HyperHouse

NeXT Hyper Obscure

Archivio per marzo 7, 2018

Premio Odissea IX Edizione: i finalisti Fantascienza.com


Molto Connettivismo nella finale del prestigioso Premio Odissea, contest della DelosBooks riservato ai romanzi Fantastici che è arrivato alla nona edizione.
Giovanni De Matteo e Lukha B. Kremo si contenderanno, assieme a Matteo Barbieri (ex Premio Kipple) e ad altri due partecipanti, il Premio finale. Tra i segnalati anche Giovanna Repetto, fresca vincitrice dello ShortKipple. Che vinca il migliore, ma intanto permetteteci questa piccola festa connettiva.

Estetiche del potere. Comunità a tempo determinato, mercificazione e politica simbolica – Carmilla on line


Su CarmillaOnLine una ricerca approfondita sui Reality TV e sulle dinamiche che vi sottendono; viene posto l’accento sull’identificazione dello spettatore con il personaggio interprete di tali degradanti spettacoli, specchio di una società non proprio malata, quanto marcescente.

Vanni Codeluppi nel saggio Il divismo. Cinema, televisione, web (Carocci, 2017), lascia presagire tali considerazioni generali: nel reality lo spettatore si trova contemporaneamente davanti e dentro allo schermo. «Il modello del reality show però ha successo principalmente perché tra il flusso della vita quotidiana e il flusso televisivo esiste una naturale affinità. Entrambi si basato infatti sull’idea di contemporaneità, di evento che si svolge proprio nel momento in cui lo si sta guardando» (p. 46). Per certi versi il reality porta a compimento la promessa televisiva di catturare e restituire allo spettatore la realtà mentre questa si svolge. Tutto appare imprevedibile, apparentemente senza rispettare un copione prestabilito, e ciò produce nello spettatore l’impressione di avere il controllo su tale imprevedibilità, cosa che non ha nella vita reale. Nei reality lo spettatore guarda e si guarda, si sente giudicato e giudica. «Ne deriva che tra lo spettatore e la realtà rappresentata si ricostruisce, seppure filtrato attraverso lo schermo, quel rapporto basato sulla reciprocità che, secondo Simmel [Forme e giochi di società. Problemi fondamentali della sociologia, Feltrinelli, 1983], si trova alla base della vita sociale e rappresenta probabilmente una delle ragioni del successo ottenuto oggi dal genere reality» (p. 47).

Fantaxy | FantasyMagazine


Su FantasyMagazine la segnalazione di un romanzo Urban Fantasy, Fantaxy, scritto da Luisa Paglieri. Intrigante la quarta, che apre scenari che arrivano addirittura all’ultimo romanzo della saga Evangelisti-Eymerich.

Può un Elfo fare il taxista? Sì, se ci troviamo a To­rino: città magica per eccellenza.
Saliamo sul suo taxi e seguiamolo nei suoi vaga­bondaggi. Ci accompagnerà a conoscere luoghi e personaggi di un Piemonte incantato, tra folk­lore, storia e leggenda.
Il percorso si snoda tra la città di Torino e la valle di Susa, alla ricerca dei misteri di antichi popoli come i Goti e i Longobardi; e poi ancora tra il bas­so Piemonte e le valli alpine seguendo folletti come il Servàn e il Guenillon, le Masche e le Fate, gli Gnomi e i Nani delle caverne.
Cinque racconti di Urban Fantasy che l’Autrice costruisce come detective stories, dosando sa­pientemente ingredienti magici e quotidiani per condurre il lettore alla soluzione finale.

Eros: presentazione del catalogo e finissage | Daniele Cascone


Dal sito di Daniele Cascone la notizia del finissage della Mostra Eros, dal mito al contemporaneo in cui è stato uno degli artisti coinvolti.

Sabato 3 marzo alle ore 18.00, in occasione del finissage della mostra Eros, dal mito al contemporaneo, presso il Museo Archeologico di Gela sarà presentato il catalogo edito da Drago Edizioni grazie a Lo Magno Arte Contemporanea.

Le opere di Daniele possono essere apprezzate, ora, anche in un prestigioso catalogo.

Il brigante, il galeotto e il cortigiano: Malory, Cervantes, Spenser e il fantasy europeo rinascimentale | L’indiscreto


Su L’indiscreto la quinta parte di un’inchiesta sul Fantasy europeo e rinascimentale. Qui, qui, qui e qui le altre puntate.

Un bambino si perde nei boschi e scopre la capanna di una strega, una giovane contadina si imbatte in una radura dove danzano gli elfi, un viaggiatore si addentra in lande remote e favolose… la quotidianità dei protagonisti delle fiabe non rispecchia solo il lettore, ma gli autori stessi. Sono anzitutto loro i Bilbo Baggings, gli Adso da Melk, gli Anonimi manzoniani che hanno potuto varcare il confine delle terre della magia, della bellezza e del pericolo, riportando frammenti ed echi d’una vastità che ci supera e ci attira. Persino il topos universale del mortale che trascorre un giorno tra gli Elfi per poi scoprire che nel suo paese sono trascorsi cento anni, esprime e incarna una verità artistica antica come Esiodo e le Muse, e moderna come Tonio Kroger.

Lo scrittore è un uomo come tutti, eppure segnato dalla diversità straziante di un dono dolceamaro, che gli permette di conversare con gli Dei ma spesso lo espone anche alle risate e alle incomprensioni. Vecchio dove gli altri sono giovani, bambino quando gli altri sono adulti. Talvolta invece una potenza immaginativa vertiginosa si annida in vita assolutamente ordinarie, e questo spiega perché ci si affanni tanto a scovare qualcosa di insolito e romantico nelle biografie di Shakespeare o Goethe. Ma non è sempre così. Alcuni creatori possono essere strani e originali come le creature della loro immaginazione. Talvolta gli autori potrebbero figurare con un cameo tra i loro stessi personaggi. Pensiamo a Dostoevkij, o Balzac. Ciò è vero anche nella storia della letteratura fantasy. Persino qui ci sono scrittori le cui esistenze sono avventurose e magiche come quelle che hanno raccontato, in curiosa affinità o altrettanto suggestivo contrasto con i regni della loro immaginazione, quasi fosse stato un elfo a scrivere Il Silmarillion o un guerriero  barbaro a raccontare Conan di Cimmeria. O magari il contrario.

Arte Macabra

per gli amanti del macabro e del grottesco nell'arte moderna

CineFatti

Almeno un film al giorno, come il caffè.

Alessandro Rolfini

Be Different...Be Free !!

Pmespeak's Blog

Remember! Once warmth was without fire.

L'edera

e le altre poesie in ordine sparso by MerMer

My Mad Dreams

Sognatore è chi trova la sua via alla luce della luna... punito perché vede l'alba prima degli altri. [Oscar Wilde]

anche-ombre

percorsi ombreggiati, riflessioni esauste, alcooliche, liberatorie

There was a vision…

… of an outstanding and individual concept, which would last for many years hence.

Giacomo Ferraiuolo

Avevo un sogno e l'ho realizzato.

- GIORNALE POP -

Per informarsi su fumetti, film, serie tv, cartoni, musica e tutto ciò che è pop

Inchiostro e Sanguenero

È impossibile non comunicare. (Primo assioma della comunicazione. Scuola di Palo Alto)

Stregherie

“Quando siamo calmi e pieni di saggezza, ci accorgiamo che solo le cose nobili e grandi hanno un’esistenza assoluta e duratura, mentre le piccole paure e i piccoli pensieri sono solo l’ombra della realtà.” (H. D. Thoreau)

L'occhio del cineasta

La porta su un'altra dimensione

La Sindrome del Colibrì

The more you know, the less you fear (Chris Hadfield)

Terracqueo

MultaPaucis

Il maestro dei sogni

"Tutti siamo fatti della stessa sostanza dei sogni"

Il Bistrot dei Libri

"Un libro ben scelto ti salva da qualsiasi cosa, persino da te stesso" Daniel Pennac

Astro Orientamenti

Ri Orientarsi, alla ricerca del nostro baricentro interiore

Fantasy al Kilo

L'osteria del Fantasy e Sci-Fi

Medio Oriente e Dintorni

Storie, cultura e sport dal Medio Oriente e e Dintorni

Gli Archivi di Uruk

Database di genere in italiano

ˈGŌSTRAK

In Absentia Lucis Tenebrae Vincunt

PostScripts

Il Blog di Francesca Sabatini

Rosa Frullo

Rosa Frullo. Ua poetessa ,tra Spleen, Horror e Masochismo

BREAKFAST COMICS

Best Comics & Graphic Novels / I fumetti da leggere almeno una volta nella vita. Sponsored by CSBNO

La Via del Caos

Cambiare il modo di vedere il mondo per migliorare sé stessi

Aquilone di pensieri

And into the fields I go to lose my mind and find my soul

3... 2... 1... Clic!

E’ un’illusione che le foto si facciano con la macchina… si fanno con gli occhi, con il cuore, con la testa. (Henri Cartier-Bresson)

B-Movie Zone

recensioni di film horror, thriller, gialli, poliziotteschi, sci-fi, exploitation, erotika

I tesori di Amleta

Qualcosa appare e scompare tra tanto buio e luce

VOCI DAI BORGHI

Laudabunt alii claram Rhodon aut Mytilenem...

Duplex Ride

electronic music & video

di Ruderi e di Scrittura

Storie della trazione popolare italiana

ORME SVELATE

la condivisione del dolore è un dono di amore da parte di chi lo fa e di chi lo riceve

francesca del moro

La differenza tra prosa e poesia è che la prosa dice poco e ci mette molto tempo, la poesia dice molto in pochissimo tempo. C. Bukowski

Istanze & Fantasmi

poesie seminate, di Martina Campi

Astro-Sirio

Astra inclinant non necessitant

The Twittering Machine

Racconti di fantascienza (e altro) di Piero Schiavo Campo

Quel cinema invisibile...

Cinema was made to reunite the Visible and the Invisible

Il Calamaio Elettrico

Versi di Mauro De Candia e influenze varie

ON THE ROAD

Non bisogna lasciarsi sopraffare dalla paura, altrimenti diventa un ostacolo che impedisce di andare avanti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: