HyperHouse

NeXT Hyper Obscure

Archivio per febbraio 21, 2018

Carcerazione


Ogni istanza della tua esistenza si riveste di energia psichica, mostrando la corda della condizione incarnata che assume, lo senti, i connotati di una carcerazione coatta.

Lattiginose


Assento ai simboli di un’empatia scalena, stravolta dai percorsi non lineari dell’oscurità. Ecco i ricordi farsi evanescenti, e la presenza mostrarsi lattiginosa in tutti i suoi aspetti criptici, polidimensionali.

Dintorni di Roma o Toscana? | Luigi Plos


Sul sito di Luigi Plos sono stati pubblicati, nel tempo, un bel po’ di post interessanti riguardo i luoghi rimasti incontaminati intorno a Roma. Ringrazio Luca Bellincioni per la segnalazione, eccovi un estratto dall’articolo:

A pochi chilometri da Roma, Monterotondo si stacca dalla sequenza di morbide colline, e veramente sembra un paese toscano con lo skyline dei paesi sabini e dei monti Lucretili a chiudere alla grande questo paesaggio. Vicino Monterotondo troviamo peraltro la “toscana” Torre Fiora.

Poi c’è, per esempio, il pezzo di campagna prospiciente la Cassia, nei pressi de La Storta, appena fuori Roma: filari di pini a perdita d’occhio, strade ondulate, colline, colori stupendi e il solito skyline dei monti Lucretili, che potrebbero benissimo essere la corona del Pratomagno, il gruppo montuoso che sovrasta la valle dell’Arno sopra Arezzo e che fa da sfondo a tanti celebri dipinti di Leonardo.

Per inciso percorrere la via Veientana in bicicletta, da via di Grottarossa fin dove questa sbuca in via della Giustiniana, è un percorso di grande fascino: sono ancora visibili alcuni tratti dell’antica strada romana con i classici basolati solcati dai carri. Questo percorso può essere prolungato a piacere discendendo la solitaria e boscata via Giustiniana fin dove questa incontra la Cassia Bis e risalendo poi l’altrettanto solitaria e boscata via Prato della Corte, fin dove questa penetra nel cuore del parco di Veio.

Ma è il paesaggio nel quale si snoda la Veientana a essere strepitoso. Appena fuori Roma: strade bianche ondulate con filari di pini a ombrello, campi color terra di Siena, fossi ombrosi e nascosti dalla ricca vegetazione.

Sul limitare ambiguo


Estetiche proiettate su un abisso di dimensioni ambigue, mentre l’oscurità avvolge.

Sophie-Carolin Wagner – Poietry: Challenging Solitude and the Improbability of Communication | Neural


[Letto su Neural]

Con le nostre identità diffuse, distribuite e rispecchiate attraverso i dispositivi digitali, rinforzate dalla propria bolla personalizzata, e minacciate da un flusso infinito di informazioni, continuiamo a dire a noi stessi che siamo pienamente consapevoli di noi e degli altri, e forse anche di più grazie a queste nuove tecnologie. Sophie-Carolin Wagner mette in discussione questa posizione nel libro grazie alla sua ricerca documentata, integrandolo con un’opera d’arte, e chiamandoli entrambi Poietry, un neologismo che unisce i due concetti di “poiesis” e “poietic”. Tenendo conto della teoria dei sistemi, il sistema psichico, la percezione della musica, di come la coscienza si applica alla comunicazione e considerando l’arte come medium lei affronta “l’improbabilità di connessione attraverso la comunicazione”. Il libro esplora in maniera sorprendente tutti i presupposti da sperimentare, incluso quelli relativi alla teoria e al neurologico. Include il codice di una patch Pure Data, parte dell’opera omonima. Questa mette in relazione due performer che interpretano le onde cerebrali di uno di loro in una sintesi delle cinque e mozioni base, poi vengono tradotte in un suono di un piano classico, stabilendo un non facile circolo vizioso. In questo modo l’individuo attraverso le sue manifestazioni interiori è esposto a questa esplorazione della solitudine, con mezzi tecnici e scientifici. Inserito in un contatto intimo fisicamente diretto e emanato dal cervello può sperimentare per sbaglio il vuoto della comunicazione. Wagner usa un paradosso rappresentato, con una convincente documentazione e teoria alle spalle, sfidando radicalmente il nostro mito di una comunicazione universale dei media.

Dreams of Dark Angels

The blog of fantasy writer Storm Constantine

Bagatelle

Quisquilie, bagatelle, pinzillacchere...

HORROR CULTURA

Letteratura, cinema, storia dell'horror

Fuliggine

“The books gave Matilda a comforting message: You are not alone." Roald Dahl

Oui Magazine

Per me cultura significa creazione di vita. (Cesare Zavattini)

Nerxes.com

– Thoughts for reflection and thinking.

Eleonora Zaupa • Writer Space

Una finestra per un altro mondo. Un mondo che vi farà sognare, o...

Through the Wormhole

“Siamo l’esperimento di controllo, il pianeta cui nessuno si è interessato, il luogo dove nessuno è mai intervenuto. Un mondo di calibratura decaduto. (…) La Terra è un argomento di lezione per gli apprendisti dei.” Carl Sagan

AI MARGINI DEL CAOS

un blog di Franco Ricciardiello

COINCIDENZE

Guardati intorno

Roccioletti

Arte altra e altrove.

La Nuova Verde

Protolettere, interpunzioni grafiche e belle speranze

Sharing

NEUTRALIZE THE FREE RADICALS

Novo Scriptorium

ἀνθρώποισι πᾶσι μέτεστι γινώσκειν ἑωυτοὺς καὶ σωφρονεῖν.

Arte Macabra

per gli amanti del macabro e del grottesco nell'arte moderna

CineFatti

Almeno un film al giorno, come il caffè.

Alessandro Rolfini

ESPLORA L’AVVENTURA

Pmespeak's Blog

Remember! Once warmth was without fire.

L'edera

e le altre poesie in ordine sparso by MerMer

My Mad Dreams

Sognatore è chi trova la sua via alla luce della luna... punito perché vede l'alba prima degli altri. [Oscar Wilde]

anche-ombre

percorsi ombreggiati, riflessioni esauste, alcooliche, liberatorie

Giacomo Ferraiuolo

Avevo un sogno e l'ho realizzato.

- GIORNALE POP -

Per informarsi su fumetti, film, serie tv, cartoni, musica e tutto ciò che è pop

Inchiostro e Sanguenero

È impossibile non comunicare. (Primo assioma della comunicazione. Scuola di Palo Alto)

Stregherie

“Quando siamo calmi e pieni di saggezza, ci accorgiamo che solo le cose nobili e grandi hanno un’esistenza assoluta e duratura, mentre le piccole paure e i piccoli pensieri sono solo l’ombra della realtà.” (H. D. Thoreau)

L'occhio del cineasta

La porta su un'altra dimensione

La Sindrome del Colibrì

The more you know, the less you fear (Chris Hadfield)

Terracqueo

MultaPaucis

Il maestro dei sogni

"Tutti siamo fatti della stessa sostanza dei sogni"

Il Bistrot dei Libri

"Un libro ben scelto ti salva da qualsiasi cosa, persino da te stesso" Daniel Pennac

Astro Orientamenti

Ri Orientarsi, alla ricerca del nostro baricentro interiore

Fantasy al Kilo

L'osteria del Fantasy e Sci-Fi

Medio Oriente e Dintorni

Storie, cultura e sport dal Medio Oriente e e Dintorni

Gli Archivi di Uruk

Database di genere in italiano

ˈGŌSTRAK

In Absentia Lucis Tenebrae Vincunt

PostScripts

Il Blog di Francesca Sabatini

BREAKFAST COMICS

Best Comics & Graphic Novels / I fumetti da leggere almeno una volta nella vita. Sponsored by CSBNO

La Via del Caos

Cambiare il modo di vedere il mondo per migliorare sé stessi

Aquilone di pensieri

And into the fields I go to lose my mind and find my soul

3... 2... 1... Clic!

E’ un’illusione che le foto si facciano con la macchina… si fanno con gli occhi, con il cuore, con la testa. (Henri Cartier-Bresson)

B-Movie Zone

recensioni di film horror, thriller, gialli, poliziotteschi, sci-fi, exploitation, erotika

I tesori di Amleta

Qualcosa appare e scompare tra tanto buio e luce

VOCI DAI BORGHI

Laudabunt alii claram Rhodon aut Mytilenem...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: