HyperHouse

NeXT Hyper Obscure

Antropocene horror | L’indiscreto


Su L’indiscreto un lungo articolo che fissa alcuni parametri attuali del genere Horror; un estratto:

Al di là della cura estetica e dell’autorialità, molto horror contemporaneo sembra condividere un immaginario filosofico comune. In gioco c’è quasi sempre una soggettività umana che, di fronte a un mondo che appare dominato da un orrore astratto e senza ragioni, siano esse epidemie apocalittiche o entità aliene, viene messa in discussione, decentrata come peso all’interno dell’universo. Come vedremo nella parte finale, questo immaginario tocca temi che attraversano quella corrente filosofica che viene definita come realismo speculativo.
Non è un caso allora che da mostri come Dracula, Frankenstein e l’Uomo Lupo, si è passati gradualmente a parlare di entità innominabili: basti pensare a titoli come It’s Alive! (1974, in Italia distribuito come Baby Killer), La Cosa (1982), Essi vivono (1988). Il linguaggio si fa, per così dire, “ontologico” rispetto all’horror classico; essere e nulla diventano due concetti sempre più presenti. È un’evoluzione del genere che va di pari passo con una società i cui paradigmi epistemologici vengono messi in crisi dai progressi nella fisica quantistica, dall’era post-atomica, dai disastri climatici e da agenti patogeni che tornano a minacciare l’estinzione del genere umano.

Per abbozzare una prima sintesi: il tema che attraversa in filigrana molte produzioni culturali della nostra epoca è la paura di un’Alterità radicale, la quale può mostrarsi tanto come irrompere di un esterno nel nostro mondo, magari da latitudini cosmiche, oppure come un’ostilità della natura (virus e cataclismi), quanto come qualcosa di interiore, come le mutazioni del corpo o le malattie mentali. Un’Alterità radicale che polverizza le certezze e l’ordine umano delle cose. Hegel scrisse che l’obiettivo della conoscenza è dismettere il mondo oggettivo della sua stranezza e renderci più a nostro agio in esso. Qui la prospettiva si ribalta. Perché questo tipo di conoscenza ci restituisce il carattere straniante del mondo e mette in questione proprio l’idea che la realtà e l’universo siano la nostra casa. Nella pop culture di oggi l’Horror può essere compreso come un modo non filosofico di pensare il mondo da una prospettiva non antropocentrica.

Annunci

No comments yet»

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Terracqueo

multa paucis

Il maestro dei sogni

"Tutti siamo fatti della stessa sostanza dei sogni"

Il Bistrot dei Libri

"Un libro ben scelto ti salva da qualsiasi cosa, persino da te stesso" Daniel Pennac

Astro Orientamenti

Ri Orientarsi, alla ricerca del nostro baricentro interiore

Fantasy al Kilo

L'osteria del Fantasy e Sci-Fi

Medio Oriente e Dintorni

Storie, cultura e sport dal Medio Oriente e e Dintorni

Gli Archivi di Uruk

Database di genere in italiano

ˈGŌSTRAK

In Absentia Lucis Tenebrae Vincunt

PostScripts

Il Blog di Francesca Sabatini

Rosa Frullo

Rosa Frullo. Un poeta e un filosofo tra Spleen e Masochismo

BREAKFAST COMICS

Il fumetto quotidiano di Michele Nuzzi

Il Caos dentro

...che genera una stella danzante

Aquilone di pensieri

And into the fields I go to lose my mind and find my soul

3... 2... 1... Clic!

E’ un’illusione che le foto si facciano con la macchina… si fanno con gli occhi, con il cuore, con la testa. (Henri Cartier-Bresson)

B-Movie Zone

recensioni di film horror, thriller, gialli, poliziotteschi, sci-fi, exploitation, erotika

I tesori di Amleta

il mio mondo diverso

VOCI DAI BORGHI

PERDERSI TRA LE EMOZIONI DEI BORGHI ITALIANI

Duplex Ride

electronic music & video

di Ruderi e di Scrittura

Il blog di Gaetano Barreca

ORME SVELATE

la condivisione del dolore è un dono di amore da parte di chi lo fa e di chi lo riceve

francesca del moro

La differenza tra prosa e poesia è che la prosa dice poco e ci mette molto tempo, la poesia dice molto in pochissimo tempo. C. Bukowski

Istanze & Fantasmi

poesie seminate, di Martina Campi

Astro-Sirio

Astra inclinant non necessitant

The Twittering Machine

Racconti di fantascienza (e altro) di Piero Schiavo Campo

Quel cinema invisibile...

Cinema was made to reunite the Visible and the Invisible

Crudo e Cotto

Blog di cucina vegana

Il Calamaio Elettrico

Versi di Mauro De Candia e influenze varie

ON THE ROAD

Non bisogna lasciarsi sopraffare dalla paura, altrimenti diventa un ostacolo che impedisce di andare avanti

Evelyn

👩‍🎨 Drawing artist 🇮🇹 27 y/o ♍️ 📨 evelynartworks@virgilio.it 🌛🌓🌜 Facebook / Twitter / Instagram: @EvelynArtworks

Sull'amaca blog

Un posto per stare, leggere, ascoltare, guardare, ricordare e forse sognare.

A X I S m u n d i

Rivista di cultura, studi tradizionali, antropologia del sacro, storia delle religioni, folklore, esoterismo.

Chiara Prezzavento

editing, scrittura, lettura

patrizia arcari

LIFESTYLE BLOG - appunti e brevi considerazioni su economia circolare, slow life, trasporto sostenibile, cucina del riuso e ... quantistica

PAROLE LORO

«L'attualità tra virgolette»

Ottobre

Giornale dei lavoratori

Arte&Cultura

Arte, cultura, beni culturali, ... e non solo.

bertolinometalartist

GIACOMO BERTOLINO

Diario Esoterico

Un diario non è che un registro di viaggio.

mayoor

Il ponte di nessuno.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: