su Necrologika un post davvero esteso, che faccio fatica – anzi non riesco proprio – a contenere per la mole emozionale e di informazioni che non conosco, che non appartengono al mio imprinting psichico ma che, è certo, hanno uno spessore notevole e immaginifico, qualcosa che sa di arte ed elevazione dell’umano.

Il 16 settembre del 1977 Maria Callas moriva, nella sua casa di Parigi. Erano passati quasi due anni dall’omicidio dell’uomo che aveva amato nel modo più intenso e disperato, per l’essenza stessa di un amore che non poteva che rimanere irrealizzabile, pur in una sconosciuta vicinanza – Pier Paolo Pasolini.

Voce incomparabile, non solo per timbro ed estensione, ma per il tratto cangiante di empatia emotiva che le permetteva di penetrare la materia musicale fino alle sue percezioni ultime, la Callas non è stata solo La cantante lirica del Novecento, ma un’artista totale.

Filologa della voce (ripropose la resa vocale di Giuditta Pasta nelle opere di Bellini), grande musicista, discepola (sempre insoddisfatta) di se stessa, la ragazza greca che era giunta in Italia piena di paure e di ambizioni riuscì a raggiungere livelli di interpretazione inimmaginabili, modellandosi nella sensibilità e nel corpo, facendo dell’intera se stessa uno strumento di arte. Senza rinunciare mai a vivere, nella più completa ingenuità della passione, nella contraddizione del tenersi sempre vicina una sciarpa per proteggere la voce e fumare, dell’amare un omosessuale convinta di sposarlo, del credere nell’amore di un miliardario che la esibiva come un quadro o un cane di razza. La stessa capacità di assumere contrasti che le permetteva di essere Carmen e Norma, Traviata e Medea essendo tutte e non essendo nessuna.

La voce è uno strumento d’espressione. I suoni sono colori, per esprimere un sentimento; anche per un oratorio, ci si esprime con dei colori. La voce non sono note, e basta. Sono colori, con la voce si dipinge, deve essere anche acidula, mi occorrono tutti i colori per esprimere tutti i sentimenti. Ma ci vuole molta fede, molto istinto e molta sicurezza, anche se mentre si crea un personaggio vengono dubbi enormi: noi siamo interpreti, non compositori, rispettiamo il compositore e il suo stile, poi ne abbiamo in mano il destino.

Annunci

PINK FLOYD: PRESENTAZIONE “THE EARLY YEARS 1965-1972” ALLA BBC RADIO 6 | PINK FLOYD ITALIA


[Letto su PinkFloydItalia]

Andrà in onda Martedì 20 settembre, alle ore 22:00 (ora inglese) la campagna promozionale radiofonica di “The Early Years 1965-1972”, il super-box dei Pink Floyd in uscita il prossimo 11 novembre 2016.
Su BBC Radio 6 Music, per un’ora i membri della band selezioneranno vari estratti d’archivio dalle sessions per la BBC, dal 1967 al 1971. Al momento non si sa chi sarà in studio, molto probabile Nick Mason.
La trasmissione potrà essere riascoltata subito dopo la messa in onda. Potrete ascoltare la trasmissione cliccando a questo link.

Per chi come me è impaziente di avere tra le mani questo “Box delle meraviglie”, consiglio l’ascolto di questi podcast da floydpodcast.com dove si possono ascoltare molte delle canzoni presenti nel box: Clicca qui per il Podcast 1 / Clicca qui per il Podcast 2.

Esordienti nella rete | N I G R I C A N T E


Come evidenzia il buon Michele “DottoreInNiente” Nigro, esiste chi crede negli scrittori che vengono dalla Rete e dall’autopubblicazione (inutile dire che mi ci riconosco in pieno, così come il Connettivismo deve la sua nascita a questi fenomeni). Uno stralcio:

Una lodevole iniziativa da parte del Premio Italo Calvino e una risposta autorevole a tutti quei saccenti presuntuosi che pensano che chi scrive su un blog o si autopubblica non sia un vero scrittore (io preferisco la definizione di “scrivente”)… Eccovi serviti! Per fortuna c’è chi vede lontano e cerca di capire certi fenomeni senza stigmatizzarli: Esordienti nella rete.

Entoptiche da asporto


Entoptiche da asporto, lo sai quando le riconosci.

Non vedi


Manca la prospettiva del Fantastico, per visualizzare la profondità occulta che permea il contesto reale dove non vedi, non riesci proprio, la tentacolare mano dei Grandi Antichi che stritola ogni singola insulsa speranza di normalità. Umana. Quindi inutile.

Pmespeak's Blog

Remember! Once warmth was without fire.

L'edera

e le altre poesie in ordine sparso by MerMer

My Mad Dreams

Sognatore è chi trova la sua via alla luce della luna... punito perché vede l'alba prima degli altri. [Oscar Wilde]

anche-ombre

percorsi ombreggiati, riflessioni esauste, alcooliche, liberatorie

There was a vision…

… of an outstanding and individual concept, which would last for many years hence.

Giacomo Ferraiuolo

Avevo un sogno e l'ho realizzato.

- GIORNALE POP -

Per informarsi su fumetti, film, serie tv, cartoni, musica e tutto ciò che è pop

Inchiostro e Sanguenero

È impossibile non comunicare. (Primo assioma della comunicazione. Scuola di Palo Alto)

Stregherie

“Quando siamo calmi e pieni di saggezza, ci accorgiamo che solo le cose nobili e grandi hanno un’esistenza assoluta e duratura, mentre le piccole paure e i piccoli pensieri sono solo l’ombra della realtà.” (H. D. Thoreau)

L'occhio del cineasta

La porta su un'altra dimensione

La Sindrome del Colibrì

The more you know, the less you fear (Chris Hadfield)

Terracqueo

MultaPaucis

Il maestro dei sogni

"Tutti siamo fatti della stessa sostanza dei sogni"

Il Bistrot dei Libri

"Un libro ben scelto ti salva da qualsiasi cosa, persino da te stesso" Daniel Pennac

Astro Orientamenti

Ri Orientarsi, alla ricerca del nostro baricentro interiore

Fantasy al Kilo

L'osteria del Fantasy e Sci-Fi

Medio Oriente e Dintorni

Storie, cultura e sport dal Medio Oriente e e Dintorni

Gli Archivi di Uruk

Database di genere in italiano

ˈGŌSTRAK

In Absentia Lucis Tenebrae Vincunt

PostScripts

Il Blog di Francesca Sabatini

Rosa Frullo

Rosa Frullo. Un poeta e un filosofo tra Spleen e Masochismo

BREAKFAST COMICS

Best Comics & Graphic Novels / I fumetti da leggere almeno una volta nella vita. Sponsored by CSBNO

La Via del Caos

Cambiare il modo di vedere il mondo per migliorare sé stessi

Aquilone di pensieri

And into the fields I go to lose my mind and find my soul

3... 2... 1... Clic!

E’ un’illusione che le foto si facciano con la macchina… si fanno con gli occhi, con il cuore, con la testa. (Henri Cartier-Bresson)

B-Movie Zone

recensioni di film horror, thriller, gialli, poliziotteschi, sci-fi, exploitation, erotika

I tesori di Amleta

Qualcosa appare e scompare tra tanto buio e luce

VOCI DAI BORGHI

Laudabunt alii claram Rhodon aut Mytilenem...

Duplex Ride

electronic music & video

di Ruderi e di Scrittura

Storie della trazione popolare italiana

ORME SVELATE

la condivisione del dolore è un dono di amore da parte di chi lo fa e di chi lo riceve

francesca del moro

La differenza tra prosa e poesia è che la prosa dice poco e ci mette molto tempo, la poesia dice molto in pochissimo tempo. C. Bukowski

Istanze & Fantasmi

poesie seminate, di Martina Campi

Astro-Sirio

Astra inclinant non necessitant

The Twittering Machine

Racconti di fantascienza (e altro) di Piero Schiavo Campo

Quel cinema invisibile...

Cinema was made to reunite the Visible and the Invisible

Il Calamaio Elettrico

Versi di Mauro De Candia e influenze varie

ON THE ROAD

Non bisogna lasciarsi sopraffare dalla paura, altrimenti diventa un ostacolo che impedisce di andare avanti

Evelyn 🇮🇹 28 y/o ♍

✏ Drawings are the window to the soul 📚 Book cover artist 📌 Edizioni Underground? 📌 Edizioni Open 📌 Panesi edizioni 💬 Cartoonist 📌 SkuolaNet 📌 SeiAlTuristico 👩🎨 Facebook / Twitter / Instagram: @EvelynArtworks

Sull'amaca blog

Un posto per stare, leggere, ascoltare, guardare, ricordare e forse sognare.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: