HyperHouse

NeXT Hyper Obscure

Archivio per settembre 11, 2019

Lazarus, ritorna il Mishima redivivo di Alberto Cola | Fantascienza.com


Su Fantascienza.com la segnalazione di un graditissimo ritorno: il romanzo Lazarus, di Alberto Cola, già vincitore del Premio Urania del 2009, torna in catalogo con la DelosDigital (cover di Franco Brambilla). Imperdibile, il tutto; eccone la quarta:

Il 25 novembre 1970, dopo aver occupato il Ministero della Difesa giapponese, lo scrittore, drammaturgo e attivista politico Yukio Mishima si toglieva la vita tramite il tradizionale seppuku, trafiggendosi il ventre e facendosi tagliare la testa. Ma la sua vicenda non era destinata a finire quel giorno.

In una Tokyo futura, dominata dalla yakuza e dalle multinazionali, il mistico telepate Gabriel viene incaricato di trovare il redivivo Mishima, fatto rinascere da una corporation per utilizzarlo per i propri fini e poi fuggito.

Un confronto spietato tra il Giappone moderno – e futuro – e il Giappone ideale della tradizione. Un viaggio tra la spiritualità orientale e il materialismo esportato dall’Occidente. Un romanzo di grande spessore culturale e artistico che nel 2009 è valso all’autore il Premio Urania.

Kosmose – First Time Out (Charleroi 1975) | Neural


[Letto su Neural]

Alla Sub Rosa, celeberrima etichetta experimental diretta da Guy Marc Hinant e Frédéric Walheer non sono nuovi nel dar vita a sensibili intrecci discografici in bilico fra rievocazioni critiche e contemporaneità, così come nel corso degli anni non sono mancate edizioni dedicate ad autori e live degni di nota, pubblicazioni di serie antologiche o comunque uscite di materiali musicali che possono vantare la qualità di veri e propri artefatti storici. Questa volta tocca ai Kosmose essere sotto i riflettori, un collettivo belga in bilico fra psichedelia e musica cosmica, ensemble che nel corso della sua attività si è espresso in svariate formazioni, sempre guidate dai multistrumentisti Alain Neffe e Francis Pourcel. Siamo di fronte all’ennesima rilettura degli anni settanta (la band è stata attiva dal 1973 al 1978), un periodo che evidentemente non smette mai d’irradiare la sua energia mutagena, nonostante i fronzoli e l’inessenziale chincaglieria teorica hippy-correlata. Anche in questa occasione sono due i cd pubblicati e mentre la prima uscita ufficiale del combo, sempre a marchio Sub Rosa, risale solo al 2015 ed è Kosmic Music from the Black Country, adesso First Time Out è il risultato di registrazioni effettuate nel marzo 1975 a Charleroi. Questi nuovi materiali – due tracce, una di 43 e l’altra di 60 minuti – sono lasciati nelle loro seminali forme, senza riadattamenti, mixaggi o ulteriori elementi di post-produzione. Tale scelta è stata dettata, immaginiamo, dall’esigenza di meglio contestualizzare quel particolare genere di sonorità: un kraut rock fatto in casa con pochi strumenti ed effetti sonori, senza nemmeno una batteria e che tuttavia nei live esibiva un complesso ma artigianale impianto di luci e proiezioni di diapositive, con tanto di strobo e profusione d’incensi (non molto differentemente che in alcuni spettacoli di teatro-immagine italiano all’incirca dello stesso periodo). Seppure ci si lasci trasportare facilmente dal flusso improvvisativo di queste jam session, il rimando adesso è tutto cerebrale e ci riporta alla riflessione su un’epoca decisamente più creativa e allucinatoria, molto differente da quella attuale che è più attenta alle strutture e ai linguaggi ma è piuttosto carente d’immaginazione e pulsioni futuribili. Poco conta stabilire quanto in questi solchi faccia capolino anche una certa estetica improvvisativa tipica del jazz d’avanguardia applicata però ad un contesto “rock”: di lì a poco sarebbero arrivati il punk e la new wave a sgomberare il campo “alternativo” da ogni altro concorrente.

Memoshi Cosplay as Silent Hill Nurse!


Cambiare i connotati in orrende maschere di odio trasfigurato.

Cose che non immagini


Come un rimando a sterili discussioni, il muoversi altrove sembra una sonora sconfitta, tale da restare semplici pedine di un disegno che non riesci nemmeno a immaginare.

Beyond the Ghost – A Bed of Ashes


Turgido come un esempio di forza inumana.

Dreams of Dark Angels

The blog of fantasy writer Storm Constantine

Bagatelle

Quisquilie, bagatelle, pinzillacchere...

HORROR CULTURA

Letteratura, cinema, storia dell'horror

Fuliggine

“The books gave Matilda a comforting message: You are not alone." Roald Dahl

Oui Magazine

Per me cultura significa creazione di vita. (Cesare Zavattini)

Nerxes.com

– Daily writings | for thoughtful & reflective moments.

Eleonora Zaupa • Writer Space

Una finestra per un altro mondo. Un mondo che vi farà sognare, o...

Through the Wormhole

“Siamo l’esperimento di controllo, il pianeta cui nessuno si è interessato, il luogo dove nessuno è mai intervenuto. Un mondo di calibratura decaduto. (…) La Terra è un argomento di lezione per gli apprendisti dei.” Carl Sagan

AI MARGINI DEL CAOS

un blog di Franco Ricciardiello

COINCIDENZE

Guardati intorno

Roccioletti

Arte altra e altrove.

La Nuova Verde

Protolettere, interpunzioni grafiche e belle speranze

Sharing

NEUTRALIZE THE FREE RADICALS

Novo Scriptorium

ἀνθρώποισι πᾶσι μέτεστι γινώσκειν ἑωυτοὺς καὶ σωφρονεῖν.

Arte Macabra

per gli amanti del macabro e del grottesco nell'arte moderna

CineFatti

Almeno un film al giorno, come il caffè.

Alessandro Rolfini

ESPLORA L’AVVENTURA

Pmespeak's Blog

Remember! Once warmth was without fire.

L'edera

e le altre poesie in ordine sparso by MerMer

anche-ombre

percorsi ombreggiati, riflessioni esauste, alcooliche, liberatorie

Giacomo Ferraiuolo

Avevo un sogno e l'ho realizzato.

- GIORNALE POP -

Per informarsi su fumetti, film, serie tv, cartoni, musica e tutto ciò che è pop

Inchiostro e Sanguenero

È impossibile non comunicare. (Primo assioma della comunicazione. Scuola di Palo Alto)

Stregherie

“Quando siamo calmi e pieni di saggezza, ci accorgiamo che solo le cose nobili e grandi hanno un’esistenza assoluta e duratura, mentre le piccole paure e i piccoli pensieri sono solo l’ombra della realtà.” (H. D. Thoreau)

L'occhio del cineasta

La community italiana del cinema

La Sindrome del Colibrì

The more you know, the less you fear (Chris Hadfield)

Terracqueo

MultaPaucis

Il maestro dei sogni

"Tutti siamo fatti della stessa sostanza dei sogni"

Il Bistrot dei Libri

"Un libro ben scelto ti salva da qualsiasi cosa, persino da te stesso" Daniel Pennac

Astro Orientamenti

Ri Orientarsi, alla ricerca del nostro baricentro interiore

Fantasy al Kilo

L'osteria del Fantasy e Sci-Fi

Medio Oriente e Dintorni

Storie, cultura e sport dal Medio Oriente e e Dintorni

Gli Archivi di Uruk

Database di genere in italiano

ˈGŌSTRAK

In Absentia Lucis Tenebrae Vincunt

PostScripts

Il Blog di Francesca Sabatini

BREAKFAST COMICS

Best Comics & Graphic Novels / I fumetti da leggere almeno una volta nella vita. Sponsored by CSBNO

La Via del Caos

Cambiare il modo di vedere il mondo per migliorare sé stessi

Aquilone di pensieri

And into the fields I go to lose my mind and find my soul

3... 2... 1... Clic!

E’ un’illusione che le foto si facciano con la macchina… si fanno con gli occhi, con il cuore, con la testa. (Henri Cartier-Bresson)

B-Movie Zone

recensioni di film horror, thriller, gialli, poliziotteschi, sci-fi, exploitation, erotika

I tesori di Amleta

Qualcosa appare e scompare tra tanto buio e luce

VOCI DAI BORGHI

Laudabunt alii claram Rhodon aut Mytilenem...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: