HyperHouse

NeXT Hyper Obscure

Archivio per agosto 21, 2018

Sei l’ingresso


Non segui nulla delle parole dette e ridefinite nella dorsale comunicativa degli abissi: sei lo stralcio dell’umano, sei l’ingresso dell’inumano.

Definizione di nucleo


Le finestre urlano la loro incontinenza familiare, lasciano sfogare il nero imploso in ogni ridefinizione di nucleo.

Sei il collettivo


Le difficoltà di un luogo si manifestano mentre segnano i ricordi altrui divenuti collettivi, quindi anche tuoi.

Christina Kubisch, Annea Lockwood ‎– The secret life of the inaudible | Neural


[Letto su Neural]

Erano decisamente altri anni – anche musicalmente – quelli nei quali iniziarono a conoscersi Christina Kubisch e Annea Lockwood. Attorno al 1975 la scena musicale sperimentale newyorkese non era poi cosi internazionalmente nota e anche se la prima tra le due in quelle stesse stagioni già frequentava il Conservatorio di Milano e iniziava a sviluppare seminali ricerche multimediali con l’artista italiano Fabrizio Plessi, l’altra, insegnante all’Hunter College di Manhattan, non era certo meno esperienziata, utilizzando da tempo field recording, coltivando attenzioni tutte ambientali, spesso in collaborazione con vari coreografi, poeti sonori ed artisti visivi. La loro prima collaborazione è del 1979, ad un festival a Como, quando insieme eseguirono “World Rhythms”, una piece di Annea Lockwood. Da allora non sono state poi moltissime le occasioni per incontrarsi e quando all’inizio del 2017 questo è accaduto a Berlino, l’idea d’una collaborazione è stata una conseguenza ineluttabile, frutto d’una reciproca stima e intesa. Il punto d’incontro sembra essere stato quello d’una attenzione all’inaudibile, che per entrambe le sperimentatrici costituisce una fascinazione potente, la chiave di quello che davvero influenza le nostre vite e la nostra percezione del mondo. Operando una scelta molto decisa e inconsueta, la Kubisch e la Lockwood ‎hanno scambiato i rispettivi materiali audio, lasciando che fosse reciprocamente l’altra a scegliere e mescolare in una nuova composizione le sorgenti audio in precedenza elaborate. Le due suite nate da questo scambio risuonano certamente differenti, ma allo stesso tempo sembrano come apparentate. La Lockwood ha mandato alla collega registrazioni di onde elettriche a bassa frequenza, suoni derivanti da oscillazioni solari, bocchettoni di gas e terremoti: eventi ultrasonici e infrasonici che la Kubisch ha dovuto modulare allo scopo d’essere udibili. Nell’altra direzione, invece, i materiali approntati sono stati di tipo analogico, catture auditive effettuate in presa diretta e in diverse città, secondo uno schema forse più tradizionale ma altrettanto efficace e attento alla qualità delle trame. Niente sembra mai scontato – comunque – e le due compositrici tengono alta l’attenzione dell’ascoltatore, lasciando desta e piuttosto libera l’immaginazione di ciascuno, facendo leva su una psicoacustica poco dottrinaria, seppur concettuale e un poco struggente.

Ponti d’oro – Carmilla on line


La specie umana ha fatto anche cose buone. Lo dirà probabilmente chi verrà dopo di noi sulla terra, alieni, intelligenze artificiali, batteri evoluti.
Non lo diranno delle opere d’arte delle quali siamo più fieri, affreschi, poemi, sinfonie che per loro avrebbero poco significato. Lo diranno delle infrastrutture che potranno essergli utili, ponti, strade, acquedotti.
Saranno però ponti, strade e acquedotti costruiti dall’Impero Romano, perché quelli della nostra era non solo non ci sopravviveranno, ma probabilmente ci uccideranno, crollandoci addosso.
Come il ponte Morandi di Genova, mal costruito fin dall’inizio, sottoposto da decenni a un traffico quattro volte superiore al previsto, e abbandonato a una manutenzione palesemente insufficiente. La prevenzione non è un’attività redditizia.

Così, Alessandra Daniele, su CarmillaOnLine. Quoto questa parte del suo articolo perché per il resto non sono così d’accordo, immagino che tra idiozia e colpa non si salvi nessuno, e chi sta facendo finta di far qualcosa lo fa male e per accalappiare consensi, ovunque capiti. Credo che dopo tutto la Daniele sia ancora un filo speranzosa sul futuro: l’Iperliberismo non lascia scampo, ma questo sono sicuro che lei lo sappia già.

Arte Macabra

per gli amanti del macabro e del grottesco nell'arte moderna

CineFatti

Almeno un film al giorno, come il caffè.

Alessandro Rolfini

Be Different...Be Free !!

Pmespeak's Blog

Remember! Once warmth was without fire.

L'edera

e le altre poesie in ordine sparso by MerMer

My Mad Dreams

Sognatore è chi trova la sua via alla luce della luna... punito perché vede l'alba prima degli altri. [Oscar Wilde]

anche-ombre

percorsi ombreggiati, riflessioni esauste, alcooliche, liberatorie

There was a vision…

… of an outstanding and individual concept, which would last for many years hence.

Giacomo Ferraiuolo

Avevo un sogno e l'ho realizzato.

- GIORNALE POP -

Per informarsi su fumetti, film, serie tv, cartoni, musica e tutto ciò che è pop

Inchiostro e Sanguenero

È impossibile non comunicare. (Primo assioma della comunicazione. Scuola di Palo Alto)

Stregherie

“Quando siamo calmi e pieni di saggezza, ci accorgiamo che solo le cose nobili e grandi hanno un’esistenza assoluta e duratura, mentre le piccole paure e i piccoli pensieri sono solo l’ombra della realtà.” (H. D. Thoreau)

L'occhio del cineasta

La porta su un'altra dimensione

La Sindrome del Colibrì

The more you know, the less you fear (Chris Hadfield)

Terracqueo

MultaPaucis

Il maestro dei sogni

"Tutti siamo fatti della stessa sostanza dei sogni"

Il Bistrot dei Libri

"Un libro ben scelto ti salva da qualsiasi cosa, persino da te stesso" Daniel Pennac

Astro Orientamenti

Ri Orientarsi, alla ricerca del nostro baricentro interiore

Fantasy al Kilo

L'osteria del Fantasy e Sci-Fi

Medio Oriente e Dintorni

Storie, cultura e sport dal Medio Oriente e e Dintorni

Gli Archivi di Uruk

Database di genere in italiano

ˈGŌSTRAK

In Absentia Lucis Tenebrae Vincunt

PostScripts

Il Blog di Francesca Sabatini

Rosa Frullo

Rosa Frullo. Ua poetessa ,tra Spleen, Horror e Masochismo

BREAKFAST COMICS

Best Comics & Graphic Novels / I fumetti da leggere almeno una volta nella vita. Sponsored by CSBNO

La Via del Caos

Cambiare il modo di vedere il mondo per migliorare sé stessi

Aquilone di pensieri

And into the fields I go to lose my mind and find my soul

3... 2... 1... Clic!

E’ un’illusione che le foto si facciano con la macchina… si fanno con gli occhi, con il cuore, con la testa. (Henri Cartier-Bresson)

B-Movie Zone

recensioni di film horror, thriller, gialli, poliziotteschi, sci-fi, exploitation, erotika

I tesori di Amleta

Qualcosa appare e scompare tra tanto buio e luce

VOCI DAI BORGHI

Laudabunt alii claram Rhodon aut Mytilenem...

Duplex Ride

electronic music & video

di Ruderi e di Scrittura

Storie della trazione popolare italiana

ORME SVELATE

la condivisione del dolore è un dono di amore da parte di chi lo fa e di chi lo riceve

francesca del moro

La differenza tra prosa e poesia è che la prosa dice poco e ci mette molto tempo, la poesia dice molto in pochissimo tempo. C. Bukowski

Istanze & Fantasmi

poesie seminate, di Martina Campi

Astro-Sirio

Astra inclinant non necessitant

The Twittering Machine

Racconti di fantascienza (e altro) di Piero Schiavo Campo

Quel cinema invisibile...

Cinema was made to reunite the Visible and the Invisible

Il Calamaio Elettrico

Versi di Mauro De Candia e influenze varie

ON THE ROAD

Non bisogna lasciarsi sopraffare dalla paura, altrimenti diventa un ostacolo che impedisce di andare avanti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: