HyperHouse

NeXT Hyper Obscure

Archivio per febbraio 7, 2017

Una Tomba per gli alieni: La vecchia, il corpo, la luna


Dal blog  di Uduvicio Atanagi  – Leo Bulero… copio e incollo, che è superbo così:

La vecchia si è voltata verso la porta della casa, poi è schizzata via in uno scatto ancora più impetuoso. Si è udito un grido, la sua vestaglia bianca ha danzato bianca, mossa da un vento tiepido che soffiava nella sera. Il mondo era rossastro, poi è diventato blu, poi nero. Davanti alla prima luce lunare la vecchia sembrava uno spettro, sotto la vestaglia era nuda, e nel movimento lungo della gamba la sua veste si è scostata e ha lasciato il suo sesso peloso e nudo mostrarsi nudo alla luce della luna, dietro di lei c’erano altre tre figure umane. Correvano, gridavano, si esibivano in movimenti nervosi tentando di accerchiarla. Per un istante davanti  alla collina, si è intravista un’auto nera, dentro c’era un bambino cadavere, un bambino giallo e morto che viaggiava su un carro da morto in direzione della casa.

La vecchia ha lanciato un urlo spaventoso, un brivido gelido ha percorso la schiena delle tre creature umane, di colpo si sono fermate, esitando, scambiandosi sguardi di terrore. Poi si sono rimesse all’inseguimento.

L’auto nera è scomparsa dietro alla collina nera.

False percezioni | il blog di Luigi Milani


Il blog di Luigi Milani ha fatto un po’ di restyling e ora si presenta davvero rinnovato, arioso, pieno di buoni propositi; e infatti il buon Luigi ha ripreso a postare a nastro post di vari argomenti, e sono davvero felice di vederlo di nuovo in carreggiata. Luis, ci sei mancato!

Edited by Andy Guhl, Tabea Guhl, Flurina and Gianni Paravicini – Ear Lights, Eye Sounds. Expanded Cracked Everyday Electronics | Neural


[Letto su Neural]

Ear Lights, Eye Sounds. Expanded Cracked Everyday Electronics è una monografia del musicista svizzero Andy Guhl, la cui carriera è iniziata negli anni Settanta e con l’intento di migliorarsi, prima di abbracciare l’elettronica, fino a quando – nel 1983 – con la sua band Voice Crack ha eliminato qualsiasi strumento classico a favore di ciò che egli chiama “cracked everyday electronics”. Questa pratica incorpora l’uso di radio, giradischi, trasmettitori, dittafoni ed altri oggetti, aperti e manipolati attraverso i gesti e la luce, in un circuit-bending ante-litteram. Questo libro ha abbracciato la sfida di incarnare correttamente questo tipo di pratica e i contenuti nel suo stesso design, vincendo lo Swiss Design Award. In primo luogo vi è una chiara divisione tra le pagine di sinistra, piene di immagini, e le pagine di destra, in cui è incluso il testo. Anche se il testo è subalterno alle immagini – ed è suddiviso in piccole sezioni – è ancora perfettamente leggibile. È da segnalare che nella pubblicazione siano incluse 100 riproduzioni dei “Colliding Sediments”, lavori di Guhl, fotogrammi della performance THE INSTRUMENT, così come le immagini di concerti, schizzi originali e illustrazioni. In linea con la natura fragile degli strumenti al centro della sua pratica, il libro è stampato su un particolare tipo di carta che è sensibile al tatto, facilmente graffiabile e deteriorabile, perfetta per archiviare – e in maniera unica – lo spirito del lavoro di Guhl.

Spiegare il misticismo | L’indiscreto


Su L’indiscreto un articolo con intervista di Francesco D’Isa a Richard H. Jones per sviscerare l’argomento Misticismo. Ecco a voi alcuni passi esplicativi del post:

Chi ha rifiutato qualcosa per poi provarne la mancanza potrà comprendere il problematico rapporto dell’Occidente col misticismo, dapprima spodestato a seguito dei successi tecnico-pratici del naturalismo – aeroplani e antibiotici sono argomenti molto persuasivi – e poi ricercato altrove, spesso con la medesima superficialità con cui era stato scacciato. Un interesse talvolta inaspettato, nascosto, persino inappropriato, ma sempre presente, come dimostra l’attenzione crescente nei confronti delle pratiche meditative, gli psichedelici , lo yoga, le filosofie orientali o persino alcune teorie fisiche che divinizzano gli alieni.
La globalizzazione delle culture ha portato a un proficuo scambio di conoscenze, evidenziando similarità e divergenze in prassi religiose nate in contesti e culture diverse. Gli studi di storia delle religioni del ventesimo secolo non sono stati accantonati, anzi, generano dei frutti maturi, scevri dell’acerbo entusiasmo e della scarsa scientificità che ha caratterizzato una parte della produzione che va dalle società teosofiche del XIX secolo a quella che viene abitualmente classificata come letteratura New Age.

D: Anzitutto, a cosa serve una filosofia del misticismo?

R: Ci sono domande circa le esperienze mistiche e il loro valore cognitivo a cui la scienza non può rispondere. E queste domande sono particolarmente importanti in una fase in cui in molti si avvicinano alla meditazione, per ragioni legate alla salute fisiologica e psicologica, così come (almeno negli Stati Uniti) in molti tornano a porsi delle questioni legate alla spiritualità. Ci si chiede se le esperienze mistiche siano eventi cerebrali che producono allucinazioni soggettive, prive di un valore conoscitivo che vada oltre dei dati utili agli studi dei neuroscienziati, o se invece ci permettono di accedere a una dimensione che trascende l’ordine naturale, mettendoci in contatto con una realtà trascendente. La neuroscienza in sé, non importa quanto accurata, non è in grado di determinare la verità. Nonostante questo molti scienziati e professionisti della meditazione presuppongono, senza approfondire la questione, che qualche spiegazione naturalista degli stati “mistici” sia la soluzione giusta. Una filosofia del misticismo può delineare questi problemi e costringere la gente – o almeno le persone che desiderano una “vita consapevole” – a esaminare i presupposti delle proprie convinzioni. Studiare le tradizioni mistiche con diversi valori e approcci metafisici può inoltre evidenziare i presupposti nascosti delle nostre idee – in effetti, in questo senso il misticismo è meglio dello studio delle diverse culture e sistemi filosofici, in quanto i mistici sono spesso estremi, radicalmente altri rispetto alle credenze e ai valori della maggior parte dei contemporanei. Questo non significa che la filosofia risponderà alle domande che solleva. Huston Smith dopo decenni non è riuscito a decidere se le esperienze vissute mediante l’uso di sostanze stupefacenti avevano un valore cognitivo o erano semplici deliri. Quel che si può fare con una filosofia del misticismo, dunque, è esporre le problematiche coinvolte e offrire alcune valutazioni degli argomenti addotti dai sostenitori di diverse risposte.

Leggi il seguito di questo post »

Bestiario lovecraftiano – Shoggoth | HorrorMagazine


Su HorrorMagazine una nuova puntata volta a esplorare il pantheon lovecraftiano. Oggi si parla degli Shoggoth; eccovi un estratto:

Queste entità furono create miliardi di anni fa dagli Antichi perché potessero servirli. Gli shoggoth sono esseri amorfi simili a enormi amebe con un catramoso aspetto esterno, ricoperti di multipli occhi fluttuanti, molto versatili nell’ambiente marino e in grado di trasmutare qualsiasi tipo di organo sensoriale o appendice possa risultare utile ai loro padroni. Dotati di una forza smisurata e straordinarie capacità rigenerative, gli shoggoth non invecchiano ma sono vulnerabili all’ipnosi, debolezza sfruttata dagli Antichi per costringerli a edificare le loro enormi città di pietra subacquee.

Dopo milioni di anni passati al servizio degli Antichi, gli shoggoth sono diventati più intelligenti e hanno cominciato a disdegnare il loro ruolo di servitori. Il loro malcontento si è trasformato in una ribellione che ha avuto luogo durante il periodo Permiano, 150 milioni di anni fa. Nonostante l’iniziale vantaggio degli shoggoth, gli Antichi riuscirono a sopprimere la rivolta, riaddestrando questi esseri e continuando a utilizzarli, ma con maggiore attenzione. Durante l’insurrezione gli shoggoth si resero conto di essere in grado di sopravvivere anche fuori dall’acqua, gli Antichi scoraggiarono però tale adattamento. Quando gli Antichi furono costretti a ridurre i confini del loro regno e ad abbandonare l’attuale Antartide a causa di vari conflitti con popoli provenienti da altre dimensioni, portarono con loro anche gli shoggoth.

Espedienti editoriali

parlo di editoria e creo eBook

sabbiature

Culture seriali

A X I S m u n d i

Rivista di cultura, tradizione, antropologia del sacro, storia delle religioni, esoterismo. A cura di Marco Maculotti.

Gwynto

Aspirante scrittrice, lettrice avida, amante delle parole

Chiara Prezzavento

editing, scrittura, lettura

patriziaarcariblog

#stiledivita, appunti e brevi considerazioni

The Darkest Art

A journey through dark art.

PAROLE LORO

«L'attualità tra virgolette»

Ottobre

giornale dei lavoratori

Arte&Cultura

Arte, cultura, beni culturali, ... e non solo.

bertolinometalartist

GIACOMO BERTOLINO

Diario Esoterico

Un diario non è altro che un registro di viaggio.

mayoor

Questo blog è il mio taccuino personale, lo uso infatti per appuntare poesie che poi modificherò immancabilmente. Quindi siete avvertiti: quel che leggete oggi domani potrebbe essere diverso, o non esserci affatto.

kyleweatwenyen

Come un angelo da collezione.

Come mi va...

E si femò a raccontare le sue storie al mare e il vento

eliomarpa

Scrittore fantasma

Maelstrom

Un moto ondulatorio nel fluido e lineare scorrere dei miei pensieri

poesiaspontanea

improvvisazioni di poesia

di Ruderi e di Scrittura

Il blog di Gaetano Barreca

La Biblionauta

Chiacchiere sui libri e altre amenità

Archeocake

Torte del passato riviste in chiave moderna

VERDE RIVISTA

protolettere, interpunzioni grafiche e belle speranze

Il Canto delle Muse

Se ho provato momenti di entusiasmo, li devo all'arte; eppure, quanta vanità in essa! voler raffigurare l'uomo in un blocco di pietra o l'anima attraverso le parole, i sentimenti con dei suoni e la natura su una tela verniciata. Gustave Flaubert

ArcheoTime

il tempo dell'archeologia. il tempo di guardare, vedere, scoprire, conoscere, viaggiare nel tempo e nello spazio attraverso il tempo dell'archeologia

Laboratorio di poesia povera

Versi essenziali per cuori semplici

Somnium Hannibalis

L'ultimo dei Barca, la cenere e il sangue

Michele Valente |Blog

Blogger e studente di Comunicazione e ricerca sociale. Scrivo di politica ed economia, europea e internazionale, attraverso un'ottica globale dei fenomeni della società.

Sonia Cenceschi

La musica è una pratica occulta dell'aritmetica, dove l'anima non sa di calcolare - Leibniz

Necrologika

Se muori te lo diciamo noi.

ITINERARI LAZIALI

borghi, castelli, ville, città perdute, monasteri ed abbazie, leggende e segreti, paesaggi fantastici e luoghi insoliti della regione di Roma e dei territori limitrofi.

CollettivoD

Il punto di vista delle donne

GamberoSolitario

A great WordPress.com site

Perversamente Tua

Come stelo mi piego e ti raggiungo, angelo nel tuo inferno, demone di un perverso paradiso.

PINK FLOYD ITALIA

Il primo blog italiano sui Pink Floyd, news e non solo. Fatto da un fan... per i fans!

lucangreenwaters

Lucania dalle Verdi Valli e dalle Acque Cristalline

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: