HyperHouse

NeXT Hyper Obscure

Archivio per dicembre 10, 2018

Il Centro Studi Giorgio Manganelli chiude? | NAZIONE OSCURA CAOTICA


[Letto su NazioneOscura‘s blog]

Si parla tanto di cultura. Eppure il Centro Studi Giorgio Manganelli (uno dei massimi autori e letterati italiani del XX secolo) sta per chiudere. Ho deciso così di organizzare (contribuendo anche economicamente) con questa raccolta fondi. Basta poco, e chi proprio non se la sente, condivida questo post. Se amate i libri e la cultura, date un segno.

Grazie di ❤️.

Come una malattia – Blatty e il demone (1) [Il Superstite 404] | | CorriereAl


Articoli sempre interessanti quelli che propone Danilo Arona, questa volta si parla di Pazuzu, l’Esorcista e William Peter Blatty. Parte 1…

Ho lavorato molto su Blatty durante il 2016, avendo presentato il libro L’esorcista in due workshop a esternarne il valore in quanto testo esemplare da tener presente come (inarrivabile) modello per i neofiti scrittori di horror. Dovendo scegliere una “monografia” non ho avuto dubbi di sorta: L’esorcista è un esempio sublime di struttura (prologo in un Altrove – Iraq – e crescendo emozionale e cronologico in un contesto quotidiano, per metà una camera da letto…), corroborato da un tessuto “fantastico per esitazione” in cui viene inserito anche, quasi per rafforzare la connotazione realistica, il personaggio chiave della letteratura poliziesca, l’ispettore di polizia. Quel William Kinderman che tornerà in Gemini Killer, testo di derivazione per L’esorcista III, in un ruolo centrale per una nuova indagine ai confini del reale. Per evitare la trappola di quella che Laura Grimaldi definisce “romanzo a cinepresa fissa”, Blatty arricchisce, dinamizza la trama con sostanziosi flashback (il senso di colpa di padre Karras nei confronti della madre morta in casa di riposo), storie parallele (l’amicizia cinefiliaca tra padre Dyer e Kinderman), suggestivi esterni di Georgetown e sottotracce mitologiche (il demone Pazuzu, l’antico nemico che attende l’arrivo di Merrin accucciato dentro il corpo e la mente di Regan). Raramente l’effetto fantastico / horror è stato così efficace, così “invadente” da bucare il reale quotidiano, costringendoci a ricordare che il primo, basilare, principio di un horror riuscito – di quegli e di questi anni – è la verosimiglianza, la credibilità nei confronti di un evento per quanto sia quest’ultimo razionalmente non credibile. Plausibilità rafforzata dall’aver Blatty lavorato per tutti gli anni Sessanta nel campo della commedia brillante, soprattutto con Blake Edwards, affinando l’arte discorsiva soprattutto nel demandare ai dialoghi, fitti e serrati, quasi modellati “alla Hawks”, motivazioni e situazioni di solito “raccontate” dal regista. È anche grazie a questa tecnica di affabulazione “trasversale”, trasferita all’horror, che L’esorcista vanta una forza di penetrazione che un critico americano, Roger Elbert, così sintetizzò: «Questo film è un assalto frontale.»

Holmes contro i diavoli marini del Sussex | SherlockMagazine


Su SherlockMagazine la segnalazione di una nuova puntata del divertissement letterario di James Lovegrove che coniuga Lovecraft con Sherlock Holmes. Eccone i dettagli:

Siamo nell’autunno del 1910 e per quindici lunghi anni Sherlock Holmes e il dottor John Watson hanno combattuto R’lluhloig, la Mente Nascosta che un tempo era stata il dottor James Moriarty. L’Europa sta cadendo inesorabilmente nella guerra, mentre un conflitto cosmico si avvicina all’apice, quando in una singola notte tutti gli eminenti membri del Diogenes Club muoiono orribilmente, all’apparenza per propria mano. Holmes sospetta sia il lavoro di una spia tedesca al servizio di R’lluhloig, ma la sua sete di vendetta gli costa l’amico di una vita.

I compagni si ritirano nella fattoria di Holmes nel Sussex, e non passa molto tempo prima che arrivi la chiamata di un cliente. Tre giovani donne sono scomparse dalla vicina città di Newford, e i locali non hanno alcun dubbio su chi sia il responsabile. Vuole la leggenda che strane creature anfibie vivano in una città in fondo al mare, e che ogni certo numero di secoli tornino sulla terra per catturare prede di carne. Mentre Holmes e Watson cercano questi terrificanti intrusi, si prepara la battaglia finale che li porterà ad affrontare i diavoli marini del Sussex, e forse Cthulhu stesso…

Suspiria: Il cult di Argento nel restauro definitivo di Tovoli | HorrorMagazine


Su HorrorMagazine la segnalazione del restauro del Suspiria originario, quello di Dario Argento. Ecco la news:

Suspiria di Dario Argento torna il 12 dicembre in HV con una nuova edizione numerata e limitata da 2.000 pezzi. ll cofanetto contiene il film nell’ultimo restauro dell’americana Synapse curato dal direttore della fotografia Luciano Tovoli.

Il lungo lavoro di restauro restituisce le immagini visionarie del film attraverso un colore materico e la pulizia accurata dei fotogrammi offre l’immagine così come era stata ideata e girata, senza alcun segno del tempo.

Realizzato in collaborazione con l’editore Artdigiland, che ha curato i contenuti editoriali, il digipack contiene: DVD, BD, Photogallery con  19 immagini inedite del film, un Extra esclusivo I colori sul volto di Jessica Harper e il Booklet inedito con l’intervista al direttore della fotografia sul restauro.

Synapscape – Helix (official video)


Entrando nei gangli psichici degli abissi chimici.

La Nuova Verde

protolettere, interpunzioni grafiche e belle speranze

Sharing

NEUTRALIZE THE FREE RADICALS

Novo Scriptorium

ἀνθρώποισι πᾶσι μέτεστι γινώσκειν ἑωυτοὺς καὶ σωφρονεῖν.

Arte Macabra

per gli amanti del macabro e del grottesco nell'arte moderna

CineFatti

Almeno un film al giorno, come il caffè.

Alessandro Rolfini

Be Different...Be Free !!

Pmespeak's Blog

Remember! Once warmth was without fire.

L'edera

e le altre poesie in ordine sparso by MerMer

My Mad Dreams

Sognatore è chi trova la sua via alla luce della luna... punito perché vede l'alba prima degli altri. [Oscar Wilde]

anche-ombre

percorsi ombreggiati, riflessioni esauste, alcooliche, liberatorie

Giacomo Ferraiuolo

Avevo un sogno e l'ho realizzato.

- GIORNALE POP -

Per informarsi su fumetti, film, serie tv, cartoni, musica e tutto ciò che è pop

Inchiostro e Sanguenero

È impossibile non comunicare. (Primo assioma della comunicazione. Scuola di Palo Alto)

Stregherie

“Quando siamo calmi e pieni di saggezza, ci accorgiamo che solo le cose nobili e grandi hanno un’esistenza assoluta e duratura, mentre le piccole paure e i piccoli pensieri sono solo l’ombra della realtà.” (H. D. Thoreau)

L'occhio del cineasta

La porta su un'altra dimensione

La Sindrome del Colibrì

The more you know, the less you fear (Chris Hadfield)

Terracqueo

MultaPaucis

Il maestro dei sogni

"Tutti siamo fatti della stessa sostanza dei sogni"

Il Bistrot dei Libri

"Un libro ben scelto ti salva da qualsiasi cosa, persino da te stesso" Daniel Pennac

Astro Orientamenti

Ri Orientarsi, alla ricerca del nostro baricentro interiore

Fantasy al Kilo

L'osteria del Fantasy e Sci-Fi

Medio Oriente e Dintorni

Storie, cultura e sport dal Medio Oriente e e Dintorni

Gli Archivi di Uruk

Database di genere in italiano

ˈGŌSTRAK

In Absentia Lucis Tenebrae Vincunt

PostScripts

Il Blog di Francesca Sabatini

Rosa Francesca Di Meo

Rosa Francesca Di Meo. Ua poetessa ,tra Spleen, Horror e Masochismo

BREAKFAST COMICS

Best Comics & Graphic Novels / I fumetti da leggere almeno una volta nella vita. Sponsored by CSBNO

La Via del Caos

Cambiare il modo di vedere il mondo per migliorare sé stessi

Aquilone di pensieri

And into the fields I go to lose my mind and find my soul

3... 2... 1... Clic!

E’ un’illusione che le foto si facciano con la macchina… si fanno con gli occhi, con il cuore, con la testa. (Henri Cartier-Bresson)

B-Movie Zone

recensioni di film horror, thriller, gialli, poliziotteschi, sci-fi, exploitation, erotika

I tesori di Amleta

Qualcosa appare e scompare tra tanto buio e luce

VOCI DAI BORGHI

Laudabunt alii claram Rhodon aut Mytilenem...

Duplex Ride

electronic music & video

di Ruderi e di Scrittura

il blog di Gaetano Barreca

ORME SVELATE

la condivisione del dolore è un dono di amore da parte di chi lo fa e di chi lo riceve

Flavio Torba

Scrittore horror (per non dire orrido scribacchino)

francesca del moro

La differenza tra prosa e poesia è che la prosa dice poco e ci mette molto tempo, la poesia dice molto in pochissimo tempo. C. Bukowski

Istanze & Fantasmi

poesie seminate, di Martina Campi

The Rising Sun

Astra inclinant non necessitant

The Twittering Machine

Racconti di fantascienza (e altro) di Piero Schiavo Campo

Quel cinema invisibile...

Cinema was made to reunite the Visible and the Invisible

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: