HyperHouse

NeXT Hyper Obscure

PINK FLOYD: NICK MASON SVELA IL BOX “THE EARLY YEARS 1965-1972” | PINK FLOYD ITALIA


Su PinkFloydItalia l’annuncio di Nick Mason dell’uscita ufficiale – settata proprio per oggi, alle 19.30 – del box The Early Years 1965-1972, un compendio stellare dei primi anni dei Floyd fino, appunto, al ’72. Ecco i particolari:

Sarà svelato oggi  da Nick Mason in diretta dallo YouTube Space di Londra alle 19.30 (ora italiana) il contenuto del box The Early Years 1965-1972, verrà mostrato il box e sarà fatto vedere ed ascoltare alcune delle meraviglie che si troveranno al suo interno, in più ci sarà una chat in cui i fan potranno rivolgere le domande direttamente a Nick. Da Rockol.it:

Il packaging del box è semplice ma fortemente efficace. Tutto il materiale è contenuto in una scatola nera e bianca, dalle dimensioni di circa 40x30x20 centimetri, che riprende il tema grafico del famoso furgoncino Bedford con cui i Tea Set, una delle prime incarnazioni dei futuri Pink Floyd, trasportavano nel 1964 gli strumenti e la propria amplificazione in occasione dei loro primi spettacoli amatoriali. Sembra che l’intenzione originaria della band fosse quella di realizzare una riproduzione del furgone, all’interno del quale avrebbero trovato posto i dischetti, idea abbandonata probabilmente per problemi di costi. All’interno della scatola è presente un secondo contenitore, dove sono alloggiati sette porta cd a libretto, ognuno dei quali comprende quattro dischetti e un libretto con foto e notizie sulle canzoni in esso contenute. In una speciale tasca del libretto sono stati inoltre inserite le riproduzioni di memorabilia relativa al periodo preso in considerazione, alcuni dei quali sono molto rari e poco diffusi tra i collezionisti. La base del cofanetto nasconde infine altre “meraviglie” collezionistiche, poster e riproduzioni cartacee e i cinque vinili a 45 giri, materiale che sarà disponibile soltanto all’interno di questa edizione deluxe.

La lavorazione intorno a “The Early Years 1965-1972” ha visto impegnato negli ultimi anni Nick Mason, batterista dei Pink Floyd ma anche storico e archivista della band. Sono state così recuperate tutte le canzoni d’archivio ancora inedite, alcune preziose demo sconosciute, diverse importanti registrazioni live per un totale di sette ore di materiale inedito. Sono però i video il piatto forte di questo straordinario viaggio tra gli archivi segreti dei Pink Floyd. Nonostante diversi filmati fossero già noti ai più, grazie alla conversione digitale degli archivi delle tv di tutto il mondo (le avevano riproposte in passato attraverso le proprie pagine web), il lavoro di pulizia delle immagini e del suono è stato fondamentale. Ha colpito la qualità dei video anticipati oggi dalla Warner in una esclusiva proiezione in formato blu-ray, come ad esempio quello di Jugband Blues (1967), restaurato di recente, il promo di It Would Be So Nice girato al Piper Club di Roma nel maggio 1968, il video promozionale di Point Me At The Sky (1968), il concerto a St. Tropez dell’8 agosto 1970 raccolto dalla tv francese e lo speciale tv realizzato dalla tv americana KQED a San Francisco il 28 aprile 1970.

Impossibile scegliere tra le tantissime le canzoni inedite: ci sono le sei canzoni realizzate come provini nel 1965 e pubblicate di recente su un ricercatissimo doppio 45 giri, le tanto attese Vegetable Man, Scream Thy Last Scream, In The Beechwoods, la lunga improvvisazione di gruppo John Latham destinata a un cortometraggio del 1967, le due sorprese Song 1 e Song 2 registrate negli USA il 22 agosto 1968, la colonna sonora del film The Committee del 1968, alcune outtakes dei film More e delle canzoni proposte al regista Michelangelo Antonioni per la colonna sonora del clamoroso flop cinematografico Zabriskie Point, la versione in studio di Atom Heart Mother senza orchestra e l’interessante Nothing 14, una delle prime versioni in studio della classica Echoes. Da non dimenticare tutte le registrazioni realizzate dai Pink Floyd per la radio inglese BBC tra il 1967 e il 1971, un concerto a Stoccolma con Syd Barrett del 1967 e le due esibizioni ad Amsterdam per la radio locale dell’estate 1969.

Facile ipotizzare un nuovo successo per i  Pink Floyd. L’interesse intorno a questo box è alto e la tiratura nel nostro paese è stata annunciata in tremila copie. Il costo del box è attorno e trai 450 e 500€, ma è prevista anche un’edizione in due CD, The Early Years 1967-72 Cre/ation, che condensa al meglio le canzoni più  significative. Ventisette le tracce audio disponibili ad un prezzo abbordabile (19,90 euro), una selezione ragionata che spazia le  numerose inedite come le due registrazioni dal vivo effettuate per la  BBC il 12 maggio 1969 (Grantchester Meadows, Cymbaline, Green Is The  Colour e Careful With That Axe Eugene), alcune canzoni di prova per la colonna sonora di Zabriskie Point (On The Highway, Auto Scene Version 2, The Riot Scene, Looking At Map, Take Off, Embryo registrata per la BBC il 16 luglio 1970 e la bellissima Nothing Part 14 (futura Echoes) del 1971.

Ecco il video della presentazione e siateci, il momento è storico.

Annunci

No comments yet»

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

francesca del moro

La differenza tra prosa e poesia è che la prosa dice poco e ci mette molto tempo, la poesia dice molto in pochissimo tempo. C. Bukowski

Istanze & Fantasmi

poesie seminate, di Martina Campi

Astro-Sirio

Astra inclinant non necessitant

The Twittering Machine

Racconti di fantascienza (e altro) di Piero Schiavo Campo

Quel cinema invisibile...

Cinema was made to reunite the Visible and the Invisible

Crudo e Cotto

Blog di cucina vegana

Il Calamaio Elettrico

Versi di Mauro De Candia e influenze varie

ON THE ROAD

Non bisogna lasciarsi sopraffare dalla paura, altrimenti diventa un ostacolo che impedisce di andare avanti

Evelyn

✨ Artistic spirit ✨ 👩‍🎨 26🌙 🇮🇹 🔮

Sull'amaca blog

Un posto per stare, leggere, ascoltare, guardare, ricordare e forse sognare.

Espedienti Editoriali

parlo di editoria e creo eBook

sabbiature

Culture seriali

A X I S m u n d i

Rivista di cultura, studi tradizionali, antropologia del sacro, storia delle religioni, esoterismo. A cura di Marco Maculotti.

Gwynto

Aspirante scrittrice, lettrice avida, amante delle parole

Chiara Prezzavento

editing, scrittura, lettura

patrizia arcari

LIFESTYLE BLOG - appunti e brevi considerazioni su economia circolare, slow life, trasporto sostenibile, cucina del riuso e ... quantistica

PAROLE LORO

«L'attualità tra virgolette»

Ottobre

giornale dei lavoratori

Arte&Cultura

Arte, cultura, beni culturali, ... e non solo.

bertolinometalartist

GIACOMO BERTOLINO

Diario Esoterico

Un diario non è altro che un registro di viaggio.

mayoor

Questo blog è il mio taccuino personale, lo uso infatti per appuntare poesie che poi modificherò immancabilmente. Quindi siete avvertiti: quel che leggete oggi domani potrebbe essere diverso, o non esserci affatto.

kyleweatwenyen

Come un angelo da collezione.

Come mi va...

E si femò a raccontare le sue storie al mare e il vento

eliomarpa

Scrittore fantasma

Maelstrom

Un moto ondulatorio nel fluido e lineare scorrere dei miei pensieri

poesiaspontanea

improvvisazioni di poesia

di Ruderi e di Scrittura

Il blog di Gaetano Barreca

La Biblionauta

Chiacchiere sui libri e altre amenità

Archeocake

Torte del passato riviste in chiave moderna

VERDE RIVISTA

protolettere, interpunzioni grafiche e belle speranze

Il Canto delle Muse

Se ho provato momenti di entusiasmo, li devo all'arte; eppure, quanta vanità in essa! voler raffigurare l'uomo in un blocco di pietra o l'anima attraverso le parole, i sentimenti con dei suoni e la natura su una tela verniciata. Gustave Flaubert

ArcheoTime

il tempo dell'archeologia. il tempo di guardare, vedere, scoprire, conoscere, viaggiare nel tempo e nello spazio attraverso il tempo dell'archeologia

Laboratorio di poesia povera

Versi essenziali per cuori semplici

Somnium Hannibalis

L'ultimo dei Barca, la cenere e il sangue

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: