HyperHouse

NeXT Hyper Obscure

“Flavio Belisario” di Alberto Magnani: la sua lunga carriera dentro e fuori dalle braccia dell’imperatore | OUBLIETTE MAGAZINE


Per me, che ho scritto l’Impero Restaurato, trattare dei Bizantini, di Giustiniano I e del suo tempo è sempre un’emozione. Segnalo quindi questa pubblicazione, Flavio Belisario, che parla diffusamente del generale di Giustiniano che conquistò buona parte dell’Italia e della parte occidentale di quello che una volta era l’ecumene romano. Da OublietteMagazine.

La parte occidentale dell’impero, dopo la caduta di Roma, era stata occupata da popolazioni di origine barbarica che, a più riprese, si erano appropriate di porzioni di territorio fino a diventarne i proprietari assoluti.

È proprio in questo spirito di rivincita e rivalsa che nasce Flavio Belisario (Flavius Balisarius), che fu uno degli ultimi grandi generali della romanità tutta.

Il generale nacque nella città di Germania nel 500 a.C. circa e morì a Costantinopoli nel 565, anno in cui morì anche l’imperatore a cui aveva dedicato la sua vita: Giustiniano.

I primi anni alla corte di Costantinopoli, Belisario li passò dedicandosi al suo addestramento, entrando prima nel corpo dei “protectores” e arrivando, infine, a ricoprire, lungo i suoi anni di servizio, numerose altre cariche militari e politiche affidategli dallo stesso Giustiniano.

La figura di Belisario, le sue azioni e la sua vita ci vengono narrate dallo scrittore Procopio di Cesarea che, al fianco del generale, svolgeva il compito di consigliere o segretario. All’inizio i rapporti tra i due erano idilliaci ma, ad un certo punto, si incrinarono fino a raggiungere, quasi, la derisione e il biasimo nelle “Carte Segrete”.

Il suo “biografo” non è l’unico con cui Belisario si trova ad avere dei dissapori. Durante la sua lunga carriera, tra successi e cadute in disgrazia, il generale si scontrò con altri suoi colleghi, alcuni usati come pungolo nei suoi confronti proprio dallo stesso imperatore.

Magnani, in questo suo scritto, ci illustra la figura, mostrandoci il suo essere soldato ma anche il suo essere uomo. Dai rapporti burrascosi con la moglie Antonina, che gli era infedele, alle sue difficoltà a comprendere per quale ragione l’imperatore lo caldeggiasse offrendogli il comando ma, al contempo, lo sminuisse inviando altre figure, come quella di Narsete, che erano pronte ad ostacolarlo.

Il quadro che ne risulta è quello di un generale che ha consacrato la sua esistenza all’unico compito di servire Costantinopoli – Roma e il suo imperatore Giustiniano ma anche quello dell’uomo che, spesso, si è sentito tradito e messo in ombra proprio da colui che così fedelmente serviva.

No comments yet»

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Oui Magazine

Per me cultura significa creazione di vita. (Cesare Zavattini)

Nebulaspage.org

- thoughts to go.

Eleonora Zaupa • Writer Space

Una finestra per un altro mondo. Un mondo che vi farà sognare, o...

Through the Wormhole

“Siamo l’esperimento di controllo, il pianeta cui nessuno si è interessato, il luogo dove nessuno è mai intervenuto. Un mondo di calibratura decaduto. (…) La Terra è un argomento di lezione per gli apprendisti dei.” Carl Sagan

AI MARGINI DEL CAOS

un blog di Franco Ricciardiello

COINCIDENZE

Non siamo soli

Roccioletti

Arte altra e altrove.

La Nuova Verde

Protolettere, interpunzioni grafiche e belle speranze

Sharing

NEUTRALIZE THE FREE RADICALS

Novo Scriptorium

ἀνθρώποισι πᾶσι μέτεστι γινώσκειν ἑωυτοὺς καὶ σωφρονεῖν.

Arte Macabra

per gli amanti del macabro e del grottesco nell'arte moderna

CineFatti

Almeno un film al giorno, come il caffè.

Alessandro Rolfini

ESPLORA L’AVVENTURA

Pmespeak's Blog

Remember! Once warmth was without fire.

L'edera

e le altre poesie in ordine sparso by MerMer

My Mad Dreams

Sognatore è chi trova la sua via alla luce della luna... punito perché vede l'alba prima degli altri. [Oscar Wilde]

anche-ombre

percorsi ombreggiati, riflessioni esauste, alcooliche, liberatorie

Giacomo Ferraiuolo

Avevo un sogno e l'ho realizzato.

- GIORNALE POP -

Per informarsi su fumetti, film, serie tv, cartoni, musica e tutto ciò che è pop

Inchiostro e Sanguenero

È impossibile non comunicare. (Primo assioma della comunicazione. Scuola di Palo Alto)

Stregherie

“Quando siamo calmi e pieni di saggezza, ci accorgiamo che solo le cose nobili e grandi hanno un’esistenza assoluta e duratura, mentre le piccole paure e i piccoli pensieri sono solo l’ombra della realtà.” (H. D. Thoreau)

L'occhio del cineasta

La porta su un'altra dimensione

La Sindrome del Colibrì

The more you know, the less you fear (Chris Hadfield)

Terracqueo

MultaPaucis

Il maestro dei sogni

"Tutti siamo fatti della stessa sostanza dei sogni"

Il Bistrot dei Libri

"Un libro ben scelto ti salva da qualsiasi cosa, persino da te stesso" Daniel Pennac

Astro Orientamenti

Ri Orientarsi, alla ricerca del nostro baricentro interiore

Fantasy al Kilo

L'osteria del Fantasy e Sci-Fi

Medio Oriente e Dintorni

Storie, cultura e sport dal Medio Oriente e e Dintorni

Gli Archivi di Uruk

Database di genere in italiano

ˈGŌSTRAK

In Absentia Lucis Tenebrae Vincunt

PostScripts

Il Blog di Francesca Sabatini

Rosa Francesca Di Meo

Rosa Francesca Di Meo. Ua poetessa ,tra Spleen, Horror e Masochismo

BREAKFAST COMICS

Best Comics & Graphic Novels / I fumetti da leggere almeno una volta nella vita. Sponsored by CSBNO

La Via del Caos

Cambiare il modo di vedere il mondo per migliorare sé stessi

Aquilone di pensieri

And into the fields I go to lose my mind and find my soul

3... 2... 1... Clic!

E’ un’illusione che le foto si facciano con la macchina… si fanno con gli occhi, con il cuore, con la testa. (Henri Cartier-Bresson)

B-Movie Zone

recensioni di film horror, thriller, gialli, poliziotteschi, sci-fi, exploitation, erotika

I tesori di Amleta

Qualcosa appare e scompare tra tanto buio e luce

VOCI DAI BORGHI

Laudabunt alii claram Rhodon aut Mytilenem...

Duplex Ride

electronic music & video

di Ruderi e di Scrittura

il blog di Gaetano Barreca

ORME SVELATE

la condivisione del dolore è un dono di amore da parte di chi lo fa e di chi lo riceve

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: