HyperHouse

NeXT Hyper Obscure

Gli Obiettivi dello Sviluppo Sostenibile nell’era post Covid | OggiScienza


Su OggiScienza un articolo che fa una disamina scientifica degli obiettivi sociopoliticoeconomici della nostra società che il Covid ha modificato in questi mesi. Un estratto significativo:

Era il 2015 quando 193 stati dell’Assemblea Generale dell’ONU hanno redatto l’Agenda Globale per lo sviluppo sostenibile, articolata in 17 punti (i cosiddetti SDGs), da raggiungere entro il 2030. I 17 obiettivi sono stati formulati per promuovere il benessere umano e ambientale tramite sforzi comuni condivisi da diversi stati membri. Sono stati pensati per avere un carattere universale, ovvero per adattarsi sia a paesi in via di sviluppo che a quelli più avanzati, e coprono tutta una serie di tematiche legate allo sviluppo sostenibile, declinato in chiave economica, sociale e ambientale.

La pandemia e il conseguente lockdown hanno segnato una forte battuta di arresto per quelli che erano molti degli obiettivi. L’accesso all’istruzione, con la chiusura delle scuole, è diventato in molti paesi difficoltoso, i casi di violenza domestica sono aumentati ovunque e la crisi economica ha reso attuali come non mai le tematiche legate all’eliminazione della povertà e della fame. Per citarne una, la FAO ha appena pubblicato un report in cui avverte come 27 paesi stanno per essere investiti da una crisi alimentare senza precedenti, dovuta alle conseguenze socio-economiche della pandemia. Per tutti questi motivi, secondo Nature, mai come ora è importante rivedere gli SDGs in maniera alternativa, per renderli più raggiungibili e adattabili alla situazione attuale. “Bisogna però ricordare che gli obiettivi, a prescindere dal lavoro eccezionale che fu fatto per la loro definizione, sono un prodotto dell’uomo e come tale non sono mai stati totalmente perfetti”, precisa Max Paoli, “Ma rimangono tuttora il miglior tentativo dell’umanità di ammettere che ci sono delle sfide globali e di proporre delle soluzioni e un possibile percorso per migliorare.”

“L’ottica in cui sono inseriti gli obiettivi”, continua Max Paoli “ è in gran parte antropocentrica, ed è questo fatto probabilmente a costituire il loro limite maggiore”. Infatti solo due su 17 si riferiscono a tematiche ambientali, e sono i numeri 14 e 15 che si prefiggono di tutelare e regolare l’uso sostenibile degli ecosistemi marini e terrestri. “Un altro obiettivo che si può definire difficile è il numero 8, lavoro dignitoso e crescita economica. Innumerevoli studi ci dicono infatti come anelare a una crescita economica infinita non sia a lungo termine sostenibile, ma sia ricercabile piuttosto una stabilità in cui migliorare la qualità di vita delle persone”. Proprio per questo motivo una delle possibili strategie di revisione degli obiettivi potrebbe basarsi su una nuova prospettiva, più attenta al contesto naturale che ci circonda. Questo è sottolineato anche da uno dei target specifici dell’obiettivo numero 8, che spiega come il progresso economico dovrebbe essere slegato dalla degradazione ambientale, cosa che sappiamo non essere purtroppo sempre vera. 

No comments yet»

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

boudoir77

"Scrivete quel che volete scrivere, questo è ciò che conta; e se conti per secoli o per ore, nessuno può dirlo." Faccio mio l'insegnamento di Virginia Woolf rifugiandomi in una "stanza", un posto intimo dove dar libero sfogo - attraverso la scrittura - alle mie suggestioni culturali, riflessioni e libere associazioni.

MITOLOGIA ELFICA

Storie e Leggende dal Nascondiglio

Stories from the underground

Come vivere senza stomaco, amare la musica ed essere sereni

Luke Atkins

Film, Television, and Music Critic

STAMPO SOCIALE

Rivista di coscienza collettiva

La Ragazza con la Valigia

Racconti di viaggi e di emozioni.

simonebocchetta

Qui all'ombra si sta bene (A. Camus, Opere, p. 1131)

TRIBUNUS

Duemila anni di Storia Romana

Alessandro Giunchi

corruptio pessima optimi

Dreams of Dark Angels

The blog of fantasy writer Storm Constantine

Bagatelle

Quisquilie, bagatelle, pinzillacchere...

HORROR CULTURA

Letteratura, cinema, storia dell'horror

Oui Magazine

Per me cultura significa creazione di vita. (Cesare Zavattini)

Eleonora Zaupa • Writer Space

Una finestra per un altro mondo. Un mondo che vi farà sognare, oppure...

Through the Wormhole

“Siamo l’esperimento di controllo, il pianeta cui nessuno si è interessato, il luogo dove nessuno è mai intervenuto. Un mondo di calibratura decaduto. (…) La Terra è un argomento di lezione per gli apprendisti dei.” Carl Sagan

AI MARGINI DEL CAOS

un blog di Franco Ricciardiello

Sincronicità Spicciola

Guardati intorno

Roccioletti

Arte altra e altrove.

Sharing

NEUTRALIZE THE FREE RADICALS

Novo Scriptorium

ἀνθρώποισι πᾶσι μέτεστι γινώσκειν ἑωυτοὺς καὶ σωφρονεῖν.

Arte Macabra

per gli amanti del macabro e del grottesco nell'arte moderna

CineFatti

Almeno un film al giorno, come il caffè.

Alessandro Rolfini

ESPLORA L’AVVENTURA

Pmespeak's Blog

Remember! Once warmth was without fire.

L'edera

e le altre poesie in ordine sparso by MerMer

anche-ombre

percorsi ombreggiati, riflessioni esauste, alcooliche, liberatorie

Giacomo Ferraiuolo

Avevo un sogno e l'ho realizzato.

- GIORNALE POP -

Per informarsi su fumetti, film, serie tv, cartoni, musica e tutto ciò che è pop

Inchiostro e Sanguenero

È impossibile non comunicare. (Primo assioma della comunicazione. Scuola di Palo Alto)

Stregherie

“Quando siamo calmi e pieni di saggezza, ci accorgiamo che solo le cose nobili e grandi hanno un’esistenza assoluta e duratura, mentre le piccole paure e i piccoli pensieri sono solo l’ombra della realtà.” (H. D. Thoreau)

L'occhio del cineasta

La community italiana del cinema

La Sindrome del Colibrì

The more you know, the less you fear (Chris Hadfield)

Terracqueo

MultaPaucis

Il maestro dei sogni

"Tutti siamo fatti della stessa sostanza dei sogni"

Astro Orientamenti

Ri orientarsi: alla ricerca del nostro baricentro interiore

Fantasy al Kilo

L'osteria del Fantasy e Sci-Fi

Medio Oriente e Dintorni

Storie, cultura e sport dal Medio Oriente e e Dintorni

Gli Archivi di Uruk

Database di genere in italiano

ˈGŌSTRAK

In Absentia Lucis Tenebrae Vincunt

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: