HyperHouse

NeXT Hyper Obscure

Archivio per marzo 20, 2018

Assassinio sull’Orient Express | SherlockMagazine


Su SherlockMagazine la segnalazione di una bella iniziativa: a Milano, sabato 24 e domenica 25 marzo, al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia di Milano, in via San Vittore 21, dalle 14,30 alle 18,00, rivivrà il romanzo Assassinio sull’Orient Express direttamente tra il pubblico. Il noto libro di Agatha Christie avrà nuova linfa.

All’interno del Padiglione Ferroviario del Museo, che riproduce una stazione ferroviaria di fine ‘800, si potranno interrogare i sospettati, capire chi ha un alibi e chi finge di averlo, e procurarsi delle prove. I partecipanti saranno guidati da una mappa che li accompagnerà dall’Auditorium, dove saranno proiettati contenuti speciali del film, fino al Padiglione Ferroviario dove inizieranno le indagini del caso, circondati da vere locomotive a vapore e immersi nell’atmosfera dell’epoca e del viaggio.

Annunci

Mondadori presenta “Obscura. Tutti i racconti” di Edgar Allan Poe | HorrorMagazine


Su HorrorMagazine la segnalazione di Obscura, raccolta dei racconti di E.A. Poe a cura di Giuseppe Lippi, con prefazione di H.P. Lovecraft. Capite bene che è un’opera imperdibile, no?

Segrete di castelli e case in rovina, cadaveri in putrefazione e persone sepolte vive…: utilizzando tutto l’armamentario gotico, Edgar Allan Poe scopre in realtà la disgregazione della psiche e rivela l’angoscia esistenziale. La paura si declina in vari gradi: da quello immediato, esteriore, all’ansia scaturita dall’incerto altalenare tra la vita e la morte al terrore del sepolto vivo. In questo volume parole cariche di tensione di Poe si affiancano altrettanto suggestive illustrazioni.

Nei suoi perfetti racconti Edgar Allan Poe ci ha rivelato il volto oscuro della modernità. Come scrisse di lui H.P. Lovecraft, altro grande maestro del terrore, Poe «ha visto con chiarezza che tutte le fasi della vita e del pensiero sono materia altrettanto fertile per l’artista, ma essendo un temperamento incline al macabro e al bizzarro, ha deciso di farsi interprete di quei formidabili sentimenti». Poe ha sentito che il motivo dominante del nostro tempo è l’angoscia, e di questa consapevolezza ha fatto il cuore dei suoi racconti del terrore: un dramma profondo che va oltre la pena della quotidianità, ma riguarda gli strati più antichi dell’anima. Le visioni più agghiaccianti, gli incubi più orrorifici si trasformano sotto la sua penna in un tripudio di immagini, in una febbre creativa, in un arabesco linguistico continuo. Un’opera, la sua, attraversata dal senso dello stupore e da un’intelligenza logica e glaciale, da una lucidità paradossale costantemente spinta all’estremo.

Robert Strachan – Sonic Technologies: Popular music, Digital culture and the Creative Process | Neural


[Letto su Neural]

Questo libro analizza l’offerta della tecnologia nella musica. La maggior parte delle descrizioni del libro e anche buona parte dell’introduzione sono impostate in un tono abbastanza generico, col rischio di ingannare il lettore. Il testo affronta direttamente una serie di questioni importanti, come la trascendenza geografica offerta dalle tecnologie di produzione digitale, l’immutata predominanza dell’industria musicale, l’abbassamento dell’accesso alla produzione musicale, delineando soprattutto lo scenario complessivo evoluto dagli anni ’90 fino ad oggi. L’innovazione tecnologica viene contestualizzata come pratica, e le nuove modalità dell’essere esposti a un prodotto musicale incluso il suo consumo sono attentamente radicate nei rispettivi sistemi. C’è un’attenzione specifica al rapporto che stabiliamo col software musicale che può essere compreso nella più ampia cornice dell’estetica dell’interfaccia. Ci sono alcuni punti importanti, come un breve resoconto inedito sulla composizione della colonna sonora della performance di Yann Marussich, o la spiegazione dell’aspetto visivo in un software specifico. L’ultimo capitolo si focalizza sulle estetiche digitali applicate in questo campo, con la comparsa di quello che Strachan chiama “cyber genres”, o generi che derivano direttamente dal processo di digitalizzazione e “microcentri postmillennali” come “vaporwave”, “hauntology” and “djent”, fra le altre cose. Qui i processi culturali sono indotti e simultaneamente si mescolano alle opzioni tecnologiche. Il capitolo termina con un caso di studio specifico sul software Auto Tune, che completa un prezioso lavoro di ricerca.

Intervista a Luigi Boccia | HorrorMagazine


Su HorrorMagazine c’è l’intervista a Luigi Boccia, artista e scrittore horror a tutto campo. Nella chiacchierata c’è un bellissimo ricordo di Sergio Altieri, che riporto qui sotto.

È da poco uscita l’antologia Dark & Weird curata da te e da Nicola Lombardi e dedicata alla memoria del grande Alan D. Altieri. Come è nata questa iniziativa, ce ne puoi parlare?

Tra me e Nicola Lombardi c’è grande sintonia, abbiamo scritto un romanzo a quattro mani e curato anche diverse antologie molti anni fa. Volevamo tornare a creare un progetto antologico nuovo, che potesse poi diventare una serie. Così nel 2016 abbiamo iniziato a lavorarci. In quel periodo Sergio Altieri stava collaborando con me alla rivista di cui ero direttore responsabile, Weird Movies.

Sergio era un grande uomo con un cuore enorme. Un uomo di una cultura immensa. Uno di quelli da cui uno scrittore ha molto da imparare, non solo nel campo artistico, ma soprattutto in quello umano. Lui credeva molto in me, ed io ero onorato, a volte incredulo che lui avesse tanta passione nel partecipare a progetti o iniziative che gli proponevo. Un giorno, molto delicatamente, diciamo pure in difficoltà, gli dissi: “Sergio, vorrei mettere in piedi insieme all’amico Lombardi un’antologia horror, e mi stavo chiedendo se tu…” Mi tolse dall’imbarazzo di finire la frase e commentò: “Ti mando due/tre racconti a cui tengo molto. Scegli tu quello che preferisci. Io so che tu farai la scelta giusta.” Naturalmente ne abbiamo parlato molto nei mesi a venire, consigli, confronti, idee, suggerimenti. Poi Sergio è improvvisamente venuto a mancare. Dedicare l’antologia alla sua memoria è stato così naturale… Mi piace pensare che in questa antologia c’è una piccola parte di quel grande uomo che tutti gli scrittori avrebbero dovuto conoscere.

Tutti noi che abbiamo conosciuto Sergio sappiamo quanto ciò era vero. Un abbraccio al Lupo, un saluto con ringraziamento a Luigi.

Maria Salgado & Ixiar – 20.20 | Neural


[Letto su Neural]

Prende le mosse da un progetto supportato dall’Observatorio de la Escucha, in occasione della programmazione effettuata a San Sebastián, Capitale Europea della Cultura 2016, questo 20.20 dei sound artisti Maria Salgado e Ixiar. L’uscita documenta il loro intervento – effettuato utilizzando il sistema di informazione pubblica della spiaggia di La Concha – e include anche una “bonus track”, registrata successivamente dal duo negli studi di Tabakalera. Salgado e Ixiar detournano la comunicazione decisamente ordinaria del lido, organizzando dei testi che, presentati in quel particolare spazio, assumono in relazione al pubblico un sapore del tutto straniante e poco convenzionale. Il Catálogo de pre-viva voz para cualquier posible situación – per esempio – moltiplica il numero di possibilità verbali delle frasi pre-registrate, virando in direzione d’un attivismo poetico individualista e sagace, organizzato in parti verbali compiute, seppure potenzialmente predisposte anche ad altre concatenazioni. Il tono degli annunci è prescrittivo, ma a volte anche insinuante o interrogativo e i jingle musicali e le voci in sottofondo – che sono presenti nelle iterazioni sotto forma di refrain – pur volendo esibire un’organizzazione aleatoria, nella mescolanza teoricamente illimitata di elementi, sembrano tradire la voglia di un riscontro più emozionale, teatralizzato, adottando tuttavia stilemi e pratiche sperimentali di marca avanguardista e contemporanea. Naturalmente – e tutto il background di María Salgado lo testimonia – qui l’influenza della poesia sonora è particolarmente rilevante, così come l’idea di sonorità che diano vita ad un ascolto attivo, facendo evolvere unità semantiche limitate in qualcosa di più avventuroso e decontestualizzato. Un altoparlante – in definitiva – è un dispositivo di amplificazione che emette notifiche alquanto circoscritte, un sistema di diffusione che nel suo utilizzo favorisce una narrazione impositiva e unidirezionale, uno strumento perfetto insomma per passare sinuosamente dal solito all’improbabile, imitando un “regime” sonoro simile al messaggio originario. Tutte le forme di manipolazione del linguaggio – lo ricordava W.S Burroughs – attingono alle antiche arti magiche, alla metrica della poesia arcaica, a una disposizione fluida e primigenia delle arti, indicazione che ci sovviene anche ascoltando questa ipnotica, riuscitissima ed ambigua performance auditiva.

Pmespeak's Blog

Remember! Once warmth was without fire.

L'edera

e le altre poesie in ordine sparso by MerMer

My Mad Dreams

Sognatore è chi trova la sua via alla luce della luna... punito perché vede l'alba prima degli altri. [Oscar Wilde]

anche-ombre

percorsi ombreggiati, riflessioni esauste, alcooliche, liberatorie

There was a vision…

… of an outstanding and individual concept, which would last for many years hence.

Giacomo Ferraiuolo

Avevo un sogno e l'ho realizzato.

- GIORNALE POP -

Per informarsi su fumetti, film, serie tv, cartoni, musica e tutto ciò che è pop

Inchiostro e Sanguenero

È impossibile non comunicare. (Primo assioma della comunicazione. Scuola di Palo Alto)

Stregherie

“Quando siamo calmi e pieni di saggezza, ci accorgiamo che solo le cose nobili e grandi hanno un’esistenza assoluta e duratura, mentre le piccole paure e i piccoli pensieri sono solo l’ombra della realtà.” (H. D. Thoreau)

L'occhio del cineasta

La porta su un'altra dimensione

La Sindrome del Colibrì

The more you know, the less you fear (Chris Hadfield)

Terracqueo

MultaPaucis

Il maestro dei sogni

"Tutti siamo fatti della stessa sostanza dei sogni"

Il Bistrot dei Libri

"Un libro ben scelto ti salva da qualsiasi cosa, persino da te stesso" Daniel Pennac

Astro Orientamenti

Ri Orientarsi, alla ricerca del nostro baricentro interiore

Fantasy al Kilo

L'osteria del Fantasy e Sci-Fi

Medio Oriente e Dintorni

Storie, cultura e sport dal Medio Oriente e e Dintorni

Gli Archivi di Uruk

Database di genere in italiano

ˈGŌSTRAK

In Absentia Lucis Tenebrae Vincunt

PostScripts

Il Blog di Francesca Sabatini

Rosa Frullo

Rosa Frullo. Un poeta e un filosofo tra Spleen e Masochismo

BREAKFAST COMICS

Best Comics & Graphic Novels / I fumetti da leggere almeno una volta nella vita. Sponsored by CSBNO

La Via del Caos

Cambiare il modo di vedere il mondo per migliorare sé stessi

Aquilone di pensieri

And into the fields I go to lose my mind and find my soul

3... 2... 1... Clic!

E’ un’illusione che le foto si facciano con la macchina… si fanno con gli occhi, con il cuore, con la testa. (Henri Cartier-Bresson)

B-Movie Zone

recensioni di film horror, thriller, gialli, poliziotteschi, sci-fi, exploitation, erotika

I tesori di Amleta

Qualcosa appare e scompare tra tanto buio e luce

VOCI DAI BORGHI

Laudabunt alii claram Rhodon aut Mytilenem...

Duplex Ride

electronic music & video

di Ruderi e di Scrittura

Storie della trazione popolare italiana

ORME SVELATE

la condivisione del dolore è un dono di amore da parte di chi lo fa e di chi lo riceve

francesca del moro

La differenza tra prosa e poesia è che la prosa dice poco e ci mette molto tempo, la poesia dice molto in pochissimo tempo. C. Bukowski

Istanze & Fantasmi

poesie seminate, di Martina Campi

Astro-Sirio

Astra inclinant non necessitant

The Twittering Machine

Racconti di fantascienza (e altro) di Piero Schiavo Campo

Quel cinema invisibile...

Cinema was made to reunite the Visible and the Invisible

Il Calamaio Elettrico

Versi di Mauro De Candia e influenze varie

ON THE ROAD

Non bisogna lasciarsi sopraffare dalla paura, altrimenti diventa un ostacolo che impedisce di andare avanti

Evelyn 🇮🇹 28 y/o ♍

✏ Drawings are the window to the soul 📚 Book cover artist 📌 Edizioni Underground? 📌 Edizioni Open 📌 Panesi edizioni 💬 Cartoonist 📌 SkuolaNet 📌 SeiAlTuristico 👩🎨 Facebook / Twitter / Instagram: @EvelynArtworks

Sull'amaca blog

Un posto per stare, leggere, ascoltare, guardare, ricordare e forse sognare.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: